giovedì 11 ottobre 2012

28

Bakumatsu Kikansetsu Irohanihoheto - Samurai, guerra e kabuki

Cover del primo DVD
Bakumatsu Kikansetsu Irohanihoheto (幕末機関説 いろはにほへと) è una serie anime shōnen composta da ventisei episodi realizzata dallo studio Sunrise e diretta da Ryōsuke Takahashi. È andata in onda in Giappone nel 2006 e non vanta alcuna traduzione italiana (e non ne capisco il motivo, dato che si tratta di un'ottima opera). Si tratta di un dramma storico in costume che affronta temi come la vendetta e la guerra, aggiungendo al tutto un po' di kabuki e una spruzzata di fantasy.

L’ultima era in cui gli uomini vivevano da uomini, mettendo le loro esistenze e i loro i ideali in un solo colpo di spada: il Bakumatsu.
(intro della serie)

Akizuki, il protagonista della serie
Il Bakumatsu, il periodo della fine dello shogunato Tokugawa, fu un momento storico particolarmente pericoloso, in cui si susseguirono scontri e combattimenti all’ultimo sangue. In questo clima insicuro e violento inizia la storia di Yōjirō Akizuki, il leggendario Eien no Shikaku (永遠の刺客, assassino eterno), un giovane ronin con una potentissima spada e una difficile missione: sigillare la devastante Testa del Conquistatore (un artefatto magico capace di cambiare il destino di una intera nazione). Durante la sua ricerca, un giorno salva due bambini che lavorano in una compagnia teatrale di kabuki
Il capo della compagnia teatrale di kabuki in scena
Questa compagnia, però, non è esattamente comune, ma cela al suo interno l’identità di diverse personalità particolari che hanno ben più di uno scopo segreto. Ben presto Akizuki si trova a incrociare nuovamente il suo destino con quello dei membri della compagnia in modi che mai avrebbe immaginato. Intrighi, vendette, combattimenti, non sono che una parte della storia, che riesce a fondersi abilmente con eventi realmente accaduti (che danno un tocco di realismo ulteriore) mettendo in scena un bellissimo spaccato storico dell'epoca
I soldati leali al Bakufu 
Nella seconda parte della serie il giovane protagonista si sposta a Nord, sempre seguendo le tracce della Testa del Conquistatore, e finisce ad incrociare inevitabilmente il suo destino con quello della neonata repubblica di Ezo, dove fa anche la conoscenza delle persone che ne scrissero la Storia. Tra questi, non si può non segnalare Hijikata Toshizō, il demoniaco vicecomandante della Shinsengumi (già divenuto comandante dopo la morte di Kondo) e figura cardine dell’intera Repubblica.

Un altro membro della compagnia di kabuki
I personaggi messi in scena sono tanti e tutti dotati di una specifica e dettagliata caratterizzazione psicologica. Forse il meno interessante è proprio il protagonista che, grazie proprio a questa sua peculiarità, permette a tutti gli altri di risaltare e di occupare la scena al posto suo. Akizuki è un guerriero silenzioso e pacato, tutto dedicato alla sua missione e poco propenso a rivelare i propri sentimenti. Le sue decisioni le prende normalmente a mente fredda e con distacco, cercando di non coinvolgere nessuno. Proprio per questo, moltissimo spazio nella serie può essere dedicato all'approfondimento dei tanti comprimari presenti.
Hijikata come appare in questa serie
Tra tutti i personaggi (e sono davvero tanti e tutti con caratteri differenti) quello che probabilmente è il più carismatico e il più interessante è proprio Hijikata Toshizō (anche se non è l'unico personaggio storico presentato). Nonostante sia ormai risaputo che io abbia una passione per lui (credo di averlo amato in ogni singola opera in cui l’ho visto comparire, da quelle drammatiche come BushidoRecensione del manga di Hiromoto e Peace Maker KuroganeRecensione dell’anime con note storiche sulla Shinsengumi, a quelle per nulla serie come Hakuoki Shinsengumi KitanCommenti sparsi su questa serie reverse-harem), in questo particolare caso è indubbiamente il soggetto con la maggior presenza scenica dell’intera opera.
Akizuki dice ad Hijikata della morte di Okita
Se nella prima parte dell’anime a compensare egregiamente il mancato carattere del protagonista c’era un intero squadrone di personaggi (i membri della compagnia teatrale, una manciata di personaggi storici e diversi cattivi), nella seconda parte i riflettori sono in gran parte per lui, che riesce a spiccare tra tutti.

