lunedì 31 ottobre 2011

36

I filler: l'orrendo incubo degli anime!

filler01aIn questa puntata di Super Quark parleremo di un deprecabile fenomeno in atto da anni nelle produzioni animate giapponesi: il filler. Ma andando per ordine, esattamente, cos’è un filler? È un episodio di riempitivo, usato dagli sceneggiatori per allungare il brodo su una serie che sta andando alla grandissima in televisione o per terminarne sommariamente una per cui sono finiti gli episodi disponibili da contratto. Il filler è l’incubo di ogni amante dell’animazione nipponica. Si piazza in mezzo ad una serie con la discrezione di un elefante ad un convegno di auto d’epoca e con quella sua innata grazia che fa esclamare ad un attonito spettatore un sonoro “ma che diavolo sta succedendo, l’anime non ha più senso!” o, per essere internazionali, un bel WTF! Si camuffa abilmente da comune episodio ma nasconde terribili e devianti vette di idiozia pura. Ma come fare per riconoscerlo ed evitarlo?
Continua a leggere ...



giovedì 27 ottobre 2011

10

Thermae Romae - Tutti insieme alle terme!

Cover del primo volume
Thermae Romae è un manga seinen disegnato da Mari Yamazaki, edito in Italia dalla Star Comics (per ora un solo volume) e vincitore nel 2010 del premio Manga Taisho e del  Premio Culturale Osamu Tezuka nella categoria Storie Brevi. Il tema fondamentale di quest’opera è quello del bagno pubblico (inteso dove luogo dove farsi il bagno) e l’autrice, residente a Chicago e sposata con un architetto italiano, lo affronta confrontando tra di loro due culture completamente diverse ma entrambe molto legate a questo rito. Le due culture in questione sono quella romana del grande impero (sotto Adriano) e quella giapponese moderna. Da questa opera è in lavorazione anche un live-action ad opera della Fuji TV che verrà distribuito nel 2012.
Continua a leggere ...



mercoledì 26 ottobre 2011

13

Kaizoku Sentai Gokaiger - ep 01-13 - Pirati Spaziali all’attacco!

La locandina di Kaizoku Sentai Gokaiger
Kaizoku Sentai Gokaiger è la trentacinquesima serie Super Sentai prodotta dalla gloriosa Toei. I Super Sentai  (スーパー戦隊 Sūpā Sentai, Super Squadre) o sentai mono (戦隊モノ gruppo d'attacco) sono un sottogenere del tokusatsu (effetti speciali) in cui delle squadre composte da ragazzi con tutine multicolori combattono il male. Da queste serie la Saban (e la Disney per un breve periodo) hanno realizzato le celebri serie dei Power Ranger effettuando un non sempre splendido lavoro di taglia e cuci (ne abbiamo parlato nell'intervista con il fansubber). In pratica gli americani hanno preso le serie originali, salvato praticamente solo le scene in costume, di ambiente o con i mostri e girato ex-novo tutte quelle con riferimenti alla cultura giapponese o in cui si intravvedeva un attore a volto scoperto, stravolgendo le storie e banalizzandone i personaggi. Ma chi non li ha visti in televisione almeno una volta? 
Continua a leggere ...



lunedì 24 ottobre 2011

12

Intervista con il fansubber - Italian Sentai Subranger

Qualche giorno fa ho ricevuto una richiesta di affiliazione da parte degli Italian Sentai Subranger, un gruppo di fansubber nato nell’aprile 2011. Ho colto la palla al balzo e ho proposto a Chibi, traduttore e PR del gruppo, un’intervista, in modo da farmi raccontare da qualcuno che è “del mestiere” come nascono e come vengono realizzati i nostri diletti fansub. Non bisogna mai dimenticare che dietro a tutte quelle serie che seguiamo noi amanti del prodotti made in Japan in lingua originale c’è un grande lavoro (tutto gratis e amore, come diceva la mia professoressa di matematica del liceo) realizzato dai gruppi di fansub. Gli Italian Sentai Subranger trattano unicamente di dorama tokusatsu, in particolar modo di Super Sentai e Rider. Il primo genere è quello in cui squadre di personaggi multicolori si battono per la salvezza dell’umanità. In pratica solo le serie originali da cui sono poi stati rielaborati i famosissimi Power Ranger, mentre il secondo è quello che tratta dei motociclisti mascherati difensori della giustizia (Kamen Rider).
Continua a leggere ...



