lunedì 31 dicembre 2012

20

Buon Anno!



Adesso forse la smetto di vestirli in modo imbarazzante forse no. Comunque questa vignetta ce l'avevo da parte per l'occasione, per cui mi pareva brutta non usarla!

PS: Questa settimana salta il post su Batman per mia dimostrata incapacità di organizzarmi i post (certo perchè quando ho deciso che sarebbero usciti il lunedì non ho controllato in che giorni cadevano Natale e Capodanno, per cui c'è stata una sovrapposizione dietro l'altra - e poi non ho ancora finito di scrivere il post su Batman: The Animated Series).

Qui puoi trovare un post sui Biker Mice


sabato 29 dicembre 2012

23

Regali di Natale


Questo è quello che la Dolce Metà mi ha regalato per Natale! 
Le strisce dei Biker Mice presto si arricchiranno di personaggi!

venerdì 28 dicembre 2012

26

I Superamici della Hanna-Barbera - La Justice League animata degli anni '70 e '80

I Super Friends
Nel 1972 la Hanna-Barbera acquisì i diritti del personaggio di Batman e di diversi altri elementi dell'universo DC. Per prima cosa ne approfittò per realizzare due speciali dove il Dinamico Duo incontra Scooby-doo e compagni (in un paio di avventure che solo in quel periodo sarebbero state possibili) che fecero da backdoor-pilot per le sucessive sette serie (durate dodici anni, per un totale di 109 episodi) basate sui Superamici (in pratica la Justice League of America). Questi sono un gruppo di supereroi che combattono insieme per la salvezza della Terra. Hanno una sede, la Hall of Justice, dove si trovano per compiere la loro missione e per passare il tempo libero.
Dopo il salto tutte le informazioni!

Continua a leggere ...



lunedì 24 dicembre 2012

24

Auguri!


NOTA: Ho cercato in diversi negozi di giocattoli una renna di plastica ma hanno in catalogo tutte specie del mondo tranne quella (anche le più sfigate e sconosciute che, se glielo vai a chiedere, manco Piero Angela le conosce ma la renna no, quella non esiste!). Quindi, visto che la renna tanto non si trovava, ho deciso di recuperare i miei vecchi animali plasticosi. Tra tutti, questi tre assomigliavano più o meno ad una renna (dopo il salto):

Continua a leggere ...



venerdì 21 dicembre 2012

38

Exit Poll 06 - Il Babbo Natale che vorrei trovare sotto l'albero!

(tutte le volte che cerco di fare qualcosa di natalizio mi esce sempre roba
pacchianissima come grafica)
Dopo diversi mesi di assenza, torna finalmente la rubrica Exit Poll con la sua seconda stagione! Come già annunciato ci saranno alcune piccole modifiche, a partire dal tema e dalla frequenza, che diventerà mensile. Non sono più Disney, quindi, ma si allargherà a nuovi orizzonti. Per cominciare vediamo quindi uno speciale natalizio!
(tutto dopo il salto)

Continua a leggere ...



giovedì 20 dicembre 2012

18

Arthur Christmas - Il figlio di Babbo Natale

La locandina del film

Quest’anno il programma natalizio del blog sarà diverso da quello dello scorso annoPost con la descrizione e i link alle recensioni natalizie e comprenderà principalmente tre post. Il primo è quello della scorsa settimana su Le cinque leggendeRecensione del film Dreamworks (anche se non è un film Natalizio c’è Babbo Natale, per cui prendetelo per buono), il secondo è questa recensione e il terzo è una sorpresina a tema che andrà in pubblicazione domani (più una cosina a cui sto lavorando per gli auguri). Dopo aver detto a sfinimento che non amo i film natalizi super buonistici sullo Spirito del Natale eccomi qui a recensirne un film incentrato interamente sulla figura di Babbo Natale. Ma andiamo con ordine: Arthur Christmas, il figlio di Babbo Natale è un film di animazione britannico/americano realizzato interamente in 3D dalla Aardman animation e dalla Sony Pictures Animation nel 2011. La direzione è stata realizzata ad opera di Sarah Smith e ha vinto un Annie Award nella categoria Voice Acting in a Feature Production.

Continua a leggere ...



19

Passate a votare!


Questo blog è stato candidato al premio Miglior Blog di Cinema (ora, non sono neppure del tutto sicura che quella definizione vada bene per un blog di recensioni assortite e cazzeggio come questo ma sono felice allo stesso per la nomina), indi per cui, se stai leggendo queste righe e hai voglia di votare, fai un salto qui:


Tra gli altri candidati ci sono un sacco di blog interessanti!


martedì 18 dicembre 2012

25

Contro-offensiva



NOTA:  Il gatto che rantola è questo. Maneggiate il video con cura che può provocare danni celebrali permanenti!


Qui puoi trovare un post sui Biker Mice


Sterzo mi ha chiesto di lasciare un piccolo messaggio a nome di tutti i Biker Mice per i lettori di questo blog (dopo il salto):


Continua a leggere ...



lunedì 17 dicembre 2012

30

Batman - Le serie anni '60 e '70 prodotte dalla Filmation

Logo della seconda serie Filmation
Le prime serie animate mai realizzate sulla figura di Batman furono due serie create dalla Filmation a cavallo tra gli anni sessanta e gli anni settanta. Figlie di un periodo storico per il Cavaliere Oscuro particolarmente pacchiano (immediatamente successivo al famoso telefilm con Adam West), sono abbastanza semplici, studiate per un pubblico infantile e caratterizzate da colori brillanti e saturi. I doppiatori che prestarono le voci a Batman e Robin furono inzialmente Olan Soule (ricordato principalmente per questo ruolo) e Kasey Casem, il doppiatore originale di Shaggy nella nota serie Hanna-Barbera Scooby-doo, che poi passarono il testimone ad Adam West e Burt Ward nella seconda serie.

