lunedì 30 gennaio 2012

31

Fumetti - Guida pratica a dove comprarli

Come ormai ben sapete ho una discreta collezione di mangaPer chi se lo fosse perso qui c'è un post dedicato alla mia collezione e ampliarla è una continua croce specialmente per il portafoglio e delizia. Quali sono i posti migliori dove procurarsi nuovo materiale? Vediamo insieme la descrizione di dove si possono comprare gli amatissimi fumetti (vale sia per i manga che per i comics) e soprattutto dove si  può sperare di avere qualche succulento sconto. Dato che io non sono un'esperta di action figure e di gadget (non ho quasi mai comprato nulla del genere, se si escludono due portachiavi di Bleach da pochi yen e un peluche di P-chan), vi rimando agli esaustivi post scritti da OMEGA_BAHAMUT sull'argomento (parte prima, seconda e terza).

Facendo un piccolo calcolo tramite questo strumentoE' una figata, provare per credere è venuto fuori che la mia spesa annuale in fumetti (extra esclusi) corrisponde a quanto avrei letteralmente bruciato fumando cinque sigarette al giorno. Cinque misere sigarette! Forse un giorno morirò prematuramente perchè la mia libreria mi franerà addosso per il troppo carico, ma ogni tanto sono veramente felice di aver scelto i fumetti invece di prendere il vizio del fumo.


Ma adesso arriviamo al sodo, ovvero quelle che sono le reali possibilità per un lettore che desideri ampliare la propria collezione. 



A) Negozi - Lasciate ogni speranza (di portare a casa il portagoglio ciccioso), voi ch'entrate

Fumetteria: il negozio dedicato ai fumetti è il luogo di perdizione di ogni appassionato. La prima volta che ci misi piede dentro ero una ragazza innocente e assolutamente non conscia del fantastico mondo che mi attendeva oltre a quella porta a vetri. Ne uscii con in mano una busta contente il primo volume di Marmalade Boy e da quel momento quel signore pingue con i capelli bianchi che me l’aveva venduto è diventato il mio spacciatore di fiducia (sono ormai certa che la droga costi di meno). Non tutte le fumetterie sono però uguali, vediamo ora che tipo di negozio ci si può aspettare.

La solita coda immonda
1) Modello supermercato: super fornitissima, ha tutti gli arretrati possibili (a patto che non siano esauriti), compresi quelli delle opere più sfigate e dimenticate. Tutto il materiale esposto è ordinato con un criterio logico e intuibile. Tiene un impeccabile servizio di caselle, ti procura il materiale in meno di una settima e spesso e volentieri è l’unico posto dove trovare le cose di nicchia. Il personale di solito è impegnato a gestire una coda spropositata per cui è inutile cercare dei suggerimenti da loro, non ti calcoleranno neppure. Ma soprattutto non parlate mai e poi mai di offerte e materiale di seconda mano! Loro non ne tengono, anzi considerano solo il fatto di averlo citato alla stregua di una bestemmia. Se si è in possesso di una famigerata “tessera del cliente”, ottenibile solo spendendo almeno un capitale da loro (o accendendo un mutuo), vi permetteranno di accedere al classico sconto del 10% sui fumetti nuovi. Simpatici come la febbre a Natale ma estremamente professionali e fondamentali per chiudere certe collezioni.

Carramba che sorpresa
2) Modello bazar dei misteri: negozio gestito da una persona simpatica e amichevole, sempre ricco di sorprese. Non si è mai sicuri di cosa si troverà appena varcata la soglia della bottega, a volte ha scatole e scatole di fumetti in offerta, altre volte si è dimenticato di fare gli ordini della settimana per cui il tuo volume di One Piece (atteso per tre lunghi mesi) magicamente non c’è. Il punto forte di questo fumettaro è la simpatia, lo sconto del 10% fisso e il fatto che tratta anche il materiale di seconda mano, per cui, quando ha voglia di lavorare e sistemare un po’ delle tante scatole che affollano il negozio, affiorano delle serie complete tenute benissimo a dei prezzi più che accettabili. Maestro della famigerata tecnica “Prendi senza impegno, se non ti piace me lo riporti”, proprietario di un mistico magazzino da cui ogni tanto affiorano pezzi esauritissimi (di cui magari si era pure scordato l’esistenza), si candida come uno dei peggior nemici possibili per i portafogli cicciosi. Con lui bisogna fare attenzione a non rivelare tutti i propri interessi: potrebbe avere la serie di cui stai parlando ipoteticamente in quello scatolone abbandonato da mesi nell’angolo del negozio e tirartela fuori a tradimento! 