venerdì 21 ottobre 2011

17

Berserk - Sangue e carne dal gusto fantasy

Gatsu a cavallo sulla cover di un volume
Berserk è un manga composto da trentasei volumi, in prosecuzione in madrepatria ed edito in Italia dalla Planet Manga in quattro differenti formati: la classica sottiletta, due formati tankobon (di cui uno è la ristampa dell’altro) e il gigantesco fuori formato. Sono tutti senza sovraccoperta e, ad esclusione del Maximum e della Collection, a lettura occidentale (tutti i personaggi sono mancini) e con censure. Per la fama raggiunta nel 1997 si è guadagnato un anime, passato anche in Italia in tarda serata tra il 2001 e il 2002, che però tratta solo una parte delle vicende narrate e si interrompe bruscamente. Per il gennaio 2012 è stato invece annunciata l’uscita nelle sale del primo di una serie di film che tratteranno la storia del manga.
Continua a leggere ...



mercoledì 19 ottobre 2011

8

Facebook fan page

Dopo quasi un'anno dall'apertura del blog ho deciso di aprire anche la pagina su Facebook dedicata a Prevalentemente Anime e Manga. So che tendenzialmente non offre niente in più del blog ma per chi fosse interessato può trovarla qui:




Per diventare fan basta cliccare sul riquadro "Mi Piace" qua sopra e ci si potrà tenere aggiornati sulle novità del blog tramite la pagina Facebook.


lunedì 17 ottobre 2011

17

Claymore - Le guerriere cacciatrici di Yoma

Claire sulla cover del settimo volume
Claymore (クレイモア, Kureimoa) è un manga fantasy seinen attualmente in prosecuzione in Giappone, disegnato da Norihiro Yagi per la celebre rivista Shōnen Jump e pubblicato in Italia dalla cara vecchia Star Comics con cadenza quadrimestrale. Attualmente conta ben venti volumi e una serie animata che fino al ventitreesimo  episodio copre le vicende della controparte cartacea e poi comincia a soffrire della sfortuna sindrome del “Oddio ho raggiunto il manga ora cosa mi invento!”, proponendo un finale assolutamente campato in aria.
Prima di cominciare la descrizione della serie vorrei solo fare un paio di precisazioni: innanzitutto chi l’ha definito una specie di Berserk in gonnella non ha capito una mazza di entrambe le serie. A cominciare da questa pagina di Wikipedia dove vengono elencate le somiglianze (ci sono delle grosse spade, il protagonista è orfano, e altre amenità applicabile a seicento altri titoli) tra le due opere: se faccio una cosa simile tra Hight Scool of the Dead e Toradora (e ci vogliono due minuti per prepararla), posso dire che le due serie si assomigliano? L'unica cosa che Claymore condivide veramente con Berserk è l'ambientazione fantasy-medioevale. Fine.
Continua a leggere ...



venerdì 14 ottobre 2011

15

Blood-C - Valutazione finale

L'espressione intelligente di Saya negli ultimi tre episodi
Mi ero fermata ad analizzare questa serie all’episodio 09 in questo post. Negli ultimi tre episodi c’è il tanto atteso colpo di scena finale ma è condito da scene talmente lente e noiose da farmi rimpiangere le lezioni di latino del liceo (e ce ne vuole). Morale della favola (ve lo riassumo in tre righe così vi risparmiate un’ora della vostra vita a vederveli, non ne vale la pena): il villaggio è stato costruito appositamente da Fumito-san, che in realtà è una specie di miliardario con la mania delle sfide assurde, per ospitare uno Shujikimen ovvero una specie di cerimonia in cui i Furuki Mono (si chiamavano Elder Bairn all’inizio ma sorvolo) possono cibarsi liberamente di umani. Saya, a cui è stata cancellata la memoria, ha il compito di violare il patto ancestrale dello Shujikimen e di ucciderli. Tutti i personaggi principali sono vivi e sono attori pagati dal caro Fumito (comprese le due odiossissime gemelle) e Tadayoshi, l’amato padre, è un Furukimono ibrido. Entro la fine muoiono (veramente) tutti, tranne una compagna di classe con mire ambiziose (Yūka Amino), Saya ritrova la memoria (ma non il cervello), Tadayoshi viene fatto a fette dalla figliola devota e Fumito spara in occhio a bruciapelo alla ragazza (non sperateci non è morta). Ah, dimenticavo, avevo ragione sul caffè: era veramente drogato!
Continua a leggere ...