Teatro e realtà si fondono
Dal punto di vista tecnico si può osservare che si tratta di un’opera di ottimo livello, caratterizzata da animazioni fluide che offrono scontri non banali (cosa non sempre scontato in un anime d’azione) e da ottime scenografie che contribuiscono a realizzare uno stupendo quadro storico del periodo. 
Il pubblico non si rende nemmeno conto del fatto
di star assistendo ad un vero omicidio
Nella prima parte della serie è anche interessantissimo notare come il kabuki riesca ad uscire dagli stretti confini del semplice spettacolo e a diventare parte integrante dell’azione stessa. La commedia e la tragedia della realtà si mischiano e si fondono con la rappresentazione teatrale, su una piece scritta appositamente da Ibaragi Sōtetsu, uno dei personaggi più meravigliosamente ambigui di tutto l’anime. Da notare è anche il comparto audio, sia per la coinvolgente colonna sonora che riesce a sottolineare e a evidenziare tutti i momenti salienti, sia per l’azzeccassimo doppiaggio, che nella parte dedicata al kabuki è veramente particolare.

Hijikata e Ibaragi sulla nave di Enomoto
In definitiva si tratta di un’opera di ottimo livello, caratterizzata da una storia ponderata fin nei dettagli, che si sviluppa costantemente durante tutta la serie e che rivela con equilibrata attenzione i segreti dei suoi personaggi. La realizzazione tecnica e il gran numero di soggetti messi in scena sono il perfetto completamento di un quadro narrativo davvero notevole. Il suo bilanciato mix tra Storia (quella con la S maiuscola), romanzo e fantasy (la parte della Testa del Conquistatore) riesce ad incollare lo spettatore allo schermo per tutti suoi ventisei episodi. 
Un pelino troppo fanasy per l'atmosfera creata fino a quel
momento
Se proprio devo fare le pulci a questo splendido anime e trovare qualcosa di leggermente sottotono, posso dire che l’ultimo episodio e mezzo, perde un po’ di charme per l’assenza di Hijikata (morto, come la Storia prevede, nel ventiquattresimo episodio a causa di proiettile che lo raggiunse alla schiena poco prima della capitolazione definitiva della repubblica di Ezo) e tende a deragliare un pelino troppo nel fantasy. In ogni caso si tratta di un’opera assolutamente notevole, di cui ne suggerisco a chiunque la visione e che non può assolutamente mancare a coloro che amano le serie storiche.


Intro e prima opening della serie

author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





28 commenti :

  1. Bella.. non la conoscevo.. mi gusta! Devo trovarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come serie merita davvero di essere vista ^^

      Elimina
  2. questa serie è da un bel po' di tempo nella lista di quelle da vedere perchè, mentre cercavo opere riguardo questo periodo storico, beccai la opening su Youtube **
    La tua recensione positiva mi spinge ancora di più a vederlo *^*
    poi questo Hijikata mi sembra il più somigliante a quello reale della famosa foto in divisa °° anche se ovviamente le varie controparti animate sono sempre più fighe, almeno esteticamente XD
    Il nome del protagonista è lo stesso di uno yaoi ambientato in questo periodo storico (se non erro...) che si intitola Fuyu no Semi che sarebbe lo spin-off di un'altra serie...però questi due OAV di Fuyu no Semi possono essere visti anche senza sapere nulla della serie principale, come ho fatto io XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di un ottimo prodotto sotto tutti i punti di vista, per cui non posso che suggerirtelo caldamente (se poi già ce l'avevi in lista, è ora di tirarlo fuori)^^

      Di controparti animate di Hijikata ormai ne ho viste diverse e, anche se spesso lo imbelliscono (come anche tutti gli altri, inutile girarci intorno, nella sua foto Saito è ben bruttino e lo fanno sempre belloccio), devo dire che a volte non sono così generosi (la versione di Peace Maker Kurogane, per esempio, non è così esteticamente favolosa). In ogni caso è un personaggio che amo tantissimo (proprio per il suo carattere!) *__*

      Mi segno Fuyu no Semi e me lo cerco (e magari anche la serie "madre") ^^

      PS La foto in divisa compare anche nella serie (non può mancare) ^^

      Elimina
    2. Appena finisco le serie che ho in corso lo guarderò sicuramente ^^

      Ogni tanto cerco di fare dei confronti con le produzioni italiane e mi chiedo...se anche noi creassimo anime harem su Garibaldi e i Mille? °° Mi ha sempre incuriosita questo modo dei giapponesi di riproporre determinati personaggi storici °°

      Su youtube si dovrebbe trovare :) e comunque la Yamato ha annunciato che lo porterà in Italia (anche se non si sa quando) ^^ la serie principale non l'ho ancora vista perchè il contesto non mi attira tanto XD ma alcuni del cui giudizio mi fido me ne hanno parlato bene...staremo a vedere °°

      PS quella foto è un must! XD

      Elimina
    3. Oddio, credo che ad una proposta del genere i moralisti benpesanti del Moige andrebbero a sparare direttamente ai produttori XD In realtà, secondo me, il fatto di riproporre figure storiche (anche in versioni "non del tutto aderente all'originale") è una bella cosa, così ormai mezzo mondo conosce i loro eroi ^^

