lunedì 2 gennaio 2012

39

Il problema del protagonista delle serie d'azione e di avventura

Il protagonista di una serie è il personaggio che interpreta il ruolo principale, quello che fa la parte del leone e che normalmente è l’eroe della vicenda intera. Peccato solo che troppo spesso nelle serie si azione e avventura sia una mezza calzetta che avanza lungo la via del successo a colpi di poderose botte di predestinazione (o di fondello) e che senza l’aiuto dei suoi comprimari (normalmente molto più interessanti di lui), di un po’ di personaggi secondari e di qualcuno che passava lì per caso, non avrebbe mai e poi mai combinato nulla nella sua vita. Normalmente alla fine della storia riesce anche a compiere azioni eroiche e miracolose ma, andando a ben guardare quello che è successo, si può osservare come il nostro prode sia principalmente vissuto a scrocco sul duro lavoro fatto da altri o sopravvissuto solo grazie alla sua gigantesca raccomandazione da protagonista.

Per fortuna non tutti i protagonisti sono così, ma sono comunque tutti accomunati dal fatto che senza la loro illuminante presenza la trama non può andare avanti. Si dividono principalmente in tre categorie, che andremo a vedere subito dopo il salto con i soliti esempi.


A) Quelli che portano una sfiga inenarrabile 
In questa rinomata categoria figurano tutti quei personaggi che disseminano intorno a loro una scia di morte e distruzione. Ovunque questi esseri si rechino avverrà una  tragedia, una morte imprevista o un dramma di qualunque tipo. Al loro passaggio persino i gatti neri e gli specchi rotti fanno gli scongiuri. Bisogna guardarsi da loro, appena uno li avvista deve tenere in conto di essere sulla lista delle possibile vittime (e farsene una ragione, tanto non c’è cura). Non ce n’è per nessuno, loro compaiono e la sciagura accade, precisa come un orologio svizzero.


Il piccolo Conan in azione, sta scegliendo la location del prossimo omicidio
Conan Edogawa - Detective Conan
Un allegro bambino alto un metro e una confezione di Tic Tac (forse anche meno) con l’hobby dell’indagine poliziesca dal vivo. Ovunque vada (gite fuoriporta, scuola, supermercato, visite ad anziane signore, ristoranti, parchi giochi, asili nido) avviene un orrendo omicidio. Vive da anni a scrocco di Kogoro Mori, un investigatore fallito che non se ne lamenta solo perché il piccoletto gli fornisce abbastanza materiale di lavoro per portare avanti la sua agenzia. Neppure più la polizia della prefettura in cui vive (e di quelle confinanti) fa più caso al fatto che sulla scena di ogni maledetto omicidio ci sia sempre il pestifero moccioso. Tutti quelli che provano a fargli del male o ad allontanarlo da suo passatempo preferito fanno una bruttissima fine.


Attento Remì, la giornata non è ancora finita
Remì - Remì le sue avventure
Remì è un piccolo nobile inglese che viene rapito e abbandonato da uno zio desideroso di ereditare. Viene adottato da una famiglia francese e vive una vita tranquilla per ben otto anni, finché, un giorno, inizia una sfolgorante carriera di mena-sfiga. Ogni famiglia, persona o anche animale con cui ha un qualunque tipo di rapporto finisce immancabilmente sul lastrico, gravemente ferito o addirittura al camposanto. La sua abilità è così grande che lo fa incontrare praticamente solo con persone già piene di guai a cui la sua sola presenza riesce a dare il definitivo colpo di grazia. Alla fine della serie, quando rincontra la sua vera madre, per evitarle ulteriori disgrazie (già ha un altro figlio con una grave forma di artrosi giovanile alle gambe a cui badare), decide di ripartire per un viaggio attraverso la Francia (i francesi ancora adesso stanno facendo gli scongiuri).


Non ha ancora capito che deve piantarla con le divinazioni
Hitomi Kanzaki - The Vision of Escaflowne
Questa adorabile liceale è una che ha reso il fatto di essere un uccellaccio del malaugurio una pratica professionale, affinata con anni di esperienza. E’ dotata di un ciondolo con un periodo di oscillazione di un secondo esatto e di un mazzo di pericolosissimi tarocchi, con cui riesce a predire solo morte e distruzione (è una dote naturale la sua). Ogni sua divinazione si avvera con matematica certezza, ma questo non dissuaderà certamente la giovane dal continuare imperterrita. Alla fine si renderà conto che le sfighe avvengono proprio perchè lei le ha preventivamente predette e non viceversa. Il giorno che finalmente ritorna sulla Terra è stato eletto festa nazionale su Gaea e viene festeggiato tutti gli anni con fanfare e fuochi d’artificio.


Edit: l'ho insertia visto che se ne è parlato abbastanza nei commenti
Jessica B. Fletcher - La signora in giallo
Dall'America arriva la vecchina più portasfiga del mondo dei telefilm: la signora Fletcher! In ben duecensesantaquattro episodi della sua serie (pochi in confronto agli oltre seicento di Conan, ma comunque ragguardevoli) più quattro film porta una prematura morta ad almeno un personaggio. Ovunque lei vada, con chiunque lei parli c'è sempre un'assassino appostato nel buio pronto a colpire quando meno ce lo si aspetta. Vive in piccolo paesino sulla costa del Maine (Cabot Cove) e gli abitanti (i pochi rimasti) fanno regolarmente delle collette per pagarle dei viaggi, in modo che se ne vada via per un po' di tempo e li lasci un po' in pace. Nel tempo libero (e con il materiale accumulato) scrive romanzi gialli molto venduti.