Con sta pioggia e con sto vento
Edicola: comprare fumetti in edicola è semplice, immediato e senza impegno ma anche pericoloso. Prima di prendere un volumetto bisogna controllarlo per bene perché spesso gli edicolanti li trattano con la stessa cura che riservano ai quotidiani, ovvero nulla. Fumetti piegati, con copertine tagliate (aprono le scatole con la taglierina senza riguardi), cotti dal sole o inumiditi da una pioggia battente sono solo alcuni dei difetti che si possono riscontrare. In edicola spesso passano anche non appassionati (o bambini!) che li sfogliano senza attenzione, spalancando la rilegatura o spiegazzadone le pagine. L’edicola si può considerare una specie di soluzione di emergenza per i casi disperati.


B) Luoghi di ritrovo (reali o virtuali) - ovvero dove ci sono talmente tanti venditori tutti insieme che uno potrebbe spendersi fino alla pensione (compresa)

Attenzione ai pacchi!
Fiere: la fiera del fumetto è una vera gioia per l’appassionato. Si parte con un bello zainetto vuoto e un portafoglio ben imbottito e si torna con una situazione opposta: zaino pieno e portafoglio vuoto. Si possono trovare complete tutte quelle serie e tutti quei volumetti sparsi che servono a colmare i buchi della propria collezione. Oltre ai meravigliosi pack in sconto (a volte gentilmente offerti dalle stesse case editrici) e alle mistiche bancarelle dove si trova tutto ad 1.00 €. Bisogna solo fare attenzione a non farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto a tutti i costi (che porta sempre rovinose conseguenze e assicura grandiosi pacchi) e ricordarsi che affrontare la fieraPost sul perchè si partecipa con metodo è l’unico modo per non farsi fregare. Bisogna passarla tutta, osservare i vari prezzi delle serie di cui si è interessati e solo dopo decidete se e cosa prendere. Ricordate che chi vi sta davanti è un fumettarolo, che conosce il mercato meglio dei suoi acquirenti (quasi sempre) e che è lì per vendere al maggior prezzo possibile: bisogna prendersi il proprio tempo, ragionate bene e valutate se non stia cercando di  piazzare una fregatura (specialmente se sta cercando di vendere una completa impacchettata in modo strano di cui non si riesce a verificare la condizione di tutte le copertine). 

Ci si compra e ci si vende di tutto
e-bay: le aste on line sono uno dei modi migliori per comprare (e vendere) fumetti senza spendere un capitale. Le offerte migliori sono quelle dei propri colleghi collezionisti, che per qualche motivo fanno fuori parte della propria raccolta, e quelle dei fumettaroli in cerca di pubblicità (o feedback positivi). Bisogna armarsi di santa pazienza, scrutare la rete in attesa di un’offerta imperdibile, attendere lo svolgimento dell’asta e sperare che non ci siano dei cacciatori appostati. Gli svantaggio di questo metodo sono l’insicurezza dell’acquisto (fino all’ultimo possono soffiartelo) e il fatto che lo stato dei volumetti si può valutare solo dalle foto dell’inserzione e dalle informazioni fornite dal venditore stesso. Inoltre è consigliato avere la PayPal (riduce al minimo i problemi sui pagamenti) e un buon posto dove farsi spedire il pacco, possibilmente dove ci sia sempre qualcuno (tipo casa della nonna ottantenne che non esce mai), per non impazzire dietro ai corrieri.


