lunedì 28 ottobre 2013

52

Dieci accorgimenti per avere un buon blog


Visto che ho quasi raggiunto i tre anni di attività del blog, tre anni per me molto fruttuosi ed educativi, ho deciso di scrivere una piccola lista di dieci punti per condividere con chi stesse leggendo questa pagina la mia esperienza come autrice di Prevalentemente Anime e Manga e come fruitrice diretta della blogsfera. Questo non è e non vuole essere un articolo di SEO, di quelli che ti insegnano i trucchetti per scalare le SERP di Google, ma un post di suggerimenti e condivisioni (che magari i veterani del Web troveranno banale). Chiunque abbia qualcosa da dire, da aggiungere, da segnalare (o un’esperienza da raccontare) è pregato di lasciare un commento!


1) Parla sempre e solo di quello di cui hai voglia

Questo primo punto, che dovrebbe essere uno dei capisaldi del blogging (specialmente se fatto per hobby), spesso è drammaticamente trascurato (anzi, sui manuali di blogging si raccomandano di non andare fuori tema). Uno apre il blog con le migliori intenzioni, comincia a parlare di quello che ama veramente, ma, dopo un po', rischia di finire a trattare di argomenti di cui non gliene può fregare di meno, con il risultato di produrre post rigidi, insipidi e irrilevanti, post scritti solo per pubblicare qualcosa a tutti i costi. A volte succede per soddisfare le attese del proprio pubblico, a volte per rimanere "sul pezzo", altre per semplice mancanza di ispirazione o per il malefico blocco dello scrittore. Se ti accorgi che ti sta succedendo fermati un attimo, ripensa al motivo per cui hai aperto il blog, a quello che volevi comunicare, e rileggiti i tuoi primi post, che magari non saranno dei capolavori stilnovistici ma sono sicuramente più spontanei (all'epoca nessuno aveva aspettative su uno dei tanti sconosciuti della blogsfera). 
La passione per quello di cui stai parlando è la tua arma più affilata: usala a dovere! Piuttosto, se ti rendi conto che i tuoi interessi sono variati dal focus iniziale del blog, varia anche il suo argomento (qualcuno ha detto Batman?), nessuno ti impedisce di farlo!


2) Prima di partire a scrivere, ricorda di documentarti Lo so, sono noiosa su questa cosa

Posto che hai scelto di parlare di un argomento per cui nutri un discreto interesse, a questo punto, prima di partire in quarta con la stesura del post, è buona norma documentarsi [1]. A volte basta una piccola ricerca con Wikipedia (per sapere date, nomi, dettagli tecnici, ecc), altre volte occorre fare un lavoro più importante di ricerca, scavando a fondo per cercare tutti i dettagli necessari a realizzare un buon pezzo. Ricorda sempre che, anche se i post sono modificabili, la Rete (Google) ha un'ottima memoria, per cui lo strafalcione allucinante che ti sei lasciato sfuggire su quel post che parlava della riproduzione dei macachi in cattività (di cui non sai una benemerita cippa ma che hai scritto perché qualche follower te l'ha chiesto) rimarrà a lungo attaccato al tuo nome. Ricordati sempre che: Content is King (il contenuto è il Re). Prima di preoccuparti del resto fai sempre in modo che il tuo contenuto sia interessante (punto 1) e di qualità (punto 2)! 


3) Ricontrolla sempre la grammatica, la sintassi e l'ortografia

A questo punto dovresti avere in mano un testo pronto per la pubblicazione. Rileggilo ancora una volta, non c'è niente di peggio di un post sgrammaticato e pieno di refusi (sono la regina del refuso, me ne scappa sempre qualcuno). Ricordati sempre che la grammatica, la sintassi, l'ortografia e la punteggiatura non sono simpatici optional ma regole. Regole necessarie per farsi capire e per rendere la lettura sciolta e non un salto ad ostacoli o una gara di apnea!

Ricorda sempre:
  1. puntini di sospensione sono tre e non trecento. Se non ne hai strettamente bisogno, per favore, non usarli;
  2. Virgole e punti allungano la vita (di chi legge);
  3. TUTTO MAIUSCOLO equivale a gridare. Non siamo al mercato del pesce, usa le minuscole. tutto minuscolo rende la lettura scomoda e confusionaria. Usa il tasto SHIFT per ottenere la simpatica maiuscola per la prima parola della frase, vedrai, il ditino non ti andrà in cancrena;
  4. L'SMSese è la lingua del Diavolo. C'è un girone infernale che attende chi la usa;
  5. I congiuntivi e i condizionali non mordono. Giuro. Neanche le subordinate (anche se il mio relatore la pensava diversamente);
  6. Le emoticon sono fondamentali per esprimere lo stato d'animo di chi scrive un commento. "Sei una stronza ;-P", "Sei una stronza :D", "Sei una stronza :-(" e "Sei una stronza -.-" hanno quattro significati molto diversi. A diversificarli è la faccina alla fine. Nei post è meglio evitarle, fanno molto quarta elementare;
  7. Se inserisci una parola straniera nel testo, ricorda di metterla sempre al singolare. Si dice i manager e non i managers;


