giovedì 10 marzo 2011

8

Cattivissimo me - uno che vuole la Luna

Gru spiega ai suoi minions il piano di rubare la Luna ...
Cattivissimo me, Despicable Me per gli anglofoni, è un film di animazione del 2010 della Universal Picture e Illumination Entertainement e campione di incassi e di critiche positive. 

La trama è abbastanza semplice: Gru, un classico super cattivo (assomiglia al Pinguino di Batman), desidera compiere il più grande colpo di sempre rubando la Luna ma il viscido Vector, spalleggiato dal suo malvagio padre, gli frega il raggio restringente, necessario per la riuscita del piano. Gru decide quindi di adottare tre ragazzine per raggirare il suo nemico, penetrare nella sua altrimenti inviolabile fortezza e riprendersi il tanto agognato raggio. Ovviamente la convivenza con le bimbe sarà più movimentata del previsto e il povero Gru si trasformerà da furfante incallito a papino full time. Ad aiutarlo nelle sue imprese ci sono il dottor Nefario, genio del male ormai un po’ troppo anziano, e un esercito di simpaticissimi cosetti gialli, i minions. L’happy ending è garantito, con tanto di mamma di Gru che finalmente apprezza gli sforzi del proprio figliolo. 


... e i minions ne sono entusiasti
I personaggi sono tutti abbastanza simpatici anche se molto superficiali. Il dramma delle orfanelle (Margo, Edith e Agnes) che si trovano ad abitare con un losco figuro che le trascura e le sfrutta è in realtà fittizio, dato che Gru, come cattivo, è molto più buono della media, mostrando quasi subito un lato quasi zuccheroso. Per fare un confronto basta prendere una cattiva classica dell’animazione Disney, Madame Medusa da Bianca e Bernie, e ci si rende conto che in una situazione assolutamente identica, ovvero dove il personaggio malvagio adotta una bambina per i suoi sordidi scopi, questa tiene un comportamento molto più spietato nei confronti della piccola, dominandola sia psicologicamente che fisicamente (come dovrebbe fare un cattivo D.O.C.). La povera Penny viene letteralmente rapita dall’orfanotrofio, si cala nel pozzo perché non può farne a meno e, quando il diamante è nelle mani della malvagia donna, viene abbandonata senza remore. È così che si deve comportare un cattivo che si rispetti, poi può pentirsi con tutta calma dopo, se necessario. Gru invece è gentile e indeciso, porta a casa le tre ragazzine, si fa comandare da loro  e alla fine ci si affeziona pure. Per esempio, quando le pulzelle vogliono a tutti i costi andare a lezione di danza, non riesce ad opporsi in alcun modo, ve la immaginate Madam Medusa nella stessa situazione? Il cambiamento da malvagerrimo a paparino è troppo repentino, rendendo chiaro fin quasi dall’inizio che Gru non è un cattivo degno di tale titolo.   Va bene che è una storia per bambini (anche Bianca e Bernie lo è!) ma così i personaggi sono veramente troppo scialbi.

Il malvagio Vector: fa paura vero? (Ma anche no)
Per non parlare poi degli antagonisti. Il vero nemico della storia non è tanto Vector, un viscido nerd, così imbranato e idiota da essere in attesa di un Darwin Award, quanto il suo grasso padre. Questo personaggio è una copia precisa del “Capo con i capelli a punta” della serie Dilbert di Scott Adams, solo molto più malvagio. Rifiuta a Gru il prestito e lo concede al suo cretinissimo figlio, passandogli anche il piano per rubare la Luna, nella speranza che il suo erede riesca nel colpo e diventi il più grande cattivo di sempre, abbandonando per sempre le armi surreali che costruisce (sentendosi pure figo) come la pistola a piranha. In pratica è il dramma di un padre ricco con un figlio scemo. Fantastico.

I personaggi dei minions sono molto simpatici, i migliori di tutto il film, e riescono a strappare un sorriso in qualunque inquadratura essi compaiano. Peccato solo che lo sceneggiatore non si sia degnato di dare una spiegazione sulla loro esistenza, sarebbe stato interessante. 

In conclusione si tratta di un film piacevole, ineccepibile dal punto di vista tecnico ma un po’ carente sia nella trama (vista e rivista) che nella caratterizzazione dei personaggi (scialba e prevedibile). Si capisce subito dove il film andrà a parare. Lo spettatore non si preoccupa nemmeno per un attimo della sorte delle tre ragazzine, ben intuendo sin dalle prime scene che riusciranno ad addolcire il cuore di Gru e che tutto si concluderà nel migliore dei modi. Nemmeno la battuta di Margo “Tu non sarai mai il mio papà” (a circa metà film) riesce ad essere minimamente convincente. In generale questa è una critica a tutti i film d’animazione americana dell’ultimo periodo, li trovo noiosamente simili tra di loro, sia nelle trame che nei personaggi. Tolta la stupenda grafica rimane ben poco. Avanti, registi e sceneggiatori a stelle e strisce, prendete il vostro coraggio a quattro mani, buttate via tutti gli stereotipi classici e stupite un pubblico ormai annoiato di vedere sempre la stessa zuppa con delle storie nuove. Basta storielle sempre uguali che si basano unicamente su battute e effetti grafici. Abbiate l'audacia di mollare un formato che, pur avendo avuto molto successo, è ormai superato.
author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





8 commenti :

  1. Grazie per la recensione :)
    Sarebbe carino se riuscissi a recensire altri cartoni firmati della Universal Picture, Disney & co..
    grazie ancora =)

    RispondiElimina
  2. Ok, ottimo suggerimento, provvederò sicuramente ^^

    RispondiElimina
  3. Ma l'unicorno fuffoso è bellissimo!

    RispondiElimina
  4. Tra l'altro quella dell'unicorno è una delle scene più carine ^^

    RispondiElimina
  5. l'origine dei minion sarà spiegata nel terzo film

    RispondiElimina
  6. A me è piaciuto, nella sua banalità. Forse perché a me i cattivi non piacciono e sotto sotto spero sempre che sia una facciata. La piccolina è tenera, anche se come dici tu i personaggi non sono molto approfonditi questo è un film che mi ha strappato più di un sorriso.
    Non ho visto il 2, cosa si saranno inventati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è sgradevole come film ma l'ho trovato un po' deboluccio, secondo me si poteva fare qualcosina di più per i personaggi, specie per quelli che dovrebbero essere cattivi ^^
      Qualche sorriso l'ha strappato anche a me ma mi ha lasciato un po' l'impressione di una buona occasione un po' sprecata.
      Anche a me manca ancora il due. Appena ho un secondo libero lo guardo e scrivo la recensione :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.