mercoledì 21 dicembre 2011

18

Nightmare Before Christmas - Il Natale da un’altra prospettiva

Per la seconda recensione del ciclo natalizio di Prevalentemente Anime e Manga (ciclo, insomma sono tre recensioni, non tiriamocela neppure troppo) la scelta è caduta su quello che ormai è diventato un grande classico: Nightmare before Christmas. L’idea di questo film nasce negli anni ottanta come una poesia illustrata in tre pagine opera di un Tim Burton all’epoca ancora animatore presso la Walt Disney. Negli anni la casa di produzione di Topolino ha cominciato a comprendere l’enorme valore di questo materiale, pensando in un primo momento di realizzarne un corto o uno speciale televisivo da trenta minuti, ma decidendo, infine, nel 1991, di affidare alla Touchstone Pictures la produzione in stop-motion di un lungometraggio. Nel frattempo, però, Tim Burton era impegnato nella realizzazione di altri film (Edward mani di forbici e Batman – il ritorno), per cui la regia fu affidata al suo amico Henry Selick (oltre al fatto che Burton affermò di non aver alcuna intenzione di partecipare “al processo scrupolosamente lento dello stop motion”). Quest’opera è uscita nelle sale cinematografiche nell’ormai lontano 1993 e ben presto è diventato un’immancabile classico natalizio, nonostante le sue tematiche molto particolari.


È stato molto tempo fa,
più di quanto ora sembra,
in un posto che, forse, nei sogni si rimembra,
la storia che voi udire potrete
si svolse nel mondo delle feste più liete.
Vi sarete chiesti, magari, dove nascono le feste.
Se così non è, direi... che cominciare dovreste!


Fate ciao con la manina a Jack, il fantasma re, signore
di Halloween
Nightmare Before Christmas racconta la storia di Jack Skeletron, il re delle zucche. Egli è il signore della città di Halloween, il posto dove si vive solo in funzione della festa più spaventosa del calendario. Tutta la popolazione è composta da mostri e grottesche aberrazioni e l’unica cosa di cui i concittadini sono veramente capaci è terrorizzare i bambini. Però, dopo tanti anni di indefessa attività, Jack sente che gli manca qualcosa e, terminata l’ennesima festa dei morti, cade nella più nera depressione. Durante una passeggiata notturna in cui lo accompagna solo il suo fedele cane Zero, l’elegante fantasma re finisce per perdersi e per scoprire una bizzarra radura dove c’è un albero per ogni festa dell’anno. Mentre osserva stupito quello che reca un abete con delle palline colorate viene risucchiato all’interno del tronco e ben presto si trova in un mondo a lui completamente nuovo: la città del Natale
Jack affascinato dalla magia del Natale
Tra elfi operosi, slitte da lucidare e giocattoli da costruire è tutto un via vai di attività frenetiche che affascinano un disorientato Jack e gli fanno venire in mente un’idea pericolosa. Con il suo cipiglio da vero leader decide arbitrariamente di occuparsi lui della festa di Natale, esautorando il caro vecchio Babbo Natale dal suo ruolo, e affidando ai suoi mostri tutti i preparativi. L’unica che pare subodorare il disastro imminente è Sally, una bambola di pezza serva dello scienziato pazzo che l’ha creata, che cerca in tutti i modi di fermare Jack.

