giovedì 1 dicembre 2011

64

Spartacus - Blood and Sand - Perchè questo telefilm non mi è piaciuto

Locandina della serie
Ecco finalmente la recensione della serie che ho definito una porcata indecente nel post dedicato alla sit-com The Big Bang TheoryRecensione della serie. Ora mettetevi comodi perchè andremo ad analizzare nei dettagli tutte le mancanze di quest’obbrobrio che a definirlo tale gli obbrobri si offendono di brutto (e a ragione). Dato che di materiale per una bella stroncatura ne ho a tonnellate (e sono solo tredici episodi, pensate se fossero stati di più) e non voglio farmi mancare nulla, darò sfogo alla mia mal repressa logorrea (mi dispiace per  lithtys e per tutti quelli a cui è piaciuta la serie ma non ce l'ho fatta a resistere). Non sto nemmeno a dirvi che ci saranno tonnellate di spoiler dopo il salto per cui, se qualcuno fosse seriamente interessato alla visione di questo telefilm, gli sconsiglio di continuare a leggere. In caso contrario vi invito a entrare nel ludus di Quintus Lentulus Batiatus e nel fantastico mondo del gladiatori posticci, palestrati e sessuomani. Il post è orrendamente lungo per cui leggete solo a vostro rischio e pericolo.

INTRO (i dati tecnici su quello che stiamo per analizzare)
Sulla prima parte nulla da dire ma sulla seconda non
contateci troppo, piuttosto immaginatevi Alberto Angela
che vomita una scena sì e l'altra pure per gli errori
storici e gli anacronismi
Spartacus è una serie del 2010 che narra le gesta del fortissimo gladiatore Spartacus e della sua rivolta contro Roma (spoiler della prossima serie. Spartacus muore crocifisso sulla via Appia, fonte wikipedia). È composta da tredici maledettissimi e interminabili episodi da circa cinquanta minuti l’uno ed è interamente girata in Nuova Zelanda, che si sa, assomiglia tantissimo alle zone comprese tra Lazio e Campania. Il ruolo dal protagonista è interpretato da Andy Whitfield, giovane attore purtroppo prematuramente scomparso nel settembre 2011 per un linfoma. La produzione, costretta ad un recasting, ha affidato il ruolo a Liam McIntyre per la seconda serie. Esiste anche un prequel (girato nel 2011) che si chiama Spartacus - Gods of Arena, ma non ho ancora avuto il coraggio di guardarlo (ma prima o poi ci arrivo).

TRAMA 1 (versione pocket, per chi ha fretta, saltare poi a FINE TRAMA per proseguire nella recensione)
Spartacus è un Trace, diserta con i suoi uomini dall'esercito romano, viene catturato e condannato a morte nell'arena. Sopravvive e, in un'alternzanza tra scene di sesso e brutali omicidi, diventa un vero gladiatore e eroe dell'arena di Capua. Ad un certo punto si stufa e organizza una sanguinosissima rivolta spalleggiato dall'amico/nemico Crixus.

TRAMA 2 (versione lunga, per chi ha tempo e voglia di leggerla tutta. Suggerita a chi ha propensione alla visione di soap opere sudamericane)
Sura fa la concenza del signore Geto
La storia inizia con il consiglio dei Traci che accetta incautamente di aiutare l’esercito romano in una battaglia contro i Geti, loro acerrimi nemici. Gli stronzissimi romani (ma sono tutti così che ci volete fare), comandati dal legato Gaius Cludius Glaber, decidono però di spostarsi altrove, lasciando incustoditi villaggi Traci. Il futuro Spartacus e i suoi compagni non ci stanno, disertano e tornano a casa giusto in tempo per salvare Sura, la moglie figherrima del protagonista, da un’orda di Geti comparsi dal nulla che paiono una divisione di Uruk-Hai. Si vede che avanzavano dei costumi de Il Signore degli Anelli e buttarli pareva brutto.Ovviamente i romani prendono il fatto benissimo, recuperano i fuggitivi, li mettono in catene e li condannano a morte nell’Arena di Capua. L’unico che salva la pellaccia è proprio il nostro eroe che sconfigge in solitaria ben quattro gladiatori armati e addestrati meglio di lui, in una delle peggiori scene di combattimento di sempre. Batiatus, noto lanista di Capua, per togliere Glaber dall’imbarazzo della folla che non vuole il giovane trace morto, lo compra come schiavo, lo ribattezza Spartacus e cerca di farne un gladiatore. Nel frattempo il solito Glaber, dato che non si è ancora vendicato abbastanza, fa violentare Sura dai suoi soldati e la rivende ad un mercante Siriano.

La casa di Batiatus, come si può ossercare il cortile è
completamente cintato da mura tranne il lato che guarda il
precipizio. Solo a me sembra una stronzata?
Con uno spirito gioviale che metà basta Spartacus fa quindi la conoscenza dei suoi nuovi compagni di avventure: i gladiatori di Batiatus (distinguibili dalla B tatuata sul braccio), l’allenatore Doctore (un armadio di colore armato di frusta) e la sabbia del campo di addestramento (quella del titolo della serie, mi pareva brutto non citarla). Visto che il nostro eroe è simpatico come l’herpes, Doctore gli fa dare una lezione da Crixus, l’imbattuto gallo campione di Capua, ma entro la fine dell’episodio la sua raccomandazione da protagonista gli permette di rifarsi passando la prova e diventando ufficialmente gladiatore. Tra i gladiatori degni di nota (si fa per dire) oltre Crixus, ci sono Barca, enorme e fortissimo, definito la Bestia di Cartagine (peccato che Cartagine fosse stata distrutta più di settant'anni prima), che Batiatus usa come guardia del corpo, Gneo, un idiota patentato con il cervello grosso come una nocciolina e che fa il retiario (specialità introdotta durante l’impero per cui anacronistica come un rolex al polso del lanista) e Varro, il boccoloso nuovo amico del cuore (nonché unica persona che lo regga) di Spartacus. Tanto per concludere il discorso sui personaggi di fantasia, qualcuno spiega agli sceneggiatori che i gladiatori non erano dei manichini muscolosi e depilati ma degli omaccioni ben in carne (la ciccia evita molte ferite mortali) e che le schiave non erano tutte pornodive con le tette rifatte?
Crixus sconfigge Spartacus
Da momento del suo ingresso nel ludus il nostro eroe non farà altro che cercare di farsi rifilare vigorosi calci nel sedere da chiunque, riuscendo a rimediare una pubblica umiliazione da parte di Crixus nell’Arena, una permanenza con Varro nel pozzo di scolo delle feci del ludus e un biglietto di sola andata per le fosse. Questi sono posti poco raccomandabili dove un gladiatore si disonora a combattere per delle vili scommesse clandestine. Ovviamente qui vale tutto e, dopo qualche scena inutilmente cruenta (tipo uno che strappa la faccia ad una altro e se la attacca alla sua come decorazione), si evince che il nostro Spartacus sarà il nuovo campione del posto. Il lanista, infatti, per convincere il protagonista a combattere come si deve, gli ha promesso di trovare la sua scomparsa moglie Sura, su cui il trace si sta uccidendo di seghe mentali.

Lucy Lawress mostra tutto quello che in Xena aveva
negato al suo pubblico
Nel frattempo Lucrezia (interpretata da Lucy Lawrees - Xena con ben due parrucche diverse, modello bionda o rossa), moglie di Batiatus, si liscia Ilithyia, la super stronzissima moglie di Glaber (una che veramente, meglio perderla che trovarla) e intrattenendo liberamente con Crixus, anche se lui evidentemente predilige le attenzioni di Naevia, una delle schiave. Dopo alcune sere (tipo due) che Spartacus torna imbattuto dalle fosse e i pronostici sono a suo favore, si offre di truccare l’incontro, perdendo miseramente (e morendo), in cambio del fatto che Batiatus si occupi di Sura. Le cose vanno bene per il lanista che torna a casa con un gladiatore problematico in meno e le tasche ben piene di soldi. E invece no, vi sarebbe piaciuto (anche perchè la serie si chiudeva qui) ma Solonio, lanista avversario, organizza un attentato a Batiatus e Spartacus è “costretto” a vincere lo scontro per salvare il suo dominus. E torna a casa vivo maledizione.

Batiatus e Lucrezia in prima fila nel pulvinare.
E quando mai di grazia sarebbe stato possibile?
La tribuna era riservata alle autorità, non agli infames!
Batiatus, riconoscente a Spartacus, lo fa partecipare di nuovo ad una competizione nell’Arena, al fianco del solito Crixus, contro l’imbattibile gigante Theokoles, detto l’ombra della morte. I pronostici li danno tutti e due per spacciati ma il previdente Barca scommette sul dinamico duo che, appena imparato a combattere senza cercare di uccidersi a vicenda, incredibilmente sconfigge il mostro. Spartacus si guadagna il titolo di campione di Capua e portatore della pioggia (ma dico io la fortuna sfacciata, dopo mesi di siccità proprio nel momento in cui la testa di Teocle cade al suolo doveva iniziare a piovere) mentre il povero Crixus (senza cui Spartacus durava tipo dieci secondi, secondo più, secondo meno) finisce dal medicus pieno di ferite e privo di onore. 