C) Botte di fondello - quel tabagista di mio cugino mi ha venduto tutto One-Piece in cambio di un pacchetto di sigarette

Su queste non c'è nulla da fare, quando capita un amico o un parente (magari meticoloso collezionista) che vuole liberarsi di parte della sua collezione e si è in prima fila per l'acquisto non si può che definire la cosa una clamorosa botta di lato B. Nella mia vita mi è capitato solo un paio di volte: con la prima parte di Inu Yasha, legalmente acquistata da una compagna di liceo (anche se ho ancora il vago dubbio che la collezione fosse del fratello e che lei la stesse vendendo a sgamo) e con gran parte del materiale di una mia parente, che ad un certo punto della sua carriera è diventata troppo acculturata per leggere manga.

Non ho resistito, dovevo mettere quesra gif!

Morale della favola io ho un fumettaro-bazar di fiducia (quello che mi ha venduto quel famoso numero di Marmalade Boy), quando mi perde qualcosa (o per cose molto particolari) vado alla fumetteria-supermercato (fino a qualche tempo fa convenivano anche sistemi come Amazon, ma adesso lo sconto che fanno è praticamente quello del negozio). Frequento le fiere alla ricerca di grandi offerte (con la mia agendina nera in mano su cui sono appuntati serie a cui sono interessata e prezzi di copertina) e quando ho un po’ di liquido da investire e un po’ di tempo da buttare mi dedico alle aste su e-bay. 
E tu, dove li compri i tuoi fumetti?
author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





31 commenti :

  1. Eh eh... io come sai non compro fumetti, di solito cerco libri di illustrazione e preferibilmente monografie di un autore con varie fasi del disegno: dalla bozza al definitivo. Il costo va dai 15 ai max 30(limiti che mi sono imposta): quindi in media è molto più di un fumetto, ma se consideri che di solito ne compro 2-3 all'anno va più che bene e sono contenta di spendere quella cifra se ne vale la pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le cose un po' più particolari l'unica soluzione è una bella fumetteria supermercato super organizzata che abbia anche materiale di nicchia.
      I manga in formato classico costano di meno ma se si vuole leggere determinati autori (tipo Taniguchi) viaggiano su quelle cifre (motivo per cui lo sto recuperando con molta calma) XD

      Elimina
  2. Uashuash, great post! Potremmo disquisire per ore su queste cose, mumble, io non compro fumetti ma l'altra metà della mela si, ergo frequento LA FUMETTERIA! Luogo in ci si perde per ore, anche per dei giochi di ruolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e benvenuta! La fumetteria è uno di quei luoghi mistici dove entri dicendo "prendo solo questo, due minuti e sono fuori" e invece si esce ben più tardi con una borsa di materiale ^^

      Elimina
  3. anch'io compro un po' qua e un po' là. ho avuto alcune botte di culo su Ebay, acquistando delle serie a buon prezzo, e non ho mai avuto fregature finora perchè gli appassionati di fumetti tengono le loro collezioni con estrema cura. ho un paio di edicole ben fornite dove vado a "fare il giro" ogni tanto, il problema però è che non tengono molti numeri di ogni serie e quindi quelli più popolari vanno via bruciati. inutile provare a chiedere di tenerli da parte, basti dire che uno di questi chiama i manga "quei cosi lì"... a negozi invece qua da me (città di provincia non troppo grande) fino a qualche mese fa stavamo messi malissimo; c'era una sola fumetteria sfornitissima che poi ha chiuso, tipo che non sono mai riuscita a trovare quello che cercavo e dovevo sempre ordinare tutto, poi il tizio voleva rigorosamente il pagamento anticipato e io dovevo tornarci rigorosamente almeno tre volte perchè i manga non arrivavamo mai... però per fortuna l'anno scorso un ragazzo ha tentato l'investimento e ha aperto una fumetteria come si deve, prenota tutto quello che gli chiedo e mi procura i manga al massimo in una settimana, facendomi sconti estemporanei. insomma, è la mia salvezza!! alle fiere cerco di limitarmi, sia perchè non mi va di fare a pugni alle bancherelle, sia perchè mi è bastato due anni fa a Lucca: tutto il giorno con una sporta di svariati quintali sulle spalle non è esattamente il mio concetto di divertimento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me su e-bay per ora è andata bene, ho acquistato alcune interessantissime serie complete a dei prezzi veramente limitate e per di più nuove o quasi nuove, ma ho visto anche delle aste dall'aria decisamente dubbia.

