lunedì 6 maggio 2013

14

Batman: Mystery of the Batwoman - C’è un nuovo pipistrello in città!

La cover del DVD
Batman: Mystery of the Batwoman (Batman: il mistero di Batwoman) è un film d’animazione direct-to-video realizzato nel 2003 dalla Warner Bros. Animation, realizzato a partire dai  personaggi dell’universo narrativo DCAU, basati sugli omonimi personaggi DC, visti in azione nella serie animata The New Batman Adventures. Tra gli speciali del DVD è presente anche il corto animato musicale Chase me, in cui un Bruce Wayne estremamente annoiato da una festa sogna ad occhi aperti di dar la caccia a Catwoman. In Italia è stato distribuito in DVD ma attualmente è fuori catalogo, per cui, chi fosse interessato, o ha una spaventosa botta di fortuna e lo trova in un negozio/bancarella/scantinato o l’unica soluzione per vederlo è la grande rete.

Batwoman in azione
In città c’è una nuova vigilante, Batwoman, una misteriosa donna che porta le insegne del pipistrello. Pur avendo un equipaggiamento tecnologico, pur servendosi dallo stesso sarto di Batman e pur essendo indubbiamente preparata, non è una socia dell’Uomo Pipistrello che, anzi, non l’apprezza per i suoi modi di fare radicali (ovvero il fatto che la pulzella tenda ad aprire il fuoco sui criminali che ostacola, non preoccupandosi del ammazzarli). La misteriosa donna si focalizza stranamente sull’interferire soltanto sulle attività criminose perpetrate da Pinguino e da Rupert Thorne, che, per proteggersi, ingaggiano il gangster Carlton Duquesne
Batman con un batarang in mano
Nel frattempo ben tre donne compaiono sulla scena di Gotham. La prima è Kathleen “Kathy” Duquesne, la viziata e frivola figlia di Dunquesne, la seconda è Roxanne “Rocky” Ballantine, una geniale scienziata (anche se logorroica e un po’ impedita nelle relazioni umane) che sviluppa per le Wayne Enterprise una speciale lega di metallo programmabile in modo da modellarne la forma, e la Detective Sonia Alcana, una donna dura e molto ligia al suo dovere (che in questo film prende il posto di Montoya, assente, come partner di Bullock).
Bruce e Kathy a cena insieme
 Batman le conosce, ovviamente, tutte e tre (la prima se la baccaglia con la sua identità di Bruce Wayne, la seconda lavora per lui e la terza la conosce sul “lavoro” notturno), e diversi indizi lo portano a sospettare prima dell’una e poi dell’altra, ma non riesce a trovare nessuna prova schiacciante che gli indichi la vera identità di Batwoman. Per di più in diverse occasioni trova degli indizi che gli provano l’innocenza di ognuna delle fanciulle.

Rocky presenta il suo lavoro
I personaggi messi in scena in questo film sono principalmente quelli detti sopra. Innanzitutto c’è Batman, il solito Batman tutto di un pezzo, che si butta a capofitto nella ricerca di una soluzione per questo nuovo pericoloso mistero che affligge Gotham City e che non esita a sfruttare  anche la sua vera identità per cercare ulteriori indizi (sì, Kathy gli piace, ma se l’abborda, inizialmente, è solo per l’indagine). Non si limita ad agire colpendo a testa bassa i cattivi di turno ma indaga, ragiona, valuta e studia le prove.
Sonia con il detective Bullock
Affianco a lui ci sono i suoi classici aiutanti: Alfred (con la sua battuta di British umor sempre pronta e il suo impeccabile stile da perfetto maggiordomo), Robin (in questo caso è il piccolo Tim Drake, il Robin di The New Batman Adventures, in mio Robin preferito - lo so che l’ho già detto altrove ma su questo punto amo ripetermi) e Batgirl (Barbara Gordon, anche se compare solo in una scena in cui fa la gatta morta con Bruce al telefono). 
Pinguino, Thorne  e Duquesne
I nemici messi in scena sono dei volti noti come quello di Pinguino (affarista impenitente che, dopo aver pagato i suoi debiti con la società in Batman TAS, qui è il padrone dell’Iceberg Lounge, un locale alla moda per malviventi, e un trafficante di armi con lo stato immaginario della Kasnia), Rupert Thorne (che fa il boss mafioso come suo solito) e Bane (chiamato a far la montagna di muscoli prezzolata), uniti alla nuova faccia di Duquesne
Bruce con Alfred
A tutti questi va aggiunta la misteriosa figura di Batwoman, una donna che ha chiaramente un conto aperto con Pinguino e Thorne e che non esita a mandar loro all’aria ogni sorta di losco affare, senza però pensare di raccogliere le prove dei loro delitti o di salvaguardare le vite degli sgherri (cosa, invece, che Batman fa regolarmente e per cui la presenza della spregiudicata donna non è da lui molto ben vista).

