mercoledì 6 giugno 2012

24

Hojo World - Tre volumi di racconti brevi di un grande maestro

Cover del primo volume
Hojo World è una raccolta di racconti brevi disegnata da Tsukasa Hojo e composta da tre volumi. Il primo (shōnen), Il dono dell’angelo, contiene una serie di storie basate su temi vari, che spaziano da quello della famiglia alla guerra dei sessi, con anche un briciolo di magia e un paio di episodi dedicati a Ryo Saeba, il celebre personaggio della nota serie lunga City Hunter. Il secondo, chiamato Ciliegi in fiore (shōnen), contiene quattro racconti, due basati sul paranormale, affrontato sempre con stile semplice e scanzonato, uno incentrato su una famiglia un po’ particolare e l’ultimo analizza un rapporto padre-figlia che presenta degli indubbi problemi. L’ultimo volume, L’estate della adolescenza (seinen), abbandona il tono più leggero dei precedenti due e presenta tre episodi, tutti ambientati durante la seconda guerra mondiale

Cover del secondo volume
Nel primo viene raccontato il dramma di Shohei e Junpei Shirakawa, due fratelli aviatori. Il primo è un abile pilota, mentre il secondo è appena una recluta che, cinque mesi prima della fine della guerra, viene scelta come kamikaze per cercare di fiaccare le forze americane. L’esercito giapponese è ormai allo stremo e non è più in grado di fornire adeguati armamenti ai suoi soldati, per cui i giovani meno abili vengono spediti su aerei di fortuna a cercare di arrecare il maggior danno possibile agli Alleati schiantandosi contro di loro. I due fratelli si incontreranno ancora una volta prima dell’ultimo fatale volo del più piccolo. Nel secondo racconto viene, invece, mostrata la situazione al limite di un gruppo di bambini sfollati dalla città per via dei bombardamenti. Purtroppo nei luoghi in cui venivano mandati erano spesso utilizzati come bieca forza lavoro nei campi, maltrattati e denutriti. Quattro di loro decidono di fuggire per tornare a Tokyo e, strada facendo, incontrano Dave, un americano fuggito da un campo di prigionia che cerca di rivedere dalla sua famiglia. L’uomo era infatti sposato da ben dieci anni con una giapponese ma, all’inizio del conflitto, era stato arrestato con delle false accuse di spionaggio. 

Cover del terzo volume
Se da una parte vi è la diffidenza verso lo straniero dei ragazzini, che comunque considerano gli americani pericolosi per principio, dall’altra vi è il buon cuore e la correttezza di Dave che riusciranno, nonostante tutto, a far sbocciare una inaspettata amicizia. Nel terzo ed ultimo racconto le prospettive si ribaltano ulteriormente e questa volta l’autore tratta di americani che hanno a che fare con alcuni giapponesi poco prima della guerra, quando il clima tra le due fazioni comincia a farsi aspro. La storia è ambientata a San Francisco e ruota intorno al baseball, uno sport amato da entrambe le nazioni, e coinvolge un giornalista sportivo e un procacciatore di talenti americani e un bravissimo giocatore e una bella traduttrice giapponesi. In particolar modo è interessante vedere come i giapponesi in terra americana venissero discriminati esattamente come gli americani in Giappone, per via di incomprensioni dovute a delle culture molto differenti e a un momento storico estremamente sfavorevole. Neanche a dirlo tutte e tre queste storie sono estremamente drammatiche e dietro a ognuno dei personaggi si staglia nitida e crudele una guerra brutale e insensata che spezza i loro sogni e strappa figli e genitori dai reciproci abbracci.