Continua a leggere ...



venerdì 14 dicembre 2012

49

Le cinque leggende - Personaggi classici rivisti in chiave moderna

La locandina del film con i cinque
personaggi principali
Le cinque leggende (Rise of the Guardians in lingua originale) è un film d’animazione del 2012 diretto da Peter Ramsey per la Dreamworks basato sulle opere di William Joyce. William Joyce (e sottolineo William, che non vorrei si confondesse con il più celebre James Joyce) è uno scrittore e illustratore statunitense che ha collaborato alla realizzazione di molti altri film d’animazione come Toy Story, A Bug’s Life, I Robinson e Robots nelle vesti di produttore, scrittore e/o character designer. In particolare Le cinque leggende è tratto da una sua serie di romanzi intitolata The Guardians of Childhood, dedicati singolarmente ad ogni guardiano e affiancati da una serie di libri di illustrazioni a tema. A questo punto sorge spontaneo chiedersi chi siano questi cinque guardiani e cosa facciano nel film.

(dopo il salto tutti i dettagli)


Continua a leggere ...



martedì 11 dicembre 2012

28

Brutte notizie!


NOTA: Nessun pupazzetto di topo antropomorfo è stato maltrattato durante la relizzazione di questo post, anche se tre di loro si stanno lamentando ad oltranza.



lunedì 10 dicembre 2012

29

Batman - Introduzione al progetto e al personaggio

Nel lontano 1993 ero una bambina delle elementari come tante altre ma, a differenza di tante altre, in televisione non guardavo Sailor Moon (per via del solito divieto all'animazione nipponica) ma seguivo con gioia altre produzioni, come quella di Batman che all'epoca spopolava su Canale 5Batman: The Animated Series è stato uno dei pochissimi cartoni che ho seguito praticamente nella sua interezza, l'unico di cui ho mai avuto un album di figurine (quasi  completo) e uno dei due soli di cui mi siano mai stati regalati dei pupazzetti (l'altra, ovviamente, era Biker Mice from Mars, ma a questo punto l'informazione mi pare scontata).

Continua a leggere ...



mercoledì 5 dicembre 2012

22

Premio UNIA: Un Altro Inutile Meme

Da Marco Grande Arbitro di Giocomagazzino – La lega del ludo mi è stata passata la palla per un altro meme. Si tratta di un premio centrato sulla lettura e, per una volta, non lo stravolgerò troppo parlando di fumetti (come mio solito). L’unica cosa che mi lascia perplessa è il fatto di non essere riuscita a trovare da nessuna parte il significato di UNIA. Acronimo? Neologismo? Lettere a caso? Chi lo sa si faccia avanti!

(Dopo il salto le risposte alle domande e le nomination)

Continua a leggere ...



martedì 4 dicembre 2012

24

La saga della sirena - Mostri e folklore per la Takahashi

Cover del primo volume della serie
La saga della sirena è una miniserie manga composta da tre volumi disegnata e sceneggiata da Rumiko Takahashi, tra il 1984 e il 1994, per la rivista Shōnen Sunday della Shogakukan. Ogni volume ha un suo titolo specifico (Il bosco della sirena, Il segno della sirena e La maschera della sirena) e la serie ha avuto due adattamenti animati. Il primo è composto da due OAV (rispettivamente del 1991 e del 1993), chiamati Il bosco della sirena e Il segno della sirena, mentre il secondo è una serie anime composta da tredici episodi del 2003, chiamata Il bosco della sirena. In Italia la serie è stata edita prima dalla Granata Press, defunta dopo aver pubblicato appena il primo volume, e dalla Star Comics che offre un’edizione abbastanza buona, senza sovraccoperta ma con pagine a colori. Quest’edizione contiene tutti i capitoli pubblicati della serie, a differenza della prima edizione giapponese che era priva degli ultimi due, non disponibili all’epoca della sua pubblicazione. Sarà solo nel 2003 che, con l’edizione shisoban, che anche i giapponesi avranno un’edizione completa de La saga della sirena.

Continua a leggere ...



giovedì 29 novembre 2012

31

Afterschool nightmare - Una scuola da incubo

Cover del primo volume
Afterschool nightmare (放課後保健室 Houkago Hokenshitsu) è un manga shōjo pubblicato in Giappone tra il 2004 e il 2008 nella rivista Princess edita da Akita Shoten. Si tratta di una serie composta da dieci volumi, disegnata e sceneggiata da Setona Mizuhiro. In Italia è stata pubblicata dalla Star Comics nel 2008 in una classica edizione da edicola al prezzo di 3.50€ a volume (ora immagino a 3.90€), senza sovraccoperta e senza pagine a colori. Si tratta di un’opera molto particolare, che immerge dei personaggi caratterizzati da grossi problemi psicologici, derivati da incidenti, traumi o da devianze, in un’atmosfera onirica e li costringe ad affrontare le loro peggiori paure, senza mai dimenticare un tocco di romanticismo


Continua a leggere ...



martedì 27 novembre 2012

49

Fine del silenzio stampa!


