venerdì 30 agosto 2013

67

Spartacus: Vengeance - Il ritorno dei ridicoli gladiatori depilati in azione!

Il nuovo Spartacus sulla locandina
Dopo un anno e mezzo dalla pubblicazione della primo post dedicato al celebre schiavo del periodo romano, ecco finalmente la recensione della seconda deludente serie di Spartacus, il brand pseudo-fantasy che fa del finto porno e della pessima violenza in CGI il suo manifesto! Questa serie (la seconda in ordine cronologico e la terza in ordine di produzione, visto che Spartacus: Gods of the Arena è un prequel), composta da dieci episodi (e tre episodi in meno rispetto alla prima serie sono stati davvero una boccata d'ossigeno!) si contraddistingue per un cambio di attore nella figura del protagonista (a causa della prematura dipartita di Andy Whitfield, morto per un linfoma nel 2011) e per diverse  nuove boiate fiammanti.

Prima di partire, per chiunque se li fosse persi o volesse ripassare:
1 -  Spartacus: Blood and Sand
2 -  Spartacus: Gods of the Arena (prequel di Blood and Sand ma da vedere dopo)
Dopo il salto la recensione di Spartacus: Vengeance



TRAMA BREVE - Per chi deve portare il gatto dal veterinario tra dieci minuti


I gladiatori scappano e cazzeggiano un po’ per le campagne, poi assaltano una miniera, bruciano l’arena e si nascondono in un tempio abbandonato. Nel frattempo i Romani cercano di ammazzarsi tra di loro ma poi decidono che è meglio assaltare il tempio. Molti gladiatori e tutti i romani muoiono in modo stupido.

 

TRAMA LUNGA - Per chi non deve correre a prendere i bambini a scuola

I nostri prodi nella loro nuova casa-fogna
Alla fine della prima stagione abbiamo lasciato i nostri gladiatori subito dopo il massacro di casa Bathiatus. Il dominus è morto ammazzato, mentre una Lucrethia gravemente ferita viene tratta in salvo da Ashur che ne cuce le vistose ferite al ventre (ovviamente perde il bambino che aspettava – poraccia, con tutto il casino che aveva fatto per rimanere incinta!). I baldi giovani e le schiave con le tette rifatte della casa fuggono (ovviamente di un piano d’azione non se ne parla neanche, troppo main stream) e si dedicano a razziare in ordine sparso le campagne circostanti Capua, raccontandosi la bella barzelletta che stanno facendo una cosa buona portando la libertà agli schiavi. Anche a quelli che non la volevano esattamente. E chi non si unisce a loro finisce passato a fil di spada! Dopo un po’ si rendono conto che stanno riempiendo i loro ranghi di paggetti e schiavette e la piantano.

Il paggetto Nasir viene arruolato
Nel frattempo quel povero sfigato del pretore Gaius Claudius Glaber (quello che è dalla prima serie che ha problemi con Spartcus, quello che è così sfigato che quando passa lui i gatti neri si scansano) è costretto a tornare a Capua e decide di installarsi con la sua incinta consorte Ilithiya in quella che era stata la casa del massacro. Ma non avevano una villa a Capua pure loro? Perché proprio in quel posto? Solo per riciclare il set? Non solo, qui trovano, con loro enorme stupore, una Lucrethia fuori come un balcone che si pone come una specie di miracolata dagli dei (facendo anche la parte dell’oracolo locale) e che mette una strizza immonda a Ilithiya, visto che è l’unica a conoscenza della vera dinamica dell’omicidio di Licinia, la cugina del potente Crasso (per chi non si ricordasse di chi sto parlando, può leggersi il post su Spartacus: Blood and Sand, che la scena della morte di Licinia è una delle più ridicole dell’intera serie).

Il ritorno della coppia d'oro!
In uno scenario di questo genere cosa manca ancora? Ovvio, un po’ di liti interne! Quindi presentiamo Sepius, il cugino odioso del magistrato Sexto, perito nel massacro per mano di Spartacus stesso, che romperà l’anima a Glaber per diversi episodi con la storia che non riesce a catturare questi dannati gladiatori, spalleggiato dal padre di Ilithya (che è evidente che odia il genero) e da un certo Varinio, un altro pretore (a cui bisogna sommare anche Mercato, quello che si occupa dei gladiatori adesso che i lanisti si sono tutti sterminati tra di loro, e Cossutius, il viscido maniaco sessuale che si era visto nel prequel).

Da destra: Seppia (la stronza di professione),
Varinio (il bellimbusto) e Cossutius
(il maniaco sessuale)
Le liti tra romani (che, ricordo, sono tutti, nessuno escluso, una manica di stronzi pazzeschi, non ce n’è uno a morire di buon cuore), però, non sono sufficienti e anche tra gli uomini di Spartacus cominciano ad esserci degli attriti: i galli, capeggiati da un Crixus che desidera solo riabbracciare Naevia, litigano di continuo con i germani, comandati da Agron, a cui, invece, preme di più trovare un modo per salvarsi la pellaccia (e chiamalo idiota!). In questo scenario a metà tra Battle Royale (ma con violenza molto più ridicola) e Beautiful (ma con più scene di sesso), i baldi gladiatori scoprono che Naevia è tenuta prigioniera nelle fantomatiche miniere (di cui si sente parlare fin dalla prima puntata della prima serie ma di cui nessuno si è mai premunito di dare una collocazione geografica o funzionale) e un piccolo manipolo di uomini parte alla carica con uno dei loro geniali piani da suicidio assistito.

Glaber con il suo amorevole suocero
Sequestrano un carro diretto alle miniere, uccidono i soldati di guardia e si travestono da armigeri e da schiavi. Arrivati alle miniere, combinazione delle combinazioni, si fanno sgamare in tre secondi netti (una cosa non devono far vedere questi maledetti idioti, il dannato marchio di Bathiatus e possibilmente la faccia di Spartacus, che la conoscono anche le pietre di Capua! E cosa si dimenticano regolarmente di coprire? Esatto proprio quelle due cose! Persino i Mangiamorte di Harry Potter - quelli che, quando sono in borghese, vanno a dire in giro “morte ai babbani” - sono più furbi di loro nel celare le loro identità!) , ingaggiano una lotta e, mentre fuggono tramite un tunnel, beccano, praticamente per puro caso, Naevia! Neanche il tempo di abbracciare Crixus che arrivano i romani, per cui il gallo rimane indietro per favorire la fuga di Spartacus e della donna che ama (ma porco cane, non ha senso sta roba, per salvare la tipa di uno - della cui salvezza non frega una cispola a nessuno degli altri - si sacrifica un sacco di gente e poi lui si fa catturare? A quel punto era più furbo se si faceva prendere Spartacus! O se se ne stavano tutti a casa!).

Si vede che non c'è la mano di Walt Disney in questa storia!
Gli ex-schiavi sopravvissuti scappano nella foresta (quattro alberi mal contati) ma i romani gli stanno alle costole e mietono molte vittime, finché, ad un certo punto, il gruppo si trova ad essere composto solo da Spartacus (che ha l’immunità da eroe), la sua donna (una talmente poco caratterizzata che manco mi ricordo bene il nome, che dovrebbe essere una cosa come Mira), Naevia e Nasir (uno schiavo che non voleva essere liberato e che adesso è il fidanzato di Agron - che bordello, davvero, manco Beautiuful!) gravemente ferito. Quando ormai sembra che per loro non ci sia più scampo riescono a ricongiungersi con la colonna principale, guidata da Agron (che è pure felice del fatto che la gran parte dei galli siano morti) e trovano riparo in un tempio abbandonato. Qui fanno la conoscenza del Robin Hood dei tempi antichi, un tal Lucio che ce l’ha a morte con l’intera popolazione romana perché la sua famiglia morì nella rivolta di Silla. Stabilita una base operativa, in nostri eroi, possono quindi darsi ai piani malvagi in allegria (secondo me più che un tempio ci sarebbe stata bene una roulotte, come la Banda Bassotti).

Non ti stupire troppo Gannicus, se no non ne esci!
Per prima cosa vanno a liberare Crixus, Oenomaus (catturato da Ashur poco prima nei bassifondi - Crixus comunque deve sopravvivere perché è uno dei capi rivolta che arrivano fino alla fine, per cui sta manfrina è inutile e serve solo ad allungare il brodo) e Rasko (anche se quest’ultimo è carne da cannone e quindi non ce la fa), infiltrandosi come finti romani e poi dando alle fiamme l’arena in cui i loro amici stanno per subire la condanna a morte. Esito dell’operazione: almeno duecento cittadini inermi morti carbonizzati, due ex-gladiatori salvati e la libertà di Gannicus, che era lì per effettuare la condanna a morte, persa per sempre! Un bilancio davvero onestissimo! Se a questi si sommano i morti avuti nell’operazione prima, quella nelle miniere, si può dire che per far riabbracciare Crixus e Naevia è stato fatto un vero e proprio sterminio di massa! Era davvero così necessario? Specialmente visto che lei è così grata della cosa da cominciare a pensare seriamente al suicidio!?