Non era questa l'idea di Babbo Natale che aveva
il bambino che lo vede dal vivo
I personaggi del film sono tanti e molto ben caratterizzati ma quelli veramente fondamentali sono due: Jack e Sally. Il primo è il signore di un regno di terrore, in cui spaventare il prossimo è la normalità, ma è annoiato dalla sua routine quotidiana. La ripetitività del suo lavoro l’ha portato a disinteressarsi ad Halloween e a cercare qualcosa di nuovo che lo appassioni. Trova la soluzione quando scopre il Natale, per lui assoluta novità, che riesce a far scoccare in lui la scintilla della curiosità. Ma Jack non è una persona normale, lui è il fantasma re, per cui la sua idea di rendere felici i bambini non collima con quello che si può normalmente pensare. Ovviamente il suo Natale sarà un disastro su tutta la linea (uno scheletro che regala giocattoli che aggrediscono i bambini non è l’idea più tradizionale di Natale) ma almeno lo porta a comprendere quelli che sono i suoi reali desideri e le sue vere inclinazioni. Alla fine del film Jack riesce a tornare nel suo vero carattere originale di spirito terrificante, conscio che la sua natura è quella di creare l’Halloween più orrido di sempre. 
Sally tiene d'occhio Jack
Accanto a lui c’è la bambola Sally quella che, come la definisce Babbo Natale, è l’unica ad avere un po’ di buon senso in tutto la baracca. Pur essendo perdutamente innamorata di Jack cerca in tutti i modi di avvisarlo che sta affrontando qualcosa che non può che finir male ma il suo amato non riesce a recepire il messaggio finchè non sarà troppo tardi. Sally è intelligente e dolce, ma anche intraprendente e coraggiosa e non esiterà a mettersi nei guai per aiutare il suo Jack. Intorno alla coppia di protagonisti c’è tutto un mondo di mostri e esseri strani, uno più simpatico dell’altro, originali e ben caratterizzati. Personalmente adoro il sindaco (con le sue due facce, una allegra e una triste) e il dottor Flinkestein, creatore di Sally, che, stufo dei tradimenti della sua creatura, cerca di fermarla in ogni modo, fallendo sempre miseramente.

Babbo Natale in azione con la famigerata lista dei bambini
buoni e cattivi
Dal punto di vista tecnico si può osservare un’imponente opera interamente in stop-motion, che regala personaggi adorabilmente grotteschi (per dire, guardate come si muove Jack) e animazioni fluide. Gli sfondi, stupendamente dettagliati, donano un’atmosfera magica all’intera opera, nel suo misto di Halloween e Natale. Inoltre, il formato musical, che normalmente trovo noioso e non apprezzo per nulla, in questo caso risulta ben inserito nel contesto e aggiunge una nota spumeggiante al tutto. Non so come ma anche un personaggio come Babbo Natale, che di solito mi fa venire l’orticaria, in questa storia risulta persino simpatico.

Il sindaco della città di Halloween con i suoi due volti
In definitiva Nightmare Before Christmas è una rivisitazione della classica storia natalizia (quella in cui la magia del Natale fa diventare tutti più buoni) in chiave halloweenesca. Jack non si rende conto del fatto che il suo canone di positivitità non è per nulla allineato a quello del resto mondo, e, quando effettivamente si fa conquistare dal famigerato Spirito del Natale, non cambia la sua natura, proponendo un autentico Orrido Natale. In questo caso la Magia del Natale è quella che gli riaccende la scintilla della passione e lo motiva nuovamente nel suo vero lavoro. Pur essendoci tutti gli elementi del classico film di Natale (il cambiamento, lo Spirito del Natale che conquista il protagonista, Babbo Natale, persino i marmocchi - Vado, Vedo e Prendo) il risultato è completamente diverso da quello che ci si può aspettare in prima battuta. Personalmente adoro questo film e me lo riguardo sempre molto volentieri, per una volta lo Spirito del Natale non cambia qualcuno ma lo spinge a tirare fuori il suo vero io, per quanto malvagio possa essere. Atmosfere e realizzazione di ottimo livello non fanno che completare un perfetto quadro narrativo. Per cui, se ancora non l’avete visto, è arrivato il momento di recuperarlo perché merita seriamente una visione.




Prima sequenza del film con la canzone Questo è Halloween
author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





18 commenti :

  1. Goooooood morning!
    Stamattina quando sono uscita di casa c'erano ben -5°C! Brrrr! Ora, forse, saremo vicini allo 0...però fa freddo ugualmente!
    E con sommo piacere che ti annuncio ufficialmente di aver indovinato il tuo secondo post XD
    The Nightmare Before Christmas pur essendo atipico per quanto riguarda lo 'spirito natalizio' è ormai divenuto un classico *-* A me piace un sacco e quasi quasi un regalo da Jack lo accetterei; renderebbe il Natale decisamente più interessante XD
    Sai che non l'ho visto in programma nè per questa nè per la prossima settimana? O_o Sembra che la tv se lo sia dimenticato =_=

    RispondiElimina
  2. Posso fare la saputella di animazione anche qui??? (no, davvero, questo è importante!)
    Il cagnolino fantasma di Jack, Zero, appare semi-trasparente senza l'uso della computer grafica, pur essendo un pupazzo per la stop-motion come gli altri: come è possibile? Quello che vediamo nel film è il suo riflesso su un vetro posto nella scena e illuminato tatticamente (un po' come quando di notte guardando fuori dalla finestra vediamo la nostra immagine riflessa)...Spettacolare, no?