Stamattina ho finalmente discusso la tesi di laurea (no, non so come sia andata, il voto lo scopro venerdì, alla mia facoltà piace essere diversa dalle altre conformiste che proclamano subito i laureati, qui ti fanno soffrire tutto, pure i voti), per cui annuncio con gioia che il blog ritornerà presto ai soliti standard di pubblicazione.

(dopo il salto novità e varie)


Continua a leggere ...



martedì 13 novembre 2012

49

La collina dei papaveri - La fanciulla che innalza le bandiere

La cover del film
La collina dei papaveri (コクリコ坂から Kokuriko-zaka kara, lett. "Dalla collina dei papaveri"), è un film anime del 2011, diretto da Gorō Miyazaki (figlio del celebre regista Hayao Miyazaki) per lo studio Ghibli. Si tratta del secondo film di questo regista, dopo I racconti di Terramare del 2006, ed è tratto dall’omonimo manga shōjo del 1980 scritto da Tatsurō Sayama e disegnato da Chizuru Takahashi. In Italia è stato distribuito nei cinema da Lucky Red in data unica sei novembre. Ora, non capisco il perché di una programmazione così limitata ma, a quanto pare, la distribuzione italiana dei film anime dev’essere per forza di una pezzenteria senza pari. Oltre a darli spesso solo a pomeriggio (come se fossero prodotti unicamente per bambini) adesso limitano l'uscita ad un singolo giorno!

Continua a leggere ...



sabato 3 novembre 2012

46

Secondo Compliblog! - Parole Chiave

Anche se sono in silenzio stampa per finire la tesi non posso esimermi dal pubblicare un post per il compliblog (anche perché ce l'avevo già pronto da tempo)! Due anni esatti fa tornavo dalla mia, per ora, unica e bagnatissima esperienza Lucchese con l'idea un po' campata in aria di aprire un blog attraverso cui condividere le mie passioni. All'inizio è stato difficile cominciare a scrivere (mi ero sempre considerata negata) ma ben presto mi sono resa conto che, post dopo post, diventava sempre più facile tirare fuori gli argomenti, fino ad arrivare alla pubblicazione di pezzi veramente lunghi. Ne approfitto dell'occasione per ringraziare tutti i miei lettori (da quelli fissi a quelli occasionali che passano solo per lurkare ogni tanto, dai follower di Google Friend Connect a quelli che capitano di qui per caso, dai fan di FaceBook a quelli di Google+), tutti quelli che mi dedicano un frammento del loro tempo per commentare e la Dolce Metà (che sarebbe il mio beta reader anche se legge sempre con molta calma dopo la pubblicazione)!
Grazie di cuore a tutti!

Come da tradizione dopo il salto ci facciamo l'infornato delle migliori chiavi di ricerca dell'anno appena passato con cui gli anonimi visitatori sono arrivati a questo blog!
Continua a leggere ...



martedì 30 ottobre 2012

24

Avviso! Cambio di programma!

Per motivi personali non potrò esserci a Lucca, per cui mi scuso per l'inconveniente con tutte le persone che avevo già sentito per vederci e con quelle che avrebbero voluto leggere il resoconto. Per me questo è un po' un periodaccio e speravo di riuscire a fare almeno qualche giorno tranquillo ma pazienza, sarà per il prossimo anno, Lucca non scappa. Per tutti quelli che ci vanno: divertitevi anche per me!

PS Credo che si sia già notato ma ultimamente la mia frequenza di pubblicazione è drasticamente calata (escludendo questo che è il post più misero mai scritto) e che passo di rado dai blog amici. Temo che nelle prossime settimane possa ulteriormente peggiorare. Mi scuso con i lettori e spero di riuscire a tornare presto ai soliti standard (anche perchè avrei diverse cosine di cui parlare).

EDIT: Visto che il comunicato è poco chiaro faccio che aggiungerlo qui. I "motivi personali" si possono tradurre con "Tesi da consegnare" e zero tempo per fare altro. Sto bene e tutto il resto, solo sono impegnata.

lunedì 22 ottobre 2012

44

Lucca Comics & Games 2012 - Sto arrivando!

Locandina di Lucca Comics & Games 2012
Per me Lucca Comics è sempre stato una specie di miraggio in lontananza. Prima di entrare all’università ero troppo giovane (e sprovvista di accompagnatore) per potermi permettere il viaggio da Torino, dopo ci ha pensato la mia facoltà a rendere il tutto impossibile
Continua a leggere ...



lunedì 15 ottobre 2012

63

I sette peccati capitali della mia collezione di fumetti!

I sette peccati secondo Homer
Sabato Clacca mi ha proposto di partecipare a questo meme e, visto quanto è carino, non ho potuto far altro che decidere di aderire! Si tratta di uno di quei post dove si rivela qualcosa della propria collezione e, da brava maniaca della categorizzazione, non ho proprio potuto dire di no! Il tema, come credo che si sia facilmente dedotto dal titolo e dall'immagine sopra ed è: i sette peccati capitali della mia collezione di fumetti!

dopo il salto tutti i miei peccati!
Continua a leggere ...



giovedì 11 ottobre 2012

28

Bakumatsu Kikansetsu Irohanihoheto - Samurai, guerra e kabuki

Cover del primo DVD
Bakumatsu Kikansetsu Irohanihoheto (幕末機関説 いろはにほへと) è una serie anime shōnen composta da ventisei episodi realizzata dallo studio Sunrise e diretta da Ryōsuke Takahashi. È andata in onda in Giappone nel 2006 e non vanta alcuna traduzione italiana (e non ne capisco il motivo, dato che si tratta di un'ottima opera). Si tratta di un dramma storico in costume che affronta temi come la vendetta e la guerra, aggiungendo al tutto un po' di kabuki e una spruzzata di fantasy.