Lucio caro, non sai quanto hai ragione!
E i romani? Ovviamente non se ne stanno con le mani in mano e anche loro si dedicano al complotto creativo e al piano idiota! Lucreathia e Ilithiya (che un po’ si odiano e un po’ giocano alle amicone) era da un po’ che tramavano per convincere il padre della bionda a scioglierle i voti di matrimonio con Glaber per permetterle di sposare Varinio (in realtà una matrona romana poteva separarsi quando voleva da sola, ma soprassediamo che se comincio a fare le pulci sugli anacronismi comincio a chiedermi cose del genere come mai tutti indossino mantelli rossi che era un colore raro e prezioso, o come diavolo sia possibile che non si veda un maledetto soldato romano maneggiare un dannato scudo in una scena di combattimento. Anzi, di questo ne riparlo dopo che qui si sorpassa il ridicolo a destra, strombazzando e facendo gestacci!) ma la sera prima dell’incendio all’arena quel verme di Ashur (per chi non si ricordasse di lui: era uno schiavo viscido di Batiathus che adesso è al servizio di Glaber. Ha un conto in sospeso con i gladiatori che non lo accettano come "fratello") va a dire a Glaber che sua moglie vuole abortire (Varinio non vuole tra le scatole figli altrui) e gli fa trovare il Silfio che la donna nasconde tra le sue cose [1]!.


L'unica funzione di Oenomaus in tutta la serie
è quella di perdonare Gannicus per essersi fatto
una scappatella con sua moglie nel prequel
Glaber prende la notizia benissimo. Bene come un Uruk-hai a cui viene detto che Saruman taglia il budget per le armature da battaglia e che dal giorno dopo dovrà affrontare elfi, umani e nani indossando solo un paio di bermuda da spiaggia! Per cui, durante l’incendio, stufo di essere umiliato pubblicamente ogni secondo e di essere trattato come un idiota bonaccioso da moglie e suocero fa che ammazzare personalmente quest’ultimo e di terrorizzare a morte l’altra, minacciandola di un trapasso lento e doloroso se per caso perdesse il pupo.

Mira, l'inutile compagna di Spartacus,
mentre impara a tirare con l'arco.
E Varinio, in tutto questo? Varinio fa un passo indietro, dice “oh, ragazzi, è stato bello ma stasera ho un aperitivo a Roma” e si dilegua, veloce come il vento. Quindi, nel giro di un episodio si ha un Glaber in ira berserk che, con i soldi ereditati dal suocero, mette una taglia su Spartacus e fa arruolare a Ashur tutti i peggiori avanzi di galera che trova, in modo da avere un’armata che possa competere con “gli dei dell’Arena” e, tanto per testare la loro fedeltà, li spedisce a massacrare Sepius, dando poi la colpa ai suoi schiavi. Ora, non vorrei stare qui a fare le pulci anche su questo, ma vorrei ricordare agli sceneggiatori (che fanno sconfiggere una decina di soldati romani ad Ashur, il peggiore dei gladiatori, quello che fino a due episodi prima zoppicava, solo per una dimostrazione) che la fanteria romana è quella che ha sconfitto qualunque altro esercito del mondo allora conosciuto. Quella che con tattica e addestramento è stata in grado di costruire uno degli imperi più grossi del mondo! Mentre i gladiatori erano praticamente i wrestler dell’epoca!

A che servono i Marine quando ci sono questi?
(Non chiedetemi chi sianoesattamente che non li distinguo)
Ok, magari si facevano anche male e ogni tanto ne moriva qualcuno in scena (ma pochi che erano estremamente cari da addestrare e mantenere), ma erano comunque uomini di spettacolo. È un po’ come se al giorno d’oggi Obama in Afganistan ci mandasse Hulk Hogan, Undertaker, Ray Misterio e compagnia bella! L’unico obiettivo che può raggiungere in quello stupido modo è quello di farsi ridere dietro dall’Onu al gran completo! Ma ovviamente non è così in Spartacus, dove un gladiatore depilato vale almeno dieci soldati! Anche di più se è uno dei protagonisti!

Effettivamente molti costumi non hanno molto senso!
Tra l’altro, dato che il clima non è già abbastanza pesante (tipo che ci sono dei tizi pericolosi che vanno in giro ad ammazzare i romani, l’arena è crollata facendo una marea di vittime e alcuni schiavi cominciano a pensare di ribellarsi. Praticamente manca solo una pestilenza!), Glaber ha la geniale idea di far crocefiggere tutti quelli che osano anche solo nominare Spartacus, riempiendo la città di cadaveri. Facendo di nuovo le pulci all’accuratezza storica del carrozzone, bisogna dire che i romani non inchiodavano i condannati alla croce, ma li legavano con delle funi! Anche perché altrimenti le articolazione del poveraccio, ormai danneggiate dal chiodo, cedevano, facendo strappare la carne e lasciandolo cadere dalla croce. Quindi, sì, anche i classici crocifissi che si vedono in chiesa sono storicamente inaccurati (anche perché men che meno poteva reggere una mano inchiodata, l’unica possibilità di sostenere il peso del corpo era mettere in chiodo tra il radio e l’ulna, e poi ancora)!


Crixus e Agron litigano per la millesima volta
Nel frattempo gli uomini di Spartacus liberano una nave piena di schiavi germanici per allargare le loro fila (che tra un piano idiota e l’altro non è che fossero poi più in tanti) e litigano un po’ tra di loro per il puro gusto di litigare. Un po’ succede per colpa di Gannicus, che è diventato un emo (era così simpatico nel prequel, con quella sua aria da cazzone patentato), un po’ per colpa Crixus (che è diventato un altro emo, per di più reso isterico dal fatto che Naevia ha pensieri autodistruttivi – ma com’è che tutti i pochi personaggi che mi piacevano li stanno buttando ai rovi?), un po’ per i germani (che invece amano la baldoria, sono indisciplinati e soprattutto se ne sbattono dei depressi – ho deciso, il mio nuovo personaggio preferito è Agron, che almeno è un allegro cazzone!) e un po’ perché Spartacus ha il carisma di un’aringa sotto sale. Gannicus decide quindi di lasciare i nostri (che aveva seguito solo perché si sentiva in colpa per essersi fatto - nel prequel - Melitta, l’amata moglie di Oenomaeus) e torna a Capua, dove Glaber lo raccatta e gli offre di diventare uno dei suoi. Lucrethia gli fa una contro proposta (ovvero di uccidere Glaber. Piccola eh, questa città? Dove ti giro incontri qualcuno che conosci) ma lui decide di fare da sé, per cui ammazza la scorta e rapisce Ilithiya, facendo incazzare un po’ tutti!

La sconvolgente verità? Ma il silfio non
poteva prenderlo subito dopo il fattaccio?
Arrivato da Spartacus con la sua prigioniera (ma è mai possibile che mezzo mondo vada avanti e indietro dal nascondiglio dei gladiatori ma a nessuno venga in mente di farli, tipo, pedinare?) il trace vuole ammazzarla senza pietà ma poi lei lo impietosisce rivelandogli che il bambino che aspetta in realtà è suo (e a questo punto lo sceneggiatore di Beautiful aveva finito il primo blocco di appunti), concepito quell’unica volta che avevano ballato il mambo orizzontale dietro l’inganno di Lucrethia. A questo punto Spartacus partorisce un altro dei suoi piani diabolici: manda Lucio Robin Hood da Glaber con un’offerta di riscatto e questo, invece di uccidere il vecchio e appendere la sua testa su una picca (ah, no, quello è Games of Throne), accetta l’incontro. Incontro che ovviamente si trasforma in una trappola e dal carro (che doveva essere pieno di armi, da scambiare con la donna) escono dei soldati romani che cercano di sterminare senza successo i gladiatori, riuscendo ad eliminare solo il povero Lucio.
Sgamati sul fatto!
Visto che lo scambio non è andato a buon fine e uno dei suoi è anche morto, Spartacus massacra Ilithyia come ha fatto con qualunque forma di vita gli si parasse davanti fino a quel momento decide di liberarla (ma cazzo! Chi ha scritto questa sceneggiatura! Fa acqua da tutte le parti! Ti pare che un rapitore assassino, dopo che le trattative sono andate a buca liberi la prigioniera illesa?). La donna torna a casa sfattissima appena in tempo per vedere Seppia e suo marito che si accoppiano come se non ci fosse un domani.