      Per fortuna vivo in una grande città e quindi qui di fumetterie ce ne sono in abbondanza e rendono la vita dell'appassionato fin troppo facile. Che simpatia il fumetttarolo che pretende i pagamenti anticipati per i manga XD. Qui non esiste, anche perchè per una richiesta del genere il cliente esce e riprova da un'altra parte. L'unico caso in cui ho visto chiedere un acconto è per grossi ordini, ma posso anche capire che il negoziante in qualche modo debba tutelarsi per una spesa onerosa.

      Alle fiere io mi porto la Dolce metà (che fa il cavaliere) e si occupa dello zaino. Di solito cerco comunque di fare acquisti "pesanti" solo poco prima di andare via. Tranne che per le bancarelle di offerte (e lì non mi ferma nessuno), dove la roba sparisce, di solito il resto si trova senza problemi anche alla fine ^^

      Elimina
  4. Bellissimo post.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  5. complimenti per questo bellissimo post :D devo dire che io all'inizio compravo solo quello che trovavo in edicola ( e spesso mi sono capitate bruttissime sorprese T_T cover tagliate DDD: )ora invece ho messo radici in fumetteria e da poco ho anche scoperto un altro modo per completare le serie incomplete o per reperire serie esaurite : facebook X°D sono membro di diversi gruppi di vendita manga e finora devo dire di aver fatto dei buoni affari ( oltre che a vendere facilmente delle serie che non seguivo più)....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ Con le edicole ho sempre avuto anche io un rapporto poco roseo ma, per fortuna, qualcuno (non ricordo chi) mi fece vedere cosa controllare nei manga prima di acquistarli (cover, costine e via discorrendo), così non ho mai comprato volumetti rovinati.
      Su facebook non ho mai provato a comprare ma può essere un canale interessante, dato che ci si ritrova tra appassionati ^^

      Elimina
  6. La mia fumetteria di fiducia è un po'un incrocio fra i due modelli che proponi. 10%di sconto, puntualità, non fornita a dismisura, ma se non c'è qualcosa te lo fanno arrivare. Scaffalino di fumetti usati, in genere poco interessanti. Fumettara abbastanza simpatica e disponibile.
    In definitiva vado quasi sempre lì, ogni tanto però capita di andare in un modello supermercato o bazar, dipende dai casi della vita (ti ci trovi davanti, vuoi non entrare?).
    Ogni tanto vado a qualche convention, di solito in autunno (per brutali motivi economici), con segnati numeri mancanti di varie serie. A volte però finisco per comprare solo gadget (niente action figures, di solito pelouches, accessori o abbigliamento).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me capita spesso di entrare in altre fumetterie, così, solo per farci un giro. E poi magari hanno in esposizione quel volume che cerco da una vita e non sono mai riuscita a trovare, sarebbe un delitto non fare almeno un tentativo. Così mi sono passata quasi tutte le fumetterie della mia città, stabilendo che il mio caro vecchio fumettaro bazar alla fine va più che bene, sapendo che certe cose molto particolari dovrò comunque cercarle in giro.
      La parte migliore è che spesso ha dell'ottimo materiale di seconda mano. Serie complete tenute come nuove ^^

      Le fiere a me piacciono anche solo per passare un pomeriggio diverso. Fotografo i cosplayer, cazzeggio in giro e se tutto va bene mi compro qualche serie a un buon prezzo. Di solito cerco di farne due o tre all'anno ^^