Batman con Robin
Dal punto di vista tecnico questo film è legato alla serie The New Batman Adventure e il suo charter design è quindi perfettamente allineato con quelli dei personaggi che si sono già visti lì, anche se lo stile generale dell’opera è un po’ meno cupo. Il personaggio che ha subito maggiori modifiche è stato quello di Rupert Thorne, che era comparso solo in Batman TAS e non in The New Batman Adventure, e che ha quindi richiesto un adattamento (e, come Jin Gordon, anche lui nel passare dalla prima alla seconda serie perde un po’ di chili). 
Nella scena ambientata all'Iceberg
Lounge, Cherie interpreta
se stessa
Le animazioni sono fluide e gli sfondi accurati e ben realizzati. Il doppiaggio italiano è abbastanza ben fatto e si trovano delle voci note, tipo quella di Marco Balzarotti nei panni di Batman e di Vittorio Bestoso in quelli di Pinguino, mentre altre sono state sostituite (tipo Alfred, inascoltabile, e Bane). Non sto nemmeno qui a disquisire sul fatto che comunque quello originale è superiore (credo di amare Kevin Conroy) ma, devo ammettere, che questa volta in italiano è stato fatto un lavoro migliore rispetto a Batman: Mask of The Phantasm.

Ecco Bane in azione
Batman: Mystery of the Batwoman è l’ultimo film animato girato sul DCAU (Batman: Il ritorno del Joker è precedente ma ne parlerò nel prossimo post perchè come continuity è ambientato dopo) e riesce a mettere in scena una trama complicata e intricata, ricca di cattivi e di colpi di scena, che inizialmente disorienta persino un detective abile come Batman. Ci sono delle giovani e belle donne (mai che girino delle ciospone intorno a Batman) che forse nascondono qualche segreto, dei cattivi molto ben organizzati e determinati a concludere i loro loschi traffici ad ogni costo e una nuova vigilantes che nessuno conosce. 
Batwoman con Batman. Lui è il
ritratto vivente dello scazzo
Scoprire il mistero che cela la maschera di Batwoman porterà tutti ad una resa dei conti generale, dove solo il provvidenziale intervento di Batman e Robin potrà evitare un disastro su tutta la linea. Chi delle tre donne è Batwoman? Cosa vuole dal Pinguino e da Thorne? Batman avrà di nuovo sentimentalmente a che fare con una donna pericolosa (dopo Catwoman, Talia al Ghul e Andrea) o per una volta gli sarà andata bene? 



Il corto Chase Me, contenuto speciale del DVD


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





14 commenti :

  1. Io credo di averlo visto in TV in una di quelle domeniche pomeriggio dove Italia 1 chiudeva i buchi con film di animazione a casaccio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato in giro informazioni sulla sua messa in onda in Italia ma non ho trovato nulla. Italia 1 ogni tanto, del tutto involontariamente, manda roba interessante XD

      Elimina
  2. Uh uh, sono curiosa di sapere chi delle tre sventole è la misteriosa donna pipistrello...
    Certo che hai ragione: intorno ai supereroi girano solo belle donne. Mai vista una ciospa; al massimo una cervellona con problemi a socializzare (come qui Roxanne) ma sempre bella e sexy a modo suo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto appositamente la recensione in modo da mettere curiosità e invogliare alla visione ;-P
      Premettendo che i supereroi sono sempre dei gran bei gnoccoloni (ce ne fosse uno brutto, insipido o anche solo con i brufoli o una brutta dentatura), ma sono sempre circondati solo da figone! Batman poi, in particolar modo, trovo XD

      Elimina
  3. Ohhh non avevo mai visto una Batwoman così!
    Effettivamente pure questo film mi manca...
    Non ne ero a conoscenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che questa Batwoman è diversa da tutte le sue incarnazioni fumettistiche ma non è male (se si escludono i guanti rosa che sono un tocco di kitsch niente male) e trovo che il personaggio sia ben giocato nel mantenere il mistero sulla sua vera identità ^^

      Elimina
  4. Mi piacciono le opere con donne forti, ma credo che in caso non inizierei a vedere batcose da questo film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi riuscirò a farti veder qualcosa ;-P

      Elimina
  5. Sono quasi sicuro di averlo visto in tv, una domenica (o sabato?) mattina di non moltissimo tempo fa, credo sulla rete mediaset...
    Mooolto bellino! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibile, la programmazione di Mediaset è alquanto imprevedibile XD
      Trovo che stia davvero bene nella continuity del DCAU ^^

      Elimina
  6. quel costume da batwoman mi semra di averlo già visto...
    possibile che si passato in tivì?
    A quando le recensioni dove parlerai male dei film di Nolan XD?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente probabile, visto che anche altri l'hanno visto in tv (io no, ovviamente ma è veramente raro che io sia riuscita a vedere qualcosa di figo per caso in televisione) ^^
      Un po' ci sto pensando, anche se non facevano parte del piano iniziale. Vedremo ;-P

      Elimina
  7. Scusami...ma leggendo l intro ho letto ...sentimentalmente a che fare con donne pericolose (andrea , talia e catwoman)....ma nella presentazione dei personaggi hai detto che lui non si impegna seriamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Il concetto è che ha delle relazioni con donne pericolose ma nessuna di questa è "la donna della sua vita" :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.