Una lotta soffertissima vede le donzelle trionfare!
Mentre i gladiatori si danno a delle simpatiche gare sportive, che a me hanno ricordato quelle che si tenevano nella mia scuola media a fine anno (solo che al posto del lancio della palla medica qui c’è la lotta libera), per rinsaldare lo spirito di squadra (e per ammazzare il tempo), Ilithyia e Lucrethia non se ne stanno con le mani in mano e ordiscono un’altra trappola delle loro. Quel gran verme di Ashur ha deciso ormai da qualche episodio di fare di Lucrethia la sua schiava sessuale (anche se con il parere contrario della donna che ogni tanto sembra che stia solo pensando di tirare fuori il cerchio, ricordo di quando faceva la principessa guerriera, e di fargli passare la voglia di ridere) e questa, per puro caso, trova nel tesoro che il farabutto sottrae ai morti che ammazza la prova che è stato proprio lui (per ordine di Glaber) a fare la pelle a Seppius.
Ashur e la peggior collezione della storia
Le due cospiratrici fanno quindi arrivare la prova a Seppia che mette in atto due contromisure di profonda stupidità: chiama Varinio da Roma e tenta di pugnalare personalmente a morte Glaber. Peccato solo che: primo, quando Varinio arriva, Seppia ha solo delle prove circostanziali da mostrargli e questo le dice senza mezzi termini che è una cretina e che gli sta facendo fare un figurone davanti al senato, e, secondo, Ilithiya non aspettava altro che la sciocca ragazzina si distruggesse con le sue mai, arrivandole alle spalle quando sta per vibrare il colpo fatale al marito e tagliandole la gola senza pietà. Glaber, che fa tanto il figo ma che in fondo rimane il solito cretino, crede alla bontà della moglie e ricomincia a trattarla da essere umano.

Grazie alle informazioni che Ilithiya è riuscita a reperire sul luogo in cui era stata prigioniera (per darle più dati su come piazzare geograficamente il posto, Spartacus e soci avevano solo da rinchiuderla in una cella con una gigantesca cartina appesa al muro con una X segnata in rosso sulla loro posizione), i romani capiscono dove si nascondono i gladiatori (che oramai, a furia di aspettare, gli mancava solo più la gara di rutti) e provvedono, finalmente, a partire alla carica con tutte le truppe.

L'importante è partire belli carichi!
Varinio fa il figo e si fa ammazzare come un povero stronzo, mentre Glaber fa il super figo con le catapulte caricate a palle di fuoco (avanzavano un po’ di effetti speciali dal set di Harry Potter e pareva brutto buttarli) e respinge momentaneamente i fuggiaschi che, però, riescono comunque a riparare sul Vesuvio. La strada per il cratere del vulcano è unica e molto ripida e i romani decidono di assediare i fuggitivi senza sprecarsi a cercare di salire, dando quindi il tempo a Spartacus di realizzare l’ultimo piano malvagio della serie! Lui, Crixus, Agron e Gannico si calano dalla parte ripida della montagna, legati con delle corde fatte con dei viticci tenuti insieme alla bene e meglio (no, non provateci a casa, non regge! Non regge nemmeno per tre secondi!
Un classicone!
Già mi domando come siano riusciti a legare insieme quelli che sembravano principalmente dei ramoscelli!) e piombano su dei romani inermi che non se li aspettavano (e chi si poteva aspettare che questi si calassero come nemmeno il principe con i capelli di Rapunzel!). Dato che ci sono fanno un macello e usano anche le catapulte (che erano misteriosamente state lasciate cariche e pronte all’uso, puntate verso l’accampamento romano) per fare una strage, mentre i loro compagni scendono dalla montagna e finiscono il lavoro, massacrando ogni singolo romano presente. Nel frattempo a Ilithiya, che era rientrata a Capua, si rompono le acque, ma il parto ha le solite generiche complicazioni da telefilm, per cui Lucrethia le fa il solito generico cesareo con attrezzi di fortuna e rivela di essere genericamente matta come un cavallo, per cui si getta dalla rupe con il pupo tra le braccia per offrilo in dono al suo defunto marito. Ilithya spira poco dopo in una pozza di sangue. Il cast dei romani al gran completo è deceduto, per cui suppongo che nella prossima serie arriveranno rinforzi! E Ashur, in tutto questo che fine ha fatto? Lo stronzone viene spedito poco prima della battaglia finale da un Glaber iroso a portare un messaggio ai gladiatori, solo che loro, tra una gara di corsa e una palla medica, Games of Thrones l’hanno guardato, per cui glielo restituiscono in due comode rate: la testa e il corpo!
 

 
PERSONAGGI NUOVI - Per i dettagli di quelli già visti basta vedere le scorse recensioni, così non mi ripeto mille volte.
 
Ecco i tre baldi giovani: Crixus, Spartacus e Gannicus!
Crixus rimane il solito gladiatore espressivo un capitello dorico con l’occhio porcino e la spada facilissima (solo che non la smena più con l’onore).
Crixus e il nuovo Spartacus, un po' confuso
Naevia fa un po’ la ragazza turbata dalle violenze subite ma poi, dopo essersi sfogata fisicamente a malmenare il suo ragazzo con la scusa di allenarsi, torna come nuova (anche lei cambia attrice che la interpreta e gli sceneggiatori cercano di mascherare la cosa mettendole una ridicola cicatrice che fa sembrare che la poveraccia abbia delle vene varicose in faccia!). Gannicus è l’ombra di quello visto nel prequel (se gli togli il fatto che è un simpatico cazzone rendendolo emo, ovvio che non rimane poi nulla, visto che era caratterizzato solo come un simpatico cazzone. Non diventa più profondo, rimane vuoto) e Oenomaeus è sempre il Doctore dall’aria figacciosa che si era visto nella prima serie.
Crixus e la nuova Naevia, sempre più confuso
Solo che questa cosa che Melitta se la facesse con Gannicus non è che gli vada esattamente giù all’inizio, ma dopo un po’ se la fa passare anche lui. Tra i romani anche i personaggi rimangono sempre quelli che si sono visti in precedenza: Lucreathia e Ilityia sono due stronzone con la passione per il complotto creativo, Glaber è il solito sfigato che quando le cose vanno male pesta i piedi i si arrabbia ma tanto non cambia nulla e Ashur continua a leccare i piedi al potente di turno. Perlomeno finché Naevia non gli stacca la testa dal collo a nome di tutte le donne che violenta nella serie!

 
Spartacus

Non ho appena finito di dire che non volevo ripetere i personaggi? Sì, ma qui è cambiato l’attore, quindi due righine le merita. Dopo la prematura dipartita di Andy Whitfiled, per proseguire la serie, è stato scelto Liam McIntyre, un ragazzone australiano con la faccia tenerosa di un Teddy Bear. Ordunque, nonostante io trovi molto carino il ragazzo (espressivo come l’orsacchiotto del cuore di mia sorella, ma comunque carino), vorrei sapere chi ha scelto per la parte di uno che va in giro ad ammazzare la gente come se fosse la sua unica ragione di vita un giovanotto con una perenne faccia bonacciosa! No, perché sono curiosa, il casting è fatto appositamente così o era l’unico che si è presentato al provino che fosse abbastanza palestrato per le scene a petto nudo? Quando fa la faccia cattiva è spaventoso come il Gatto con Stivali quando fa gli occhioni! Spartacus, come personaggio, rimane lo stesso cretino visto in precedenza, solo che questa volta, perlomeno, ci evita le visioni mistiche e le rotture di bolas sui campioni e l’onore. In compenso, da un certo punto della serie (ovvero da quando decide di liberare Ilithyia) comincia a fare discorsi come il “non essere come i romani” o “non uccidere le donne indifese come i romani”. Ciccio, sappilo, dopo la strage che avete fatto per scappare da casa Bathiatus, hai il perso il diritto di fare questi discorsi! Lascia perdere che ci fai più bella figura e almeno non ammorbi lo spettatore!

 
Seppia e Seppius

In ogni serie di questo telefim bisogna incoronare la stronza suprema. Se nella prima serie è stata una impareggiabile Ilithiya, ormai sbiaditissima in questa stagione, nel prequel c’era stata Gaia, la maestra di vita di Lucrethia, qui c’è Seppia. Solo che Seppia, a differenza delle altre due, è una sbarbatella alle prime armi e, nonostante la sua vena di stronzaggine sia purissima e incontaminata, non può nulla contro le due signore dell’inganno (Ilithyia e Lucrethia) contro cui si schiera, e finisce riversa nel suo stesso sangue in modo orrendo e stupidissimo. La sua stupidità si vede da come giochi a carte scoperte la sua stronzaggine, senza cercare di mascherarla da amicizia o da premura come fanno le altre! Seppius è suo fratello gemello incestuoso (tanto per metterci del fetish perverso), simpatico come l'herpes, ma, almeno, muore presto!
 

Agron e Nasir

Agron si era già visto nella prima serie come personaggio secondario ma assume importanza in questa serie, come luogotenente del protagonista, insieme a Crixus e a Gannicus. È l’unico della banda di Spartacus che ogni tanto pensa e agisce per migliorare un po’ la sua situazione (ma poca roba, che qui il cervello è una cosa rara e poco usata) ed è anche sua l’unica storia d’amore decente di tutta la serie, visto che si infatua di Nasir, uno degli schiavi che liberano dalle ville all’inizio serie, e se ne occupa poi per tutti gli episodi, senza scadere nella soap opera più becera (come invece fanno le coppie Glaber-Ilithiya e Spartacus-Mira).
 