      Elimina
  7. Per me l'acquisto di manga è sempre un po' una battaglia:prima che aprisse l'unica fumetteria della mia città e di un intorno di circa 200km (non sto esagerando) la mia unica ancora di salvezza erano eBay,mercatini e negozi online,e considerato che la fumetteria medesima sta per chiudere e che in edicola trovi e quindi compri poco o niente questi canali resteranno anche in futuro le mie principali se non uniche forme di approviggionamento,visto anche che non ho familiari che leggono fumetti,e lo stesso vale per quasi tutti i miei amici;come fiere sono andata tre volte al Romics e una al Rimini Comics,ma in generale sono difficilmente pòraticabili,di tanto in tanto faccio un salto a Roma e allora approfitto anche per visitare qualche fumetteria...non so se tutto ciò sia un sottile invito a smettere xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E-bay secondo me è un'ottima fonte per i manga, specialmente se si parla di serie complete. Su tanti titoli su può risparmiare un po', avendo la pazienza di attendere che la serie sia finita.
      Tra i miei familiari che leggono manga ce ne sono solo due: uno ha smesso (mia sorella) e l'altro segue due titoli in croce. Tutti gli altri mi prendo in giro per la mole della mia collezione XD

      Al Romics e al Rimini Comics mi piacerebbe andare ma per me sono un po' scomode e convincere la Dolce Metà è sempre difficile.

      Elimina
  8. Fortunatamente è mio fratello che si occupa dell'approvvigionamento delle (poche) serie che seguiamo. Lui è molto più pratico di me e non si perde tra gli scaffali, io finirei davvero per farmi fregare da trecento cose che sembrano interessanti ma in realtà non lo sono.
    Di solito One Piece lo prendiamo all'edicola sotto casa, che è al chiuso e non esposta alle interperie. A Bologna il "supermercato" è Alessandro Distribuzioni, che ho scoperto essere celebre quando le mie compagne di università fuorisede ne hanno parlato come di un luogo che sognavano da anni. Pare sia uno dei più grandi d'Italia, meno male che non lo frequento spesso, diventerei per forza manga-addicted e ciao ciao soldini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di solito vado in fumetteria molto organizzata con la lista di quello che sto cercando se no mi perderei (e poi con il mio fumettaro sarebbe una tragedia, a volte manco lui sa esattamente quello che è uscio).
      Se l'edicola è chiusa il problema intemperie non sussiste, bisogna solo fare attenzione alle cover perchè ogni tanto (abbastanza spesso diciamo, praticamente sempre) aprono le scatole con il cutter e la copertina del primo risulta tagliata.
      Mi piacerebbe vederla quella maxy-fumetteria ma per me è un po' fuori mano XD

      Elimina
  9. Collezione di manga di tutto rispetto, oltretutto efficace campagna contro il fumo!
    Divertente, conosco bene i vari posti perchè mi sono sempre sbatacchiato da un negozio all'altro per cercare fumetti per altre persone. Io ho sempre letto poca roba di manga/comics ma segno i suggerimenti - tipo di scansare la truffaldinità dei commessi - per quando mi deciderò ad approfondire qualche serie!
    Ma i disegni li hai fatti te? Belli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specialmente se non sei un cliente fisso bisogna sempre fare attenzione che cover, costine e quant'altro siano in ordine. Ogni tanto si trovano i furbastri che cercano di far fuori il materiale leggermente rovinato che hanno.