B) Quelli che sono solo ragazzini ma hanno ricevuto una raccomandazione suprema e, anche se inizialmente sono delle schiappe allucinanti, riescono a sconfiggere il boss di fine livello salvando il mondo
Eccoli, quelli di cui parlavo nell’introduzione e che quasi sempre non riesco a sopportare. Il membro tipo di questa popolosa categoria tradizionalmente è un ragazzino (o una ragazzina se donna) che vive una vita normale e ha un’età compresa tra i dodici e i quindici anni (questo è un punto fondamentale), più raramente è adulto come ad esempio Neo di Matrix (lo so viene da un film americano ma prendete per buono l’esempio). All’inizio della vicenda il nostro eroe si trova tra le gerarchie più basse della sua disciplina di combattimento (che siano arti marziali, carte, trottole o balletti poco importa) o ne è del tutto a digiuno, mostrando in svariate occasioni di non essere all’altezza di altri personaggi che circolano a piede libero nella storia. Nel giro di pochissimo tempo, però, riuscirà a liberare un potere speciale che lo renderà più forte di chiunque sia mai esistito nel suo mondo (attirandosi l’odio imperituro di chi da sempre sputa lacrime e sangue per migliorare, un po' come le protagoniste degli shōjo romanticiPost interamente dedicato ai personaggi di queste serie). Da quel momento in poi sarà tutta un’escalation di power-up che lo porteranno a battersi con avversari sempre più forti (in rigoroso ordine di potenza crescente), a vincere ogni scontro a suon di raccomandazioni firmate dall’autore del manga in persona e a far perfino fuori il nemico finale che mai nessuno era mai riuscito a ferire. Comandanti d’armata, veterani sul campo, creature mitologiche e demoni potentissimi potranno anche ritirarsi a vita privata e smettere di preoccuparsi dei problemi della trama: ci penserà il super raccomandato di turno a fare tutto!

In questa categoria rientrano ovviamente tutti i prescelti, salvatori, gente con profezie a proprio favore e predestinati vari. Anche contro la loro stessa volontà salveranno il mondo e non ce ne sarà per nessuno.

Qui potrei fare una marea di esempi, visto che la quasi totalità dei protagonisti di shōjo shōnen d’azione ricade in questa categoria. Mi limiterò a proporne tre assolutamente evidenti, più uno che, pur non essendo di origine nipponica, è a dir poco perfetto.


L'importante è sapere di stare barando di brutto
Uzumaki Naruto - Naruto
Naruto viene presentato come il ninja più scarso del suo corso, uno che manco riesce a fare una tecnica base (roba che esegue senza problemi anche una donna inutile come Sakura). Nel giro di pochi capitoli, però, impara a maneggiare senza alcuno sforzo una tecnica molto più difficile e soprattutto molto più proibita. Grazie ad un uso intensivo di questa apprenderà anche un modo per avere ulteriori power-up barando. Alla fine si dimostra molto più forte di chiunque altro nel suo villaggio (e anche da fuori), facendo incetta di colpi vietati e potentissimi che solo lui riesce ad usare.


Contro i Saint i colpi funzionano solo una volta: la prima. Tranne i suoi (e quelli di Shiryu)
Il ragazzo raccomandato per eccellenza, quello che senza la protezione di Atena non riesce nemmeno a indossare correttamente i pezzi dell’armatura. Parte rischiando di prendere sonore mazzate da uno scartino di infima qualità (Cassios) e nel giro di mezza giornata si trova a prendere a schiaffi i Gold Saint, molto più forti ed allenati di lui (insomma anche su questo ci sarebbe da discutere). Non pago di tutto questo nella saga di Ade arriva a malmenare anche una divinità, a cui poi giustamente vengono i due minuti e decide di farla finita trapassandolo con uno spadone.


Uno dei personaggi più raccomandati di sempre chiede aiuto alla sua metà malvagia
Ecco un altro classico raccomandatone da manuale proveniente da uno shōnen. Parte come comune cittadino, ottiene dei poteri da Shinigami rubandoli a Rukia ma li perde dopo aver incassato un paio di legnate ben date da un Byakuya ben più che innervosito. Si allena per circa una settimana (una settimana!), riottiene i poteri e dà il via ad una spedizione punitiva contro quelli che l’hanno battuto, durante cui ottiene un ulteriore power-up barando ancora (il bankai, in soli tre giorni, quando normalmente ci si impiega secoli a farlo). Durante il secondo round versus Byakuya è costretto ad usare pure il suo fedele hollow (che ovviamente ha solo lui in tutta la Soul Society) per vincere. Ma non finisce qui, prima della fine della saga successiva avrà ben due ulteriori power-up che gli permetteranno di uscire da un paio di situazioni disperate per poi perdere (di nuovo) i poteri. Ovviamente adesso sta recuperando (barando ulteriormente) e che se tanto mi da tanto a breve torneranno più splendenti di prima.


Sono cose che tendono a rovinare l'infanzia
In questo post abbiamo parlato della presunta malvagità del caro vecchio e non tanto innocente Silente, ma bisogna dire che tra i suoi studenti trova pane per i suoi denti, un avversario che lo mette a dura prova: Harry Potter. Questo, per sopravvivere a tutto quello che gli succede durante gli anni di scuola, ha bisogno di dar fondo a tutta la sua raccomandazione da protagonista (e ne ha una buona scorta), ma alla fine la spunta lui sul vecchio mago. Ne esce non del tutto mentalmente stabile ma può vantarsi di aver sconfitto due pazzi che attentavano alla sua vita in contemporanea.

Tra i protagonisti dei manga e degli anime che ho analizzato su questo blog e che rientrano in questa categoria possiamo anche trovare i seguenti personaggi: Sailor Moon (Sailor Moon), Maka Albaran (Soul Eater), Claire (Claymore), Yoshimori Sumimura (Kekkaishi), Rin Okumura (Ao no exorcist), Takashi Komuro (Highschoool of the Dead) e Setsuna Mudo (Angel Sanctuary) ma in giro ce ne sono molti altri.


