lunedì 24 settembre 2012

56

Ōoku: le stanze proibite - E se nel Giappone feudale i maschi avessero rischiato l'estinzione?

Cover del primo volume
Ōoku: le stanze proibite (大奥 Ōoku) è un manga josei disegnato da Fumi Yoshinaga per la rivista Melody della casa editrice Hakusensha. Attualmente in prosecuzione in madrepatria, vanta sette volumi completati su dieci previsti ed esce con cadenza annuale (anche se il volume del 2012 non è ancora stato pubblicato). Da esso è stato anche tratto un film live action nel 2010 (che copre i fatti dei primi tre capitoli del primo volume) e nella parte finale dell’anno 2012 avrà anche un dorama e un secondo film (il primo partirà a fine ottobre e il secondo uscirà in dicembre). In Italia è appena stato pubblicato (la scorsa settimana, per chi se lo fosse perso) il primo volume della serie dalla casa editrice Planet Manga.
Continua a leggere ...



venerdì 21 settembre 2012

34

Hana-Kimi - Ovvero sull'arte di infiltrarsi in una scuola maschile sperando di farla franca

La cover del primo volume
Hana-Kimi (花ざかりの君たちへ Hanazakari no kimitachi e, "Per voi in piena fioritura") è un manga shojō disegnato da Hisaya Nakajo e pubblicato nella rivista Hana to Yume della casa editrice Hakusensha tra il 1996 e il 2004. Conta in tutto ventitré volumi più due capitoli speciali (inediti da noi) e in Italia è stato pubblicato dalla Dynit, anche se ormai sono disponibili solo i box (rendendo difficile la vita a chi, come me, cercava un singolo volume). Dalla serie sono state tratti ben quattro adattamenti live action per la TV, di cui due giapponesi, uno coreano e uno di Taiwan ma, stranamente, nessun anime. L’ultimo è stata una produzione coreana andata in onda proprio a partire da quest’estate e non ancora conclusasi.
Continua a leggere ...



martedì 18 settembre 2012

56

La leggenda di Hikari - Ragazze con la ginnastica ritmica nel cuore

La cover del primo volume
Ormai un mese fa, durante uno degli agosti più torridi di sempre, leggevo questa recensione del manga La leggenda di Hikari pensando che si trattasse di un'altra serie shojo ormai classica molto conosciuta che mi ero persa per strada e che difficilmente avrei recuperato. Al momento della sua uscita in Italia non l’avevo acquistato per diversi motivi. Se da una parte all’epoca non nutrivo particolare interesse verso i manga sportivi, complice la lettura di Attacker you che mi aveva lasciata un po’ delusa, dall’altra si trattava di una serie di cui non avevo visto l’anime da piccola (nemmeno una puntata rubata, non l’avevo proprio mai sentito nominare), per cui non mi scatenava il famigerato effetto nostalgia (al contrario di opere come Sailor MoonRecensione della famosa serie suelle guerriere che vestono alla marinaretta e, appunto, Attacker You). Anche adesso, che ho riabilitato i manga sportivi nella mia personale classifica delle opere da leggere grazie a titoli meravigliosi come RookiesUna serie veramente stupenda!, Eyeshield 21Recensione completa di un manga splendido e Happy!, e che sto recuperando svariate opere shojo vecchio stampo, sicuramente non sarei andata a comprarlo nuovo a prezzo di copertina, ma il destino era in attesa e me l’ha fatto trovare completo a un prezzo assolutamente irrisorio. Morale della favola, adesso ce l’ho qui, sulla scrivania e mi accingo a recensirlo!
Continua a leggere ...



venerdì 14 settembre 2012

30

Ribelle - The Brave - Una principessa che non si vuole sposare

Locandina del film
Ribelle – The Brave è l’ultimo film d’animazione 3D creato dalla Pixar e distribuito dalla Walt Disney. In America è passato nei cinema in giugno ma qui in Italia è arrivato solo dal 5 settembre (e il l’ho visto ieri sera, con tutta calma, visto che amo sempre essere la prima ad arrivare sul pezzo). Il film è preceduto da un classico corto della Pixar intitolato La Luna che, come sempre succede con queste produzioni, non c’entra nulla con l’opera principale (e, appunto, parla della Luna e di tre omini delle pulizie), ed è seguito da una piccola post credit scene (quindi, per chi va al cinema, è importante rimanere fino alla fine dei titoli di coda).
Continua a leggere ...



