lunedì 24 settembre 2012

56

Ōoku: le stanze proibite - E se nel Giappone feudale i maschi avessero rischiato l'estinzione?

Cover del primo volume
Ōoku: le stanze proibite (大奥 Ōoku) è un manga josei disegnato da Fumi Yoshinaga per la rivista Melody della casa editrice Hakusensha. Attualmente in prosecuzione in madrepatria, vanta sette volumi completati su dieci previsti ed esce con cadenza annuale (anche se il volume del 2012 non è ancora stato pubblicato). Da esso è stato anche tratto un film live action nel 2010 (che copre i fatti dei primi tre capitoli del primo volume) e nella parte finale dell’anno 2012 avrà anche un dorama e un secondo film (il primo partirà a fine ottobre e il secondo uscirà in dicembre). In Italia è appena stato pubblicato (la scorsa settimana, per chi se lo fosse perso) il primo volume della serie dalla casa editrice Planet Manga.

La disperazione di chi rischia di perdere un parente
Durante il primo periodo Edo, al tempo della reggenza dello shogun Iemitsu Tokugawa, scoppia in Giappone una tremenda epidemia che rapidamente e inesorabilmente falcia la popolazione maschile ma che, misteriosamente, non colpisce le donne. Dopo un’ottantina di anni dall’inizio del flagello gli uomini rimasti in vita non sono che un quarto della loro controparte femminile. Questo porta ad un disequilibrio della popolazione e ad un rapido cambiamento dei costumi. Le donne cominciano ad occuparsi di tutti i lavori manuali, anche i più pesanti, e a ricoprire le cariche politiche, il matrimonio diviene una rarità, concesso solo quelle signore che possono vantare un alto rango o un ricco portafoglio, e gli uomini vengono cresciuti protetti e curati per la loro scarsezza numerica
Una povera donna che prega affinché il rapporto
che sta per avere le porti un figlio
Avere in casa un figlio maschio che sia sopravvissuto all’epidemia vuol dire molto spesso farlo prostituire per denaro con donne troppo povere per potersi permettere un marito e che si trovano obbligate a comprare il seme di qualche giovane nella speranza di avere dei figli. L’unico luogo in tutto il Giappone in cui gli uomini sono in eccedenza è lo Ōoku, l’harem personale dello shogun, luogo mitico, severamente vietato ad ogni donna tranne alla shogun in carica.

Mizuno Yunoshin è il figlio di un Hatamoto (vassallo dello Shogun) di basso rango che non ha nessuna voglia di sposarsi con una sconosciuta nel matrimonio che sua madre gli ha combinato.
Mizuno saluta la donna che ama e che non
può sposare
Per sfuggire al suo destino riesce ad entrare come inserviente nello Ōoku, scoprendo un mondo completamente diverso da quello che conosceva, un mondo fatto di sprechi, di gerarchie rigide, di dispetti e di infatuazioni omosessuali. Lo shogun in carica (il settimo sulla sua linea) è una bambina di soli sette anni, cagionevole di salute e troppo giovane per interessarsi ad un harem, per cui gli uomini che vi sono rinchiusi godono di una discreta tranquillità e di una assenza totale di compagnia femminile.
Poco dopo il compimento del suo ottavo anno la piccola Shogun muore di morte naturale e viene sostituita da Yoshimune Tokugawa, una donna forte, intelligente, amante delle arti marziali ed estremamente frugale. La nobile Kubo (altro nome per definire lo Shogun) comincia subito una campagna di semplificazione dello Ōoku, portando una potente ventata di novità in un ambiente ormai autoreferenziale da troppi anni e cominciando ad indagare su alcuni aspetti oscuri della storia del Giappone.

Yoshimune esprime i suoi pensieri
I personaggi, pur non essendo ancora moltissimi (in fondo si tratta di un singolo volume), sono tutti delineati in modo magistrale. Le loro personalità, peculiari e molto vivide, contribuiscono a creare un quadro vivace e caratteristico, dove i ruoli che normalmente sono attribuiti alle donne vengono affidati agli uomini e viceversa. Yoshimune è una donna astuta, predatrice, che si serve dei suoi concubini dove e come vuole (senza tra l’altro rispettare il rigido cerimoniale), capace di mostrare un invidiabile pugno di ferro e una non indifferente capacità nel scegliersi le persone di fiducia. Al contrario, l’otoshiyori Fujinami (il sovrintendente dell’harem) è un uomo viscido, tutto trame e intrighi, desideroso di mostrare lo sfarzo e la bellezza dei suoi favoriti. Ad essere una vera eccezione tra le eccezioni sarà proprio Mizuno, un giovane uomo che mantiene lo spirito degli antichi samurai e si distinguerà per il suo nobile animo indomito.