C) Quelli che da subito mostrano la loro tempra fisica e morale e hanno diritto al loro ruolo di più potente della serie
Di solito questi personaggi sono degli adulti (più raramente dei ragazzi) che si sono conquistati il loro ruolo di combattente grazie a severi allenamenti o abilità innate che padroneggiano benissimo già all’inizio della serie e che quindi ci evitano tutta la trafila dell’allenamento farlocco. Normalmente vengono presentati già come guerrieri potenti e fanno parte di produzioni principalmente seinen o josei, più raramente shōnen o shōjo. A differenza dei loro corrispondenti precedentemente analizzati, loro non sono persone normali che diventano fortissime per salvare il mondo, sono forti e bastaQuesto concetto di forza. Sono diventati tali seguendo la normale procedura di addestramento, non per fortuna o raccomandazione. Non c’è molto altro da dire, fanno ciò che devono fare e non rompono l’anima con piagnistei e pare mentali. Fine. A volte muoiono pure a fine serie senza neppure lamentarsi troppo.


Uno che definisce le battaglie dei party
Il suo anime di appartenenza è una rivisitazione delle battaglie del periodo Sengoku basata su un videogioco picchiaduro. In ogni caso, per ogni nemico che compare sul campo di battaglia i buoni non vinceranno mai finchè non arriva il daimyo con la benda sull’occhio che, cavalcando alla testa del suo esercito, sbaraglierà i nemici. È così dall’inizio alla fine della serie, è più forte di tutti gli altri, lo sanno tutte le fazioni e lo sa anche lui, che si diverte sempre un mondo a combattere.


Ti sta guardando male, non è un buon segno
Lucy - Elfen Lied
Una da non far innervosire per alcun motivo. Lei è la capostipite dei Diclorius, una nuova razza che, grazie ai suoi speciali vettori (delle braccia invisibili lunghe un paio di metri), è in grado di ridurre a una Simmenthal chiunque gli capiti davanti. L’importante è saperlo e non cercare di affrontarla, qualunque tipo di approccio risulta sempre fatale. Sicari armati, soldati esperti e perfino esponenti della sua stessa specie hanno fallito miseramente ogni scontro, finendo a decorare il pavimento con le loro interiora tagliate a fettine sottili.


Mette a dura prova i nervi di chiunque abbia a che fare con lui
Sakata Gintoki - Gintama
Non è detto che l’anime o il manga in questione debba essere per forza serio per avere un protagonista di questo tipo e Gintoki ne è la dimostrazione lampante. Uno dei personaggi più cretini di sempre, uscito da un manga comico/demenziale, riesce a mostrare tutta la sua vera forza quando si tratta di risolvere qualche problema della trama. Tutti gli scontri più importanti sono suoi e senza il suo intervento i "buoni" farebbero una bruttissima fine in pochissimi giorni.

E tu cosa ne pensi? Quali sono i tuoi protagonisti preferiti e quelli invece che getteresti in pasto agli squali? Da chi vorresti veder salvare il mondo?
author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





39 commenti :

  1. Ahahahahahah! Bellissimo... di certo ho sempre pensato che non vorrei mai avere Conan a pranzo a casa mia! xD
    Immagina se incontrasse Jessica Fletcher.. sarebbero in grado di sterminare il genere umano!

    RispondiElimina
  2. Il prototipo del protagonista che porta sfiga dev'essere la mitica Jessica Fletcher.
    In generale non sopporto i pivellini alla Sailor Moon che diventano imbattibili solo per la raccomandazione: va bene scegliere un protagonista in cui ci si possa riconoscere, ma un conto è essere persone comuni, un altro essere piagnucolose, somare a scuola e insopportabili.

    Da esperta in che categoria metteresti Rufy? Non parte come più forte di tutti, anzi il suo potere non sarebbe una gran cosa di fronte alla gente che ha mangiato i Rogia, però non lo definirei nemmeno un raccomandato stile Harry Potter, ma magari sono di parte perché gli voglio bene.

    RispondiElimina
  3. Ahahah io e Nyu abbiamo citato la Fletcher in contemporanea!

    RispondiElimina
  4. @Nyu: La Fletcher in realtà è la nonna segreta di Conan ed è da lei che il piccolo detective ha ereditato i poteri di distruzione. Insieme potrebbero fare qualcosa dal titolo "Ecatombe" o "Distruzione finale", solo che poi uno dei due deve per forza costituirsi all'altro come assassino (anche se a quel punto non interesserebbe più a nessuno dato che sarebbero gli unici due superstiti al mondo) ^^

    @automaticjoy: quasi quasi la Fletcher la aggiungo alla lista degli esempi ;-P

    Anche io ho un pessimo rapporto con i ragazzini che improvvisamente diventano gli eroi invincibili rompendo l'anima al lettore/spettatore con le loro paturnie mentali. In questi casi tendo a prenderli in uggia e a preferire qualche comprimario o addirittura un personaggio secondario meglio studiato ^^

    Rufy in realtà lo metterei nell'ultima categoria dato che tutti i suoi successi se li gratta faticosamente. Possiamo dire che tutta la prima saga (fino a dopo il salto temporale in pratica) sia la sua gavetta. Oltre al fatto che, per adesso, non ha mai vinto neppure uno scontro a gratis, solo perchè era il protagonista, anzi, in un paio di occasioni le ha anche prese di brutto (ma si rifarà, sono certa che si rifarà) e in altre è stato aiutato dai suoi compagni. Le sue abilità le padroneggia bene e poi è simpatico per cui tendo ad essere di parte pure io ;-P

    RispondiElimina
  5. Gli unici che mi stanno seriamente sull'anima sono gli esponenti della seconda categoria,con la sola eccezione di Harry Potter,che comunque non è il mio personaggio preferito della saga,difatti tendo ad evitare le serie che si prestano ad avere protagonisti di quel tipo,un po' come da qualche tempo in qua evito gli shoujo con protagoniste genere Miki Koishikawa o Koto Aoki,che proprio non mando giù.
    Le uniche due eccezioni che mi vengono in mente sul momento sono Saint Seiya e Sailor Moon,e sul conto dei rispettivi protagonisti seppur di sfuggita mi sono già espressa.
    La categoria dei portasfiga invece è la mia preferita,adoro Conan,così come la sua zietta americana JB Fletcher,devo dire però che nell'ambito delle mie letture nippofile non mi viene in mente nessuno a cui far salvare il mondo (nessun protagonista,quantomeno,perchè in veste di salvatore dell'umanità vedrei benissimo Roy Mustang di FMA),nessuno in grado di soppiantare il mio supereroe preferito di sempre,ovvero il supersfigato Spider-Man.