L’ultima era in cui gli uomini vivevano da uomini, mettendo le loro esistenze e i loro i ideali in un solo colpo di spada: il Bakumatsu.
(intro della serie)
Continua a leggere ...



venerdì 5 ottobre 2012

18

Webcomics 10 - Scandinavia and The World

Torna dopo un po’ di mesi di latitanza la rubrica webcomics, quella dedicata ai fumetti provenienti dalla rete (Santo Cielo, per la precisione sono sei mesi di assenza, veramente troppi! Accidenti a me che l’ho trascurata, questa è una delle mie rubriche preferite!) e torna alla grande (e questa volta vediamo di ricordarci di non lasciarla indietro) con Scandinavia and the World, una delle serie realizzate dalla prolifica artista danese HumonPagina di deviantART dell’autrice. Nata nel 2009, viene pubblicata con cadenza assolutamente irregolare. Tutte le strisce sono in inglese (tranne una ma è fatta apposta), per cui non è richiesta la conoscenza della lingua danese per gustarsele. Personalmente l’ho scoperta solo la scorsa settimana, quando HurrJackal me l’ha linkata tramite Facebook (lo so che ho una lista lunga come la Mole Antonelliana di altri webcomic che mi sono stati suggeriti, ma con calma ci arrivo) e visto l’argomento di cui parla, non ho resistito a dedicarle subito un post. Tra l’altro ho anche scoperto che esiste una wiki a lei dedicata e che qualcuno ci ha anche scritto sopra delle fanfiction.
Continua a leggere ...



mercoledì 3 ottobre 2012

16

Premi!

Recentemente ho ricevuto ben due premi, quindi ne approfitto e pubblico un bel post cumulativo. Il primo (per arrivo) è il premio Cutie Pie che mi è stato assegnato da Ilia Dianthe e viene dato ai blog considerati "adorabili" (Ora, non so fino a che punto questo blog possa essere adorabile ma ringrazio comunque tantissimo Ilia).
Le regole sono:

(dopo il salto)

Continua a leggere ...



lunedì 1 ottobre 2012

56

Strofe d’amore - La spazzatura camuffata da serie manga

La cover del primo volume
Strofe d’amore (per gli anglofoni Sensual Phrase, per i giapponesi 快感 フレーズ Kaikan Furēzu) è un manga shōjo disegnato da Mayu Shinjo e composto da diciassette volumi, più uno spin-off ambientato dopo il finale. Fu serializzato in madrepatria tra il 1997 e il 2000 e vanta un adattamento in cinque novel e una trasposizione animata in quarantaquattro puntate che (per fortuna!) non segue fedelmente il manga e che per gran parte è un prequel della storia originale (arriva ad introdurre la protagonista solo al diciannovesimo episodio). Per pubblicizzare la serie animata in Giappone vennero anche fondate delle band (i Λucifer e gli e.Mu), chiamate come quelle che compaiono nella storia. Sulla serie è stato anche creato un single player music game chiamato Kaikan Phrase: Datenshi Kourin.
Continua a leggere ...



lunedì 24 settembre 2012

56

Ōoku: le stanze proibite - E se nel Giappone feudale i maschi avessero rischiato l'estinzione?

Cover del primo volume
Ōoku: le stanze proibite (大奥 Ōoku) è un manga josei disegnato da Fumi Yoshinaga per la rivista Melody della casa editrice Hakusensha. Attualmente in prosecuzione in madrepatria, vanta sette volumi completati su dieci previsti ed esce con cadenza annuale (anche se il volume del 2012 non è ancora stato pubblicato). Da esso è stato anche tratto un film live action nel 2010 (che copre i fatti dei primi tre capitoli del primo volume) e nella parte finale dell’anno 2012 avrà anche un dorama e un secondo film (il primo partirà a fine ottobre e il secondo uscirà in dicembre). In Italia è appena stato pubblicato (la scorsa settimana, per chi se lo fosse perso) il primo volume della serie dalla casa editrice Planet Manga.
Continua a leggere ...



venerdì 21 settembre 2012

34

Hana-Kimi - Ovvero sull'arte di infiltrarsi in una scuola maschile sperando di farla franca

La cover del primo volume
Hana-Kimi (花ざかりの君たちへ Hanazakari no kimitachi e, "Per voi in piena fioritura") è un manga shojō disegnato da Hisaya Nakajo e pubblicato nella rivista Hana to Yume della casa editrice Hakusensha tra il 1996 e il 2004. Conta in tutto ventitré volumi più due capitoli speciali (inediti da noi) e in Italia è stato pubblicato dalla Dynit, anche se ormai sono disponibili solo i box (rendendo difficile la vita a chi, come me, cercava un singolo volume). Dalla serie sono state tratti ben quattro adattamenti live action per la TV, di cui due giapponesi, uno coreano e uno di Taiwan ma, stranamente, nessun anime. L’ultimo è stata una produzione coreana andata in onda proprio a partire da quest’estate e non ancora conclusasi.
Continua a leggere ...