Uno degli ochuro viene vestito per l'udienza
L’Ōoku, storicamente parlando, è esistito veramente. Si trattava di una parte del castello di Edo interamente dedicata alle stanze delle donne dello Shogun, in cui venivano relegate la di lui moglie, le figlie e le concubine. Sia come regolamentazione interno, sia come gerarchia e atmosfera, era analogo a quello presentato nell’ucronia del fumetto, con l’unica, ovvia e gigantesca eccezione del fatto che si trattava di una costruzione isolata dal mondo in cui contenere donne, invece che uomini. Persino la struttura interna dell’edificio era analoga a quella che si può osservare nell’opera. Lo shogun arrivava attraverso il corridoio dei campanelli (Osuzu Rōka 御鈴廊下 chiamato così perché al suo passaggio venivano fatti suonare dei campanelli) ed era l’unico uomo a potervi accedere. È interessante andare anche a vedere come la situazione politica ed economica e le figure dei due Shogun mostrati (la bambina e Yoshimune) siano analoghe a quelle reali di quel periodo storico.

Gli uomini dell'harem in attesa della loro signora
Il disegno di Fumi Yoshinaga, è netto e pulito e riesce ad offrire un character design alquanto realistico, con personaggi espressivi al punto giusto, dotati volti eleganti e spesso alteri (come il loro ruolo sociale impone), e degli sfondi ben caratterizzati. Uno dei grandi pregi di questa serie, però, è l’atmosfera unica che riesce a ricreare. Dettagli di vestiti sfarzosamente ricamanti, interni di stanze d’epoca e acconciature classiche, affiancati a pose rituali e a oggetti storicamente attendibili, non fanno altro che ricreare perfettamente lo stile e il clima che si doveva respirare all’epoca in quelle camere.

Entra la nobile Kubo
In conclusione Ōoku: le stanze proibite è una dei migliori manga che ho letto ultimamente e riesce a centrare perfettamente tutto ciò che necessita ad un’opera per essere ricordata, potendo vantare una trama originale (punteggiata da parecchi misteri che spero vengano svelati nei prossimi volumi), degli ottimi personaggi, un disegno di buon livello e delle incredibili atmosfere. Inoltre, la Planet Manga ha fatto un buon lavoro con l’edizione e offre un formato leggermente più grande di quello standard, pagine a colori, una sovraccoperta ruvida (molto piacevole al tatto) e, soprattutto, delle interessanti note esplicative. Mi sento di suggerirlo a chiunque voglia leggere una serie affascinante e matura (ma non sconcia, non ci sono scene di sesso esplicito, pur essendo ambienta in un harem) capace di sorprendere ed emozionare il lettore. Non vedo l’ora che a Novembre esca il secondo volume! Chiunque sia rimasto anche solo un po' incuriosito leggendo questa recensione gli dia una possibilità: la merita pienamente!


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





56 commenti :

  1. Io l'ho appena preso e me lo sono sfogliata mille volte, non voglio leggerlo e poi aspettare il prossimo volume.. ahahah! Cmq stavolta la Planet ha fatto un'edizione veramente stupenda.. vale quello che costa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente vero, anche se è un'edizione un po' costosa è veramente ben fatta. Anche le note sono ben fatte!

      Elimina
  2. adoro <3 Aspettavo la Fumi Yoshinaga con ansia. Mi piace tantissimo come autrice, fa degli shounen ai molto piacevoli da leggere e anche intensi.
    La nostra mangaka deve avere proprio un debole per questo genere poichè anche "Ooku" ha qualche parvenza di shounen-ai, con questi ragazzi quasi efebici che per salire di grado vanno a letto con qualcuno di importante.
    La cosa mi piace e mi intriga assai.

    L'edizione è ottima anche se si poteva evitare di usare pagine a colori per le note a fine volume e per l'editoriale, e magari utilizzarle per altre tavole...Pero' non so se l'edizione originale giapponese aveva illustrazioni a colori oltre quelle proposte della Planet, quindi non posso fare a meno di complimentarmi.