mercoledì 12 ottobre 2011

17

Xam’d Lost Memories - Avventura e fantasy

Xam'd Lost Memories
Bounen no Zamned - Xam'd: Lost Memories (亡念のザムド Bōnen no Zamudo) è un anime del 2009 realizzato dallo studio BONES, composto da 26 episodi ONA e diretto da Masayuki Miyaji. In mezzo a tanti titoli estremamente commerciali e ben supportati da un marketing d’assalto usciti nello stesso anno Xam'd: Lost Memories tende a passare un po’ in sordina ma è un vero peccato perchè è un prodotto estremamente suggestivo, in grado di regalare intense emozioni.

Continua a leggere ...



venerdì 7 ottobre 2011

10

Gate 7 - il nuovo manga targato CLAMP

Hana sulla copertina del primo volume
Dato che la mia spesa mensile fumettistica non era ancora sufficientemente elevata ho deciso di cominciare a seguire anche Gate 7, la nuova opera delle CLAMP. Più che nuova bisognerebbe definirla nuovissima, tanto che in Giappone ha all’attivo un solo volume, lo stesso pubblicato anche in Italia da Planet Manga. Premetto che con le CLAMP ho un rapporto un po’ ambivalente, amando alla follia alcune delle loro serie e detestandone cordialmente altre e, alla notizia di un loro nuovo titolo, non so mai cosa aspettarmi, specialmente in questo caso in cui vi è una scarsissima quantità di informazioni disponibili in rete.

Continua a leggere ...



martedì 4 ottobre 2011

23

Nonciclopedia, Vasco Rossi e l'effetto Streisand

Notizia di ieri: Vasco Rossi e la sua gang di avvocati querelano Nonciclopedia per diffamazione. Gli admin del celebre sito satirico lo chiudono a tempo indeterminato per protesta e la rete si scatena in difesa del sito. 
Giustamente.
Quello che si sta osservando in queste ore sul web è un classico esempio di effetto Streisand, dal nome della celebre attrice statunitense, che cercò di rimuovere da internet delle foto che ritraevano la sua villa, con il solo risultato di renderle conosciute in tutto il mondo. Oggi sta avvenendo un fenomeno analogo, da una pagina di satira che si voleva cancellare in silenzio è nata una vera e propria bufera mediatica. Basta digitare le parole Vasco Rossi e Nonciclopedia in un qualunque motore di ricerca e si ha subito chiara la percezione dell'ira degli internauti (Per partecipare all'effetto Streisand ecco la pagina incriminata su Web Archive).

Continua a leggere ...



lunedì 3 ottobre 2011

16

Pocket Boy - C’è un omino nelle tasche

Ecco l'omino delle tasche
Il post di oggi esula leggermente dagli argomenti solitamente trattati su questo blog e punta a presentare un prodotto originale e interattivo: L’omino delle tasche. L’omino delle tasche è una app per supporti multimediali di ultima generazione e si presenta come un racconto illustrato dove il lettore può interagire direttamente con il personaggio principale della storia. Questo è  Pocket Boy, un simpatico omino in miniatura che si nasconde nelle tasche delle persone e ne combina letteralmente di tutti i colori. Indossa una tuta colorata tutta macchiata insieme a un vistoso cappello arancione e si diverte a fare innocui dispettucci, come far sparire i bottoni o rubare la marmellata, ma acchiapparlo è difficilissimo. Si infila tra le pieghe dei vestiti, corre nel giardino e si mimetizza con il contenuto delle tasche, nascondendosi alla vista delle persone.
Continua a leggere ...