martedì 30 agosto 2011

26

La mia collezione di fumetti: pulizie e stoccaggio!

Parte della mia collezione in attesa di essere rimessa a posto

Per motivi tecnici (traducibili con ripiani imbarcati da rafforzare in qualche modo) ho dovuto fare un po’ d’ordine e pulizia tra i miei fumetti, per cui ho spostato e risistemato una parte considerevole della mia collezione. Durante quest'opera di risistemazione ho deciso di dare sfogo al mio lato nerd e ho calcolato alcuni dati statistici sulla mia raccolta scoprendo che: 

Continua a leggere ...



venerdì 26 agosto 2011

19

Harry Potter - Parodia a fumetti

Silente mentre fa "Pat Pat" a Harry alla
fine del primo libro
Dopo la pausa dell’ultimo post riprendo a parlare di argomenti legati al tema del blog concludendo l’argomento trattato subito prima delle ferie: Harry Potter. Niente paura, credo di aver scritto tutto il possibile nei precedenti post (per chi non li avesse letti qui, qui e qui), e adesso vorrei presentare il lavoro di una bravissima artista anglosassone: Lucy Kinsley. Stiamo quindi parlando di un’opera parallela ai libri originali della Rowling, creata da una giovane artista indipendente. Si tratta infatti di una ottima parodia a fumetti dove la disegnatrice riesce a racchiudere in un singolo poster un intero romanzo, ad esclusione dell’ultimo che, come nella versione cinematografica, è diviso in due parti. Una tavola è composta da una serie di vignette sequenziali, con lettura all’occidentale (da sinistra verso destra), che sintetizzano con grande abilità la storia del maghetto occhialuto e dei suoi amici. Senza praticamente utilizzare alcun dialogo l’autrice riesce a rappresentare tutti gli eventi della serie di romanzi e a creare una perfetta sintesi dell’opera originale. Credo che se non si ha almeno una infarinatura generale degli avvenimenti sia abbastanza difficile capire cosa l’autrice stia rappresentando ma, per una persona che conosca almeno a grandi linee gli avvenimenti, risulta essere incredibilmente efficace

Continua a leggere ...



martedì 23 agosto 2011

7

Racconto di viaggio: la Turchia

Il mercato delle spezie di Istanbul
Come accennato nel precedente post, ho effettuato un viaggio di una decina di giorni in Turchia e adesso ne approfitto per raccontare qualcosa e per postare qualche foto. Non scenderò nei dettagli perchè l'argomento esula i contenuti principali del blog (ma tanto in genere me ne frego) e perchè altrimenti questo pezzo potrebbe diventare mortalmente noioso.
Continua a leggere ...



lunedì 22 agosto 2011

5

Back from Anatolia

La moschea Blu di Instambul
Le vacanze sono finite ed è ora di rimettersi al lavoro. 
Nonostante la quantità spaventosa di chilometri macinati negli ultimi giorni siano una mina dal punto di vista fisico avevo bisogno di staccare un po' la spina dal quotidiano e di vivere qualcosa di nuovo. La Turchia è un posto bellissimo e molto più europeo di quello che si può immaginare da qui, offre un sacco di luoghi suggestivi da visitare come Istanbul (una bellissima città con le moschee e i palazzi ottomani e bizantini), Pammukale (con le terrazze di calcare) e la Cappadocia (con le bellissime formazioni in tufo), oltre ad una quantità di rovine greche-romane (Efeso, Pergamo, Aphrodisias e molte altre) e ittite. Mi dispiace solo non aver potuto visitare la antica capitale dell'impero ittita Hattusas che avrebbe reso il viaggio più completo ma non era proprio possibile. 

Una fortezza scavata nel tufo in Cappadocia
Quindi si può dire che il blog riapre ufficialmente e a brevissimo (se tutto va bene oggi pomeriggio) ricominciano i post a tema. 

Ringrazio tutti quelli che hanno commentato e che hanno aggiunto il follow a questo blog durante la mia assenza. I'm back!

martedì 2 agosto 2011

8

Chiuso per ferie


Con questo post segnalo la chiusura del blog per le meritate ferie estive, che andranno da oggi fino al 22 Agosto.
Lasciate tantissimi Se qualcuno lascia dei commenti sappia che è cosa (come sempre) molto gradita e che risponderò appena possibile (per qualche giorno avrò ancora la connessione, oppure quando rientro alla base). Per chi ancora non è in ferie, oppure ha a disposizione una connessione dal luogo di villeggiatura o quei maledetti quelli che vivono al mare e mi stanno ancora leggendo auguro buona estate e buone vacanze.
9

Harry Potter - Recensione generale, parte terza: conclusioni e commenti

Lo stemma della scuola di Hogwarts
con i simboli delle quattro case e
il motto
Eccoci arrivati all’ultimo post sulla saga di Harry Potter. Qui si può trovare la prima parte (la trama) e qui la seconda (i personaggi). Prima di proseguire, come di consueto, rinnovo l'avviso della presenza di spoiler sull'intera saga, per cui chi non ha ancora letto/visto tutto e non vuole rovinarsi la sorpresa è pregato di astenersi dalla lettura. A questo punto non resta che tirare qualche conclusione e fare qualche ameno commento in libertà. In generale si dire che si tratta di una bella saga fantasy, a tratti un po’ ingenua (specialmente nei primi tomi) per rispettare il formato del romanzo adolescenziale, portata avanti sullo schema (ormai collaudato) dell’anno scolastico, ma in ogni caso affascinante e intrigante. Come già accennato, la creatura migliore che la penna della Rowling riesce a sfornare è proprio la scuola di Hogwarts, ricca di misteri e di segreti, seppelliti tra aule in disuso e corridoi celati. In qualunque momento si può far comparire una camera segreta o un corridoio dei misteri. Hogwarts è un castello incantato, dotato di una sua anima che rispecchia tutte e quattro le case che ospita, è intelligente come Corvonero (nel mostrare sempre nuovi nascondigli e passaggi), oculato come Serpeverde (nell’amministrare i suoi segreti), tollerante come Tassorosso (nell’accettare qualunque studente) e coraggioso come Grifondoro (nel favorire le spericolate scorribande degli studenti). È un vero peccato che nell’ultimo romanzo della serie, Harry Potter e i Doni della Morte, l’azione si sposti al di fuori della scuola e vi torni solo per la parte finale. 

Continua a leggere ...