    PS: Una cosa che mi ha lasciata perplessa è che, sin dal primo volume, IMHO sono stati tirati in ballo troppi personaggi. Poi aggiungi che molti tra loro si somigliano, che hanno nomi difficili da ricordare e almeno io, in alcune scene ho faticato un po' a ricordarmi chi era "quello" piuttosto di un altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire di non aver mai letto nient'altro di suo e di aver preso questo volume dopo che ne ho letto degli ottimi commenti in giro. Come autrice mi è piaciuta parecchio, sia come disegno che come sceneggiatura. In particolar modo mi è piaciuto come ha presentato i personaggi [SPOILER] facendo credere che Mizuno fosse il protagonista per i primi capitoli, per poi spostare l'attenzione in modo magistrale su Yoshimune [FINE SPOILER].

      Nonostante io sia la prime a dirne mille e più sulla Planet Manga quando se le merita (Elfen Lied, maledetti, che fine ha fatto!?) credo che le tavole a colori originali fossero effettivamente quelle che ha messo nel volume. Molto banalmente in rete non ne ho trovate altre (le cercavo per decorare il post) ^^

      PS: Forse io non faccio molto testo perchè sono una maniaca dei nomi (me li mando tutti a memoria per sport) ma non ho fatto molta confusione. In realtà probabilmente dipende dal fatto che sono pettinati tutti in modo molto simile, ma mettere delle capigliature fantasiose non avrebbe avuto molto significato.

      PPS: Adoro i battibecchi tra la donna fidata di Yoshimune (no, lei ha un nome troppo lungo anche per i miei canoni) e l'otoshiyori Fujinami, mi fa scassare quando lei si stupisce del fatto che lui strilla XD

      Elimina
  3. è nell'ultimo paccozzo manga preso, uo dei titoli che aspetto con più ansia, ho tante aspettative sia per la storia singolare che tratta sia per la mangaka che apprezzo moltissimo! La tua recensione mi ha incuriosito ancora di più, interessante la parte dove parli del vero ooku. Sempre molto informata, mia cara. ^O^
    Contento che l'edizione plama sia buona, non vedo l'ora di leggerlo.*^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo acquisto! La storia è a dir poco singolare, è un "What if" grosso come una casa! Trovo sempre bello leggere qualcosa di diverso dal solito e che parta da uno spunto innovativa. Personalmente adoro i riferimenti storici e i dettagli ben inseriti (mi fa felice sapere che l'autore o l'autrice si è sbattuto/a a inserire dei particolari reali per rendere realistica l'atmosfera), per cui quando leggo qualcosa di storico cerco sempre se ha degli appigli reali o se è un totale fantasy (non ti dico quanto ho letto e riletto la SamuraiWiki in questi anni) ^^

      Aspetto i tuoi commenti dopo che l'avrai letto, sia sul contenuto sia sull'edizione (so che sei più esigente di me ma io l'ho trovata decisamente buona) ^^

      Elimina
  4. La storia sembra molto interessante, il fatto che poi sia fedele - per quanto possibile - alla storia giapponese, ma invertendo uomini e donne, aumenta ancora di più le mie aspettative a riguardo. L'unica cosa che mi ferma dal comprarlo immediatamente è l'uscita annuale: non posso pensare di comprare i primi volumi e poi dover aspettare tre anni per la conclusione della storia, che tortura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia l'edizione è appena iniziata e esce con cadenza bimestrale, per cui, per pubblicare i primi otto volumi (conto anche quello del 2012 che non è ancora uscita) ci impiega un anno e quattro mesi. Nel frattempo esce il volume nove e il dieci è alle porte. Se tutto va liscio probabilmente solo l'ultimo numero uscirà qualche mese dopo rispetto agli altri ^^
      La serie è ottima e merita davvero di essere letta ^^

      Elimina
  5. bè, mi hai decisamente incuriosita! magari a Lucca lo cerco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Nota di servizio: a Lucca ci sarò anche io, un giorno facciamo un blog-incontro? (Poi preparo un post di avviso come si deve) ^^

      Elimina
    2. sì, organizziamoci per tempo, così magari ci riusciamo!

      Elimina
    3. oh che invidia ;_; vorrei esserci pure io ;_; pensatemi! ;_;/

      Elimina
    4. Cavolo, mi spiace tu non riesca a venire, mi piacerebbe conoscerti di persona.