Batiatus compra a Spartacus una nuova aramatura,
così fuori luogo che non verrà mai usata nell'arena
Ricoperto di gloria e soldi, arriva il momento in cui il protagonista si deve ricongiungere finalmente con l’adorata mogliettina e organizza un party a base di prostitute e alcool per tutti i gladiatori e gran parte della guardia al fine di  festeggiare. Nel frattempo architetta il piano più scemo di sempre per fuggire con la consorte (una cosa che la Banda Bassotti in confronto è geniale) ma il mattino dopo il destino gli è avverso: la carovana su cui viaggiava Sura viene attaccata dai briganti e lui riesce a stringerla tra le braccia solo un attimo prima che ella spiri. Sconvolto dal fatto per circa dieci minuti (in cui ha delle allucinazioni da droga pesante), decide di diventare un vero gladiatore con la G maiuscola e di servire il suo signore in un episodio (il settimo) che è di un’inutilità senza precedenti. Nel frattempo Ashur, un altro viscido soggetto che ha un conto in sospeso con Crixus, incastra in modo stupidissimo il povero Barca per non pagargli la vincita della giocata contro Theokoles, portando il lanista a dubitare di lui e ad ucciderlo (lo fa fuori per sentito dire, senza nessuna prova e senza neppure lasciarlo parlare, che idiozia). Batiatus, ora ricoperto di soldi per aver il miglior gladiatore di tutta Capua (ovvero lo Spartacus che fino a poco prima prendeva sonorissime legnate da Crixus) rinnova la casa, compra altri gladiatori e punta in alto verso il senato di Roma (questa cosa è di nuovo una follia dal punto di vista storico ma soprassediamo se no qui non finiamo più).

Ilithyia tratta l'acquisto di un gladiatore
Nel frattempo Ilithyia, ora migliore amica di Lucrezia, decide di comprare un gladiatore tutto suo e lo sceglie tra le reclute in base a una rigidissima selezione: quello con il pisello più grosso! Ma la donna ha in mente un piano geniale (se così si può definire), durante un incontro con Segovax, il suo uomo, lo convince ad uccidere Spartacus (per cui nutre ancora rancore per quella storia che ha disertato facendo fare una figura barbina a suo marito) in cambio della libertà. Questo, invece di subodorare il pericolo imminente, obbedisce come Garibaldi. Morale della favola un Crixus convalescente salva il protagonista per la terza volta dall’inizio della serie e Segovax finisce crocifisso con il suo pene equino amputato. Ma Ilithyia non si farà fermare per così poco e, tanto per dare un po’ di fastidio a Lucrezia, le chiede di avere un rapporto sessuale con Crixos. A questo punto la povera domina non ci vede più e, dopo una piccola ma notevole crisi di nervi, ordisce un piccolo scherzo alla sua “amica”. Maschera e dipinge d’oro Spartacus, lo spaccia per Crixus e lo spedisce a copulare con lei. Lo scherzone finisce con Licinia, nipote di Crasso e anche lei desiderosa di intrattenersi carnalmente con dei gladiatori, con il cranio aperto sul pavimento per mano della cara vecchia Ilithyia. I due lanisti nascondono anche questo efferato e inutile omicidio (dopo quelli di Barca e di Ovidio, uno che aveva la sfortuna di essere creditore di Batiatus, questa roba è l’incrocio tra una telenovela e Criminal Minds) e organizzano una festa per la maggiore età del figlio del magistrato di Capua (un ragazzetto idiota ma che ama tanto i giochi dove viene sparso molto sangue). Ormai nessuno può più fermare Ilithyia che seduce il moccioso e lo convince a far fare una dimostrazione di combattimento tra Spartacus e Varro dove il perdente si gioca la pelle. Indovinate un po’ chi perde? Ho sentito Varro? Esatto l’eroe di Capua vince ancora.

Solonio con il cadavere del magistrato, poco prima che
arrivino le guardie, nel momento in cui si rende conto
che forse Ashur non ha tradito il suo padrone
In tutto questo Batiatus non prende benissimo  il fatto (questi romani sono di un suscettibile che metà basta) che il magistrato Calavius decida di non assecondare il suo desiderio di entrare in politica e ordisce una trappola (a dir poco folle, lo stile rimane sempre quello della Banda Bassotti) per fargliela pagare. Con Spartacus indisposto per una ridicola ferita che gli ha procurato Varro nella dimostrazione della festa, Crixos viene spedito a fare il primus (il combattimento più importante) nei giochi contro Pompei mentre Ashur porta il lanista avversario Solonio nella fogna dove Batiatus ha rinchiuso il magistrato. Morale della favola, Solonio si trova da solo con il cadavere sgozzato di Calavius nel momento in cui arriva la guardia cittadina e viene condannato a morte nell’arena (in questa serie le scene si svolgono praticamente solo in tre posti, a casa di Batiatus, nel ludus o nell’Arena). Nel frattempo Spartacus si ripiglia (dopo una serie di allucinazioni che neppure con la droga si riesce a fare di meglio) e scopre che Sura è stata uccisa da un uomo di Batiatus (finalmente c’è arrivato) per cui cerca di uccidere il suo master ma si ferma quando scopre che ferendolo avrebbe procurato una condanna a morte a tutti gli schiavi della casa. Non che gliene freghi molto degli altri ma tra di loro è stata “assunta” anche Aurelia la vedova di Varro e non vuole danneggiarla ulteriormente (anima candida).

Glaber poco prima che la sua intera guardia facesse
una figura di merda memorabile con Spartacus
Però un altro schiaffo sta per arrivare al lanista più arrivista e spregiudicato di sempre: anche il legato Glaber (per chi si è perso è il marito di Ilithyia e quello da cui Spatacus aveva disertato all'inizio), finalmente a Capua, non vuole appoggiarlo. Dopo un ridicolo scontro di uno Spartacus che pare Terminator contro dei soldati romani (dovrebbero davvero vergognarsi per come vengono messi al tappeto) e un’inutile scoppio d’ira di Crixus (grazie a cui si garantisce delle frustate e la sua amata Naevia viene allontanata dalla villa), il legato fa per andarsene ma Batiatus ha ancora una carta vincente. Da un cofanetto estrae la mano della defunta Licinia, con cui può incastrare Ilithyia e far passare un sacco di guai al marito. Glaber, costretto quindi con il ricatto, concede il patronato a Batiatus e lo nomina edile ma, durante la festa, tenuta sul terrazzo di casa sua (come mezza serie), scoppia la rivolta di Spartacus (organizzata e fomentata in due giorni, ma laggiù i piani alla Banda Bassotti vanno alla grandissima) a cui alla fine partecipa anche il buon Crixus (tra lui e il protagonista continua a non scorrere buon sangue ma per cercare la sua amata è disposto a tutto). In pratica i gladiatori, stufi di essere tratti come pezze da piedi dai romani (e di essere presi per il culo da Batiatus), assaltano la villa e massacrano nel modo più sanguinoso possibile i padroni e gli ospiti. Si salvano solo quella immonda stronza di Ilithyia che fugge con i suoi soldati e fa sigillare la porta in modo che nessuno esca e Glaber (assente giustificato con certificazione di lavoro). Segue un breve discorso di Spartacus per motivare i suoi uomini e ci si vede nella seconda serie.

FINE TRAMA (Chi ha saltato riprenda a leggere da qui sotto)

PERSONAGGI 
Crixus, il personaggio migliore della serie
A supporto di una trama banale e ricca di fastidiose sottotrame degne di un Harmony ci sono i personaggi. Più piatti di un disco (come direbbe Filottete, il satiro del cartone Disney Hercules, tanto per fare citazioni colte) e con una caratterizzazione così stereotipata da essere quasi imbarazzanti. Partiamo dalle basi: il protagonista. Personalmente lo trovo abbastanza insopportabile, si atteggia continuamente da primadonna quando invece ha grosse difficoltà a sopravvivere se qualcuno non gli para continuamente le chiappe. Dovrebbe essere un personaggio sofferto, strappato dalla sua terra e dal suo status di uomo libero, che viene assoggettato alle regole dell’arena solo per sopravvivere e poi rivoltarsi contro la mano che lo lega, ma Spartacus non è tutto questo. È una specie di bambolotto palestrato che agisce come uno psicopatico: piange più per l’amico del cuore che per la sua amata moglie, non ha riconoscenza per nessuno e muta umore come le mutande. Non ha uno straccio di maturazione psicologica, alla fine è lo stesso idiota dell’inizio, solo con i capelli più corti.
Aurelia e Varro, con lei che cerca di fargli capire
(inutilmenente) che non si è divertita a farsi violentare
I romani, invece, sono tutti degli stronzi patologici, dei luridi arrivisti cronicamente incapaci di essere corretti o onesti. Barano, rubano, minacciano, uccidono e tradiscono senza alcuno scrupolo. Il re di queste attività ovviamente è Batiatus (che ancora mi domando come abbia fatto a non farsi scoprire mentre occultava i cadaveri di mezza Capua) ma non è che gli altri siano poi molto differenti. Le donne in scena si dividono in due gruppi: le troione da battaglia e le povere sottomesse. Ovviamente Lucrezia e Ilithyia appartengono alla prima categoria mentre la piccola Naevia e Aurelia (moglie di Varro il BFF del protagonista) alla seconda. Questa è una il cui marito si perde anche le mutande al gioco d'azzardo e per ripagare i debiti va a fare il gladiatore, mentre lei, rimasta sola, viene violentata. Il sacco di merda con le gambe del consorte riesce anche a lamentarsi che non è difesa abbastanza e a trattarla da povera traditrice. E pretende pure di avere ragione! La santa donna allora cosa fa? Lo molla e torna dai suoi? Sparisce per sempre? No, mai, rimane fedele e piange il mentecatto al suo funerale, oltre al fatto che ci rimane malissimo per la sua dipartita quando la gran parte dei gladiatori normalmente non sopravvivevano neppure al primo scontro. In generale gli unici due personaggi che mi convincono sono Doctore, nella sua incrollabile fedeltà e correttezza (e con il 50% di caratterizzazione psicologica in più) e Crixus, che ha addirittura uno straccio di storia e di motivazioni.
Non ho neppure dovuto inventarmi del testo, bastava
il sottotitolo da solo
Tutti i personaggi però, a prescindere dall’estrazione sociale e dal sesso, sono accomunati da una cosa: una sindrome di Tourette che farebbe impallidire un camionista turco (nessuna offesa per i turchi). Le battute più gettonante sono “Dimostrate il vostro valore nell’arena e avrete la gloria” (ripetuta fino allo sfinimento dello spettatore) e “Per il cazzo di Giove” (by Jupiter’s cock in originale), alternata con "Perchè gli dei me lo stanno mettendo di nuovo nel culo?". In generale i dialoghi sono incredibilmente ripetitivi, noiosi e tendenzialmente inutili, come se fossero scritti per un pubblico che ha bisogno di risentire per bene i concetti prima di capire. Cose come che l'unico modo per avere gloria è combattere da uomo nell'arena (opinabile ma basilare in questa serie) e chi sia in quel momento il campione, sono i capisaldi del copione. Per non parlare poi quando gli attori americani si lanciano nelle citazioni in latino. Non ne imbroccano una, in realtà manco i nomi riescono a pronunciare in modo anche solo lontanamente credibile, finendo per uccidere definitivamente a manganellate una lingua già morta da tempo.