    RispondiElimina
  6. Bè tra i più grandi portatori sani di iatture come non citare il caro buon vecchio Goku?
    Fa appena in tempo a nascere e il suo pianeta è ridotto in briciole, arriva sulla terra neonato e siccome è casualmente l'unico saiyan a non saper controllare la trasformazione in king kong fa fuori il povero nonnino che lo ha sfamato. Con lui in giro si palesano sulla terra mostri sanguinari via via più forti, e non contento esporta la sua jella anche nel lontanissimo Namecc...
    Finalmente pare realizzare questa sua condizione e in effetti si offre di immolarsi per sconfiggere Cell. Il nemico poi non lo sconfigge lui ma grazie a questo suo sacrificio la terra vive anni di pace e prosperità! Peccato che però senta la nostalgia di casa e decida di fare una sorpresa alla famigliola. Manco a dirlo, puntuali come le tasse, si materializzano sulla terra un empio mago folle e il suo mostro sigillato da miliardi di anni per il bene dell'universo!

    RispondiElimina
  7. @Jul: In generale ad essere antipatici sono i protagonisti raccomandati perchè si sai già, dopo appena due minuti di lettura/visione, che tanto a loro andrà tutto incredibilmente bene e che risolveranno i problemi (anche quando pare una mission impossible). E poi magari si mettono anche a fare la predica agli avversari (oltre il danno anche la beffa) con un classico buonismo da eroe XD

    Vedo che la categoria dei portasfiga professionali è molto amata, sarà quel loro fascino perverso del pericolo che si portano dietro ^^

    I miei favoriti di solito finiscono tutti in categoria tre, oppure mi appassiono a dei comprimari (come Roy Mustang, condivido la scelta) ^^

    @Emanuele: Effettivamente non avevo mai pensato a Goku in quest'ottica ma bisogna dire che rientra perfettamente in categoria, dove passa lui non cresce più l'erba (chiedere ai Namecciani per ulteriori informazioni)! Altroché Jessica Fletcher e detective Conan, in confronto sono dei principianti. Se non fosse per le sfere del drago con cui viene regolarmente fatta resuscitare un'esagerazione di gente la Terra ormai sarebbe praticamente disabitata (il drago Shenron ringrazia sentitamente per il super lavoro a cui è regolarmente sottoposto) XD

    RispondiElimina
  8. Io odio un diverso tipo di raccomandati: il protagonista sfigato o figo di turno degli shojo (ma soprattutto nei manga-anime ecchi!) che viene conteso dall'intera popolazione femminile mondiale. Nel caso sia figo posso accettarlo, ma un tipo che il giorno prima non lo cagava nessuno... Comunque questi articoli sono sempre fantastici XD

    RispondiElimina
  9. Parlavo di Code Geass nel post dei buoni/cattivi, ne parlo anche adesso.
    Secondo me uno che sta a metà tra i protagonisti raccomandati e quelli davvero forti e basta è proprio Lelouch: ottiene il potere del geass in modo a dir poco fortunoso, ma poi impara ad usarlo come si deve perchè rispetto agli altri personaggi ha davvero un'intelligenza superiore, anche se ha la resistenza fisica di un criceto paraplegico.

    Invece un protagonista raccomandato e basta è Shinji Ikari da Evangelion, che si ritrova a salvare il mondo soltanto perchè figlio del capo e ha il tasso di sincronia più alto con il suo Eva, senza mai aver mosso un dito per ottenerlo *ATTENZIONE SPOILER* perchè guarda caso il suo Eva è un clone cibernetico della madre mischiato con materiale angelico *FINE SPOILER*

    Uno che porta sfiga assurda è Actarus, del celeberrimo Goldrake. Diamine, tutte le ragazze che s'innamorano di lui muoiono, tranne una, che si salva soltanto perchè s'è messa da parte - a malincuore - a causa della concorrenza spietata.

    E ricordiamoci sempre di Sailor Moon! Quando majokko fa rima con raccomandazione.

    RispondiElimina
  10. @Buse: Il discorso dei protagonisti da harem comic è ancora più infido. Che sia un uomo o una donna (ci sono anche i reverse harem e, ad esclusione di pochissimi casi, come Ouran Host Club, sono delle fetecchie inguardabili) parte già con un velo di antipatia aggiunto perchè, da pallido sfigato/imbranato che era un attimo prima diventa l'idolo delle masse. Masse che tra l'altro magari avrebbero qualcosa di meglio da fare che occuparsi di quest'essere che gli è capitato tra capo e collo come in Hakuoki Shinsengumi Kitan (una schifezza che non ti dico, specialmente la seconda serie). Gli ideatori di queste storie potrebbero ogni tanto fare uno sforzino e farli un po' più fighi in partenza questi personaggi ;-P

    @Kon: Lelouch alla fine è uno che si impegna tantissimo in quello che fa e, anche se ha una piccola botta di fortuna iniziale, non si può proprio dire che sia un raccomandato. Il concetto di forza che intendo è più che forza fisica è più quello che esprimo qui (e avevo usato pure Lelouch come esempio, ai tempi) quindi direi che lui come personaggio è comodamente nella terza categoria.

    Shinji non l'ho mai sopportato ha una raccomandazione di livello superiore e passa la quasi totalità della serie a lamentarsene, mentre gli altri si fanno un tombino così perchè lui ha le sue crisi depressive.

    Goldrake mi manca come serie ma un altro personaggio che porta un pari livello di sfiga ai poveracci con cui ha legami sentimentali è Yoko di Tengen Toppa Gurren Lagann. Anche lì una strage,il protagonista si salva perchè (oltre ad essere raccomandato) è palesemente disinteressato a lei.