      Elimina
  6. Storia estremamente interessante, fa molto pensare...
    Mi sono venute in mente molte cose...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente, sia nella sfera politica che in quella privata. E' interessante vedere le posizioni di dominanza invertite ^^

      Elimina
  7. Sicuramente è qualcosa di diverso, la curiosità di prendere almeno il primo volume me l'hai suscitata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio è una lettura diversa dal solito. Felice di aver instillato un po' di curiosità, bisogna convincere gli editori che pubblicare opere di qualità paga ^^

      Elimina
  8. OMG lovogliolovogliolovoglio!!!! *W* La mia anima femminista è in fibrillazione e anche la mia anima che ha sempre sognato un harem (coff coff)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yea! La tua anima femmista e quella amante degli harem saranno entrambe molto soddisfatte da questa serie! E' davvero un manga di ottima qualità ^^

      Elimina
    2. Sono andata di corsa a comprarmi il manga dopo aver letto la tua recensione e l'ho adorato! Sono follemente innamorata della shogun e voglio diventare come lei! Non vedo l'ora di leggere il seguito.
      Lei mi ha ricordato un po'della Armstrong di FMA.

      Elimina
    3. Che bello, sono felice quando le mie recensioni invogliano all'acquisto e sono ancora più felice se poi il manga piace ^^ Yoshimune è un personaggio meraviglioso e mi aspetto tantissimo da lei (effettivamente il paragone con Olivier è calzante) ^^

      Elimina
  9. aspetto questo manga da quanto è stato annunciato *^* sono una fan dell'autrice e quindi non vedo l'ora di averlo tra le mie manine *Q* purtroppo non sono ancora andata in fumetteria...ma lo prenderò sicuramente u.u
    Il tratto della Fumi (che ho scoperto con Antique bakery) lo trovo molto interessante ^^ sicuramente, dal punto di vista grafico, in questa serie avrà dato il meglio di sè *__*
    Spero che Ooku abbia successo...così magari ci porteranno altre sue serie che trovo veramente valide ed emozionanti **
    Questo commento è tutto un "*_*" xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'autrice l'ho conosciuta proprio con questo volume dato non leggo pressoché nulla in scan per principio. Già così faccio fatica a stare dietro a tutto, l'auto-divieto alle scan è una sorta di salvavita (le mie preziose ore di sonno se no se ne andrebbero in un nonnulla) ^^ Antique bakery mi ispira parecchio, spero che qualche editrice lo porti anche qui, alla fine sono solo quattro volumi e, se Ooku andasse bene, credo che non sarebbe troppo improbabile ^^

      Elimina
    2. io prima di comprare qualcosa do sempre un'occhiata alle scans, in modo tale da evitare orrori cosmici xD (anche se a volte mi succede di comprare alla cieca o quasi >.<).
      Speriamo davvero che lo portino ** anche la planet stessa, dopo sakuragari penso non abbia più problemi per quanto riguarda shonen ai/yaoi xD
      Di Antique Bakery ci sono anche una serie anime (con un'animazione...particolare :\ non mi fa impazzire come grafica diciamo...però è abbastanza fedele al manga) e due film, uno giapponese e uno coreano (ma di entrambi ho visto solo alcuni spezzoni...)

      Elimina
    3. Una volta compravo quasi unicamente alla cieca. Un po' per scarsezza di informazioni, un po' perchè dividevo la spesa manga con mia sorella e, per poter acquistare i miei amati shonen (titoli tipo Ranma 1/2 e One Piece), mi toccava proporle altrettanti shojo super romantici (di cui non sapevo assolutamente nulla). Morale della favola in libreria ho qualche titolo raccapricciante (e ne parlerò presto, ho giusto finito di leggere una perla dell'orrido). Ora mi informo parecchio su internet e, anche senza leggere le scan, tendo a farmi un'idea ben chiara di quello che sto per acquistare ^^

      La serie animata di Antique Bakery mi ispira, me la segno ^^

      Elimina
    4. Ti capisco xD anche io divido la spesa con mia sorella ^^ però per fortuna ha buon gusto nello scegliere gli shojo e ci pensa 20 volte prima di comprarli xD almeno non ci ritroviamo in mano serie eccessivamente orride D:
      Ora sono proprio curiosa di leggere la stroncatura! **
      Almeno si risparmiano un po' di dindini, dato che anche rivendendo le serie qualcosa si deve perdere sempre :\