REALIZZAZIONE TECNICA 
Batiatus mostra con orgoglio a Spartacus il busto che gli
ha fatto scolpire. Gradevole oggetto di arredo dotato
di un pene praticamente più grosso della testa.
Va bene adesso la smetto (illusi), questa serie non è famosa per la trama innovativa, per le battute feroci o i personaggi incredibilmente approfonditi (tutte le solite menate che piacciono tanto a me) ma per i contenuti violenti e le scene di sesso. Perfetto, allora che mi stupisca con una potenza visiva mai vista, un comparto grafico eccellente e delle scene da rimanere a bocca aperta, sono pronta a tutto , lo spatter mi gusta e non mi scandalizzo per qualche scena esplicita (300 alla fine mi è piaciuto). Peccato che all’atto pratico riesca a mancare anche questi obiettivi. Partiamo prima dal comparto erotico, Spartacus - Blood and Sand regala delle scene di sesso tristissime, che paiono prese di peso da un film porno di terza categoria, sensuali come una ciabatta vecchia. I personaggi copulano in ogni angolo con chiunque senza preoccuparsi di nulla, neppure che l’omosessualità fosse osteggiata durante il periodo della repubblica (Barca e Petrus non mi pare che ne facciano gran segreto) o di essere sugli spalti della maledettissima arena. In oltre, tra le donne romane, l’unico argomento di discussione possibile è la dimensione del pene di un gladiatore. Sempre stando al gossip locale, per diventare un “titano dell’Arena” devi per forza essere un superdotato, altrimenti non ti prendono neppure in considerazione. Il casting è più ferreo di quello per fare il porno-divo. O pisellone o di corsa nelle miniere che i microdotati mica li vogliono in un ludus serio.
Classico esempio di CGI che ... oddio, stavo cercando
di dimenticarmela e adesso mi sa che stanotte me la sogno
Per quanto riguarda le scene di battaglia il problema è analogo, solo senza gente nuda: sono sceneggiate malissimo! Scontri oltre il livello dell’improbabile, con arti e teste mozzate in un colpo solo (con una spadina delle balle), perdita copiosa di sangue (assolutamente esagerata su una scala da zero a gayser mestruato) e coreografie da saggio di fine anno nella palestra sotto casa. Il tutto tenuto insieme da una CGI che sto cercando di dimenticare in ogni modo tanto fa pena, tra sangue posticcio, ferite improbabili e rallenty completamente sbagliati. Credo che l’effetto che volessero ricreare fosse quello figo e un po’ fumettoso di 300, ma con un budget totale composto da una ciotola di riso, per cui hanno raccattato il cast nelle palestre di periferia (Crixus sarà anche uno dei pochissimi personaggio accettabili della serie ma l’attore è espressivo come un capitello), lo sceneggiatore presumibilmente da Beautiful e l’esperto di effetti speciali da uno dei peggiori bar di Caracas. Il risultato è una serie fondamentalmente noiosa dove si alternano senza troppo filo logico lunghissime scene di sesso, battaglie inverosimili (una volta Varro e Spartacus decapitano uno con una catena, ma che cavolo di forza hanno questi due?) e dialoghi ammorbanti (e di quelli ce ne sono veramente un pacco). I contenuti sopra le righe servono solo a cercare di scioccare lo spettatore sperando che non si accorga delle gravi mancanze della serie, un po' come Blood-CRecensione della serie (ma almeno lì non c'era la presunzione di creare un accurato quadro storico). Tra le altre cose, qualcuno può dire al pirla che crea i cieli (sono tutti posticci) che se per mezza serie si lamentano allo sfinimento della siccità non è proprio il caso di mettere sullo sfondo nuvoloni carichi di pioggia, aumenteranno anche il pathos del momento ma onestamente fanno ridere i polli (vedere per credere, gli sfondi fintissimi dei primi episodi hanno sempre un clima temporalesco).


LE CINQUE SCENE  PIÙ WTF 
E per concludere in allegria e inimicarmi anche gli ultimi ammiratori della serie che non mi avevano ancora fatto un rito voodoo ecco i momenti più WTF di Spartacus - Blood and Sand, in una raccolta delle cinque scene più inverosimili della serie in ordine di apparizione:

1) Episodio 1: Il trincia gambe
Spartacus (che ancora non è Spartacus ed è molto più peloso del modello successivo) viene buttato nell’area per subire la pena capitale ma riesce ad uccidere ben quattro gladiatori senza uno straccio di allenamento. La scena migliore è però quando mozza entrambe le gambe a uno di loro con il suo gladio. Ok, non pretendo una perfetta aderenza a ciò che può essere reale ma questo è veramente troppo! Il suo avversario sembra avere le gambe di burro per la facilità con cui il nostro eroe le taglia (tra l’altro con una CGI da andarsi a nascondere e vergognarsi per tutta la vita). La manfrina degli arti (e delle teste) amputati verrà ripetuta ad ogni maledetto scontro. Ma che diavolo maneggiano questi gladiatori? Spade laser? Erano avanzate dal set dell’ultimo Guerre Stellari e pareva brutto buttarle così, quasi nuove?


2) Episodio 5: La dildo candela
Poco prima dei giochi con Theokoles, l’ombra della morte, Ilithyia offre a Lucrezia una consulenza da una potentissima sacerdotessa che, attraverso un ridicolo rituale, dovrebbe permetterle alla domina di avere finalmente dei figli. Purtroppo la cerimonia ha un’efficacia limitata e l’atto sessuale di concepimento deve essere eseguito entro un’ora. Cosa dona la saggia donna alla nostra sfortunata domina per segnarsi il tempo che le resta perchè un uomo la metta incinta? Una corda con dei nodi da bruciare da un lato? Una laterna ad olio? Ma no, perchè essere così banali quando si può offrire una pacchinissima candela a forma di pene dotata di due comode alucce?


3) Episodio 9: Una serial killer nata
Lucrezia riceve delle richieste di favori sessuali dei suoi gladiatori da parte di due ricche e sposate donne romane che vogliono sollazzarsi con il generoso impianto idraulico dei nostri baldi giovani. Licinia vuole Spartacus mentre Ilithyia ha messo gli occhi su Crixos. Questo però manda in bestia Lucrezia che, stufa della stronzaggine della sua presunta amica, fa un simpatico scambio tra gladiatori (sono mascherati  e dipinti d’oro - no comment per il gusto del pacchiano, roba da tokusatsu) e manda Ilithyia a letto con il suo odiatissimo Spartacus. Non paga della sua geniale idea mostra la scena a Licinia che molto simpaticamente ride in faccia a Ilithyia, mandandola in furia berserk. Nel giro di due secondi la povera Licinia si troverà a dover raccogliere il suo stesso cervello dal pavimento, dopo che l’altra l’avrà letteralmente spappolata a mani nude. Tutto lo script della scena è da crasse risate di suo ma la morte di Licinia è ben oltre la soglia dell’inverosimile: Ilithyia con le sue sottilissime braccine sfonda il cranio dell’altra sbattendolo contro uno spigolo. In due colpi. E al secondo Licinia già non dava più segni di vita.


4) Episodio 11: La slot-machine umana
Dopo la morte di Varro, Spartacus ha la sua solita carrellata di allucinazioni assortite. Gli succede sempre quando perde una persona cara, ognuno somatizza come preferisce ma, se all'epoca fossero esistiti, avrebbe fatto bene a farsi vedere da uno strizzacervelli. Durante questo momento di astrazione dalla realtà ha una vera e propria epifania: a Batiatus non frega nulla dei suoi gladiatori ma per lui contano solo i soldi. Alla buon’ora l’ha capito! Ma pensava seriamente che al maledettissimo dominus fregasse qualcosa dal punto di vista affettivo dei suoi schiavi? A quello che ha cercato di vendere Crixus (il suo ex-favorito) mentre era ancora convalescente? Credeva davvero che sarebbe andato a cantargli una ninna nanna e a consolarlo se piangeva? Ma per favore!