REALIZZAZIONE TECNICA - Ovvero l’abisso e l’orrore

Ashur decapitato. Si vedono i contorni della foto usata
per fare la testa che vola!
Innanzitutto bisogna osservare che hanno drasticamente ridotto le scene di nudo integrale e di sesso, rendendo le poche rimaste anche molto brevi e poco incisive (per dire per mezza serie Gannicus si fa vedere in un bordello ma si vedono solo alcune comparse di sfondo consumare rapporti). Quindi, si hanno pochissimi orgioni dei romani (e comunque molto più soft), molti meno piselli in bella vista, meno tette rifatte svolazzanti e un’aria di pudicizia più diffusa (basta dildo candele, niente più busti con i peni, addio tizi che scelgono quale schiava violentare misurandole la dimensione della vagina, a mai più rivedersi Galli con il pene equino e soprattutto sayonara amplessi che durano mezz’ora come nei migliori film porno).
Ciao prospettiva, ciao. E' stato bello conoscerti!
Tra l’altro anche la spaventosa sindrome di Tourette che si era vista in Spartacus: Blood and Sand viene a mancare, rendendo i dialoghi molto più puliti (nessuno in tutta la serie usa espressioni come “Per il cazzo di Giove” o “Ti si seccasse il cazzo” che nella prima stagifeone erano usate praticamente come intercalari), ad esclusione dell'abusata espressione "Quei cazzo di galli", che piace tanto ad Agron. A proposito di dialoghi, come al solito sono noiosi, ripetitivi e molto spesso inutili ma almeno non si sente più parlare della dannata Gloria dell’Arena (in compenso i discorsi motivazionali di Spartacus - e ne fa uno ad ogni puntata - sono di una noia allucinante. Sentendoli avrei, teoricamente, dovuto gasarmi e invece mi trovavo a controllare la posta elettronica lasciandolo parlare in backgorund! Regolarmente! Ogni dannato episodio!).
Uno dei migliori momenti "ma che diavolo sto guardando"
dell'intera serie! Seppia uccisa da Ilithiya con Glaber che
ci rimane di sale per i pessimi effetti speciali!
Quello che non cambia dalla prima serie, invece, è la terrificante realizzazione tecnica delle scene di combattimento, che sembrano di nuovo sceneggiate dallo stesso coreografo dei giardinetti che si era visto in precedenza e che offrono una grande sovrabbondanza di arti e teste mozzate in pessima CGI, rallenty completamente sbagliati e scambi di colpi ridicoli. No, seriamente, se volete fare una serie basata sulle botte da orbi, abbiate almeno la decenza di assumere un coreografo che provenga dal mondo delle arti marziali e non da quello dell’aerobica!
Vi prego!
 

CONCLUSIONI - Alleluya!

Sì, quello è un cinghiale! Dovevano identificare Gannicus come uno dei galli
e hanno pensato di farlo nel modo più evocativo!
Spartacus: Vengence è una serie sciapa, noiosa, brutta e priva di ogni tipo di appeal. Rispetto alla precedente Spartacus: Blood and Sand lima alcuni spigoli, con il risultato di accentuare ulteriormente la noia di una trama stantia che fatica a decollare e di togliere tutte quelle cose che ai fan erano piaciute (tipo le parolacce e le scene di sesso), mantenendo solo delle brutte battaglie e dei personaggi insopportabili. Per chi ha amato le precedenti Spartacus: Blood and Sand e Spartacus: God of the Arena (dove Spartacus nemmeno compare) sarà sicuramente una delusione, mentre per tutti gli altri sarà una serie trascurabilissima. Per chi, come me, se la guarda per puro masochismo, per tutta la serie non spererà altro che la peste colga tutti i personaggi, da primo all’ultimo!


[1] Tanto per cambiare gli sceneggiatori di Spartacus non si sono documentati molto sull'aborto e sui contraccettivi, finendo per fare casino (e andando in pari con quelli di The Walking Dead, che confondono la Pillola del Giorno Dopo con la Pillola Abortiva vera e proprio). Il silfio (o finocchio gigante) era una pianta che cresceva sui monti della Cirenaica (purtroppo ormai estinta da secoli, probabilmente per via di una raccolta selvaggia) che aveva della qualità anticoncezionali pari a quelle dalla Pillola del Giorno Dopo, ovvero preveniva la gravidanza impedendo la fecondazione o l'impianto dell'ovulo. Ilithya, quando le viene chiesto di abortire da Varinio, è già in un avanzato stato di gravidanza, per cui non c'è molto che questo benedetto silfio potesse fare per lei!

author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





67 commenti :

  1. La scena della corda fatta con i tralci di vite mi ha fatto ridere per due ore di fila. Davvero, ma che si sono fumati gli sceneggiatori di questa serie? E come è possibile rimanere seri girando una scena del genere?
    Non ho potuto fare a meno di pensare a questo:

    http://wac.450f.edgecastcdn.net/80450F/comicsalliance.com/files/2012/03/batclimbbig.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scena dei tralicci è folle. Già Spartacus che avvolge la salma della moroso con quei cosi mi aveva turbata ma loro che si calano da una stramaledetta montagna legati a dei rametti intrecciati è una cosa da Darwin Awards XD
      In confronto quei Batman e Robin erano dei maestri scalatori XD

      Elimina
    2. peccato che è successo realmente questo fatto...

      Elimina
    3. Fonti?
      È Successo proprio così? Con i due viticci secchi intrecciati a reggere cento chili minimo di gladiatore? Sicuro-sicuro? L'accendiamo?

      Elimina
  2. Muahahahah Acalia sei troppo forte XD XD XD

    RispondiElimina
  3. Bravissima ahahaah...gli americni hanno una visione un po' distorta della storia di Roma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, o meglio, tendono a non azzeccarne una XD

      Elimina
  4. Ahahaha.. bellissimo! xD
    Io ho visto saltuariamente e distrattamente Spartacus.. non mi ha particolarmente coinvolta quindi lo guardavo a tempo perso.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: Fra le varie ho visto la puntata dove il tipo si fa ammazzare come uno stronzo.. mi è partito un "che coxlioxe!!!" dal profondo del cuore.. ahahah!

      Elimina
    2. Non ti sei persa assolutamente nulla! Personalmente lo guardo solo per la gioia della stroncatura (e lo ammetto candidamente) XD
      Quando muore qualcuno è sempre una festa: un cretino in meno ad ammorbare la serie! ^^

      Elimina
  5. Leggendo questa recensione ho riso dalla prima all'ultima parola :D Mi sono sorbita tutte e 3 le serie e ricordo che lo odiai da subito per il bullet time forzatissimo copiato da 300 unito all'utilizzo dei colori della fotografia, per non parlare delle scene di nudo buttate lì senza alcun senso stile HBO ma molto peggio(non è che io mi scandalizzi per le scene di nudo o di sesso eh, ma le trovo estremamente irritanti quando è palesissimo che sono messe a caso quando non c'entrano nulla solo come scusa per tentare di alzare gli ascolti). Detto questo ho continuato la visione anche perchè costretta più o meno da terze parti e spero che non ne escano altre >_>

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vidi il primo episodio della prima serie con la mia Dolce Metà che però ci rimase male dalla quantità di commenti stroncanti che facevo in tempo reale (ma, onestamente, la prima puntata è una cloaca infernale!) e non volle più guardarlo con me (e vado avanti solo per stroncarlo) XD
      Mi dispiace dirtelo ma c'è anche una quarta e ultima serie (o meglio la terza serie che il prequel non viene contato con la numerazione) che si chiama Spartacus: War of The Damned (prossimamente lo recensisco!).

      Concordo pienamente su tutto! Specialmente sullo stile finto-300 (ma molto più pezzente) e sulle scene di nudo solo per fare share XD

      Elimina
  6. Uh, che ridere! Io le serie come queste non le prendo nemmeno in considerazione, ma le tue recensioni sono imperdibili. Ma davvero c'è un personaggio che si chiama Seppia??
    Le didascalie sono to-ta-li.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito le evito come la peste anche io ma la Dolce Metà ha pensato bene di farmi vedere il primo episodio della prima serie e, dopo aver sofferto la cosa, non ho potuto esimermi dall'arrivare fino in fondo con le recensioni ;-P
      Sì, c'è una tipa che si chiama Seppia e suo fratello gemello, con tanta fantasia, si chiama Seppio XD
      Grazie ^^

      Elimina
  7. Ma che cagata pazzesca! Leggendo non ci volevo credere, pare non ci sia limite al peggio.
    Nella foto "Glaber con il suo amorevole suocero" sembrano seduti in auto per qualche motivo O_O Ma magari sono io.
    Nasir sembra decisamente il mio tipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo! Adesso sono curiosa di sapere se hanno fatto di peggio con la terza (e grazie a tutte le divinità disponibili anche l'ultima) serie XD

      In realtà sono seduti nella tribuna dell'arena, intenti a guardare uno dei soliti pessimi scontri tra gladiatori XD

      Elimina
  8. Ma io mi chiedo...non volete documentarvi su un periodo storico? Fate un fantasy tamarro psuedo-romano...okey...l'hanno fatto°°
    Grazie al cielo non mi è passato nemmeno per l'anticamera del cervello di seguire questa serie, già che telefilm ne seguo pochissimi, ma se li becco pure orripilandi! D:
    Interessante questa cosa della croce e delle funi, non la sapevo!^^
    Secondo me, togliendo le scene pornazze, hanno tolto il 90% dei motivi per cui la gente seguiva questo telefilm XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa che mi sconvolge sempre è che in alcuni episodi mettono l'avviso che si tratta di una serie storicamente accurata! Se il mio gatto avesse curato la parte storica sarebbe venuto un lavoro migliore! XD

      C'è un sacco di meglio sulla piazza del mercato. Guardare questa roba (a meno che tu non abbia in programma una bella stroncatura da scrivere) è solo tempo perso!