    Per quanto riguarda il discorso sui raccomandati è stata durissima scegliere, avevo una lista che non finiva più a mia disposizione ;-P

    RispondiElimina
  11. Fra i raccomandati mi sono ricordato ora del protagonista di Mx0 (un babbano considerato da tutti il miglior mago della scuola, grazie alla sua "fortuna"), manga che mi ha fatto odiare i giapponesi per parecchio tempo, visto che a causa loro è stato droppato. Nonostante il finale di m***a, a causa del drop, il manga merita tantissimo e lo consiglio a chiunque voglia leggere una storia divertente e appassionante allo stesso tempo, reperibile facilmente in rete e di "soli" 10 volumi. Quasi quasi me lo rileggo per la terza volta :D

    RispondiElimina
  12. Questa serie non la conosco per nulla, la metto nella lista dei recuperi da fare ^^

    RispondiElimina
  13. Davvero non hai visto Goldrake? Beh, allora preparati, sono 74 episodi di cui la maggior parte filler. Di positivo ci sarebbe che c'è anche la mano di Shingo Araki al chara design, ma soltanto in episodi sporadici, i quali infatti si notano subito rispetto agli altri, anche a livello di sceneggiatura (l'episodio 25 è emblematico in tal senso).

    Ora che ci penso, come non citare Haruhi Suzumiya? Se si annoia troppo distrugge l'universo!

    RispondiElimina
  14. In generale mi mancano molte serie degli anni 70/80, non solo Goldrake (e delle altre ho visto solo qualche sporadico episodio).
    Se avevano così poco materiale da dover riempire la serie di filler forse era meglio produrre qualche puntata in meno. Io con il filler ho il dente avvelenato, ad esclusione di rarissimi casi, sono veramente porcherie di scarto.

    Harui è così potente che tutte le leggi del suo universo le detta lei ^^

    RispondiElimina
  15. Conan = Signora in giallo reincarnata
    Si sa insomma e nessuno ancora si è fatto qualche domanda XD

    Hai messo Naruto ma non il ben più scandaloso Sasuke? Lui si che ottiene power up aggratiss e senza nemmeno essere il protagonista.

    Come sempre per il resto, mi piace leggere i tuoi articoli, soprattutto per le risate che mi fanno fare i tuoi commenti XD

    Ps: comunque dai Claire non è poi tanto malaccio rispetto ad altri protagonisti... almeno viene ownata in continuazione e non ha grossi power up (ora bisognerà vedere come ne uscirà dalla crisalide)

    RispondiElimina
  16. Per il caso Conan/Signora in giallo, la cosa più imbarazzante e che gente varia continui ad invitarli a casa propria sapendo il rischio che si corre XD

    Ho messo Naruto perchè è il protagonista della serie, in questo articolo ho parlato solo di protagonisti, non per altro. Sasuke non l'ho mai sopportato molto, neppure quando era ancora a Konoha e se la tirava tantissimo per non meglio chiariti motivi (gli emo-vendicatori mi stanno sempre sulle scatole, per come è poi finita la storia con Itachi mi sta sulle scatole il doppio).

    Claire invece è finita in lista proprio perchè è una schiappa pazzesca e prende legnate da tutti, tranne che poi nel momento topico dello scontro sfoggia la sua raccomandazione e fa fuori mostri che guerriere ben più forti e addestrate di lei non riescono a scalfire. Per dire, già il fatto che non sia nata con la carne e il sangue di Yoma ma con quelli di Teresa me la pone come elemento di disturbo. Nonostante tutto comunque lei alla fine mi sta anche abbastanza simpatica (tranne quando fa la supponente come se lei sola sapesse combattere). Per la crisalide spero che il maestro Yaghi abbia una buona idea, confido in lui ^^

    RispondiElimina
  17. OMG! XD So che come commento non è bello dirlo, ma...concordo su tutto! X°D

    Alla prima categoria appartengono soprattutto tante eroine classiche shoujo. Che dire di Georgie e Candy Candy? Se non portano sfiga loro, non la porta nessuno XD

    La seconda categoria è quella più irritante =_= Arriva lo sfigato di turno (la maggior parte delle volte è davvero lo zimbello di tutti per inettitudine suprema XD) e in due secondi è il salvatore del mondo! Alla lunga lista da te scritta aggiungerei il re delle schiappe Shinji Ikari di Neon Genesis Evangelion XD E poi tutte le varie majokko XD E poi...etc etc... X°D

    La terza categoria è quella forse meno rappresentata. Probabilmente l'idea dell'eroe che è tale perché s'è fatto un mazzo tanto per arrivare dov'è non piace...mica tutti possono immedesimarsi in lui. Invece lo sfigato che improvvisamente diventa il migliore, fa gola al pubblico XD

    RispondiElimina
  18. Di Georgie e Candy Candy non ho mai visto neppure un'episodio (sempre per quella storia della censura domestica) per cui mi pareva brutto inserirle senza avere delle basi "solide" sul loro grado di porta-sfiga.

    Shinji credo che sia uno dei personaggi più detestati di sempre, lì a lamentarsi e a piangersi addosso in continuo quando è un super raccomandato da record XD

    Io personalmente adoro i personaggi della terza categoria, anzi mi fanno sempre un po' pena quelli che si impegnano tantissimo e poi arriva il solito protagonista paraculato a surclassarli. Fossi in loro lo prenderei a ceffoni di prepotenza XD

    RispondiElimina
  19. Quoto il parallelismo fra Conan e Jessica Fletcher. Magari dopo essere diventato piccolo diventa anche donna e vecchia XD

    Io odio i secondi, specie quelli degli harem! Anche se Claire mi piace molto e anche altri della lista, però insomma...è troppo ingiusto rispetto a chi per avere quelle capacità si è impegnato!!