      E' molto carina *^* anche se ti avverto: c'è una scena da *facepalm* tra le prime puntate D:

      Elimina
    5. Pensa che mia sorella non si degnava nemmeno di scegliere, tutta la parte di ricerca e preselezione dei titoli era roba mia. Lei si limitava a dire sì o no. Qualche volta delle cover l'hanno anche fregata (tipo Lei l'arma finale), altre hanno fregato me XD

      Non importa, in questo periodo ho bisogno di titoli rapidi da alternare alle due mega-serie (una è Gintama e l'altra sarà una sorpresa) che sto recuperando ^^

      Elimina
    6. addirittura! XD Per fortuna mia sorella sceglie da sola (credo che non si fidi molto del mio gusto "shojo" XD) Io sono stata fregata dalla trama e dalla cover di Ubelblatt D:

      Stai recuperando Gintama? *w* Ottimo! Così eventualmente sarai pronta per la nuova stagione che uscirà ad Ottobre **
      Si aggiunge un'altra curiosità a quella del "campione dell'orrido" di cui mi avevi parlato xD

      Elimina
    7. Ubelblatt l'avevo addocchiato anche io ma sfogliandolo non mi aveva convinta al 100%, per cui è rimasto in fumetteria ^^

      Con Gintama sarà ancora lunghetta come cosa, sono intorno all'episodio 150 ;-P

      Elimina
    8. io l'avevo preso in un periodo in cui ero ancora nella fase da "mi scandalizzo facilmente" XD quindi sono stata influenzata molto per questo aspetto riguardo Ubelblatt...confesso che un'altra sbirciatina adesso gliela darei, dato che ho passato quella fase critica xD

      Beh, in effetti ci vorrà ancora un po' allora ^^

      Elimina
    9. Personalmente ho cominciato a leggere manga che ero abbastanza "grande", per cui quella fase non l'ho avuta, anzi, ho amato da subito le prime serie seinen su cui ho messo le mani, trovandoli molto interessanti ^^

      Elimina
  10. Sono rimasta MOLTO incuriosita dalla tua recensione, quindi non me lo farò sfuggire! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! E' una lettura davvero particolare e interessante ^^

      Elimina
  11. Molto interessante! Anche la grafica mi piace molto, sembrano quadri tradizionali.
    L'unica cosa che non trovo molto sensata è (la cosa principale) l'Ooku composto da uomini per una sola donna. Dunque: se ha senso, in termini di riproduzione, che un uomo abbia più donne, così da poter fecondare più "ventri" nello stesso periodo, non è valido il contrario. Allora qual'è il senso? E' solamente una cosa di prestigio, uno "status" possedere quanti più uomini possibili?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso l'Ooku non ha alcun significato riproduttivo ma è solo uno sfoggio di opulenza. Per la serie "Voi i maschi ve li sognate e io invece posso cambiarne uno a sera, lasciando gli altri a fare la muffa", serve a dimostrare solo quanto è potente la Shogun ^^
      Il manga è molto particolare e interessante, sia per il quadro storico che fa, sia per l'inversione di ruoli ^^

      Elimina
    2. Ribaltando la questione, non ha neanche senso che un solo uomo abbia harem di 200-300 donne (storicamente accertato). Anche a volersene fare una a notte, ne ha per un anno, e non è detto che le "fecondi" tutte al primo colpo, anzi.
      Inoltre in molte culture il primo figlio eredita tutto, il secondo deve fare "da riserva" nel caso muoia il primo, e tutti gli altri sono inutili, destinati al vassallaggio o peggio. Quindi anche per un uomo non ha senso avere 200-300 donne nell'harem, è tutto un discorso di "io ho il potere e lo dimostro" come diceva Acalia ^^

      Elimina
    3. Esattamente. Anzi, gli harem classici erano poi sede di lotte intestine per far passare i propri figli davanti a quelli delle altre e i bambini nati da concubine di basso rango comunque non avevano speranze di salire al trono. Per dire i figli di una donna che non fosse sposata con il re passava in linea di successione dopo ai suoi zii nati dal matrimonio del nonno XD
      In realtà un harem maschile crea meno problemi di questo genere XD