      Già, credo anche io che abbia fatto tutto questo successo (immeritato) solo per via delle esagerazioni porno e per i brutti combattimenti con tanto sangue finto XD

      Elimina
    2. °A° ceeerto, come no! Assurdi davvero ._.
      io adoro le ambientazioni storiche, anche quando sono inaccurate mi stanno bene se non hanno la pretesa di esserlo. Come Godchild per esempio.
      Io come telefilm sto in fissa con Downton Abbey per ora *_* te lo consiglio tantissimo! (E questo è storicamente accurato XD).

      La cosa assurda è che non attira solo amanti del trash...c'è chi lo adora per i personaggi °A°

      Elimina
    3. God Child è un fantasy ambientato in un periodo vittoriano palesemente ritoccato (e molto romantico). Se tu autore ammetti che ti sei ispirato e poi vai di grande fantasia non c'è (quasi) nessun problema. Mi puoi dare ai Galli anche la pozione magica con cui diventano super forti e la storia può filare. Ma così uno si sente anche un pelo preso in giro XD

      Non credo che Downtown Abbey sia totalmente del mio genere, ma mi segno comunque il suggerimento, non si sa mai ;-P

      I personaggi di Spartacus sono una delle cose peggiori mai viste. Sciapi, senza caratterizzazione e senza spessore XD

      Elimina
    4. Un minimo di onestà da parte degli autori sarebbe sufficiente per attenuare i giudizi verso l'opera, ma a quanto pare in ammeriga non la pensano così XD

      Che cosa non ti convince? ^^ Io invece penso potrebbe piacerti perchè è una di quelle serie in cui ci sono un sacco di personaggi e ognuno ha il suo spazio :) però poi non penso di conoscere così bene i tuoi gusti da metterci la mano sul fuoco XD

      Non vanno bene nemmeno per una serie volutamente demenziale quindi XD

      Elimina
    5. Infatti! Se non cerchi di spacciarti per quello che non sei puoi fare (quasi) tutto quello che vuoi. Ma tutte le volte che vedo quel cartello iniziale che sottolinea il fatto che è un'opera fedele mi sale la stroncatura XD

      Premetto che non mi sono particolarmente informata su Downtown Abbey, ma mi dà l'impressione di una cosa troppo a base di romance e intrighi forzati (magari mi sbaglio di brutto, ho visto solo le pubblicità in tv) ^^

      Magari facessero ridere ;-P

      Elimina
    6. Infatti! Se non cerchi di spacciarti per quello che non sei puoi fare (quasi) tutto quello che vuoi. Ma tutte le volte che vedo quel cartello iniziale che sottolinea il fatto che è un'opera fedele mi sale la stroncatura XD

      Premetto che non mi sono particolarmente informata su Downtown Abbey, ma mi dà l'impressione di una cosa troppo a base di romance e intrighi forzati (magari mi sbaglio di brutto, ho visto solo le pubblicità in tv) ^^

      Magari facessero ridere ;-P

      Elimina
    7. Umm il romance e gli intrighi ci sono (e quello che sembra il più forzato, l'autore ha detto di averlo estrapolato da un diario che ha letto mentre si documentava per la serie o.O), però il concetto di base della serie è quello di adattarsi ai cambiamenti dettati dal tempo che passa :) e, a differenza di altri telefilm, risolvono i problemi abbastanza velocemente, quindi niente intrighi o equivoci interminabili XD a parte uno o due principali ovviamente ^^
      Pubblicità a parte, se ti dovesse capitare di vederlo fammi sapere! ;)

      Elimina
    8. Il concetto di base non mi dispiace, magari un'occhiata gliela do.
      Se mi capita di vederlo ci scrivo sicuramente una recensione ^^

      Elimina
  9. No, no no no no!
    Non ci siamo: ho visto questa serie, e l'ho trovata ridicola.
    Per carità magari qualche scena la potrai trovare interessante (ma dico QUALCHE).
    E' tutto il senso della serie che è sbagliata.
    Non la sopporto più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, e personalmente trovo che limitando le cretinate e gli eccessi della prima serie si siano soltanto scavati la fossa di prodotto mediocre e noioso da soli!

      Elimina
  10. Sinceramente trovo che il livello di questa recensione sia equiparabile a quello che è il tuo giudizio verso la serie...(e non voglio assolutamente andare in difesa del programma poichè la maggior parte delle critiche fatte sono pienamente condivise).

    RispondiElimina
  11. Auguratevi di non vivere mai l'esperienza di avere una zanzara in faccia e Acalia di fronte perchè altrimenti accadrà esattamente come nella vignetta di cui sopra in spartacus. Spada o no, il risultato è GARANTITO!
    Detto questo... a me il telefilm è piaciuto!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una vignetta tratta da fatti realmente accaduti, ne sai per caso qualcosa? ;-P
      In ogni caso, ognuno è libero di farsi piacere quello che vuole, i gusti sono gusti ^^

      Elimina
    2. ..ogni tanto mi massaggio ancora la mascella...

      Elimina
    3. Esagerato, non era una cosa così tragica: non avevo nemmeno una spada in mano ;-P

      Elimina
  12. XD ... Ho ancora dei dubbi sul definire i "veri" malvagi di questa serie... Probabilmente gli sceneggiatori sono i peggiori di tutti, altro che romani, galli e gladiatori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti! Di fronte a certi abomini il concetto di malvagità trascende e passa all'autore stesso XD

      Elimina
    2. Io credo che invece sia proprio uno dei punti di forza della serie.
      Chi l'ha detto che i gladiatori siano i buoni? O che lo siano i romani?Forse è più questione di "onore e rispetto"... tralasciando malatissimi collegamenti con la Arcuri.
      Ma va bè, posso capire che non a tutti piacciano le stesse cose :)

      Elimina
    3. Nessuno dice che debbano essere buoni per forza (anzi, sarebbe una cosa imbarazzante), tanto che Clyo ha messo la parola veri tra virgolette. In pratica, visto che i personaggi sono pessimi e le situazioni forzate, i nemici di Spartacus divengono coloro che hanno scritto la storia e non i personaggi stessi ;-P

      Un po' come successe qualche tempo fa sulla Wikipedia inglese, dove un simpaticone mise Joel Schumacher nella lista dei nemici di Batman. Ovviamente Schumacher non è un criminale di Gotham City (ma il regista del tremendo Batman e Robin) ma ha fatto più male lui al personaggio di Batman di figure del calibro di Joker XD

      Elimina
    4. Ahah... questa non la sapevo, ma direi che chi l'ha fatto è un genio! ... ed è esattamente questo che intendevo per la serie, non parlavo di giustizia o di chi sta dalla parte del torto o della ragione fra i personaggi, ma del contesto in cui sono messi :-)

      Elimina
    5. Leggevo la pagina dei nemici di Batman e mi salta fuori questo Schumacher. Inizialmente avevo pensato che fosse un cattivo di terza scelta che non conoscevo XD
      Mi spiace solo non aver pensato di fare uno screen alla pagina >__<

      Elimina
  13. A parte la recensione che è pessima e non mi fa nemmeno ridere un pò, non capisco perchè perdi tempo a distruggere qualcosa che a te non piace. Proprio non hai niente da fare il giorno, vai a guardarti qualche altra serie che sai recensire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte che il commento non è costruttivo e non mi interessa particolarmente, non capisco perché perdi tempo a leggere un post che non ti piace. Se proprio non hai niente da fare, vai a leggere qualche altro post che ti piaccia di più (e prendo per buono il complimento sugli altri post) ^^

      Elimina
  14. Ho letto tutto quello che su questo blog hai scritto della serie Spartacus. Riesci sempre a farmi tornare il buon umore con le tue recensioni,perchè anche se parecchio lunghe,sono divertenti e stimolanti. Come sempre, complimenti. Però nonostante certe minchiate, a me la serie è piaciuta tantissimo!!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con minchiate intendo tutte le inesattezze storico-culturali dell'epoca,i vomitosi effetti speciali e le trovate paracule tipo i rami intrecciati per scendere indisturbati il Vesuvio.