    RispondiElimina
  20. Ok, avevo deciso che quando arrivavo a quattro commenti sulla Fletcher l'avrei aggiunta per cui vado preparare la vignetta su di lei ;-P

    Capisco le esigenze di trama che a volte necessitano di accorciare un po' i tempi di addestramento ma certe volte gli autori con i loro protagonisti si fanno veramente prendere la mano. Alla fine sembra che tutti gli altri siano una manica di idioti celebrolesi mentre solo l'eroe è l'unico che può farcela XD

    RispondiElimina
  21. Effettivamente è molto triste vedere come la terza categoria sia poco rappresentata,ma il motivo è molto probabilmente quello già espresso secondo il quale uno (o una) che è il migliore e il più forte perchè banalmente si è dato da fare semplicemente non tira quanto lo sfigatello senz'arte nè parte che improvvisamente e immeritatamente diventa il più figo e il più forte di tutti.

    RispondiElimina
  22. Già, ed è un vero peccato perchè i protagonisti di classe tre sono i più belli e sofferti. I bambocci adorano identificarsi in altri bambocci (per non sentirsi da meno dei loro beniamini) e a quanto pare sono in tanti, visti i risultati ^^

    RispondiElimina
  23. L'immagine iniziale presa da Uncharted per PS3 è saltata fuori a random da google o è un messaggio subliminare per annunciare che prima o poi farai articoli simili anche per il mondo dei videogames? (so già la risposta :P)

    RispondiElimina
  24. L'immagine è saltata fuori da Google, mi spiace ma sui videogiochi (ad esclusione di pochissimi) non sono all'altezza di scrivere recensioni, le lascio fare a chi ha più mezzi di me ^^

    RispondiElimina
  25. Tra l'altro non farei passare in secondo piano il fatto che appena il raccomandato ottiene un potere praticamente impossibile da possedere, leggendario e che dovrebbe essere riservato a pochi. Poi spesso e volentieri anche i gregari successivamente avranno lo stesso potere o un potere simile.
    Mi spiego meglio: "un supersayan è un essere semi-mitologico, ne esce uno ogni millemilioni di anni!!!". Goku SS -> svendita di SS.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! Quello è un grande classico. Per sconfiggere un determinato nemico c'è bisogno di un potere fuori scala (e lo ottiene solo il raccomandato) ma per il nemico successivo c'è bisogna di ancora più potenza e quindi l'eroe necessita di un altro power-up. Per non lasciare indietro i suoi gregari (che di solito servono a prendere mazzate mentre lui si prepara/allena/arriva) vengono dotati del "vecchio" potere irraggiungibile.
      Diciamo che i comprimari a quel punto ricevono un po' di raccomandazione per osmosi dal protagonista ^^

      Elimina
    2. hai proprio ragione!!!!!!!

      Elimina
  26. Bene, ho letto anche questo post e... che dire, concordo su tutto. Io ho sempre odiato i vari protagonisti degli anime/manga, mi hanno sempre irritata parecchio, eccezion fatta per alcuni della categoria tre, che almeno non sono avvantaggiati da power up a manetta e se sono forti è grazie a durissimi allenamenti. Gli unici protagonisti che sono riusciti a non farmele girare sono Edward Elric di Full Metal Alchemist e Eren Jaeger di Shingeki no Kyojin. Per il resto, a morte i protagonisti, spero che per voi esista un girone infernale. XD

    Ricordo ancora quanto detestavo Goku ai tempi delle medie (in cui avevo la Dragon Ball mania, che non è passata neanche ora, a dir la verità :P). Raccomandato con la R maiuscola, se non c'era lui tutti facevano una brutta fine (vedi il futuro di Trunks, dove lui muore e gli altri non riescono a sconfiggere i cyborg nemmeno unendo le forze). Inoltre poteva disporre dei più disparati power up e poteva farsi tranquillamente la bella vita allenandosi molto meno rispetto ai suoi compagni, che invece si spezzavano la schiena ma, nonostante questo, finivano sempre per prendere le mazzate. In effetti - come ha fatto notare un utente poco più sopra - lui rientra anche nella categoria dei porta-sfiga patentati, visto che dove c'è lui c'è un nuovo nemico pronto a scassare le palle alla Terra (ma tutti sul nostro pianeta devono finire? Si vede che Goku le attira proprio le sfighe!). Tra l'altro, ho notato una cosa curiosa. Goku porta sfortuna anche ai suoi stessi compagni, soprattutto a quelli che prima erano malvagi e poi sono passati dalla sua parte (vedi Vegeta, Piccolo e anche C18). Quando erano cattivi erano fortissimi, cazzutissimi, bastardissimi e spaccavano tutto mettendo in serie difficoltà pure lo stesso Goku, poi dopo che si univano al suo gruppo, come per magia, perdevano tutte le loro capacità riducendosi al triste ruolo di sacchi da boxe per i nuovi boss. Mi hanno sempre fatto una pena assurda, soprattutto Vegeta, che si allenava come un pazzo e in battaglia finiva sempre per buscarle.

    Poi vabbè, la stessa cosa si è ripetuta con Naruto che, oddio, è partito come un ragazzino inetto ed incapace per poi diventare l'eroe mondiale, il bambino della profezia, il nuovo messia e blablabla. Vedi la battaglia contro Pain, dove nemmeno un intero villaggio era riuscito a contrastarlo; poi arriva Naruto e il nemico è messo K.O. Che rabbia!

    Ai due sopracitati si aggiungono anche le varie protagoniste dei mahou shoujo, majokko sentai tipo Pretty Cure e via discorrendo. Tutte Mary Sue raccomandatissime con l'hobby della predica buonista. Visto che sono sempre e solo loro a sconfiggere i nemici, mi chiedo a che servano le gregarie, che senza la capaH supremaH non sono capaci di combinare NULLA.