5) Episodio 13: Spartacus volante
In realtà non volevo mettere più scene di combattimento e avevo già preparato un’altra immagine per il quinto punto ma la scena dell’attacco finale è veramente da urlo (di dolore). Spartacus salta sullo scudo di Crixus, vola fino al balcone (saranno almeno quattro/cinque metri ad occhio e croce, stimando l’altezza del soldato in piedi davanti alla colonna) e cerca di trafiggere Batiatus che però si fa scudo con il primo che gli capita davanti. Non pago continua a reggersi con un braccio al balcone e fa strage presenti. Ma la scena è girata così male che si vede che non si sta tenendo con quel braccio ma che è in piedi. Maledizione si vede benissimo!


CONCLUSIONI
In conclusione (se qualche coraggioso è arrivato a leggere fino qui ha tutta la mia stima): questa è una serie da buttare e dimenticare in fretta!
Tanto per non farci mancare nulla ecco un video riassunto fatto da un fan che vorrebbe mostrare quanto è bello Spartacus (si chiama Why You Should Watch This Great Show) che mostra in un colpo solo tutte le debolezze della serie. Riassume la trama in quattro miseri minuti (l'ultimo minuto e mezzo è una raccolta delle scene di combattimento), mostra le battute banali, i personaggi carismatici come delle cernie e fa una carrellata di CGI imbarazzante, il tutto condito da un mare di inesattezze storiche e anacronismiSu wikipedia c'è tutto. Mancano solo le  scene di sesso che non potevano essere inserite senza farsi bannare per sempre da youtube (ma non è che aggiungano molto alla serie). L'unica cosa veramente figa di questo video è la musica ma, manco a dirlo, non è la colonna sonora originale della serie. Guardatelo e inorridite.




Per chi fosse interessato, qui ci sono le altre serie di questa orrendo telefilm:


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





64 commenti :

  1. Lol la classica americanata insomma... è questo uno dei motivi per cui non guardo praticamente mai queste serie (e me ne sto pentendo sempre di più con Terra nova)

    RispondiElimina
  2. Una classica americanata girata e realizzata con i piedi per di più. E dire che c'è gente a cui questa roba piace un sacco (continuo a non capirli).

    Terra Nova (dopo il tuo commento nel post di Big Bang Theory) l'ho inserito nella lista delle serie da evitare come l'herpes ^^

    RispondiElimina
  3. Me lo sono letto tutto e mi sono sbellicata, che porcata immensa!!! Non lo vedrò mmmai!!!
    A parte che le cose sugli antichi romani in genere vengono scartate a priori dalla mia mente come truzzate immense (e in genere a ragione).
    Comunque grande, grande, recensione, mi hai illuminato la giornata!
    P.S. a me 300 è piaciuto un sacco! Sarà anche che sono una fan dei film tratti dai fumetti di Miller, Sin City è il mio film preferito *_*

    RispondiElimina
  4. Non so perchè ma nella mente degli sceneggiatori (specialmente quelli americani) quando si parla di Antica Roma compaiono immagini random di gente sgozzata senza motivo. Oltre al fatto che ancora non hanno capito bene come funziona esattamente la faccenda del pollice verso (tra le altre cose che continuano a sbagliare)...

    Sono contenta che ti sia piaciuta la recensione, io a scriverla mi sono divertita parecchio (unico motivo per cui sono riuscita a finire di vedere questo obbrobrio di serie) ^^

    RispondiElimina
  5. Sei veramente eroica! Come hai fatto ad arrivare a fine serie? Ti stimo veramente per la tua dedizione al dovere! :)
    Queste serie pseudo-storiche sono sempre un problema perché gli americani poverini non ne hanno idea, è già tanto se sanno collocare Roma in Europa, con buona pace di Alberto Angela.
    Per restare più o meno su questo genere io ho fatto l'errore colossale di guardare Immortals, film uscito da poco di Tarsem Singh (mi sono lasciata ingannare dal fatto che lui fosse lo stesso regista di The Fall che avevo adorato): una delle più grandi perdite di tempo di sempre! La storia non sta in piedi, i personaggi agiscono a caso e succedono cose di una gratuità inaudita.
    Comunque grazie per la divertentissima recensione e per avermi evitato questo strazio!

    RispondiElimina
  6. bene, depennato dalla lista. del resto in questo periodo non sto guardando la TV per niente...

    RispondiElimina
  7. @automaticjoy: ogni tanto mi viene voglia di scrivere qualche bella stroncatura e l'unico modo per farle decentemente e guadarsi con tanta pazienza (e una vena di masochismo) qualche boiata spaziale.

    Mi depenno subito Immortals (che già in qualche modo avevo subodorato fosse una schifezza) da qualunque lista, adesso che me ne hai dato conferma. ^^

    @Guchi: se già non guardi molto è meglio evitare le porcherie ^^

    RispondiElimina
  8. @Acalia: come ti capisco, a volte anche io finisco certi anime solo per distruggerli in sede di recensione XDDD

    RispondiElimina
  9. Dalle foto sembra una telenovelas amatoriale anni '80

    RispondiElimina
  10. @OMEGA_BAHAMUT: allora non sono l'unica a sorbirmi schifezze per la gioia di scrivere una bella stroncatura ;-P

    @I am not a girl I am not a gamer: almeno quelle avevano l'attenuante di essere amatoriali e nessuno le osannava come capolavori indiscussi -.-

    RispondiElimina
  11. Ahahah, mi hai fatto un sacco ridere, però per me Spartacus è stata la miglior sorpresa del 2010, ma cose di mega-gasamento come non mi succedevano da tempo.

    Sì, è piena di pecche, soprattutto a livello recitativo (per quanto voglia bene a Whitfield e abbia pianto quando è morto, è davvero un pessimo, pessimo attore), Varro è veramente un personaggio odioso e l'esagerazione sesso/sangue è spesso talmente esagerata che un po' di WTF viene da chiedertelo, però credo che ci sia stato un gran lavoro nella stesura dei dialoghi (a parer mio magnifici proprio nella loro lunghezza) e soprattutto sui personaggi - parlo di carisma, di attenzione all'eroismo e al senso dell'onore, di creazione quindi di veri e propri paladini da una parte e cattivoni dall'altra per cui fare il tifo o meno, proprio come se lo spettatore fosse nell'arena.

    E' tutto falso, chiaro, è tutto patinato e impossibile, con un rigore storico assolutamente ridicolo, ma è uno show che funziona, e alla grande.

    E comunque il salto finale di Spartacus è LA SCENA CULT DI TUTTI I TEMPI! :D

    A ogni modo, il prequel Gods of the Arena (che è un fottuto capolavoro, best tv series 2011 a parer mio! :))elimina praticamente tutti i difetti, equilibrando meglio violenza (ancora più eccessiva ma meglio realizzata) e sesso (sicuramente più credibile ed erotico), e facendo perdere quell'etichetta di pura esibizione, di pura esagerazione alla serie. :)

    RispondiElimina
  12. Dimmi che hai photoshoppato alcune immagini che non erano così di basso livello in originale... Dimmelo o sarò fiera del mio film coi Wrestler-pornoattori (che comunque mi dicono che va un sacco in USA...sigh)

    RispondiElimina
  13. Ho solo inserito i dialoghi (senza nemmeno dovermi sforzarmi troppo nell'inventarle, le battute originali erano già terribili di loro).
    Vai pure fiera del tuo film, questa schifezza è uno dei maggiori successi degli ultimi anni ^^

    RispondiElimina
  14. Ti avevo lasciato un commento l'altro giorno ma Blogspot me l'ha mangiato. Riassumendo, mi hai fatto un sacco ridere perché i difetti li hai beccati tutti, ma a me Spartacus è piaciuto un sacco per l'esasperazione eroica dei personaggi, delineati proprio per fare il tifo per il loro. Io mi sono gasato tutto, e al salto finale di Spartaco, che è la SCENA CULT DEL MILLENNIO, mimavo i pugni al monitor: ;-)

    Per me però i dialoghi sono eccellenti, ricostruiscono una certa forma che adoro ascoltare, sono lunghi e completi, e sono ancora meglio in Gods of the Arena, che a parer mio è il fottutto capolavoro televiso del 2011 (violenza e sesso, per quanto sempre esagerati, ora sono più equilibrati).