      Elimina
    2. Grazie mille :D Devo confessarti che mi diverto tantissimo a scrivere queste recensioni e che sono davvero contenta che piacciano anche a chi ha apprezzato la serie ^^

      Elimina
    3. Massì,non bisogna prendersi troppo sul serio..e oscillare tra l'oggettività e ciò che piace :)

      Elimina
  15. ne parlate male tutti.... però tutti avete visto le tre serie....come siete fiscali mamma mia...non è un documentario è un film....tutti a seguire come pecore la blogger maestrina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso parlare per me: ho visto le prime due serie e il prequel (la terza ancora mi manca, ma l'idea di Giulio Cesare tamarro mi terrorizza un po', devo ammettere) ma, dopo il primo episodio, l'ho fatto solo per amore di strocantura! Peggio di questa roba, per ora, ho trovato solo Equestria Girl XD
      In ogni caso, caro Anonimo, puoi sempre aprire un blog e spiegare con parole tue come mai questa serie meriti di essere vista :D

      Elimina
  16. LilithAredhel6 aprile 2014 21:43

    Ehm.
    Proprio oggi ti ho lasciato un lunghissimo commento più o meno riassumibile in "i motivi per cui mi è piaciuto Spartacus: Blood and Sand" (e anche il prequel).
    Beh, ora invece non so cosa dire. °° Sono reduce dalla visione della 2x03 e ho velocemente compreso che hanno spaccato a colpi di scure tutto ciò che di bello avevo trovato in Spartacus.
    Spartacus, al di là dell'opinabile scelta dell'attore, per quello che ho visto io non è un leader credibile. Dovrebbe capeggiare una ribellione, mioddio, dovrebbe capeggiare una cazzo di ribellione. Tutto quello che riesce a fare invece è far ammazzare la moglie di Varro in maniera stupidissima (stare tutti insieme è la prima regola!), ricordare sua moglie, fare discorsi buonisti che manco Gaara in Naruto Shippuden, arruolare uno che il gladiatore manco lo voleva fare e che ha pure cercato di ucciderlo e infine... no, ci ritorno più tardi.
    Vorrei invece precisare che Agron sembra il più intelligente della compagnia, ma nessuno sembra dargli un minimo di credito. E Glaber, vogliamo parlarne? Come villain è noioso. Non vale l'unghia di Batiatus!
    Ma la summa dell'idiozia più dilagante per me si è raggiunta col salvataggio a tutti i costi di Naevia: ma quanto ce le hanno rotte, da uno a dieci? Seriamente, pure io, shipper di Crixus e Naevia, ne avevo piene le scatole. L'abbiamo capito, Crixus sta evidentemente sbarellando con la sua ossessione di "Naevia a tutti i costi", vogliamo per favore dare ragione a quello sfigato di Agron? Crixus non ci avrebbe pensato due volte a sacrificare tutti gli npc della ribellione se questo avrebbe salvato la sua amata! Il piano dell'assalto alle miniere, su, che caduta di stile. Miniere, poi! Posti facilissimi da girare, a rischi zero. Ma poi scusa, io che me ne intendo poco: c'è un motivo specifico per cui hanno mandato una bella ragazza come Naevia proprio nelle miniere?
    Crixus poteva anche escogitare l'idea folle di andare a salvarla, la cosa stupida è che Spartacus ed altri avvallino anche il suo "piano"! Poi, la mia personalissima opinione è che Naevia stava meglio morta: da morta sarebbe stata più utile che da viva, avrebbe dato a Crixus una motivazione portante per prendersela contro i Romani. Trovarla viva e vegeta mi ha sconvolta. E allora ho ceduto alla tentazione spoiler.
    Lucretia morta alla fine della seconda stagione? Assieme a mezzo cast, tra cui Aenomaus? E Ashur, di quella viscida serpe, ne vogliamo parlare? Io speravo che li seppellisse tutti! E la stessa Naevia, mamma mia: cioè questa si fa un periodo in miniera dopo non meglio precisati trascorsi e poi boh, è tutto finito! ADDIRITTURA IMPARA A COMBATTERE! Ma dove! Ma com'è che fragili donne si trasformano tutto ad un tratto in indomabili gladiatrici in questa serie? Naevia poi, che era un miracolo se riusciva a portare una brocca di vino intatta, nella prima serie! Ma non scherziamo, quella diventa una combattente? Credibile quanto Caska la contadinella che in due anni diventa il secondo in comando di Grifis! (Amo Berserk, ma non ho mai retto la Caska iniziale!)
    Che posso dirti: visti un po' di spoiler, credo proprio che terminerò qui la visione e andrò a dedicarmi ad "Arrow", mi sa che faccio meglio! Naturalmente non mi perderò le tue prossime recensioni su Spartacus, però: quando hai citato in un commento la presenza di Giulio Cesare, ho avuto un travaso di bile. No! Tutto tranne lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto il post su Spartacus: Blood and Sand prima di vedere la seconda serie. Ecco, forse, se avessi prima visto questa cosa ci sarei andata più leggera (no, non è vero!), lì, in fondo, in fondo, qualcosa di salvabile c'era, qui è un pantano XD

      Sprtacus qui è tutto tranne che un buon leader, anzi, è uno che pare capitato lì per sbaglio e che si diverte a prendere tutte le decisioni peggiori possibili!

      Personalmente ho apprezzato tanto Agron anche io (anzi, è l'unico motivo per cui non ho mollato la visione, che Crixus in questa serie mi si è ammosciato come un gelato al sole!).

      Glaber è inutile e penoso come villain, si fa manipolare, si incazza, pesta i piedini ma alla fine non conclude nulla. Davvero un omuncolo di personaggio. Come ti dicevo nell'altro post, ho rivalutato un sacco Batiatus, almeno aveva una personalità tutta sua!

      Su Crixus è Naevia è il vuoto più assoluto. Sembra che gli sceneggiatori abbiano creato la loro storia pescando dei biglietti da un cappello con dentro tutte le idee più stupide che sono venute loro in mente (per fortuna "far uscire Naevia da un auto da clown con addosso una parrucca multicolor" non l'hanno pescato) XD
      La cosa che mi ha più intristita, comunque, è come i personaggi (e per personaggi leggi Crixus, Aenomaus e Gannicus) abbiano perso quel poco di carattere e spessore che avevano, rimanendo delle vuote ombre palestrate.

      La terza serie non ho ancora avuto il coraggio di guardarla, ma prima o poi ce la farò. E a quel punto parleremo di Giulio Cesare palestrato tamarro! T__T

      Elimina
    2. LilithAredhel9 aprile 2014 11:41

      Quando vedo che una serie inizia a scricchiolare e cadere in colossali WTF, ho imparato a terminarne la visione, invece che aspettare (inutilmente) che la storia si risollevi... visto che ho già fatto questo errore con Supernatural.

      Spartacus non vale una cicca come leader, il "piano" del salvataggio nelle miniere avrebbe dovuto mostrare chiaro e tondo ai suoi ribelli che questo qui non è capace di prendere una decisione sensata. E infatti li ha condotti ad un massacro insensato. La scelta logica per quel gruppo di gladiatori, in quel momento, era mandare a quel paese Crixus e la sua ragazza (a cui non dovevano niente) e andarsene via con Agron, poche storie.

      Che poi sono scoppiata a ridere (per non piangere) quando entrano nelle miniere, vedono tutti quei poveracci incatenati, qualcuno pensa di liberare anche loro... e Spartacus che dice? "Eh, sono troppi. Tornerò." No ma scusa, fatemi capire bene! Naevia la liberiamo perché la fidanzatina raccomandata del mio amico gallo e questi qui li lasciamo a morire? MA SCHERZIAMO?

      Su Glaber non ero molto convinta già vedendo la 2x01, avrei puntato di più sul duo Ashur-Lucretia come potenziali, nuovi villain... Ma niente, Ashur fa due vaccate e viene peraltro ammazzato da Naevia (in una scena di combattimento, ho sentito, che è da WTF puro, visto che Ashur aveva l'occasione di ammazzare la psychokiller almeno tre volte). Lucretia... boh, ma che se lo sono tenuti a fare il suo pg? Leggendo spoiler, non ho ancora capito se ci era o ci stava facendo. Io pensavo fingesse di essere pazza perché covava qualche subdolo piano contro Ilythia... Crixus, che l'ha fatta abortire... e invece non lo ammazza nemmeno, il gallo. Davvero non ho capito. E rivoglio Batiatus!

      Ma la cosa che continua a sconvolgermi di più è Naevia, ma perché? Ma poi cosa credono, 'sti qui, che si diventa gladiatori da un giorno all'altro? E Crixus non dice niente? Cioè, è pure felice di avere una fidanzata che fa paura perfino a Red Sonja?
      Oenomaus e Gannicus non ne parliamo, in giro ho letto che in pratica sono diventati due gladiatori emo, le ombre di loro stessi. E poi, stiamo davvero ancora pensando al tradimento di Melitta? Ma dai, ormai è morta! E metterci una pietra sopra e MAGARI pensare ad altro? Che palle, ce le hanno trifolate di brutto con 'sta Melitta!