    Bene, mi sa che ho detto tutto.
    Scusa il post chilometrico. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che per me sono i peggiori sono i soggetti della seconda categoria. Almeno i porta-sfiga hanno un loro ruolo nella trama che non consiste sempre e solo nel vincere per contratto. La gente intorno a loro muore come mosche, ma almeno non spaccano le montagne se il giorno prima non erano in grado di aprire il barattolo della maionese XD

      [SPOILER L'ATTACCO DEI GIGANTI E FULL METAL ALCHEMIST]
      Eren ed Edward, devo dire, un po' di raccomandazione ce l'ha anche loro (uno si trasforma dal nulla in gigante - ed è l'unico con questa capacità - e l'altro non deve perdere tempo a disegnare i cerchi alchemici come tutti gli altri alchimisti che si rispettino) ma entrambi compensano con una buona caratterizzazione (che spesso è quella che manca ai protagonisti di tipo due) ^^
      [FINE SPOILER]

      Goku lo conosco (ancora) poco (ho visto qualche episodio dell'anime qua e là e un sacco di anni fa mi prestarono i primissimo volumi del manga). Sono secoli che mi ripeto di leggermi il manga per benino ma non sono ancora riuscita a trovare l'occasione giusta per farlo (ma quando l'avrò letto sicuramente pubblicherò una mega recensione ;-P)

      Naruto parte come il peggiore degli sfigati, che non riesce a fare nemmeno una tecnica così elementare che persino quella schiappa di Sakura la fa alla perfezione, per poi diventare senza soluzione di continuità praticamente invincibile! Quello è un classico esempio di mega raccomandazione (come in Sailor Moon: finché non è la protagonista a combattere, i buoni perderanno, da quando lei scende in campo, misteriosamente i cattivi saranno sconfitti)!

      Le gregarie al 90% servono a decorare lo sfondo con colori vivaci che danno subito una nota di allegria alla serie. Fine ;-P

      Non ti preoccupare, i commenti lunghi sono sempre benvenuti ^^

      Elimina
    2. Vero, i più fastidiosi sono senza dubbio quelli della seconda categoria, anche se a me irritano anche i porta sfiga come Conan, che è abbastanza arrogante, devo dire. Però almeno è caratterizzato.

      [SPOILER SNK & FMA]Sì, è vero, anche loro sono un po' raccomandati, però non sono quelli superpotenti e supercazzuti che se non ci sono è una tragedia.
      Ed può trasmutare senza il cerchio alchemico, però tale abilità l'ha pagata a caro prezzo (ovvero un braccio e una gamba automail) mentre Eren... non vorrei spoilerare troppo, ma presto scoprirai che fra i suoi compagni non è l'unico in grado di trasformarsi. E in ogni caso pure Mikasa è più forte di lui, secondo me. XD [FINE SPOILER]

      Se ti conoscessi di persona ti presterei tutti i miei volumi di DB. XD
      In ogni caso se vuoi vedere qualcosa in più di DB e non puoi ancora avere il manga ti consiglio di andarti a cercare Dragon Ball Kai in streaming. DB Kai è la versione riadattata dello Z, senza filler e con molte meno scene aggiuntive. Peccato che arrivi solo fino a Cell e tralasci la saga di Majin Bu, ma almeno la maggior parte della storia te la racconta. XD

      Naruto lasciamo perdere... nella prima serie almeno si allenava come un pazzo per imparare le tecniche, ma poi ecco che nella seconda ormai apprende tutto in due secondi e diventa il nuovo Superman. Mi da alquanto sui nervi.

      Ecco, le gregarie servono solo a fare scena. Onnipotenti quanto volete, ma in battaglia SOLO l'odiosa protagonista con il potere supremo dei codini rosa/biondi e dell'abitino rosa shokking può rendersi utile. <3

      LOL, io scrivo sempre roba chilometrica. XD

      Elimina
    3. Io di Conan sono una fan, quindi mi sta anche simpatico il nanetto. L'unica pecca di quella serie è che bisogna investirci molta sospensione dell'incredulità per accettare che nessuno si accorga mai che Kogoro (e tutti gli altri che Conan addormenta) non sono svegli durante la rivelazione finale XD

      [SPOILER FULL METAL ALCHEMIST] Secondo me Roy Mustang e Olivier Armstrong sono più forti di Edwand, non c'è proprio storia. E anche Greed e Scar non scherzano ^^
      La raccomandazione di Edward è proprio nel fatto di essere un ragazzino e di riuscire a combattere alla pari con questi mostri sacri ^^
      [FINE SPOILER]

      Ok, su Dragonball ci farò su un pensierino ^^

      A me dà sui nervi anche il Superman originale (e, infatti, non so se si nota dal blog, ma sono una fan di Batman ;-P). In generale non amo quelli che si presentano dal nulla con tutti i poteri del mondo XD

      Il caso limite, secondo me, è quello di Sailor Saturn, che ha i poteri più potenti di tutte le altre Sailor ma che non le fanno mai muovere un dito XD

      Non ti preoccupare ^^

      Elimina
    4. Ma guarda che la serie di Conan non dispiace neanche a me, ogni tanto mi guardo qualche episodio e dico "Mizze, l'autore deve avere una fantasia tremenda se riesce a elaborare tutti questi 'delitti perfetti'!", solo che non riesco a seguirlo data la notevole lentezza narrativa. Insomma, dopo 80 volumi credo sia ora di far uscire fuori 'sti dannati uomini in nero con i nomi degli alcolici e di far tornare adolescente quel povero nanetto. XD
      Lui però come personaggio non mi attizza molto perché lo trovo un po' arrogante. Lascia perdere la storia di Kogoro... magari pensano che sia ventriloquo. XD

      [SPOILER FMA] Sì, è vero, loro sono decisamente più forti di lui. Olivier poi io la adoro! È un mito quella donna! E di Izumi vogliamo parlarne? Edward fugge appena la vede perché sennò si prende le botte. XD
      Lo ammatto anch'io che è un po' raccomandato, ma almeno lui compensa con una buona caratterizzazione e non è neanche il classico protagonista che vince sempre in ogni battaglia. [FINE SPOILER]

      Anch'io, pur non seguendo molto la DC e la Marvel, preferisco decisamente Batman, superman mi sa troppo di Gary Stu per antonomasia.