Junpei riceve la notizia di essere
stato scelto per la squadra
speciale
Il tratto di Hojo è nitido e estremamente realistico, e associa ad un charter design abbastanza classico una incredibile quantità di dettagli. I volti espressivi, i movimenti perfetti e gli sfondi curatissimi sono tutti tasselli di un puzzle che si completa pagina dopo pagina. I tre tankobon sono stati disegnati in un arco di tempo che va dal 1988 al 1995 e si può osservare una progressiva maturazione del tratto dell’autore, fino a giungere a L’estate dell’adolescenza, che è un vero e proprio capolavoro stilistico. Il disegno diventa talmente perfetto che il lettore si rende conto solo leggendo la nota a fine del primo racconto che gli sfondi di alcune scene erano delle autentiche foto della guerraSono delle storie semplici ma che sapranno commuovere e lasciare un groppo in gola al lettore al pensiero di tutte quelle altre piccole storie semplici che nessuno scriverà mai e che rimarrano sepolte tra le pagine della Storia.

L'ultimo volo di Junpei, salutato
dal fratello Shohei
Premetto di non aver mai letto null’altro di Tsukasa Hojo e che quindi non sono in alcun modo influenzata dalla conoscenza di altre opere più corpose (tipo City Hunter) ma devo ammettere di aver trovato questi tre volumi deliziosi. A onor del vero bisogna dire che il terzo, L’estate dell’adolescenza, è veramente bellissimo, di una spanna superiore agli altri. Riesce a trattare in modo sintetico e emozionante alcuni piccoli scorci della seconda guerra mondiale, senza per altro mai mostrare i veri combattimenti, ma illustrando scorci di persone che, loro malgrado, si sono viste cambiare radicalmente la vita dal conflitto. Piccole storie, una dietro l’altra, apparentemente insignificanti nel contesto mondiale, ma splendidamente commoventi e rappresentative di tutte quelle esistenze spezzate che scompaiono nei numeri dei libri di storia. Questa piccola raccolta (e in specifico il terzo volume) è assolutamente da non perdere! Qualunque vero appassionato dovrebbe averla all’interno della sua collezione! Purtroppo, anche se è stata edita in Italia dalla Star Comics nel 2000, è un pezzo fuori catalogo e quindi reperirla non è facilissimo ma spesso si può trovare in fiera (io l’ho acquistato allo scorso Cartoomics) o direttamente tramite internet. Recuperatela e non ve ne pentirete!
author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





24 commenti :

  1. Io ho solo l'ultimo di questi volumi.. non sono mai riuscita a trovare i primi 2.. ;_;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultimo è veramente il più bello dei tre, quello assolutamente imperdibile anche se gli altri due sono molto carini ^^ In fiera (o nelle fumetterie fornite) si dovrebbero trovare ^^

      Elimina
  2. uh, me li segno... al massimo se qualcuno che conosco va a lucca provo a chiedergli se potrebbe recuperarmeli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono decisamente interessanti e, tra l'altro, la spesa per prenderli è abbastanza contenuta. Se ti capita prendili ^^

      Elimina
  3. Penso che darò la priorità al terzo volume, essendo tre tomi indipendenti. Di solito preferisco seinen a shounen, le storie sulla seconda guerra mondiale poi mi commuovono sempre molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il terzo volume è uno da quelli che rimangono sicuramente nella memoria, commovente e bellissimo. Se ti capita di vederlo non pensarci su due volte (in realtà è molto carina tutta la raccolta, per cui, se ti capita di vederla un blocco ti assicuro che vale la spesa) ^^

      Elimina
  4. Mi sembra molto interessante!
    Adesso sto comprando City Hunter, che mi piace parecchio, ma ai tempi avevo letto anche Family Compo (molto carino) e ovviamente Cat's Eyes, tutti disegnati e scritti benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Family Compo mi ispira parecchio, se trovo una buona offerta non mancherò di procurarmelo. Diciamo che questa miniserie è stata un po' un banco di prova per Hojo (prima di lanciarmi sulle serie lunghe preferisco sempre prima provare qualcosa di breve) che, devo dire, mi ha pienamente soddisfatta ^^