    La più bella sorpresa di questi ultimi ultimi anni, peccato per la morte di Whitfield (okay, pessimo, pessimo attore ma mi era molto simpatico), ché il nuovo volto di Spartaco non mi piace molto... :)

    RispondiElimina
  15. Cosa leggono i miei occhi!!!
    Sacrilegio allo stato puro! XD
    Come sai, a me piace davvero tanto (infatti non vedo l'ora di vedere la nuova serie XD). Mi piace il carattere fumettoso/volgare/semi-porno *-* Praticamente tutto quello che tu hai demolito, io l'ho apprezzato XD (compreso lo Spartacus-volante XD)
    Comunque sia, mi sono divertita tantissimo a leggere questa tua recensione...non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi del prequel! X°D (per inciso, per me è bello anche quello XD).
    Diciamo che è una serie che solletica il mio mal celato lato cavernicolo/trash...porta pazienza, i miei guilty pleasures li ho anche io :P

    RispondiElimina
  16. Ho riabilitato anche l'altro commento, quel cretino del filtro anti-spam di Blogspot me l'aveva fatto fuori e non mi aveva neppure mandato la mail (non funziona per nulla bene anche a me ogni tanto silura dei commenti) ^^

    Finalmente qualcuno a favore della serie, mi aspettavo dibattito ma per ora nei commenti non era passato nessun fan ^^

    Per quanto riguarda i personaggi, Crixus mi sta anche simpatico, lo trovo azzeccato come figura (anche se sempre esagerato come tutti XD) ma il protagonista proprio non mi va giù. Io ho dei pregiudizi in generale sui protagonisti, se vedi tendo a prediligere i comprimari ma questo è è una primadonna assurda ;-P

    Per quanto riguarda il cambio di attore secondo me hanno sbagliato a cercarne uno simile al povero Whirfield, probabilmente se avessero puntato su qualcuno di completamente diverse avrebbe disturbato meno, così da un po' di tarocco.

    Gods of Arena ce l'ho in lista d'attesa ma prima mi devo disintossicare guardando qualche cosa di completamente diverso.

    RispondiElimina
  17. @lithtys: mi hai fregata scrivendo il commendo mentre rispondevo a Simone Corà ;-P

    Come ben sai io ho grande stima per una serie di zombie farcita di maxy tettone (che prima o poi recensisco così mi venite tutti ad insultare con comodo). Ognuno ha i suoi guilty pleasure (quanto mi piace questa locuzione, te la frego ;-P)

    Sono felice che la recensione ti sia piaciuta nonostante tu sia una fan, credo che sia il riconoscimento maggiore per chi scrive una stroncatura ^^

    Ho visto che lo Spartacus volante è piaciuto a tutti gli amanti della serie (lo segnalava anche Simone Corà nel commento prima), io in quella scena ero indecisa se ridere o piangere.

    Il prequel è in lista di attesa, arriverà anche il suo turno (come anche della seconda serie ;-P), alla fine a scrivere le stroncature mi diverto un sacco ^^

    RispondiElimina
  18. Lo Spartacus volante rappresenta il momento in cui lo spettatore è talemente 'carico' da fargli venire voglia di sbattere le mani sul petto e fare 'ROAAAAAAAAAAAAAAAAR' XD
    Alla fine di ogni episodio mi sentivo un 'powerful warrior', tronfio e pieno di sè XD
    Una serie così o ti piace all'ennesima potenza o ti fa schifo...non credo possa evocare reazioni tiepide =_=

    Crixus è il personaggio che più mi piace, seguito dal Doctore *-*

    Sono curiosa di vedere il nuovo attore nelle vesti di Spartacus...spero non mi deluda :P
    E mentre tu ti disintossicherai, probabilmente io sarò lì a 'incistarmi' con la nuova saga XD

    RispondiElimina
  19. Per me lo Spartacus volante è stato il momento in cui mi sono detta "Finalmente qualcuno fa tacere Bathiatus, che non si regge proprio più!" e invece no, riesce anche a sopravvivere (non per molto per fortuna).

    Crixus e Doctore sono gli unici due personaggi per cui è stata spesa un minimo di caratterizzazione psicologica, giusto per renderli un po' più credibili, e l'attore che interpreta Doctore è anche abbastanza bravino, quindi sono i due che salvo nell'intera serie. Crixus mi sta simpatico a priori perchè prende il protagonista a calci nel sedere in svariate occasioni e l'unica volta che Spartacus lo batte è quando è ferito (e lo stronzone di protagonista punta proprio alle ferite, dimentico che se lui è lì a fare tanto il figo è solo grazie al fatto che nell'arena ci fosse anche Crixus a prendere le mazzate al posto suo).

    Sul discorso che la serie possa piacere o meno credo che dipenda molto dal fatto che lo spettatore si faccia coinvolgere o meno. Essendomi mancato questo fattore mi sono trovata a segnarmi tutte le magagne (con carta e penna) durante la visone, invece di esaltarmi per le scene ^^

    Sul nuovo attore posso solo dire che mi pare assomigli troppo al suo predecessore, rischiando un po' l'effetto tarocco del precedente. Ma prima di dare un giudizio definitivo devo vederlo in azione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te su praticamente tutto. Nonostante le americanate a me è piaciuto proprio perchè l'ho preso così come era senza credere alla "veridicità storica" sbandierata dagli autori, mi sono lasciata coinvolgere dalle atmosfere, dalla esagerazione in tutto, non è una sorpresa che mi sia piaciuto anche 300 e più esagerato di quello devo ancora vederlo.

      Elimina
    2. Benvenuta Tina ^^
      Credo che il fatto che Spartacus piaccia o meno dipenda molto dal fatto che lo spettatore sia coinvolto o meno. Io personalmente non mi sono fatta coinvolgere neanche un po', per cui ho passato tutto il tempo a prendere appunti sulle incongruenze della trama e la scarsa CGI (e sugli anacronismi) ;-P

      Elimina
  20. Ma quando guarderai Gods of the Arena vedrai che nessuno è più cool di Dustin Clare nei panni di Gannicus, il vero eroe assoluto di tutta la saga. :

    RispondiElimina
  21. Vedo che Gods of Arena ti è piaciuta un sacco. Se hanno migliorato anche solo un po' la CGI è già qualcosa di molto positivo. ^^

    RispondiElimina
  22. Questo telefilm mi è stato consigliato un sacco di volte, ma non ho mai trovato il tempo per vederlo. Leggendo il tuo post, devo dire che ho fatto proprio bene! Le tue cartoline sono spettacolari ;D Semmai dovessi vederlo, riderei come una pazza pensando a ciò che hai scritto. Per quanto riguarda Terra Nova ho provato a dargli una possibilità anch' io, ma niente da fare! Ridicolo.

    RispondiElimina
  23. Lieta di averti evitato un'inutile perdita di tempo e che il post ti sia piaciuto, scriverlo è stato molto più divertente che guardare la serie ^^

    Terra Nova era già depennato dalla lista delle cose da vedere, ma ora che anche tu mi dici che è una schifezza ha perso ogni speranza di essere riabilitato. Con i telefilm brutti per ora ho dato (in realtà mi aspettano il prequel e la seconda serie di Spartacus e la seconda serie di The Walking Dead - per non farmi mancare nulla).

    RispondiElimina
  24. Confermo, Terra Nova in alcuni momenti è quasi imbarazzante, ma nella maggior parte del tempo è proprio banale.

    RispondiElimina
  25. Terra Nova ho deciso che lo lascio proprio dov'è. Ne ho sentito parlare male da chiunque XD

    RispondiElimina
  26. io ho visto spartacus e tutte le serie che sono seguite, mi è piaciuto un sacco proprio perché è esagerato. Però devo dire che a leggere la recensione mi sono divertito e ho riso un sacco. Solo che consiglio a chi ha commentato di guardarla la serie prima di debellarla per serie come terranva

    RispondiElimina
  27. Diciamo che questa serie supera decisamente il concetto di esagerato, scadendo allegramente nel ridicolo. In ogni caso sono contenta che ti sia piaciuta la stroncatura anche se hai apprezzato la serie ^^

    RispondiElimina
  28. Mi hai regalato la mezz'ora più divertente degli ultimi giorni con questa recensione! XDDD Non c'è speranza che tu ne faccia una anche su Spartacus: Vengeance?! XDD

    RispondiElimina
  29. Felice che ti sia piaciuta ^^ Sicuramente farò anche la recensione di Spartacus: Vengeance, appena avrò il coraggio di guardarlo! Diciamo che adesso è passato un po' di tempo quindi potrei quasi quasi prenderlo in mano ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico, non aspetto altro! Ho appena iniziato a vederlo e devo dire che anche lì ci sono momenti veramente assurdi! (Anche se mai come in Blood and Sand) Ah, e un'altra cosa da notare della prima serie è come nonostante piova a dirotto i gladiatori stiano all'aperto rimanendo sempre completamente asciutti. XD

      Elimina
    2. Se si bagnassero andrebbe via lo strato di olio che si sono spalmati per far vedere quanto sono belli, lucidi e depilati i loro pettorali ;-P

      Elimina
  30. Non ce l'ho fatta a vederlo... troppo assurdo.
    Poi mi devo sentire la gente su internet che dice:"hanno censurato una grande serie!"
    Cavolo, fanno prima a vedere un porno, che è più realistico!

    RispondiElimina
  31. Ah ah, io lo guardo solo per la gioia di scriverci sopra delle belle stroncatura (e adesso sto guardando la terza tragica serie, prossimamente uscirà il post anche di quello) ^^
    Se, comunque, volevano vedersi la loro "grande serie" senza censure, bastava che se la guardavano in inglese XD
    Non sono un'esperta di porno ma meno realistico di Spartacus non credo ci sia nulla XD

    RispondiElimina
  32. Ma come si fa anche solo a pensare di criticare una serie come Spartacus non lo so. Poi guardi le vignette tra i paragrafi e ti rendi conto che non vale neanche la pena cercare di capire. Ma leggo tutto fino alla fine me lo regalate un barattolo di nutella?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mi dispiace, ma ti posso girare ad una lettura educativa: Mi sento una blogger realizzata!

      PS: Non dimenticarti di dare un'occhiata anche al post su Spartacus: God of The Arena e la recensione della seconda serie, di prossima pubblicazione!