      Aspetto con terrore Giulio Cesare tamarro... di cui ho letto degli spoiler WTF. Per me tutto sommato ti divertirai, a vederla. Pare che sia di una trashitudine più unica che rara. XD

      Elimina
    3. Io ho fatto questo errore con la mia amata X-files, che dopo l'episodio Requiem (finale dell'ottava stagione) è stato un crescendo di schifezze incollate l'una all'altra. Ora proseguo dopo il proverbiale "salto dello squalo" solo con le serie che ritengo talmente brutte da meritare una stroncatura ^^

      Tornando a Spartacus, in un mondo anche solo vagamente reale alle miniere non si sarebbero mai e poi mai avvicinati (perché li avrebbero presi prima) e poi probabilmente Naevia non sarebbe stata lì e nessuno avrebbe mai saputo che fine aveva fatto!

      La scena delle miniere è patetica, anche perché alla fine lasciano lì Crixus! Tanti di loro sono morti per fargli riabbracciare la sua bella e alla fine lo mollano indietro!? Se Spartacus fosse stato qualcosa di più del pelouche di un orsetto che era si sarebbe dovuto fermare lui (tanto poi lo salvavano comunque nell'episodio dopo e ci faceva anche più bella figura!). Ma parliamo del piano per salvare Crixus e Oenomaus e rapire Gannicus? Chi l'ha scritto, Joker? È una cosa da pazzi bruciare un'intera arena con tutta la gente dentro per salvare due deficienti e mettere nei casini un altro!

      Lucrethia secondo me era pazza del tutto dall'inizio ma era una pazza con una sua lucidità di fondo e un suo piano (diciamo un po' come Joker, per rimanere sull'esempio di prima - quindi non una pazza che sente le voci e si accuccia in un'angolo a fissare il muro, ma una di quelle che hanno le idee stonate ma chiare). Fin dall'inizio lei vuole il bambino per ucciderlo e portarlo da suo marito e fa di tutto per essere nella posizione di prenderlo, compreso far finta di avere i poteri divini. Di Crixus non le frega più nulla proprio perché è pazza :D

      Naevia è stato uno dei personaggi ridotti peggio in questa serie. Aveva un suo senso come schiavetta, lo perde del tutto come amazzone tagliateste (che, continuo a ripeterlo, con i gladi non si possono tagliare le teste, sceneggiatori americani, fatevene una ragione!).
      Oenomaus e Gannicus diventano dei gusci vuoti che si vogliono dire che si vogliono tanto bene nonostante l'incidente di Melitta e si tengono il muso per mezza serie. Scopo della loro presenza: nessuno! (Che poi, tra l'altro, bastava raccontare a Oenomaus la verità, ossia che Melitta e Gannicus avevano giaciuto insieme forzosamente, Oenomaus sapeva benissimo come funzionavano le cose in quella casa!).

      Credo che ci vorranno ancora alcuni mesi, prima che arrivi, quella ;-P

      Elimina
    4. Io guarda... dopo Supernatural, ho deciso di fermarmi per avere bei ricordi della serie! Per me la mazzata finale è stata la sesta stagione, un abominio cosmico. Comunque:

      1. Ma infatti mi sembrava strano che riuscissero a capire dove accidenti stava 'sta Naevia... troppo strano che tutti gli schiavisti e/o galoppini di turno si ricordassero dove fosse finita, insomma, era una schiava come un'altra! E poi ripeto, ma c'è qualche motivo particolare perché debba essere finita proprio in una miniera? Con la sua bellezza, sarebbe stato molto più sensato se fosse finita in qualche bordello, o non so, a fare la concubina di qualche romano! Boh.

      Sorvolo sulla scena delle miniere, e sull'assoluta inutilità di Spartacus, che manco ci prova a salvare il suo amico! Mah. Dei fatti successivi, conosco solo per sentito dire, perché sono andata spoilerarmi fino alla fine della terza serie. Comunque dentro quel piano per me oltre Joker c'era anche la santa manina di Firefly, hanno dato fuoco a mezzo Colosseo per salvarne due! Una strage di civili morti per prendere due gladiatori, ma dimmi te. Proprio roba da americani. XD

      Guarda, su Lucretia potrebbe anche essere come dici tu, ma la serie ha contribuito a confondermi un po' le idee... a volte ci è, altre ci fa. A volte vaticina come Melisandre, poi mi cade dal pero quando (2x01) vede Crixus e Spartacus in mezzo a una battaglia, e sembra che ricordi qualcosa... ricorda? Non ricorda? Si vendica? Non si vendica? Non so, l'idea di prendere il figlio di Ilythia ci sta pure, ma io da una donna come Lucretia mi sarei aspettata una certa dose di risentimento (se non di vendetta) verso l'uomo che le ha squarciato la panza e fatto perdere l'UNICO figlio che era riuscita a concepire. Altrimenti quello che è successo tra i due nella prima stagione e nel prequel perde del tutto di significato. xD

      Di Naevia non ne parliamo, guarda! Io ho un debole per i personaggi femminili proto-amazzoni, di quelle badass (alla Michonne di TWD, per intenderci). Ma Naevia era così dolce, oserei quasi così pura, con quel suo personale angst da schiava infelice ed innamorata, costretta a vedere l'uomo che ama nelle braccia della sua domina! Potevano farla morire, dai, invece di trasformarla in una killer psicotica!
      E Gannicus ed Oenomaus... è proprio questo il punto, la trama terrebbe (quel poco che ormai tiene) benissimo anche senza loro due! E poi esatto, me lo sono chiesto anch'io: ma scusate, e spiegare ad Oenomaus che i due erano stati costretti a fare sesso? NO, questi non si parlano, creano l'equivoco! Mamma mia, odio quando i personaggi si comportano così, solo perché ci deve essere l'angst! XD

      Elimina
    5. 1. Certo, è ovvio, tutti i romani erano interessati alla trama, per cui hanno fatto il passaparola sulla location di Naevia, semplice, no? I più pettegoli hanno anche mandato lettere urgenti a tutti i loro amici XD
      E poi, come dici giustamente, le miniere avevano senso per i baldi uomini, non per le ragazze XD

      Sulla scena dello stadio in fiamme la definizione perfetta è americanata. O quello o in alternativa esigo una spiegazione sensata (anche solo che il carlino dello sceneggiatore gli aveva mangiato lo script, per cui in quella parte sono andati a braccio, ma esigo una spiegazione!). Oltre al fatto che per ottenere quell'effetto "fuoco dell'inferno", i nostri eroi devono aver fatto un salto nel futuro per procurarsi degli acceleranti (o Firefly uno nel passato), altrimenti non si spiega un muro di fuoco di quel livello in così poco tempo >__<

      Secondo me su Lucrezia non avevano le idee troppo chiare nemmeno loro, per cui l'hanno tenuta in due personaggi fino alla fine. In realtà, letta con la consapevolezza del finale, trovo sia un personaggio abbastanza interessante e che riesca a giocarsi bene le sue carte (non che ci voglia molto per ingannare Ilithiya e Glaber. In realtà lei non è interessata alla vendetta ma è ossessionata dall'idea del figlio che non può avere, per cui fa di tutto per procurarsene uno con le buone o con le cattive. In realtà, probabilmente lo shock emotivo della rivolta e delle ferite ricevute l'hanno molto provata, per cui si è focalizzata sul suo più grande desiderio che non è la vendetta ma avere un bambino tutto suo (o almeno così è come la interpreto io) ^^

      Con Naevia, semplicemente, hanno fatto un macello, probabilmente nemmeno gli sceneggiatori sapevano bene cosa volevano da lei. E, tra l'altro, hanno anche ridotto Crixus ad una specie di orsetto del cuore rimbambito!

      Anche io odio dal profondo gli equivoci prodotti solo per mandare avanti una trama stantia e creati da personaggi che non si parlano per oscuri motivi! Per me si potrebbero vietare tutte queste situazioni >__<

      Elimina
    6. 1. Ah beh certo, è normalissimo che Spartacus e compagnia abbiano incrociato tutti Romani che nel tempo libero spettegolano come lavandaie! Ma poi mi chiedo: 'sti SCENEGGIATORI DROGATI (cit. da Yotobi XD) ce l'hanno un'idea di che problemi fisici comporti lavorare in miniera? Avevo conservato le mie speranze su una eventuale, successiva morte di Naevia per qualche malattia polmonare, vista l' "aria di rose" che si respira in miniera. Ma niente, questa esce che sembra diventata Wonderwoman.

      2. Lo stadio in fiamme... è un'americanata, proprio come dici tu. Che poi hai anche ragione, ma come fai a sprigionare fiammate così alte in poco tempo? Senza cherosene? Misteri della fede!