    RispondiElimina
  3. A me piace un sacco *_*

    @Clyo: *O* WOW

    RispondiElimina
  4. @lithtys: Buongiorno anche a te ^^
    L'avevo detto che il secondo film era facile facile (o meglio, quest'anno sfoggio con indifferenza tutti i grandi classici e l'anno prossimo piangerò lacrime amare per trovare dei titoli che mi soddisfino ;-P)

    La programmazione televisiva non la guardo quasi mai (tanto le cose interessanti le danno quando io non posso vederle) ma se non l'hanno messo in palinsesto è davvero un peccato. Ogni anno si fa rivedere sempre con piacere. E poi si lamentano che la gente scarica o guarda in streaming =.=

    @Clyo: grazie per le preziose informazioni che ci lasci sempre. E' importante conoscere questi retroscena per apprezzare maggiormente quello che già di suo è un capolavoro. Adesso vado a rivedermi tutte le scene con Zero *__*

    @Piperita Patty: Questo mi sa che è stato visto ed è piaciuto un po' a tutti ^^

    RispondiElimina
  5. Bell'articolo. Personalmente adoro Nightmare Before Christmas, uno dei miei film d'animazione preferiti sia a livello di atmosfera che di spunti (la trovata in sè è geniale devo ammettere).

    Se poi a questo aggiungiamo il fatto che vi sono delle scene veramente epiche sotto tutti i punti di vista, come quando Jack consegna i regali (lì vi giuro, l'avrò vista 200 volte ma mi piego ancora in due dalle risate a vedere la papera assatanata che rincorre i bambini XD)o come la opening.

    RispondiElimina
  6. Fantastico!!! (primo commento che faccio in questo blog, ciao!)
    Da tanto tempo che non lo rivedo, ma ho adorato questo film... conservo ancora il VHS! :)

    Trovavo fantastica l'idea di voler cambiare la propria natura e tremendamente triste il fatto di non riuscirci. Ottima trama. Bellissima ogni atmosfera. Poi adoro lo stop-motion.

    Giudizio del tutto personale: preferisco la versione italiana, adattata e cantata da Renato Zero. Magnifica! Un grande lavoro dietro ogni canzone, bravissimo Renato Zero!! (e non sono suo fan)

    RispondiElimina
  7. Avevi ragione, questo qui era proprio facile da indovinare! XD
    Molto bella la recensione, fatta per un prodotto che sicuramente merita. Non so se ricordi ma qualche anno fa era scoppiata la moda di Jack Skellington e il merchandising distribuito dalla Disney aveva aiutato questa cosa. Tutti i ragazzini emo avevano per forza qualcosa di lui addosso e per colpa di questo molti avevano cominciato a svalutare addirittura l'opera originale. Ma dico io, avere opinioni proprie? Vabbè che molti di questi ragazzini il film manco l'avevano visto, ma al di là del risvolto commerciale rimane comunque un capolavoro d'animazione.

    E poi rimango veramente stupita di come ancora oggi la tecnica di stop-motion risulti di qualità eccellente! Veramente non ci sono cavoli XD Io ho visto anche Coraline (che è davvero un bel film ) e guardandoli insieme non diresti che li separano tutti questi anni, nonostante Coraline sia comunque realizzato da grandi professionisti :)
    E' un peccato che la stop-motion sia così poco utilizzata, come tecnica :/ A dire il vero la preferisco mille volte al digitale, ma è così dispendiosa che veramente solo gli appassionati possono usarla senza impazzire XD

    RispondiElimina
  8. Mi unisco alla folla di estimatori di Nightmare before Christmas. Ho avuto addirittura un periodo in cui ogni pomeriggio mettevo su la cassetta e me lo riguardavo o lo tenevo in sottofondo mentre facevo i compiti.
    Oltre all'animazione, bellissima, adoro la colonna sonora (nonostante anche io di solito non sia un'amante dei musical), anche la versione italiana di Renato Zero.

    Be' questa recensione non poteva proprio mancare, ovviamente in questi giorni troverò un momento per riguardarmelo!

    RispondiElimina
  9. @OMEGA_BAHAMUT: Concordo pienamente la trovata di unire Halloween a Natale è assolutamente geniale e si riconosce lo stile visionario di Tim Burton.