martedì 18 settembre 2012

56

La leggenda di Hikari - Ragazze con la ginnastica ritmica nel cuore

La cover del primo volume
Ormai un mese fa, durante uno degli agosti più torridi di sempre, leggevo questa recensione del manga La leggenda di Hikari pensando che si trattasse di un'altra serie shojo ormai classica molto conosciuta che mi ero persa per strada e che difficilmente avrei recuperato. Al momento della sua uscita in Italia non l’avevo acquistato per diversi motivi. Se da una parte all’epoca non nutrivo particolare interesse verso i manga sportivi, complice la lettura di Attacker you che mi aveva lasciata un po’ delusa, dall’altra si trattava di una serie di cui non avevo visto l’anime da piccola (nemmeno una puntata rubata, non l’avevo proprio mai sentito nominare), per cui non mi scatenava il famigerato effetto nostalgia (al contrario di opere come Sailor MoonRecensione della famosa serie suelle guerriere che vestono alla marinaretta e, appunto, Attacker You). Anche adesso, che ho riabilitato i manga sportivi nella mia personale classifica delle opere da leggere grazie a titoli meravigliosi come RookiesUna serie veramente stupenda!, Eyeshield 21Recensione completa di un manga splendido e Happy!, e che sto recuperando svariate opere shojo vecchio stampo, sicuramente non sarei andata a comprarlo nuovo a prezzo di copertina, ma il destino era in attesa e me l’ha fatto trovare completo a un prezzo assolutamente irrisorio. Morale della favola, adesso ce l’ho qui, sulla scrivania e mi accingo a recensirlo!
Continua a leggere ...



venerdì 14 settembre 2012

30

Ribelle - The Brave - Una principessa che non si vuole sposare

Locandina del film
Ribelle – The Brave è l’ultimo film d’animazione 3D creato dalla Pixar e distribuito dalla Walt Disney. In America è passato nei cinema in giugno ma qui in Italia è arrivato solo dal 5 settembre (e il l’ho visto ieri sera, con tutta calma, visto che amo sempre essere la prima ad arrivare sul pezzo). Il film è preceduto da un classico corto della Pixar intitolato La Luna che, come sempre succede con queste produzioni, non c’entra nulla con l’opera principale (e, appunto, parla della Luna e di tre omini delle pulizie), ed è seguito da una piccola post credit scene (quindi, per chi va al cinema, è importante rimanere fino alla fine dei titoli di coda).
Continua a leggere ...



mercoledì 12 settembre 2012

53

Once Upon A Time - Alla ricerca del lieto fine perduto

Once Upon a Time, italianizzato con C’era una volta, è una serie televisiva americana fantasy del 2011 liberamente ispirata ai più classici racconti di fiabe. Dato che ha avuto un discreto successo è stata rinnovata per la seconda stagione che inizierà a fine settembre 2012, mentre in Italia sta per debuttare in chiaro su Rai 2 la prima stagione (per chi fosse interessato il primo episodio andrà in onda proprio stasera con il titolo originale). Dopo il salto la recensione completa, tenendo conto che nella descrizione dei personaggi e nei commenti finali ci saranno degli inevitabili SPOLIER. In realtà avevo già pianificato di recensire (e avevo anche iniziato a vederlo) A Game of Thrones, ma amo auto-sabotarmi le rare volte in cui ho una programmazione per i post
Continua a leggere ...



giovedì 6 settembre 2012

25

Gli Elementi dei miei Viaggi

Ho visto oggi sul blog di Ciccola (assolutamente da leggere perchè è bellissimo e pieno di informazioni interessantissime) che ha deciso di partecipare all'iniziativa di Viaggi e Baci (insieme a I viaggi dei rospi e The Family Company) che riguarda gli elementi dei viaggi: Terra, acqua, fuoco e aria.



L'iniziativa prevede di prendere tre foto di viaggio che identifichino uno dei quattro elementi naturali sopra citati e pubblicare un post entro il 10 settembre dal titolo Gli Elementi dei miei Viaggi. Visto che mi è sembrata una cosa simpatica ho deciso di prenderne parte. Dopo il salto le mie tre foto!
Continua a leggere ...



martedì 4 settembre 2012

34

Sakamichi no Apollon - Un’amicizia legata dal jazz

I protagonisti sulla salita che porta verso la loro scuola
superiore
Sakamici no Apollon (坂道のアポロン, La salita di Apollo, per gli anglofoni Kids on the slope) è una serie anime del 2012 composta da dodici episodi e tratta da un manga josei del 2007 realizzato da Yūki Kodama. Per una santa volta l’avevo anche vista subito dopo la fine della sua messa in onda (aspetto praticamente sempre che le serie siano complete, visto che detesto cordialmente dover attendere una settimana per l’episodio successivo, e spesso finiscono semplicemente nella “lista infinita”) ma avevo già iniziato la trafila della trenta giorni di anime e manga, per cui ho deciso di rimandare ad adesso la recensione (per la serie essere sempre sul pezzo). La serie è diretta da  Shinichirō Watanabe (I cieli di Escaflowne, Cowboy Bebop, Samurai Champloo, Eureka SeveN), prodotta dallo studio MAPPA e ha una colonna sonora composta da Yoko Kanno. Qualche tempo fa avevo già recensito una serie basata sul metalRecensione di Detroit Metal City e una basata sulla musica classicaRecensione di Nodame Cantabile adesso è il turno del jazz!
Continua a leggere ...