      Elimina
  5. Io amo Hojo!!! Di suo ho letto Family Compo, qualche volume di City Hunter (lo legge la Pelosa Metà) e altro che ora non ricordo. Mi piacerebbe tantissimo trovare queesti volumi, specie il terzo! Prima di comprare in internet però credo che guarderò a qualche fiera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho comprato al Cartoomics dove ci siamo viste, quindi direi che nelle grosse fiere si trova ;-P In realtà era un po' che lo stavo cercando (volevo provare Hojo senza lanciarmi subito in una serie lunga) e, dato che mi è piaciuto, il prossimo passo credo proprio che darà Family Compo ^^

      Elimina
    2. Ah, cavoli! Allora alla prossima fiera lo cercherò sicuramente!
      Family Compo non è niente male, ma calcola che anche se la storia è molto carina si perde un po' lì. Sono più che altro situazioni comico-demenziali con qualche tocco più drammatico all'interno di una cornice molto interessante. Peraltro devo recuperare gli ultimi volumi!

      Elimina
    3. Diciamo che l'idea di fondo di Family Compo mi ispira ed è anche composto da un numero accessibile di volumi. Di Hojo ci sono altre due miniserie che mi ispirano, vedremo se riuscirò ad essere fortunata anche con loro ^^

      Elimina
  6. Adoro le tue recensioni... grande.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero troppo gentile, mi fai arrossire ^^

      Elimina
  7. Ho visto più volte questi volumetti nei cestoni alle fiere, ma erano quasi sempre mezzi rotti e non sapendo bene cosa aspettarmi ho evitato.. la prossima volta che li vedo li recupero, sembrano belli :P Tra l'altro consiglio anche io Family Compo, molto bello (e adesso noto che non ne ho ancora scritto dalle mie parti).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Family Compo è già entrato ufficialmente nella mia lista dei manga da recuperare (lista che appena viene un attimo assottigliata si rimpolpa sempre) ^^ Se ti capitano recuperali sicuramente, specialmente il terzo, L'estate dell'adolescenza che è veramente bello ^^

      Elimina
  8. Saaaaaaaaaaaaaaalve! Ciao Acalia! *-*
    Come al solito ho un po' di post in arretrato, ma ho deciso di iniziare a commentare questo perché Hojo è uno dei miei autori preferiti *___*

    Il mio amore per lui nasce con l'anime "occhi di gatto" e si consolida con quello d "City Hunter". Ovviamente ho tutti i suoi manga usciti in Italia e sto pure prendendo l'onerosa (e squallida) ristampa di City Hunter, visto che la vecchia edizione è ridotta malissimo (pagine svolazzanti e smangiucchiamenti vari ai bordi, causa edicola).

    Questi tre volumetti sono deliziosi e l'ultimo, quello ambientato durante la WWII mi ha commossa; ammetto tranquillamente di averci speso qualche lacrimuccia :P Il tratto di Hojo migliora tantissimo con l'andare degli anni (se dai un'occhiata alle sue opere più lunghe, noterai dei primi volumetti non eccelsi, stilisticamente parlando, per arrivare a quelli finali che sono un tripudio per gli occhi *-*).

    Sono davvero contenta di leggere che hai apprezzato questa raccolta di storie brevi e ti consiglio di recuperare qualcos'altro di suo (non Angel Heart però, per carità ç___ç).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao lithtys, aspettavo il tuo commento ^^

      L'ultimo volumetto (L'estate dell'adolescenza) è veramente stupendo, devo ammettere di averlo letto anche io con le lacrime agli occhi, è troppo commovente. Ti confesso che in realtà io lo lacrima non troppo difficile (per cui la Dolce Metà mi prende umanamente sempre in giro), per cui uno dei miei parametri per valutare se una serie è valida è proprio il fatto che mi abbia fatta commuovere almeno una volta (perlomeno se ha delle scene adatte) ^^

      Hojo io non lo conoscevo proprio, prima di questa serie, ma devo dire che ha decisamente catturato la mia attenzione. Di Angel Heart ho sentito parlar mare ovunque, quindi per ora rimane dov'è (ovvero sulle librerie del mio fumettaro), ma sono molto interessata a Family Compo.