      Elimina
  33. Sono stato il primo e l'unico a commentare la tua opinione sul film tv ed ora a distanza di tempo leggo numerosi commenti tranne il mio (sarà stato cancellato?). Spartacus è un film, non è un documentario. Chi vuole studiare la storia lo faccia con i documentari o i libri, non con i film. Il film ha l'impronta degli effetti speciali e dello stile di Raimi e si vede, può piacere o no. Le incongruenze ci sono in tutti i film, ci sono incongruenze anche nei film di James Bond ma nessuno critica le acrobazie e le missioni impossibili che nella realtà sono ben diverse. Vedere gente che rinuncia a priori per aver letto un commento negativo è ridicolo. Esiste gente alla quale non piace il cioccolato e lo recensiscono male, ma non per questo si rinuncia ad assaggiarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico commento che ho cancellato su questo post è di un anonimo che insultava, se eri tu ti invito a leggere questo post che ho scritto proprio per te (contiene anche il commento), Mi sento una blogger realizzata!, e ti ringrazio sentitamente perché sei stato il mio primissimo troll. Se non eri tu, mi dispiace ma temo che il commento si sia perso nei meandri di internet, non l'ho trovato neanche nel filtro antispam.

      In ogni caso nella vita non si può leggere o vedere tutto (per mancanza materiale di tempo), per cui capita spesso che ci si affidi al giudizio di un recensore che si apprezza per scegliere se imbarcarsi o meno nella lettura o nella visione di un'opera. Io per prima lo faccio regolarmente! Nella recensione ho motivato perché l'opera non mi è piaciuta e se qualcuno ritiene meglio impiegare il suo tempo guardando altro è una sua liberissima scelta. Nei film di James Bond (che non amo per nulla) le incongruenze ci sono ma almeno gli effetti per crearle sono fatti bene, qui nemmeno quello! E poi la scusa "lo fanno anche gli altri" non è una buona motivazione per avvallare una serie che onestamente ho trovato bruttissima.

      Elimina
  34. Io amo la serie ma ho letto tutta la recensione e devo dire che mi è piaciuta. Infatti le scene di sangue sono fatte davvero male :S il sangue che schizza fuori non so se sembri più vernice o succo di arance ahahah ..inizialmente non volevo guardarla proprio perchè avevo visto qualche scena eccessivamente cruenta e di sesso esplicito però mi è bastato solamente guardare una delle puntate, la terza mi sembra, con mio fratello che invece seguiva la serie, per appassionarmi. Di conseguenza ho mangiato tutte le altre puntate e senza fermarmi dalla mattina alla sera anche il prequel,la seconda e la terza serie nel giro di pochi giorni xD Mi ha coinvolto tantissimo, Spartacus la ricorderò come una delle migliori serie, mi ha fatto piangere ed emozionare. Perciò per coloro che lo hanno depennato repentinamente credo che non si possa giudicare il tutto solamente da una recensione negativa, è comunque una cosa personale, se una serie coinvolge o meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, come tutto quanto è sempre, fondamentalmente, una questione di gusti. E su questo assolutamente non ci piove. Sono la prima ad apprezzare occasionalmente opere di infima qualità ma che, in qualche modo, riescono a catturare la mia attenzione ^^
      Come scrivevo anche sopra, il problema è che non si può vedere o leggere tutto (servirebbero giornate di 72 ore, come minimo), per cui spesso capita che se un titolo non ispira già in partenza e si legge una recensione negativa, lo si lasci perdere. Io per prima lo faccio. Certo, mi piacerebbe avere tempo per tutto, ma è francamente impossibile ^^

      Elimina
  35. è una grande, serie la trama è una delle migliori di sempre i personaggi sono azzeccati e caratterizzati ma soprattutto credibili i costumi di scena sono semplicemente favolosi è una serie che ha ricevuto diversi premi è recensita da tutti in maniera positiva tranne che in questa pagina. PER CHI NON HA VISTO LA SERIE NON FIDATEVI DELLE CAZZATE CHE CI SONO SCRITTE IN QUESTA PAGINA E GUARDATE LA SERIE !!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo fortunello amante di questa orrenda serie, ripassa domani che va in onda il post su Spartacus: Vengeance! E poi ricorda, se tutti ne parlano bene non è detto che sia bello per forza ^^

      PS La virgola tra aggettivo e nome a cui si riferisce è un errore grave ^^

      Elimina
  36. Recensione interessante. Ottima capacità di esposizione, indubbia ironia e sagacia. Nulla di più. Gli attori sono abbastanza prestanti, depilati, di bell'aspetto e sembrerebbero anche dotati. Alcune scene, condvido con te, sono portate all'eccesso e poco credibili, tuttavia tante altre sono alquanto coinvolgenti. La trama non è male, il prequel è indubbiamente migliore. C'è di peggio in giro. Accanisci il tuo intelletto contro altre serie ben più becere di questa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio ^^
      Credo che il problema di fondo dipenda da quanto uno si faccia coinvolgere. Se la storia prende, lo spettatore è portato a passare sopra ad incongruenze ed esagerazioni. Se non prende no ^^

      PS: Quelli troppo dotati hanno usato delle protesi al pene. Mike Edward (l'attore che interpreta Segovax, il gallo superdotato), ne ha usata una simpaticamente ribattezzata sul set "Kirk Douglas" ^^

      Elimina
  37. Se tutti ne parlano bene significa che è stato fatto bene, cosi bene da passare sopra alle molte incongruenze inevitabili per una serie televisiva, qui le uniche cose orrende che leggo sono le tue risposte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho lasciato un solo commento su due che avevi postato perché è policy di questo blog non accettare commenti che includano insulti rivolti a persone.

      Se tutti (e poi tutti chi? Io faccio parte del "tutti" umanità oppure no? In quel caso non è "tutti", ma è solo "una parte". Se io vengo contata fuori non è più "tutti" nel senso di totalità delle persone ma diventa "tutti a quello a cui è piaciuto Spartacus" che è tutta un'altra faccenda) la pensano ad un modo credo di essere libera di pensarla diversamente. Personalmente la ritengo una serie fatta con i piedi, brutta e inconsistente. E non cambierò idea solo perché tu ti illudi che sia piaciuta a tutto il resto del mondo XD

      Elimina
    2. Chissenefrega se tu non cambi idea, il successo della serie manda a ferro e fuoco tutte le castronerie da te scritte nel tuo blog!
      Si vabbe ti contorci nelle tue stesse parole per dare aria alla bocca, perle ai porci!

      Elimina
    3. Ne dubito fortemente. Anzi, il successo di un dato prodotto non inficia le critiche che riceve. Specialmente se sono critiche oggettive :D

      Elimina
  38. LilithAredhel6 aprile 2014 18:44

    Come promesso, eccomi qui a commentare la prima serie di Spartacus ed elencare tutti i motivi per cui a me, invece, questo telefilm piace moltissimo! :) Così avrai anche la voce fuori dal coro visto che, come ho visto velocemente, molti commenti sono stati negativi!

    Dunque, diciamo che ti do ragione su quasi tutto, nel senso che guardo Spartacus consapevole dell'assoluta irrealtà storica, delle scene di combattimento veramente impossibili (il gladiatore decapitato dalla catena! Indimenticabile!), delle scene di sesso alla lunga un po' noiose. Su questo ultimo punto voglio aprire una piccola parantesi: le scene di sesso saranno anche noiose, ma almeno non mi sono sembrate fastidiose e PWP (per intenderci) tanto quanto quelle di aGoT, con il quale hanno raggiunto davvero dei minimi storici assoluti. Ma qui sto divagando. xD

    Dicevo, sono d'accordo con la tua analisi con quasi tutto, ed ecco i principali punti su cui dissento:

    1. Spartacus, non lo trovo così raccomandato come protagonista. Anzi, devo dire che mi aspettavo molto, molto, molto peggio: del tipo che arrivava nel ludus e, acclamato dall'universo intero fin da subito, organizzava la rivolta ecc ecc. Invece sono stata piacevolmente colpita dal fatto che abbia dovuto sudarsi l'onore, partendo da un paio di prime puntate dove pigliava mazzate da chiunque. Poi, questo va naturalmente a sensibilità personale, ma io ho trovato ben reso il suo dramma per la perdita e poi per la morte di Sura. Insomma, non mi sembra che l'abbia pianta per dieci minuti e via.
    Poi beh, io Spartacus come personaggio lo giudico un po' pollo, è il classico che predica bene e razzola male: dice agli altri di stare calmi e poi tira su dei casini mostruosi tutto da solo. A volte mi fa pure un po' pena perché é proprio tonto. xD

    2. La resa dei secondari: sempre questione di gusti, ma li ho trovati ben caratterizzati, o almeno ben abbozzati. ^^ Le loro vicende mi hanno appassionato molto più, devo dire, della storia del protagonista (ho un amore incondizionato per i secondari, da sempre). Ho adorato Lucretia e la sua ossessione per Crixus, ho seguito con interesse gli intrighi di Batiatus, che non è un personaggio stupido, a mio vedere, ma troppo impulsivo. E l'impulsività spesso porta a un sacco di guai, come Batiatus ha scoperto. :D Poi beh, in realtà seguivo soprattutto la love story tra Naevia e Crixus, il gallo romantico che non ti aspetti. xD E Doctore, awww, adoro Doctore! E Ashur, sembra il Littlefinger di Spartacus (vabbeh, molto meno intelligente di Littlefinger!). Ora la smetto perché il discorso sta prendendo la piega di un delirio da fangirl. xD

    Questo per dirti che: nonostante tutti i suoi innegabili difetti, la serie si lascia guardare, coinvolge ed emoziona. Le vicende di questi gladiatori mi hanno intrigata, coi loro guerrieri discorsi sull'onore e sulla morte in battaglia. :) Non voglio fare un discorso del tipo "siccome in giro c'è davvero di peggio, questo che si salva allora va bene", però sul serio: telefim con TWD e OUAT, per non parlare di PLL, quelli sì che sono inguardabili! Spartacus, pur con tutti i suoi difetti, ha anche a mio dire alcuni pregi che rendono la visione godibile.