sabato 1 settembre 2012

30

Battle Royale: manga vs film

La locandina del film
Battle Royale è un film diretto da Kinji Fukasaku, pubblicato nel 2000 e basato sull’omonimo romanzo di Koushun Takami dell’anno precedente. Da quella stessa opera letteraria è stato tratto anche il manga Battle RoyaleRecensione completa del manga, che avevo già recensito qualche tempo fa. Seguendo la lodevole iniziativa di automaticjoy (che fa dei confronti libro vs film) mi accingo a scrivere una recensione manga vs film, dando quindi per scontato che si sia già letto il post individuale del fumetto. Del film esiste anche un seguito (Battle Royale II: Requiem), girato nel 2003, che è stato realizzato a partire da un soggetto originale e il cui contenuto, quindi, non compare né nel romanzo, né nel manga.
Continua a leggere ...



lunedì 27 agosto 2012

26

Steins;Gate - Viaggi nel tempo, messaggi dal passato e distopie

Il cast della serie
Steins;Gate è una serie anime seinen del 2011 realizzata dallo studio White Fox ed è composta da ventiquattro episodi, a cui è stato recentemente aggiunto un OAV ambientato dopo i fatti avvenuti nell’anime (assolutamente da vedere, dato che contiene l’effettivo finale). È tratta dall’omonima visual novel giapponese per XBOX 360 da cui sono stati anche realizzati diversi adattamenti manga, che mostrano le vicende della serie dal punto di vista di personaggi diversi dal protagonista.
Continua a leggere ...



venerdì 24 agosto 2012

25

Premio Shawqui


Sono felice di annunciare (con solo un mese di ritardo, ma non stiamo a sottilizzare) che ho vinto un altro premio!
Si tratta del premio Shawqui (dall’arabo “affezionato”), che viene assegnato ai bloggher particolarmente rispettoso dei propri lettori.
Dopo il salto informazioni, regole e tag!
Continua a leggere ...



giovedì 23 agosto 2012

33

Racconto di viaggio: Stoccolma

Il centro città visto dalla torre del Municipio
Stoccolma è la capitale della Svezia e sorge sulle quattordici isole che mettono in comunicazione le acque dolci del lago Mälaren con il mar Baltico. Geograficamente è a nord di Ediburgo e il clima risente dell’inclinazione del globo terrestre, offrendo inverni rigidi e nevosi con giornate molto brevi, illuminate da un sole pallido, ed estati tiepide e piovose (una manna per chi arrivava dal caldo tropicale di quest’anno, anche se più che piovoso il clima svedese lo definirei tremendamente variabile, vale la regola di uscire sempre con l'ombrello - e infatti noi abbiamo fatto che perderlo il secondo giorno), con giornate molto lunghe (il massimo della luce viene raggiunto durante il solstizio d’estate, in cui si assiste al sole di mezzanotte).
Continua a leggere ...



martedì 21 agosto 2012

48

30 giorni di Anime e Manga - Extra 02 - Il cosplay in cui ti sei divertita di più

La nostra bandiera autoprodotta! Ancora adesso è sulla parete della stanza di J.
In realtà di vero cosplay ne ho fatto solo uno nella mia carriera e si è trattato di Nami in un gruppo di One Piece abbastanza numeroso (cosa che avevo già accennato in questo post). Premettendo che all’epoca non c’erano ancora in ciurma nè Fraky nè Brook, possiamo vantarci di aver realizzato i mugiwara al gran completo! Dopo il salto foto e commenti!
Continua a leggere ...



lunedì 20 agosto 2012

28

30 giorni di Anime e Manga - Extra 01 - Altri dieci personaggi femminili degni di nota

Dato che di personaggi maschili ne avevo scelti venti e di femminili solo dieci (per un bieco motivo di tempo, a fare la lista degli uomini ci avevo impiegato un gazzilione di ore) ho deciso di ripianare a questa ingiustizia proponendo altri dieci personaggi femminili degni di nota. Attenzione, il penultimo personaggio di questa lista, solo per il fatto di essere qui (non parliamo poi della descrizione) è un  pesante spoiler di Angel Sanctuary, per cui, chi non vuole rovinarsi la sorpresa non legga. Come al solito sono in puro ordine alfabetico (non di gradimento) e andrebbero mischiate con quelle del primo giro (che si può trovare comodamente a queste coordinate) perchè per me hanno lo stesso indice di gradimento delle loro colleghe.
Continua a leggere ...



venerdì 17 agosto 2012

36

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 30 - L’ultimo manga che hai letto e l’ultimo anime che hai visto



Per questo meme giunge anche l’ultimo post (in realtà ho due piccoli extra per la prossima settimana ma ufficialmente è l’ultimo), tutto basato sul tema dell’ultimo. L’ultimo manga che ho letto è stato il numero uno di Planetes, opera prima di Makoto Yukimura, di cui parleremo appena la serie sarà conclusa (a tutti gli amanti del fantascientifico e non, è da recuperare! Sono solo tre volumi, uno sforzo sopportabile!), mentre l’ultimo anime visionato è stato l’episodio numero nove di Steins;Gate (ma potrebbe essere il dieci se decido di guardarne un altro prima di dormire), di cui pure parleremo appeno avrò concluso la serie. Si tratta nuovamente di un'opera fantascientifica basata sul concetto del viaggio nel tempo.
Continua a leggere ...



giovedì 16 agosto 2012

19

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 29 - Scrivi la tua data di nascita con dei personaggi di anime e manga


Confesso, questo punto me lo sono inventata di sana pianta io, ma mi mancava qualcosa con cui concludere il gioco e a cui potessi rispondere senza arrampicarmi troppo sui vetri, quindi ho deciso di riutilizzare questa vecchia idea che non sapevo come sfruttare e di proporre un indovinello. Vediamo se qualcuno riesce ad indovinare senza barare (ho nascosto la data sia sul profilo di Facebook che su quello di Google+) quando sono nata, spiegando chi sono questi personaggi e perchè li ho scelti!