      City Hunter un po' mi spaventa per la mole di materiale e Occhi di gatto è difficile da trovare, per cui, per ora, mi butto sicuramente su Family Compo ^^

      Elimina
    2. Family Compo è un'ottima scelta! *-* Divertente e decisamente 'strano' :P
      City Hunter però va recuperato...piano piano, ma nella propria collezione s'ha da avere *-*

      Elimina
    3. Per adesso l'obiettivo è Family Compo ma tanto so benissimo da sola che appena si fa un buco nella lista delle cose da recuperare arriva un titolo fresco fresco a colmarlo (e quindi potrebbe toccare anche City Hunter) ;-P

      Elimina
  9. Alla fiera del fumetto di Novegro stavo impazzendo per trovarlo e alla fine non ci sono riuscita, ma adesso mentre scrivo questo commento ho il primo volume in mano! :D

    Sono riuscita a trovare i primi 2 in un pacco assieme a Tra i raggi del sole e Rash!! sempre di Hojo in una fumetteria scoperta da poco vicino a casa mia e devo dire che il dono dell'angelo mi è piaciuto davvero parecchio e quando Anna è "andata via" dalle braccia del "papà" mi ha lasciata sconvolta. ç_ç (Le lacrime sono arrivate dopo ;-P)
    Bello anche Doppia razione di pappa del gatto, il finale l'ho trovato molto carino!^^

    Il terzo volume purtroppo mi manca, mi sa che dovrò impegnermi parecchio a cercarlo, al momento sono ancora al primo, prima finiamo quello, poi si torna in fumetteria (o in qualsiasi altro posto, basta che lo trovi! XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande! Di Hojo ho letto solo opere brevi e F.Compo (che merita molto, se ti capita di trovarlo - ho anche scritto una recensione qui sul blog) e devo dire che mi piace sempre molto :D

      Peccato per il terzo volume perché, a mio parere, è il migliore di tutta la raccolta di storie brevi dell'autore. Se ti capita recuperalo :D

      Elimina
    2. Appena finito il terzo volume! :D E con questo inauguro la mia entrata nei manga seinen! (Era una delle prime cose a cui puntavo, sicura che se lo trovavo da qualche parte di certo non avrei aspettato a prenderlo.)

      Avevi ragione, credo sia quello che anche io ho apprezzato di più; l'argomento Seconda Guerra Mondiale lo trovo appassionante e queste storie mi sono piaciute molto. (Per la prima e per l'ultima lo spazio l'ho trovato un po' scarso, qualche pagina in più mi avrebbe fatto piacere, a me e probabilmente allo stesso autore XD)
      L'estate della adolescenza particolarmente mi ha colpita ma ho trovato tutte le storie commoventi e molto belle e a storie come queste non riesco a rimanere indifferente

      Sono passata a leggere la recenzione di F. Compo (ancora grazie per i consigli sui fumetti, sempre ben accetti e molto utili^^), così mentre ero dal fumettaro (lo stesso del pacco del commento di sopra e di questo terzo volume) ho visto il primo e l'ho subito acquistato, dubito che me ne pentirò! ^^ (Poi mi ha detto "Se ci aggiungi 1 euro puoi prenderne un altro" non me lo son fatt dire due volte e mi son buttata sul quinto, purtroppo il secondo mancava T_T)

      Elimina
    3. Benvenuta nel mondo del seinen :D

      Trovo sempre molto interessante come l'argomento della Seconda Guerra Mondiale venga raccontato dai Giapponesi, il punto di vista è completamente diverso da quello vissuto in Europa. Se ti capita ti consiglio il bellissimo Ali d'argento (volume unico, Planet Manga, 5.5€) che parla di nuovo delle Tokka :D

      Sono felice che i consigli per i fumetti siano utili, è uno dei motivi per cui ho aperto il blog :D Spero che F.Compo ti piaccia, a me ha divertito tantissimo :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.