      Grazie, i disegni li ho fatti io. Dopo una infruttuosa ricerca di qualcosa che andasse bene su internet ho deciso di darmi ad fai da te e ho ripreso in mano la matita dopo anni di latitanza ^^

      Elimina
  10. Grazie mille per il link ^^

    In ogni caso, sebbene non compri poi tantissimi fumetti, i miei acquisti li faccio sempre allo star shop vicino casa (una fumetteria-supermercato come dimensioni, ma con poca gente e fortunatamente dotata di tizi simpatici).
    Personalmente gli altri metodi di acquisto li userei solo in casi eccezionali, principalmente a causa dei difetti critici del caso:
    1) alle fiere di solito preferisco tenermi i soldi per acquistare action figures o gadget vari. In ogni caso l'occasionalità della fiera rende irreperibile il venditore ed espone il compratore ai soliti atteggiamenti da furbetti (come il vendere a prezzi folli).
    2) alle edicole impedirei di principio di acquistare manga, visto la condizioni in cui essi vengono tenuti (ho visto copertine completamente inbiancate a causa del sole... uno spettacolo orribile). Mi dovrebbero pagare per comprare in edicola.
    3) evito sempre di comprare su ebay i fumetti... tra una cosa e l'altra si paga più di spedizione che altro (inoltre come giustamente detto non ci si può assicurare della qualità). Consigliato solo per volumi introvabili.
    4) non ho così tanta fortuna di beccare amici che si vogliano liberare di cose a cui sono interessato XD

    Bell'articolo comunque :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si parla di gadget ne sai sicuramente più di me, quindi lascio la parola all'esperto e ti linko ^^

      Che fortuna avere una fumetteria supermercato con gente cordiale e simpatica, quella che frequento io è gestita da due soggetti veramente antipatici. Hanno un sistema per cui tutto il materiale in esposizione, ad esclusione delle ultime uscite, è imbustato, per cui quando arrivi alla cassa te lo sostituiscono con un'altro preso da una scatola, con il risultato che spesso cercano di rifilare materiale non in perfette condizioni. Sfruttano il loro sistema di sostituzione al volo e il fatto che essendoci sempre la fila tu non controlli cosa ti mettono in mano. Tutte le volte li devo mandare indietro perchè cercano di vendermi qualcosa di rovinato.

      Io gadget non ne prendo quindi alle fiere il mio portafogli si alleggerisce principalmente per i fumetti. Ultimamente i venditori stanno peggiorando molto, facendo cartello sui prezzi (tutti con le stesse serie allo stesso costo, li ammazzerei) e diventando sempre più esosi.

      Ho visto anche io delle edicole che esponevano dei manga in modo terrificante (a volte anche volumi che sono poi diventati introvabili T__T), specialmente quelle a chiosco all'aperto sono da evitare come la peste. Quelle chiuse (stile negozio) vanno già meglio ma la cura degli edicolanti verso i manga non è mai molta comunque.

      Su e-bay c'è un sacco di roba interessante, bisogna solo avere tanta tanta pazienza e aspettare che arrivi l'offerta giusta. Personalmente ho comprato benissimo in questo modo.

      Elimina
  11. Bellissimo post come sempre XD Anch'io ho sempre paragonato il vizio dei fumetti con quello del fumo...quello che spedevo io era paragonato al costo di 4 pacchetti di sigarette al mese xD Adesso ho un po' smesso gli acquisti, ma appena ricomincio a lavorare mi rifiondo subito in fumetteria xD

    Ps: la prima volta in fumetteria si esce sempre con un solo volumetto...è un classico xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ Pensa che io non fumo e non bevo caffè (un'altra spesa fissa giornaliera nella vita di molte persone) e investo tutto quello che risparmio in adorabili fumetti. Acquistare un oggetto che resta (e può essere riletto) lo trovo molto più soddisfacente ^^

      Purtroppo solo la prima volta (e in sporadiche occasioni successive) si esce con un fumetto solo in mano. Tutte le altre volte la borsa è sempre più carica ;-P

      Elimina
  12. Grazie per aver deciso di seguirmi :3

    Myà!