Indizio:

I tre personaggi sono in ordine di giorno, mese, anno. Del primo conta il nome, degli altri due il ruolo nella propria serie.

mercoledì 15 agosto 2012

17

Buon Ferragosto a tutti


Buon Ferragosto a tutti. A chi è in vacanza, a chi è già rientrato (tipo me), a chi deve ancora partire e a chi quest'anno rimane a casina! Occhio a pranzi con un numero di portate esagerate e agli immancabili gavettoni!
Io a questo giro sarò a pranzo da me (casa deserta, i miei parenti sono tutti in vacanza) con la Dolce Metà, voi come festeggiate?
Continua a leggere ...



martedì 14 agosto 2012

47

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 28 - Il manga che vorresti non aver mai comprato


Ad un certo punto della mia vita di lettrice di manga mi sono resa conto che apprezzavo sempre di più le storie seinen e shōnen e che amavo sempre meno gli shōjo, che cominciavo a trovare ripetitivi e poco sostanziosi. Così ho cominciato a pensare che, magari, la colpa era dovuta al fatto che sceglievo male i titoli romantici mentre avevo avuto maggior fortuna con quelli avventurosi. Magari non era lo shōjo a cominciare a starmi stretto ma era tutta colpa del fatto che mi stavo comprando solo delle robe poco interessanti di quel particolare tipo. Quindi ho deciso, per la prima ed ultima volta nella mia vita, di dare ascolto alle masse e di lanciarmi nell’acquisto di una serie firmata da un’autrice molto di moda solo perchè tutti dicevano che era brava, ovvero Arina Tanemura. Se piaceva a così tante persone un motivo c'era, no? In quel periodo usciva Jeanne, la  ladra del vento divino e, senza né documentarmi né guardare un paio di episodi dell’anime, mi lanciai nell’acquistoL’avessi mai fatto! Il risultato fu che per un bel po’ abbandonai lo shōjo e lo ripresi in mano solo con autrici completamente diverse che raccontassero delle storie molto più interessanti e sensate. La recensione di questa serie non l’ho ancora realizzata ma posso dire che si tratta di un’opera prevedibile, leziosa fino allo sfinimento e con dei personaggi odiosi. Assolutamente da tralasciare. Manco a dirlo da quella volta sulla Tanemura ci ho messo una pietra (diciamo un menhir) sopra e non ho mai più preso nulla di suo.
Continua a leggere ...



lunedì 13 agosto 2012

32

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 27 - Un manga o un anime che consideri strano


Il concetto di strano è molto vago e personale ma, mentre sceglievo le domande del questionario, leggendo questa mi è subito venuto in mente Buonanotte Punpun di Inio Asano. Premettendo che io adoro Asano e che qualunque cosa che lui abbia scritto è sempre un piacere leggerla, ma Buonanotte Punpun è proprio strano. Narra le vicende di Punpun Punyama, un bambino che vive in una normale famiglia giapponese, peccato solo che l’intera famiglia Punyama non sia rappresentata con lo stile quasi fotografico classico di Asano, ma come delle specie di uccellini disegnati male. Il contrasto tra lo stile del resto del cast e degli sfondi con questi personaggi fa un effetto che rientra a pieno titolo nella mia definizione di strano. In ogni caso è una serie bellissima, assolutamente da leggere!
Continua a leggere ...



venerdì 10 agosto 2012

45

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 26 - Il miglior volume unico


Questa domanda secondo me è posta male perchè il mio autore preferito in assoluto di volumi unici, di One Shot ne ha prodotti veramente tanti e scegliere tra di loro mi pare praticamente impossibile. Quindi risponderò alla domanda (così, visto che non mi sono ancora presa abbastanza licenze, modifico una domanda che mi sono scelta io): qual’è il tuo autore di volumi unici preferito? Ovviamente Jiro Taniguchi! Con una produzione a dir poco mastodontica di veri e propri romanzi a fumetti che sono una gioia per gli occhi del lettore. Uno apre il volume pensando che si tratti di un comunissimo manga e invece viene proiettato in un mondo diverso, realistico e descritto in maniera impeccabile, solo come un grande maestro potrebbe fare. Sia che parli di storie legate agli schemi della natura che a vicende quotidiane, Jiro Taniguchi è capace di prendere per mano il lettore e di portarlo altrove. Leggere uno dei suoi volumi è sempre un’emozione! Chi l’ha letto sa che cosa intendo, per tutti gli altri c’è una vasta scelta di titoli da cui iniziare la collezione! Di suo per ora ho recensito solo Benkei a New YorkRecensione dei volume , gli altri sono in lista, abbiate fede!