      Elimina
  12. A metà recensione ero già zompata verso la fumetteria (no, non "andata", proprio "zompata", ho fatto la strada a salti xD). Ero già incuriosita da questo manga ma la tua bellissima recensione mi ha pienamente convinta *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo, sono felice che questa recensione ti abbia incuriosita. I bei titoli come questo vanno supportati ^^

      Elimina
  13. sempre bravissima!!!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  14. Sarebbe davvero molto interessante vedere un mondo parallelo in cui le società matriarcali avessero avuto il sopravvento... sarebbe stato un mondo migliore? ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante è sicuramente interessante. Bisogna anche osservare che in questa serie la popolazione maschile, oltre ad essere sottomessa è anche decimata, per cui la situazione è doppiamente particolare e si porta dietro un sacco di problemi extra (dovuti principalmente all'avere figli) ^^

      Elimina
  15. Sembra interessante... vediamo se riesco ancora a recuperarlo da una delle due fumetterie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero è interessante, spero che tu riesca a recuperarlo ^^

      Elimina
  16. io l'ho trovato (finalmente!) ieri! non l'ho ancora letto perché voglio gustarmelo per bene e sto aspettando di trovare un'oretta tranquilla (sto ancora incasinata con le "cose da fare appena tornata da un viaggio di quasi tre mesi" @_@) però sono sicura che sarà stupendo! e poi dopo il tuo post sono ancora più curiosa >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene a tenertelo da parte, merita un momento tranquillo da dedicargli (non oso immaginare il delirio vario tra bagagli e altro). Manco a dirlo, appena l'avrai letto, aspetto anche i tuoi commenti ^^

      Elimina
  17. La recensione mi è piaciuta veramente moltissimo *_____* E concordo completamente >_< Non vedo l'ora che esca il secondo numero, spero ce l'abbiano in fiera già dal primo è_è

    ps: riguardo alla cosa degli intellettualoidi ti ho scritto nella risposta sul blog, comunque il succo è "speriamo di no! Altrimenti lo sarei anch'io visto quanto mi è piaciuto D:"
    XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di sì, di solito portano le anteprime già in fiera, specialmente in quelle grosse come Lucca (per la gioia delle fumetterie di tutta Italia) ^^

      PS: Leggendo la frase del tuo post mi ero un attimo domandata se parlavi di me, visto che ne avevo da poco pubblicato una recensione iper entusiastica ^^
      Personalmente mi sento tutto tranne intellettuoide e mi dispiacerebbe dare l'impressione sbagliata >__<

      Elimina
    2. Ti giuro, assolutamente no ç_ç Siccome ho visto che la frase è risultata più volte ambigua, nel prosismo post - che sto scrivendo ora - ho già messo una noticina in fondo dove spiego la situazione. Mi dispiace tantissimo se ti ha impensierito, giuro che non volevo T____T (e la prossima volta che mi viene da fare un commento acidello pensando a certa gente mi mordo le dita prima di digitare e continuo con le cose belle da dire, tanto rimunginare non serve a nulla -.-).

      Elimina
    3. Non ti preoccupare, sono io che ho frainteso (tutta colpa della Dolce Metà che mi snobba tutto quello che non è ultra commerciale e dice che leggo solo roba di nicchia - cosa tra l'altro non vera XD).
      Se vuoi fare un commento acido fallo pure, piuttosto rendilo più specifico, così nessuno si fa film ;-P

      Elimina
  18. Appena la PlaMa ne aveva annunciato la pubblicazione ero corsa in fumetteria a farmelo mettere in casella XD La trama mi ispira moltissimo e sono decisamente curiosa di leggerlo. E' lì impilato sulla scrivania delle ultime mie razzie in fumettera (insieme a Eden e Vita Arcana), ma ancora non sono riuscita a leggerlo =_=
    La tua recensione mi rende comunque felice dell'acquisto *-* La storia mi pare interessante (finalmente un po' di sano girl power XD) e se le stanze, gli oggetti e i vestiti sono fedeli agli originali, mi aspetto davvero tanto da quest'opera *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo volume è veramente magnifico e molto intenso. Non ti dico nulla in più rispetto alla recensione perchè non vorrei spoilerare qualcosa ma merita davvero una lettura. Sai che a me piacciono parecchio le serie storiche e questa non ha davvero deluso le aspettative ^^

      Elimina

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.

Un commento è sempre molto gradito!