      Fuyu no Semi (sono andata a controllare) lo porteranno come Cicala d'inverno. Contando che avevo visto i poster a Lucca di due anni fa e non se ne sa ancora nulla, faccio prima a cercare dei sub ;-P

      Elimina
    4. però ci sarebbe una vasta scelta di bishonen, dato il numero dei partecipanti alla spedizione >w> XD
      Anche io la trovo una cosa utile, almeno si impara qualcosina non tanto dalla serie in sè, ma dalla curiosità che suscita verso determinati personaggi o eventi ^^

      Esatto:)
      decisamente XD io l'avevo trovato con i sub ita, ma non mi avevano convinta molto alcune cose :\, quindi ho optato per i sub inglesi.

      Elimina
    5. Questo credo che sia valido un po' per tutte le spedizioni militari, guerre e affini. Tanti maschi tutti insieme XD

      Ok, ci farò caso. Magari nel frattempo l'hanno risubbato ^^

      Elimina
    6. in effetti XD

      speriamo ^^ oppure è stato subbato da più di un team ?_?

      Elimina
    7. Possibilissimo, è una cosa abbastanza comune ^^

      Elimina
  3. Interessante!!! E' incredibile quante opere con Hijikata esitano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie è davvero carina ^^
      Da quello che ho capito con la mia esperienza di letture e visioni i due periodi storici favoriti dai giapponesi sono il Sengoku e il Bakumatsu ^^

      Elimina
  4. Forse questa potrebbe interessare Panajev, purtroppo è da questa estate che non riusciamo più a vedere nulla, dobbiamo ancora finire quasi tutte le serie che ci hai prestato :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta che ci vediamo allora te la passo ^^ Potrebbe piacere anche a te, è molto particolare, non solo incentrata sugli scontri ma anche sulla parte storico-politica e sul teatro kabuki ^^

      Elimina
  5. mi ispira molto questa serie, grazie per averla segnalata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E di che? Gioiellini di serie come questo che sono pochissimo conosciute meritano davvero un po' d pubblicità ^^

      Elimina
  6. Perché non la conosco? Grave. Gravissimo. Vado e recupero è_é Grazie per il consiglio, adoro gli anime storici! ;)
    P.S. Ormai non riesco più a leggere il nome "Hijikata" senza sghignazzare. Gintama mi ha rovinata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anche io un'appassionata di serie storiche, di qualunque tipo, ma ho un dichiaratissimo debole extra per la Shinsengumi (specialmente per Hijikata) e per il corpo dei moschettieri (tanto per essere zero coerenti) *__*

      PS Gintama lo sto recuperando (appena ho finto gli episodi lo recensisco) e, manco a dirlo, il mio personaggio preferito è Hijikata (insieme a Katsura ad onor del vero). Almeno è uno dei più seri ;-P

      Elimina
  7. Come direbbero dalle mie parti:"Cose serie!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ^^ Per chi ama i drammi in costume è una serie da non perdere ^^

      Elimina
  8. Era già bastato il titolo a farmi decidere di aggiungerla in lista, la recensione positiva ha fatto il resto. Da qui purtroppo e assurdamente è quasi impossibile procurarsi anime - a meno di non comprarli, ma per ora ho trovato solo negozi di manga - ma una volta tornata a casa sarà mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il problema, sicuramente hanno anche loro dei sistemi per procurarseli ma valli a conoscere XD
      Bhe, almeno ti rifai guardando in diretta le serie nuove (se passi del tempo a casa) ^^

      Elimina
  9. Io sono come te, ovvero amo a prescindere tutte le opere dove appaiono gli Shinsengumi XD.
    Me la segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice quando mi rendo conto di non essere l'unica a conoscerli e ad apprezzare le opere dove compaiono per principio ^^

      Elimina
  10. Non lo conoscevo, mi intriga tanto però, è abbastanza il mio genere! lo segno e ringrazio! *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero una serie molto interessante ^^ Fammi poi sapere se ti è piaciuta ^^

      Elimina
  11. Fino a che non hanno chiuso Megavideo tale anime era visibile con sottotitoli italiani. Ora se lo si vuol vedere bisogna andare su Daylimotion, ma con sottotitoli inglesi.
    Complimenti per l'articolo, ci sono altri anime ambientati in questo periodo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho visto qualche tempo fa con i sottotitoli italiani, grazie per l'informazione ^^
      Grazie Mille :D
      Altri anime su questo periodo ce ne sono diversi tipo Peace Maker Kurogame, Hakuoki Shinsengumi Kitan (che è tratto da un otome game) e Kenshin, samurai vagabondo (che è stupendo, anche se leggermente successivo).

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.