Qual è il miglior volume unico secondo te? (così me lo segno che a me i volumi unici piacciono sempre molto)

giovedì 9 agosto 2012

32

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 25 - Il tuo personaggio non umano o mascotte preferito


Per una santissima volta non ho una folta schiera di possibilità tra cui scegliere perchè, onestamente, detesto le mascotte. Animalini carini, tenerini, pucci pucci, Kawaii, perfettamente inutili al fine della trama (o se servono a qualcosa è per un’azione che avrebbe potuto essere comodamente demandata ad un oggetto, vedi i vari Mokona, Luna e Artemis, o Kero-chan), che vengono inseriti solo per adescare gli amanti del tenero ad oltranza. Normalmente servono solo in siparietti comici o scenette coccolose. Quindi, mi trovo a votare per Totoro e i totorini (dal film d'animazione TotoroRecensione del celebre film dello studio Ghibli ), carini e coccolosi al punto giusto, non dotati di parola (sti animaletti hanno sempre delle vocine petulanti) e di un certo peso nella trama.
Continua a leggere ...



mercoledì 8 agosto 2012

38

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 24 - Il miglior cattivo di sempre

Anche questa non è una selezione semplice, anche se, escludendo post cattivi (come Itachi, che si scopre essere stato sempre buono), pentimenti dell’ultima ora (come Folken), motivazioni approfondite strappalacrime (come la quasi totalità dei cattivi di anime e manga) e cambi di comportamento dell’ultimo secondo, i veri malvagi fino in fondo non sono poi tantissimi. I duri e puri della cattiveria congenita, quelli che sono così perchè hanno il gene della stronzaggine tatuato nel DNA e non perchè hanno avuto un'infanzia infelice, purtroppo latitano. Ovviamente qualche candidato conforme alla mia idea di villain fino in fondo sono riuscita a recuperarlo, quindi andiamo a vederli insieme dopo il salto!
Continua a leggere ...



martedì 7 agosto 2012

20

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 23 - Una serie che dovrebbe essere tenuta più in considerazione


Premetto che non ho molta idea di quello che la gente tiene o non tiene in considerazione, per cui mi limiterò a citare dei titoli che, pur meritando tantissimo, hanno una visibilità talmente bassa che non mi è praticamente mai capitato di incontrare qualcuno che li conoscesse (e la cosa è deprimente, visto che poi mezzo mondo conosce certe schifezze senza arte ne parte). Il primo è sicuramente La legge di Ueki di Tsubasa Fukuchi. Si tratta di una delle migliori serie shōnen che mi sia capitata di leggere, in grado di offrire degli scontri ragionati e molto strategici. Purtroppo in Italia è stato un flop assoluto, per cui dubito che leggeremo mai il seguito Ueki Plus.
Continua a leggere ...



lunedì 6 agosto 2012

24

Back from Sweden

Un vicoletto di Gamla Stan, il quartiere storico

Sono rientrata alla base dalle sempre troppo brevi vacanze (che hanno compreso la visita della capitale della Svezia e qualche giorno di mare a scrocco da mia mamma) e tra poco, giusto il tempo di smontare la valigia e di fare il conto delle piante che sono morte di sete, comincerò a rispondere alla montagna di commenti arretrati del blog (grazie a tutti!). Stoccolma è una gran bella città, che può offrire parecchio ad un visitatore e che presenta ben più di una particolarità (tipo che è costruita sulle quattordici isole che mettono in comunicazione il lago Mälaren con il Mar Baltico o il meraviglioso Vasa, il vascello seicentesco recuperato dal fondo del lago), ma di questo ne parlerò più approfonditamente in un apposito post.

La finestra di una tipica fattoria rossa

22

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 22 - Un titolo ancora inedito in Italia che vorresti leggere


Mi piacerebbe leggere tutto quello che non è ancora stato stampato in Italia disegnato da Naoki Urasawa (anche se mi mancano ancora un paio di cosette nel parco di quelle già pubblicate) e quindi Pinapple Army (parzialmente edito dalla defunta Granata Press secoli fa), Yawara! e Master Keaton. Yawara! è un titolo sullo stesso filone semi-serio di Happy!, basato però sul judo, mentre gli altri due sono manga con tematiche decisamente più pesanti. Pinapple Army è una serie di guerra (una delle primissime opere di Urasawa, dove lo stile del maestro è ancora acerbo) e narra la storia di un veterano che insegna a chiunque glielo chieda ad usare tecniche di combattimento, mentre Master Keaton è una serie drammatica che narra la storia di un  professore dall’apparenza normale ma che ha un passato alquanto vissuto per la sua giovane età. Chi le pubblicherà mai? Nessuno, nessuno?
Continua a leggere ...



venerdì 3 agosto 2012

22

30 giorni di Anime e Manga - Giorno 21 - Un manga che che ti vergogni del fatto che ti piaccia


Credo che oramai sia stra-nota la mia immotivata passione per gli zombie e credo anche di aver chiarito di leggere con sommo gusto una trashata come Highschool of the DeadRecensione completa della serie . Non è proprio che me ne vergogno, ma diciamo che cerco di evitare di metterlo in piena vista sulla mensola più a portata di mano della libreria. Giusto per evitare che qualche parente lo prenda in mano per sbaglio e che quindi  mi trovi a spiegare perchè io legga una roba piena di fanservice al limite del ridicolo e di non morti che camminano. Lo tengo dietro, non cade in mano a nessuno e tutto va bene. Ma qua lo scrivo che è una vera figata! Ci sono gli zombie, tanti zombie, aggressivi, affamati e per nulla amichevoli! E sono così ben fatti che soprassiedo sul fanservice (di cui non me ne frega assolutamente nulla) senza troppi problemi! Mi sono anche guardata la versione anime (che calca ancora di più la mano sul fanservice)!

C'è qualche serie che ti fa vergognare o che preferisci non citare in pubblico?