      Dio, è vero! L'ho pensato subito anch'io!
      [SPOILER SM] Tra l'altro nel manga quando Saturn rinasce diventa inutile quanto le altre, infatti pure lei viene sconfitta da Galaxia con una facilità impressiona... alla faccia della guerriera più forte di tutte le altre Sailor messe insieme! [FINE SPOILER]
      Ora che me lo hai ricordato, ho letto anche la tua recensione su SM, risponderò direttamente lì a breve. XD

      Elimina
    5. Io leggo il manga di Conan. Il fatto è che se Gosho Aoyama chiude l'arco narrativo super spalmato degli uomini in nero deve poi chiudere la serie. Diciamo che finché ha la fantasia di inventarsi sempre nuovi metodi con cui ammazzare i suoi personaggi, senza diventare noioso, per me va bene ^^
      Tra l'altro ha detto che si sta avviando alla conclusione (in non si sa bene quali tempi) XD

      [SPOILER FMA] Olivier è uno dei miei personaggi preferiti di sempre, una così non si trova in tutti i manga! Izumi anche se la cava decisamente bene e di Riza? Lei ce la dimentichiamo? (i personaggi femminili di FMA sono tutti notevoli) ^^
      [FINE SPOILER]

      Batman ha il gran vantaggio su Superman che, invece di usare sempre e solo i muscoli, è un personaggio che ragiona un sacco ^^

      [SPOILER SAILOR MOON]
      Quello è un espediente narrativo per evitare che ci siano altri personaggi (oltre la protagonista, ovviamente) che possano risolvere la situazione XD Reincarnazione dopo reincarnazione diventa sempre più debole, povera Sailor Saturn!
      [FINE SPOILER]
      Allora ti aspetto anche lì ^^

      Elimina
    6. Infatti non è che sia noioso, però alla lunga la lentezza narrativa stufa un po'. ^^"
      Purtroppo non possiedo la tua pazienza. XD

      [SPOILER FMA] E' vero, in FMA sebbene sia uno shonen troviamo dei personaggi femminili decisamente ben sviluppati e, soprattutto, utili. Me idiota, mi sono dimenticata di Riza. D:
      Anche Winry comunque è utile, sebbene non sappia combattere, ma almeno da il suo supporto costruendo gli automail a Ed. [FINE SPOILER]

      Tra l'altro Batman è un essere umano, non ha neanche poteri strabilianti o altre cose simili. Ho notato anch'io che usa sempre la testa, Superman invece sono solo mazzate...

      [SPOILER SM] Un espediente che odio, personalmente, ed è anche il motivo per cui odio visceralmente la stragrande maggioranza dei protagonisti dei manga che leggo. Povera Saturn davvero! [FINE SPOILER]

      Poi risponderò con calma lì. XD

      Elimina
    7. Sì, questo è anche vero, ma se prendi la storia degli uomini in nero come un mero espediente per fargli risolvere i casi

      [SPOILER FMA] Secondo me proprio nel fatto che ci siano dei personaggi femminili così ben fatti e così forti è dovuto al fatto che la Arakawa è una donna e in questo il suo tocco femminile si percepisce ^^
      Riza la adoro, come riesce lei a tener a bada Roy (che è tipo il mio personaggio maschile preferito della serie) non ce la fa nessuno ^^
      Winry anche non è male ma trovo che non sia all'altezza di una Olivier o di una Izumi ^^
      [FINE SPOILER FMA]

      Se parliamo di Batman con me sfondi una porta aperta: normalmente non amo i super ma lui lo adoro proprio perché è prima di tutto uno stratega intelligente e molto lucido (se ti interessa, sul blog, ci sono diversi post sull'argomento) ^^

      [SPOILER SM] Concordo, a quel punto era meglio fare un fine saga epico con la morte di Saturn XD [FINE SPOILER]

      Elimina
    8. Secondo me sarebbe stato meglio se Aoyama l'avesse proposto sin dall'inizio come una serie di volumetti autoconclusivi. Però dai, quanto a lentezza narrativa c'è di peggio, basti pensare a Miura, che secondo me alla fine di Berserk ci arriverà quanto avremo novant'anni.

      [SPOILER FMA] Sì, è vero, anch'io ho pensato la stessa cosa, però mi viene in mente l'autrice di Death Note, che invece si è distinta per il suo maschilismo estremo, ancora peggiore di quello dei normali shonen come Naruto, DB o Hokuto no Ken. Non so, a parte Naomi Misora i personaggi femminili sono tutti stupidi e frivoli (vedi Misa e, soprattutto, Kiyomi.

      Certo, Winry non sarà mai al loro livello, ma l'importante è che non sia la classica piagnucolona depressa inutile che si dispera in un episodio sì e nell'altro pure. [FINE SPOILER]

      La strategia è una cosa che apprezzo molto nei combattimenti, peccato solo che venga spesso tralasciata nelle serie a base di mazzate... ed è un peccato.

      [SPOILER SM] Saturn ne sarebbe uscita molto meglio, almeno non sarebbe stata travolta dal buonismo dell'odiosa protagonista. [FINE SPOILER]

      Elimina
    9. Con Miura c'è un problema di fondo: non ha voglia di disegnare e non ha più idea di come cavolo concludere il manga. La dolce metà fa la versione Maximum di Berserk e, quando esce uno volume (che è una cosa rara), ti lascia quel vago senso di "e la storia principale? Che diavolo di fine ha fatto!?". Almeno Aoyama è regolare con le pubblicazioni e ha le idee chiare su cosa vuole mettere in scena ^^

      In realtà la vera identità di Tsugumi Ohba è segreta, per cui non è dato a sapere se si tratta di un uomo o una donna. Però come caratterizza e tratta Misa e Kiyomi è davvero maschilista ^^

      Poi non è che pretendo tutti personaggi femminili che spaccano (come quelli di Black Lagoon, dove il concetto di sesso debole è un ossimoro), per cui, nel contesto, una come Winry ci sta anche più che bene ^^

      Elimina

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.

Un commento è sempre molto gradito!