    Io una chance gliela darei. ^^ (un avviso: sono all'inizio della seconda stagione, dopo aver visto Blood and Sand e Gods of the Arena. Per favore, no spoier!)

    Ps: il latino parlato da un americano è veramente qualcosa di INASCOLTABILE. Ma mai quanto il tedesco parlato da un giapponese (se hai visto gli OAV di Hellsing, sai di cosa parlo XD).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà di voci ne ho avute un po' di tutti i tipi, anche se ho visto che questo show è piaciuto a molti (non che io faccia una colpa della cosa, un telespettatore che riconosca i limiti oggettivi dell'opera per me può farsi piacere ogni cosa - quello diventa un fatto soggettivo e inopinabile) :D

      Di A games of Thrones sto leggendo i libri (in cui di scene di sesso ce ne sono a pacchi, premetto), per cui non guardo le serie ^^

      Sui tuoi punti:
      1. Spartacus è un finto "non raccomandato" (secondo me). Nel senso che ha delle sfighe ma sono tutte circoscritte e/o funzionali al suo obiettivo di fondo (ossia diventare The Champion!). Sulla sua pollaggine, come protagonista, sono d'accordo al 100%. A volte fa delle cose che proprio non si capisce come gli siano uscite XD

      2. Ho scritto questo post prima di vedere le altre serie. Onestamente devo ammettere che qui un po' di lavoro c'è stato. Batiatus, macchiettistico, volgare ed esagerato com'è, alla fine mi è mancato un sacco, dopo. La storia di Crixus e Naevia l'ho apprezzata anche io e Doctore è l'unico personaggio con un po' di carisma. Sai una cosa? È che io ho avuto problemi con il protagonista e il suo amico boccoloso Varro, loro non li ho sopportati proprio ^^

      A me, personalmente, come serie non ha preso, e, anzi, ogni stagione che guardo è sempre peggio. C'erto, c'è di peggio, ma c'è anche di molto meglio (almeno dal mio punto di vista).
      (Se ti interessa ho recensito anche TWD, adesso sto preparando la recensione della quarta stagione :D)

      PS: E l'inglese parlato dai giapponesi? Hai visto il Rebuid di Evangelion? Mari (che dovrebbe essere ingese madrelingua) che gida "Za besto" (al posto di "The Beast") è un must XD

      Elimina
    2. LilithAredhel9 aprile 2014 11:29

      (Mannaggia, volevo rispondere e invece ho sbagliato e ho messo un nuovo commento! Io e l'informatica, questa sconosciuta XD)

      Elimina
    3. Non ti preoccupare ^^
      In ogni caso basta cliccare sempre su rispondi per mettersi sotto ad una discussione già aperta :D

      Elimina
  39. LilithAredhel9 aprile 2014 11:28

    La penso esattamente come te, puoi leggere/vedere di tutto a patto che tu sappia cosa stai leggendo/guardando... sì, puoi farlo perfino con Twilight. XD Comunque fai prima a leggere i libri di GoT (stupendi, dal primo all'ultimo, anche se con ADWD ha allungato un po' la broda) piuttosto che annoiarti con la serie tv. Il punto è che in Spartacus al massimo le scene di sesso mi risultano noiose, in aGoT sono proprio fastidiose, perché per mostrare ragazze con la patonza al vento tolgono minutaggio a scene davvero importanti e/o introspettive! Con Spartacus non ho avuto questa sensazione... beh, forse perché la trama di per sé non è che fosse molto articolata, anzi. XD

    1. Può reggere benissimo la teoria del finto raccomandato, di sicuro! Sta di fatto che mi ha dato molto meno fastidio dei soliti protagonisti so-tutto-io-faccio-tutto-io. Quello che mi stupisce è come facciano gli altri a riporre fiducia in un pazzo simile, che fa delle cose giusto perché boh, quella mattina si è alzato così. °°

    2. Batiatus, adoravo il suo personaggio impulsivo, sopra le righe, volgare fino all'eccesso! E Crixus e Naevia voglio ricordarli stupendi com'erano nella prima serie, per questo NON proseguirò la visione. Varro comunque non l'ho mai sopportato nemmeno io, quell'inutile maschilista! Ma picchia a sangue lo stupratore di tua moglie, invece che prendertela con la poveretta! E che cavolo, ti hanno addestrato da gladiatore, qualche mossa wrestling l'avrai pure imparata no?! .__.

    Che poi prenda o non prenda come serie, quella è una cosa assolutamente personale! Leggerò comunque con interesse la recensione della quarta serie di TWD, anche perché avevo deciso di fermarmi alla fine della terza, con quel Governatore assurdamente immortale!

    Non ho mai visto Evangelion (ahimè), anche se conosco a grandi linee la storia... ma ho giusto una vaga idea del "modo" in cui i giapponesi credono di parlare inglese. Ma si sentiranno fighi? Boh. Comunque "furoiraino" (fraulein) vince tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! A me piace Highschool of the dead che è onestamente poverello di contenuti, lo riconosco in quanto tale e fine lì :D
      Per adesso ho letto i primi due e devo dire che Martin è un furbone, ci sono un sacco di capitoli inutili e di lunghe descrizioni (soprattutto di pasti) che si potevano ampiamente evitare senza nulla togliere all'opera. Anzi, se devo dire Martin è il maestro dei capitoli filler (tipo quello su Harrenhal. [SPOILER] La situazione di Aria e compagni prima e dopo l'esperienza lì è immutata e anche le tre persone da ammazzare che sceglie sono tre persone di Harrenhal, per cui soggetti che non influiscono sulla trama in alcun modo. Se prendi quel capitolo e lo togli dalla sottotrama di Aria non cambia nulla per lei, né fisicamente né psicologicamente ;-P [FINE SPOILER]. E questo non è l'unico esempio, ne potrei fare a pacchi :D

      Tornando a Spartacus:
      1. Secondo me la diversa percezione di lui che abbiamo è dovuta al fatto che a te alla fine sta simpatico, mentre io l'ho preso in uggia ;-P

      2. Batiatus l'ho un po' detestato nella prima serie (più che altro per quella mania per i peni che ha e per il fatto che rispiega le stesse cose settecento volte, come se parlasse con dei bambini ritardati) ma dopo mi è mancato tanto ç__ç
      Varro è davvero uno schifo umano, mi sono meravigliata che abbiano messo un personaggio così grettamente maschilista!

      Non ti perdi molto smettendo di guardare TWD. Io lo faccio per amore di continuità dei post, più che altro :D

      Peccato per Evangelion, è una serie che merita (occhio, se ti interessa provarla evita il Rebuild e parti dalla serie classica, se no arrivi al 3.0 e non capisci più assolutamente nulla!). Evita il manga che è molto inferiore all'anime :D

      Elimina
    2. Ma sì, basta saper leggere con cognizione di causa! Prendi me, fan di Dragon Ball da ormai una vita, ma con le idee ben chiare su quanto Dragon Ball sia flagellato da Gary Stu, pieno di plot hole e con passaggi di trama che altro che WTF! XD
      Su Martin... ti do ragione, è vero, quell'uomo è un maestro nel tirarla per le lunghe xD Però trovo comunque interessanti i suoi filler, quindi la lettura non mi è mai parsa molto pesante!

      Batiatus io l'ho adorato dal primo momento che è apparso, era talmente sopra le righe e con l'ossessione del pene che mi ci sono affezionata subito! Su Varro nemmeno mi spreco, chi mi piaceva invece era Barca: peccato abbia avuto una fine così meschina, ci sono stata pure male per la sua tristissima storia d'amore T__T (btw, non avevo idea che l'omosessualità fosse malvista, in quel periodo storico di Roma! Quindi grazie per l'info!)

      Con Evangelion sono intenzionata a recuperare, tanto dopo il primo slancio iniziale sto scoprendo che le serie tv americane non sono roba per me, troppe cocenti delusioni (sto seguendo giusto Arrow perché conto nell'apparizione di Deathstroke e, pare, anche Harley Quinn). Quindi avevo intenzione di riprendere un po' la mano coi cartoni animati... chi ha detto Biker Mice? Ehm. XD

      Elimina
    3. Personalmente li trovo interessanti anche io i filler di Martin, anche se, con il tempo assurdo che ci mette a scrivere, sarebbe quasi bello che passasse al sodo XD

      In realtà anche a me non dispiaceva Barca. Peccato che non avesse capito bene in che serie fosse e fa una fine assolutamente indegna perché ripone troppa fiducia nel suo dominus XD
      (In Grecia - e in generale verso le zone orientali - era accettata ma a Roma no, questione di mores) ^^

      Sulle serie animate: se per caso non hai recuperato il DCAU te lo consiglio caldamente in blocco perché merita. Poi sono anche molto belle Green Lantern TAS (e te lo dico da non fan delle Lanterne) e Batman The Brave and The Blod (geniale). Per i Biker Mice mi troverai sempre pronta a spezzare una lancia (ovviamente per la vecchia serie, che quella del 2006 è indegna) ma devo dire che anche Evangelion è una visione che merita :D

      Elimina
    4. Il signor Martin dovrebbe sbrigarsi a scrivere... ma rumors confermano che il simpatico nonno abbia già depositato la fine di ASOIAF in una cassetta di sicurezza in Svizzera o giù di lì, casomai dovesse perire prima della fine, e facesse magari la fine de "La ruota del tempo" di Jordan.