mercoledì 12 settembre 2012

53

Once Upon A Time - Alla ricerca del lieto fine perduto

Once Upon a Time, italianizzato con C’era una volta, è una serie televisiva americana fantasy del 2011 liberamente ispirata ai più classici racconti di fiabe. Dato che ha avuto un discreto successo è stata rinnovata per la seconda stagione che inizierà a fine settembre 2012, mentre in Italia sta per debuttare in chiaro su Rai 2 la prima stagione (per chi fosse interessato il primo episodio andrà in onda proprio stasera con il titolo originale). Dopo il salto la recensione completa, tenendo conto che nella descrizione dei personaggi e nei commenti finali ci saranno degli inevitabili SPOLIER. In realtà avevo già pianificato di recensire (e avevo anche iniziato a vederlo) A Game of Thrones, ma amo auto-sabotarmi le rare volte in cui ho una programmazione per i post
Continua a leggere ...



giovedì 6 settembre 2012

25

Gli Elementi dei miei Viaggi

Ho visto oggi sul blog di Ciccola (assolutamente da leggere perchè è bellissimo e pieno di informazioni interessantissime) che ha deciso di partecipare all'iniziativa di Viaggi e Baci (insieme a I viaggi dei rospi e The Family Company) che riguarda gli elementi dei viaggi: Terra, acqua, fuoco e aria.



L'iniziativa prevede di prendere tre foto di viaggio che identifichino uno dei quattro elementi naturali sopra citati e pubblicare un post entro il 10 settembre dal titolo Gli Elementi dei miei Viaggi. Visto che mi è sembrata una cosa simpatica ho deciso di prenderne parte. Dopo il salto le mie tre foto!
Continua a leggere ...



martedì 4 settembre 2012

34

Sakamichi no Apollon - Un’amicizia legata dal jazz

I protagonisti sulla salita che porta verso la loro scuola
superiore
Sakamici no Apollon (坂道のアポロン, La salita di Apollo, per gli anglofoni Kids on the slope) è una serie anime del 2012 composta da dodici episodi e tratta da un manga josei del 2007 realizzato da Yūki Kodama. Per una santa volta l’avevo anche vista subito dopo la fine della sua messa in onda (aspetto praticamente sempre che le serie siano complete, visto che detesto cordialmente dover attendere una settimana per l’episodio successivo, e spesso finiscono semplicemente nella “lista infinita”) ma avevo già iniziato la trafila della trenta giorni di anime e manga, per cui ho deciso di rimandare ad adesso la recensione (per la serie essere sempre sul pezzo). La serie è diretta da  Shinichirō Watanabe (I cieli di Escaflowne, Cowboy Bebop, Samurai Champloo, Eureka SeveN), prodotta dallo studio MAPPA e ha una colonna sonora composta da Yoko Kanno. Qualche tempo fa avevo già recensito una serie basata sul metalRecensione di Detroit Metal City e una basata sulla musica classicaRecensione di Nodame Cantabile adesso è il turno del jazz!
Continua a leggere ...



sabato 1 settembre 2012

30

Battle Royale: manga vs film

La locandina del film
Battle Royale è un film diretto da Kinji Fukasaku, pubblicato nel 2000 e basato sull’omonimo romanzo di Koushun Takami dell’anno precedente. Da quella stessa opera letteraria è stato tratto anche il manga Battle RoyaleRecensione completa del manga, che avevo già recensito qualche tempo fa. Seguendo la lodevole iniziativa di automaticjoy (che fa dei confronti libro vs film) mi accingo a scrivere una recensione manga vs film, dando quindi per scontato che si sia già letto il post individuale del fumetto. Del film esiste anche un seguito (Battle Royale II: Requiem), girato nel 2003, che è stato realizzato a partire da un soggetto originale e il cui contenuto, quindi, non compare né nel romanzo, né nel manga.
Continua a leggere ...