      3. Ma dici che non avevano nemmeno gli sceneggiatori le idee chiare? XD Un po' come quella povera idiota di Lori di TWD: per stessa ammissione degli sceneggiatori, non hanno idea di cosa le passi per la testa, se non il vuoto cosmico. °-° Comunque ci sta benissimo quello che dici tu, solo non mi aspettavo che il suo personaggio venisse bruciato in quel modo, un po' come è successo ad Ashur, freddato dalla psychokiller.

      Su Crixus, stendiamo un velo pietoso. Ho letto COSA E' DIVENTATO e sono qui che piango e ricordo "the fucking gaul" della prima serie e del prequel. .__. Ma pare che piangersi addosso e diventare emo siano un po' prerogative di tutti i gladiatori in 'sta serie: Spartacus, Gannicus, Oenomaus, pure Crixus... alè! L'unico che si salva è Agron, che però nessuno ascolta mai. T_T

      Ps: sulla questione degli equivoci... dicasi anche "tattica per allungare il brodo in un qualsiasi shojino shojetto che si rispetti", dove i personaggi non chiariranno mai gli equivoci tra loro... ah, mamma mia. Sono pochissimi gli shojo che sopporto. xD

      Elimina
    7. 1. Questi sceneggiatori mettono una candela a forma di dildo con le ali in mano a Lucrezia, nella prima serie. Non credo che ci siano altre domande su di loro, se non il loro tasso alcolemico finale XD
      Ma come, non lo sai? Lavorare nelle miniere fortifica il carattere e fa venire un fisico da paura, solo non lo dicono in giro se no crollano le vendite di creme anticellulite XD

      3. Credo che sia andata più o meno così. Secondo me sono andati a braccio, Più che altro con questa serie fanno fuori i romani al gran completo, pensavo che qualcuno sopravvivesse all'evento, magari per avere un bel personaggio vendicatore >__<

      Agron è quello che mi è piaciuto di più in questa serie, peccato che Crixus sia il coprotagonista ç__ç

      Elimina
    8. 1. Mmh... mi sa che devo darti ragione. xD Ho già detto che odio gli sceneggiatori che non siano Tarantino? Ecco. xD
      Quella "cosa" riguardo a Naevia è frutto dell'ingenuità di chi paragona il lavoro in miniera a quello di Brontolo e compagnia, mi sa XD

      3. Non preoccuparti. Nella terza serie c'è Cesare, purtroppo. Forse se lo volevano tenere per il "gran finale".
      Io ho letto qualche spoiler e volevo strapparmi gli occhi. °-°

      Elimina
    9. 1. Tutti quelli che pensano che il lavoro in miniera sia quello dei sette nani, dovrebbero provare l'ebrezza di scavare per un paio di giorni in persona, poi ne riparliamo ;-P

      3. Ho visto i poster con Cesare e mi è scappato il coraggio di iniziare a vedere la serie XD

      Elimina
  17. Sono morto leggendo le tue recensioni, fantastiche.
    Io sono tra quelli che ha apprezzato abbastanza la serie Spartacus. A volte mi sono fatto pure un sacco di risate guardandolo. E' così trash! E' una di quelle serie tanto, tanto sceme e malfatte che alla fine non puoi farne a meno (tipo Under the Dome o Sleepy Holow).
    Comunque io l'ho sempre visto con un bel fantasy. MAI come un prodotto "storico".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      Ecco, se i produttori fossero stati un po' più onesti e l'avessero detto all'inizio che era un fantasy (invece di mettere quel famoso cartello che sosteneva di stare mandando in onda un qualcosa di storicamente accurato) forse mi avrebbe creato meno disturbo ;-P
      Anche se così tanto trash è comunque troppo per me XD

      Elimina
  18. Eccomi di nuovo qui! Alla fine non ho resistito e ho continuato la visione della seconda stagione XD Ammetto che all'inizio ho voluto affrontare l'impresa solo per Manu Bennett. Che recita come un cane, lo ammetto, ma non posso fare a meno di amarlo: da quando ho scoperto che ha fatto Azog il Profanatore in "Lo Hobbit" e Deathstroke in "Arrow", per me é stato amore incondizionato. XD
    Devo dire che alla fine pensavo fosse mooooolto peggio. Ho preferito di gran lunga le prime stagioni (ho sentito moltissimo la mancanza di Batiatus, Glaber fa ridere come villain). Però sono arrivata indenne alla fine. L'ho guardato principalmente per:

    1) Veder morire Ashur
    2) Sperare che Mira potesse avere un lieto fine con Spartacus (dopotutto Mira non mi spiaceva, era un po' inutile, ma tutto sommato simpatica!)
    3) Veder morire Glaber
    4) I CRUCCHI. E non aggiungo altro. XD
    5) L'ho già detto, ma lo ripeto: veder morire Ashur.

    Purtroppo con Glaber come villain tra i Romani imperava la noia, era inevitabile. Lui che impazzisce perché la moglie vuole divorziare é penoso. Poi non so se sia per colpa dell'attore o proprio per il personaggio insipido, ma come ho già detto Glaber non é proprio credibile come villain. E infatti ha fatto la fine dell'idiota. XD
    Avrei preferito che si concludesse la storyline di Crixus e Naevia con la morte di quest'ultima, ma in fin dei conti non mi ha fatto così schifo come l'hanno portata avanti. Quindi tamarrate a parte (e si parla delle arene incendiate a benzene XD) devo dire che mi é mediamente piaciuta, come serie.

    Ora sto vedendo la terza: Cesare é inguardabile, sembra Brad Pitt, però Crasso é un villain che mi piace. Non ti spoilero altro, per non rovinarti la sorpresa! Fermo restando che tette al vento, sangue e budella finte e scene sborone come al solito sono una costante. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata!
      Su Manu Bennett non posso darti torto. Né sul fatto che recita come un cane, né su quello che, nonostante tutto, sia un bel vedere (cosa sarebbe questo Spartacus senza il mio "capitello" preferito!?) ;-P

      Purtroppo (e pensavo non l'avrei mai scritto) ma quella specie di genio del crimine ad ogni costo di Batiatus è davvero mancato, in questa serie. I romani sono sciapi, macchiestici e stupidi, così stupidi che non mi sarei stupita se fossero morti tutti ammazzandosi tra di loro XD
      Glaber, in particolar modo, non regge la parte. Vorrebbe essere stronzo ma è talmente stupido e sfigato che a me ha fatto tanta, tanta e ancora tanta pena. Non ne fa una buona in tutta la serie! (Se non ammazzare il suocero, ma quello l'avrebbe fatto chiunque, tanto era scassapalle!):

      Veder morire Ashur e Glaber erano anche sulla mia lista dei motivi per cui ho continuato questa serie (insieme a "scrivere una recensione" e "veder morire Spartacus") ;D

      La terza è lì che mi aspetta. Non ho ancora avuto il coraggio di guardarla ma so che prima o poi la inizierò. La figura di Cesare mi spaventa davvero tanto >__<

      Elimina
    2. Sì, devo dire che se non ci fosse stato Manu Bennett avrei abbandonato l'impresa! E poi é stato paradossale, perché poi alla fine della terza (vabbeh, mi manca una puntata ma l'ho praticamente finita) sono giunta ad odiare Crixus e a proseguire unicamente per Gannicus... e incredibile ma vero, Spartacus! E qui mi fermo, al massimo riprendiamo il discorso quando e se recensirai la terza!

      Sul fronte Romani, non posso che essere d'accordo. A me importava solo di Lucretia, a un certo punto! Di lei e di Seppia, che devo dire non mi spiaceva molto, come personaggio (secondario, ma carino, nulla di più).

      Su Cesare: guarda, una volta che ti abitui al look da Brad Pitt, devo dire che come personaggio nemmeno é male. Il vero eroe della terza serie però é Gannicus, e dire che a me all'inizio nemmeno piaceva molto!

      Elimina
    3. Crixus, purtroppo, già nella seconda mi è scaduto parecchio, come personaggio. Se nella prima serie aveva una sua caratterizzazione e un suo ruolo, pian piano, poi, affoga nella deficienza (e non ho ancora visto la terza serie XD).

      Gannicus nel prequel mi è piaciuto (almeno era un simpatico cazzone). Nella seconda serie l'ho trovato fragilissimo e nella terza vedremo ^^

      Seppia speravo morisse in modo atroce (e mi hanno accontenta) ma per Lucrezia hanno sceneggiato una fine stupidissima. Mi aspettavo qualcosina di meglio ^^

      Elimina
  19. CHE SCHIFO DI QUI, CHE SCHIFO DI LA', CHE CAGATA, CHE DELUDENTE SERIE ECC. ECC. MA MI SEMBRA CHE ALLA FINE L'AVETE GUARDATA TUTTI !!!
    CHI SONO I VERI RIDICOLI ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ammetto: amo stroncare la roba che non mi piace!
      E quindi?

      Continuerò a dire che Spartacus fa schifo :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.