    La mia scena preferita, invece, è quella in cui preparano i regali e Jack fa le correzioni per renderli "più Natalizi", anche se il risultato finale è comunque estremamente spaventoso (la papera assassina comunque è bellissima) ^^

    @Vincent: Innanzitutto ciao e benvenuto!
    Personalmente anche io sono affezionata alla versione italiana, le canzoni sono veramente ben realizzate e ormai a sentirlo in lingua originale non mi ritrovo. Da piccola me lo fecero vedere anche in inglese (mia madre che cercava di insegnare con le cattive a me e a mia sorella le lingue straniere) ma ricordo solo di non aver capito assolutamente nulla. Da allora solo più in italiano, anche se adesso avrei i mezzi per apprezzarlo anche in lingua originale.

    @MoMoRiddle: Me la ricordo sì la moda emo. Ad un certo punto è stato tutto un fiorire di magliette/spilline/portafogli/qualunque cosa con la faccia di Jack sopra. La Disney ovviamente non si è fatta scappare l'occasione di farci sopra un bel po' di quattrini sonanti e ha cavalcato l'onda del successo (sui ragazzini che manco avevano visto il film ma faceva tanto figo avere certi accessori no comment, altrimenti divento acida).

    Coraline è anche un bellissimo film ed è dello stesso regista di Nightamare Before Christmas (Henry Selick), si riconoscono sia stile che atmosfere. Stavo meditando se fare uno speciale di recensioni sugli altri film di Selick (Colarine, James e la pesca gigante e Monkeybone).

    @automaticjoy: Vedo che Nightmare Before Christmas ci mette un po' tutti d'accordo (e con questa affermazione mi sono assicurata almeno una persona che venga a dire che non gli piace per nulla) ^^
    Rivederlo prima/dopo/durante Natale è un must per l'atmosfera ^^

    RispondiElimina
  10. Il film di Natale che preferisco in assoluto *_*.
    Ottima recensione, complimenti.

    RispondiElimina
  11. Il titolo stavolta l'avevo indovinato,anche questo film non l'ho mai visto,in compenso però qualche anno fa lessi il fumetto.

    RispondiElimina
  12. @Mirage: grazie, sono felice che ti sia piaciuta la scelta del tema e la recensione ^^

    @Jul: Questo è un film da recuperare, le musiche e l'animazione trovo che donino gran parte della magia. Oltre al fatto che, come tutti i capolavori, non è invecchiato per nulla ed è assolutamente godibile anche oggi ^^

    RispondiElimina
  13. Prima o poi mi concederò sicuramente la visione,parlando di veti,tu ce l'avevi per gli anime giapponesi,io per film e telefilm americani (non tutti,ma parecchi sì,e NBC è rientrato nella seconda lista),quindi ho una mole di arretrati che un po' mi spaventa,e finisco per non sapere dove mettere le mani XD

    RispondiElimina
  14. Avremmo dovuto scambiarci i parenti per un po', così saremmo riuscite a vedere un po' di tutto ^^
    In ogni caso a me succede la stessa cosa, i grandi successi mancati della mia infanzia (specie se composti da vagonate di episodi, io mi sono persa intere serie) finisce che non ce la faccio (o non ho voglia) di recuperarli, adesso che potrei vederli senza problemi XD

    RispondiElimina
  15. Anche io adoro questo film! Lo adoro così tanto che ho la stanza piena di gadget di Jack! XD
    È uno di quei film che per tradizione guardo ogni anno! *_*

    RispondiElimina
  16. Io gadget non ne ho (perchè in generale ne compro pochissimi, spendendo tutto lo spendibile in fumetti XD) ma il film è veramente un capolavoro. Trovo che il design del viso di Jack sia veramente geniale, riesce ad essere semplice, bello e accattivante rimanendo un teschio *__*

    RispondiElimina
  17. Jack Skeleton è uno dei personaggi della mia infanzia che porterò sempre nel cuore!
    Come porto nel cuore la fantasia di Burton!
    Bella recensione... mi piacerebbe che la gente si amasse come Jack e Sally!

    RispondiElimina
  18. I personaggi di Nightmare Before Christmas sono tutti molto belli ma bisogna ammettere che Jack e Sally hanno una marcia in più. In loro si riconosce l'autentico genio di Tim Burton ^^

    RispondiElimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.