    RispondiElimina
  13. Qui in zona c'è "bazar dei misteri", fra le sue caratteristiche principali, il folto strato di polvere che ricopre ogni scatolone dei fumetti. A meno di apparizioni improvvise di volumi che cercavo da tempo nelle fumetterie random, di solito preferisco ordinare comodamente da Amazon o divertirmi a spulciare gli scatoloni delle offerte nelle fiere :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non dispiace passare in fumetteria una volta alla settimana. Ormai sono anni che frequento la stessa e mi fermo sempre a fare due chiacchiere con il fumettarolo. In questi giorni nevica così tanto perchè si è deciso ad aprire un gruppo di scatoloni che stazionavano in negozio da qualcosa come sei mesi XD

      Elimina
  14. Da giovane (ora mi senti vecchiaccia...) ho comprato qualche manga (karekano, un volume berserk (?), i cavalieri dello zodiaco...) ma poi non mi è mai nata quella passione che mi fa ipotecare casa (mi raccomando eh... non ipotecarti casa per comprare manga xD)... non sapevo esistessero tanti luoghi per comprare fumetti xD (da te non si finisce mai di imparare!) :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che la mia spesa mensile in manga è assolutamente contenuta. Ho un fisso in uscite regolari (cifre che altri si spendono in sigarette o caffè) più qualche extra ogni tanto per fiere e aste on line. La ricerca dell'offerta interessante è una delle parti più divertenti dell'acquisto fumetti ^^

      Elimina
  15. Questo post l'ho semplicemente adorato *___*
    Io non fumo e, tutte le volte che mia madre mi fa notare la mia spesa mensile in manga, mi rifaccio dicendole che lei spende 4.20€ in sigarette ogni giorno, perciò io (quasi sempre XD) mensilmente spendo meno di lei è_é E, soprattutto, non mi rovino la salute nè la rovino agli altri...l'unico problema è lo spazio, ma questa è un'altra storia XD

    Le fumetterie modello supermercato le amo e le odio al tempo stesso; le amo perché si trova davvero di tutto e le odio perché molto spesso il personale è simpatico come un calcio nei denti e manca la confidenza venditore/cliente che tanto mi piace (e non piace al mio portafoglio XD).

    Il modello bazar è quello che frequento di più *-* A volte spuntano cose altamente interessanti e poi una chiacchierata non la si nega a nessuno.

    L'edicola per me non esiste più. Era il mio punto d'acquisto nei primi anni '90 quando le testate erano quindicinali o mensili e le fumetterie ancora non avevano preso piede. Gli albi si trovavano in condizioni pietose, rovinati e semi-smangiucchiati dai topi XD, con pagine staccate e orecchie ovunque =_= Ho ancora gli incubi O_o

    Le fiere le uso più come 'studio dei personaggi nerd'. Non so se sono solo io che la penso così, ma la gente in fiera è di uno snob mostruoso e si credono tutti degli intellettualoidi 'saputi'. Per quanto riguarda il materiale, beh...se ne trova taaaaaaaaaaanto XD

    Le aste non le ho mai provate...mumble mumble...

    La botta di c*lo è rara...ma quando capita salto per la stanza come un idiota XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che ti sia piaciuto (avevo un po' il timore di inimicarmi tutti i tabagisti convinti ;-P)Con quello che tua mamma spende in sigarette si potrebbe comprare un volumetto al giorno, non è mica poco, anzi, pensa che collezione avrebbe se avesse deciso di comprare manga *__*

      In edicola ho comprato qualcosa agli inizi (in una chiusa però, che quelle aperte mi hanno sempre spaventata molto) specialmente quando cercavo i volumi defunta Play Press che al mio fumettarolo-bazar non arrivavano (non so perchè ma la roba della Play non gli è mai andata a genio). Frequentando l'edicola ho imparato cosa bisogna controllare nei manga per assicurarsi che il volume sia in ottime condizioni (e non è un complimento per gli edicolanti XD). Infatti mi fa sempre molto ridere quando su e-bay scrivono nuovo/da edicola per indicare un prodotto in perfette condizioni XD

      Le aste non sono male, bisogna seguirle un minimo ma si fanno anche ottimi acquisti (Rookies per esempio l'ho preso così ad un ottimo prezzo) ^^

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.