      Anyway. Sì lì la colpa è mia, ho visto Spartacus con la convinzione assoluta che si parlasse di storia romana del tardo impero, quando ormai Roma era in decadenza e gli stessi romani fossero più o meno tutti sullo stampo di Nerone. Sarà stato il sesso a profusione a condizionare questa mia visione? Può darsi! Un giro su wikipedia, poi, mi ha rivelato che Spartacus è esistito ai tempi della repubblica. Il mores proibiva i legami omo? Ecco le cose che non ti insegnano a scuola, maledizione. xD

      Sui cartoni: mah, per adesso pensavo di darmi alla visione di Evangelion e dei Biker Mice! Prima però devo finire di vedermi la prima saga di Dragon Ball (compresa di filler!) che non ho mai visto per intero e mi scoccia... dato quanto sono legata, nel bene e nel male, a quel manga. xD

      Elimina
    5. Speriamo, che non è più tanto giovane e anche tutta quella ciccia può giocare dei brutti scherzi! Secondo me la casa editrice l'ha obbligato a depositare un finale XD

      Tornando a Spartacus: in ogni caso il concetto di "peccato" come ce l'abbiamo noi (che è un lascito della tradizione cattolica), all'epoca non esisteva, e il rapporto omosessuale era considerato più che altro un rammollimento o un "vizio" dei greci, in contrasto con la "virilità" che era identificata con le figure dei mos maiores (gli antenati). Nel 149 a.C. era stata anche varata una legge che vietava i rapporti omosessuali con fanciulli ^^
      In realtà, poi, con il passare del tempo, la tradizione greca si impose sempre di più e, complice l'indebolimento delle tradizioni romane (il mos maiorum), si ebbero anche degli imperatori dichiaratamente gay (come Adriano) ^^

      Sui cartoni: certo! In ogni caso, buona visione :D

      Elimina
    6. I fan non aiutano il povero nonno, considerato che gli spediscono roba da mangiare da tutto il mondo (ha anche ricevuto del vino d'annata italiano!). xD Per tornare OT, la serie tv è solo una pallida imitazione (nemmeno venuta tanto bene) dei libri: io lo trovo l'ennesimo prodotto pieno di tette e ragazze nude, coperto con qualche (inutile) scena slash giusto per salvare le apparenze. T.T

      Su Spartacus: Non sapevo niente di tutto questo e quindi ti ringrazio!

      Elimina
    7. Quelli non sono i fan, sono gli scrittori concorrenti che sperano muoia in fretta XD Un vero fan dovrebbe spedirgli solo delle gallette di riso dietetiche (almeno finché non ha finito di scrivere) XD

      Diciamo che, però, è stato un po' Spartacus a sdoganare tutte quelle scene di sesso in un telefilm destinato al grande pubblico ;-P

      Elimina
  40. Bellissima recensione, mi diverte sempre leggerla!
    Inizio col dire che non conoscevo questa serie, ne sono venuto a conoscenza grazie a questo post e, nonostante i tuoi avvertimenti ho deciso di vederla: l'antica roma mi intriga moltissimo come epoca e poi anche se leggo stroncature mi piace sempre dare un'occhiata all'opera per farmi un'idea personale.
    Detto questo... concordo con te XD I primi episodi li avevo visti subito dopo Natale ma alla fine l'avevo abbandonata per la noia. Invece qualche settimana fa, non so perché, ho deciso di dargli un'altra possibilità (lo so, sono un po' masochista) ma comunque niente, non è scattata la scintilla.
    Non mi è piaciuto il modo in cui portavano avanti la trama con (come li definisci tu) quei stupidi piani alla "banda bassotti". Il modo in cui uccidono Barca mi ha fatto cadere le braccia. Prima dicono che Petrus sarebbe disposto a tutto pur di difendere Barca, e poi gli credono subito senza fare altre indagini!
    Per quanto riguarda i personaggi invece per me è il contrario: mi piaceva Spartacus e non sopportavo Crixus.
    E' vero il protagonista è stato caratterizzato a posta per farsi piacere (tutta la cosa dell'amore e dell'onore), però non ci posso fare niente, mi piacciono i personaggi cosi anche se ammetto che alcune volte non lo sopportavo neanche io (vedi subito dopo la morte di Varro, quando non dice alla moglie che il marito era d'accordo nel farsi uccidere da lui in modo tale che potesse poi occuparsi di lei e suo figlio, o tutte quelle cacchio di visioni: Sura sarà morta almeno una volta a puntata -.-") ma qui la colpa è più degli sceneggiatori che non sanno sviluppare un personaggio come si deve.
    Crixus invece mi annoiava moltissimo con tutti quei discorsi sull'arena, il triangolo amoroso... Poi non aiutava il fatto che l'attore era espressivo quanto una roccia, più volte ho faticato a capire se quello che diceva doveva essere inteso come minaccia o magari solo come una battuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. [Parte 2 - Non so perché ma non me lo pubblicava tutto attaccato]

      Gli altri personaggi che mi piacciono poi sono Doctore, Barca e Petrus, e i fratelli che vengono comprati negli ultimi episodi. Il problema è che poi li facevano morire in modo talmente stupido da lasciar basiti. Ho già detto sopra di Barca ma secondo me anche uno dei fratelli (di cui, perdonami, ma non riesco proprio a ricordare il nome) merita di essere ricordato: questi sono in battaglia (nel'ultimo episodio quando tutti i gladiatori si ribellano) e cosi, a random, si abbracciano. Della serie: aveva attaccato al collo un cartello con su scritto "Tanto prima o poi muoio"...
      Menzione di (dis)onore poi secondo me spetta a Varro. Credo di non aver mai visto un personaggio più stupido di lui. A una marea di debiti e per pagarli decide di andare a combattere come gladiatore nell'arena... Ma solo a me sa di str*****a?
      Possibile che i creditori aspettino tranquilli che questo raccolga tutti soldi senza aggiungergliene degli altri per il tempo che passa ma sopratutto senza toccare moglie e figlio?
      All'inizio pensavo solo fosse un po' "ingenuo" ma io avevo pensato che arrivato a quel punto poteva prostituirsi (visto che i maschi guadagnavano di più delle femmine, forse era un po' grandicello ma chi lo sa'), ok sarebbe stato disonorevole ma almeno avrebbe guadagnato i sodi un po' più in fretta (e senza rischiare di morire ogni volta). Poi però scopro che la moglie gli aveva proposto di scappare (cosa a cui non avevo pensato e che probabilmente aveva anche più senso) ma lui rifiuta perché non sarebbe stato onorevole... Ma sul serio? Tu metti in pericolo la vita dell'intera famiglia per il tuo problema con il gioco d'azzardo e stai ancora pensando all'onore?
      Ma la ciliegina sulla torta (di sterco) credo sia stato l'arrabbiarsi con la moglie del fatto di essere stata abusata. Quando ho visto la scena non riuscivo a crederci, specialmente perché anche lui è stato costretto a fare sesso con una schiava per compiacere i padroni, quindi a maggior ragione mi aspettavo che la comprendesse. Ed invece no, lui fa l'offeso senza ricordarsi che sono in quella posizione per colpa sua... vabbè.
      Concordo pienamente sulla realizzazione tecnica, e a me la cosa che a dato più fastidio è il fatto che quelle tre location in croce che ci sono, sono anche state ricreate per la maggior in cgi. Nonostante fossero all'aperto, la scuola di Batiatus mi dava un 'idea di chiuso fastidiosissima (tutto grazie a quel cielo ricreato al computer).
      Ultima nota, che ho scritto un papiro (scusa XD), è appunto riguardo la casa di Batiatus: si è una str*****a fatta e finita il fatto che non ci siano le mura dal lato del precipizio. Non ha neppure ha che fare con l'addestramento visto che i gladiatori devono pure stare attenti a non caderci (o forse è questo lo scopo? Mah, se è cosi è spiegato malissimo).
      In conclusione non so se continuerò a vedere le altre due serie (ho già visto il prequel visto che erano solo 6 puntate, magari poi lascio un commento al post dedicato), perché quando ho visto l'ultima puntata non ho pensato subito "Chissà cosa succederà!" ma anzi mi ha lasciato piuttosto indifferente. L'unico motivo per cui ho finito la prima serie era perché Andy Whitfield mi ispirava simpatia (ed adesso che purtroppo per cause di forza maggior era stato sostituito ho perso un motivo che mi spingeva a continuare la visione) e perché ero curioso di sapere il destino di alcuni personaggi.
      Adesso magari mi dedico a serie che mi interessano di più e poi se mi viene voglia recupero anche le rimanenti stagioni, in fondo sono "solo" 20 episodi (ma se sono come questi primi 13 episodi potrebbero essere tanti).

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.