4) Cura l'estetica dei post

Finito di preparare il pezzo in Word (o in qualunque programma di videoscrittura ti venga voglia di usare), se hai seguito i primi tre punti, hai per le mani un testo che parla di un argomento che ti piace, approfondito e a cui la tua maestra delle elementari darebbe una bella A (le mie maestre davano le lettere, non so le vostre). A questo punto bisogna ricordare la regola aurea per cui "l'occhio vuole la sua parte" (mio cugino una volta mi ha candidamente confessato di non leggere un blog che ritengo molto interessante e che potrebbe anche piacergli perché il testo è troppo piatto e gli viene noia [2]). Movimentare il testo con grassetti, sottolineati, corsivi e elenchi puntati e numerati è cosa buona e giusta (e favorisce la lettura a videoterminale) ma bisogna sempre fare attenzione a non rendere il proprio post una cacofonia visiva, trovando la giusta via di mezzo tra il monacale monoblocco in plain text e l'effetto grafico dei fuochi d'artificio di Ferragosto! A questo punto occorre solo più mettere qualche immagine. Un post senza immagini fa fuggire molti lettori a gambe levate, uno con troppe foto diventa un albero di Natale fuori stagione, la corretta via è sempre nel mezzo. Foto sì ma con moderazione (disse quella che in un certo post ne ha messe quasi cento, di immagini)!



5) Se inizi un progetto, portalo a termine

Per chi legge il tuo blog c'è nulla di più deprimente, sconsolante, fastidioso e patetico di un progetto abbandonato nel dimenticatoio. Se prendi la decisione di realizzarne uno a lungo termine (tipo il mio su, un nome a caso, Batman), di partecipare ad un gioco a puntate (tipo un meme, come la 30 giorni di Anime e Manga o la 30 giorni di ...) o di realizzare una serie di post su un tema specifico (tipo l'analisi di Harry Potter diviso in tre puntate 1, 2 e 3) ti prego, arriva fino alla fine. Piuttosto dilazionati i tempi se non riesci a starci dietro o accorpa più post se ti rendi conto che la cosa va troppo per le lunghe, ma se hai deciso di partire non tirarti indietro! Nessuno ti ha costretto con una pistola alla tempia ad iniziare. Pondera bene, prima di trovarti con dei lettori che si chiedono "ma il progetto Tutte le scarpe di Barbie ordinate per colore, che fine ha fatto?"!


6) Non dimenticarti le tue rubriche

I progetti, per quanto a lungo termine, sono delle serie di post con una fine ben precisa (dopo due, cinque, sedici, trenta o cinquanta post si concludono), che viene normalmente esplicata nel post di presentazione. Le rubriche, invece, sono serie di post senza una conclusione preventivata. Con cadenza più o meno regolare viene pubblicata una nuova puntata (sarebbe bello scegliere un cadenza regolare per farlo ma non sempre è facile). Spesso succede che quando un blogger crea una nuova rubrica, preso dall'euforia, tenda ad aggiornarla in continuo ma, man mano che passa il tempo, la frequenza dei post diminuisce, finché, un bel giorno, il solito follower che non si fa i cazzacci suoi chiede "ma la rubrica su come farsi le bombe in casa, che fine ha fatto?" e il blogger casca dal pero. Ecco, se apri una rubrica, ricordati di aggiornarla, ogni tanto (quella che io mi dimentico sempre è Webcomics, devo darle una cadenza, se no non ne esco, la programmo sempre per "la prossima settimana").


7) Rispondi sempre

È fondamentale rispondere ai commenti. Sempre! Anche se vengono fatti su post molto vecchi (anzi, a maggior ragione, in questo caso, che i commenti sui vecchi post sono preziosi), anche se il commentatore è molto critico verso l'autore del blog (e magari sta facendo notare degli strafalcioni da record), anche se va fuori tema e/o ti racconta una manciata di fatti suoi scarsamente correlati al post. In generale è buono attenersi a questo vademecum:
  1. Rispondi sempre cortesemente, i tuoi lettori leggeranno tutta la discussione, se ti scaldi rischi di farci una figuraccia. Ricorda anche che fare il grammar nazi è una cosa antipatica e molto stupida: i commenti sono una trascrizione del parlato, per cui sono ammesse forme colloquiali (rimanendo, ovviamente, nei limiti della comprensibilità);
  2. Non essere eccessivamente formale nelle risposte. Vietato il lei e bandito il voi (ancora peggio è il loro, ma ho idea che quello sia in disuso dai tempi delle corti borboniche);
  3. Accetta le idee degli altri, ma ricorda che il blog è casa tua, quindi hai sempre diritto all'ultima parola;
  4. Non cancellare i commenti negativi, sii sempre aperto al dialogo e al confronto, purché sia cortese;
  5. Troll e Spammer, invece, devono morire e con loro i loro insulsi commenti. Il troll insulta, sbava, lascia una scia di punteggiatura violentata e non è interessato alla tua risposta. Allo spammer interessa solo un link al suo sito, non ha nemmeno letto il post. Nuclearizzali senza pietà;
  6. Nuclearizza anche i piagnistei non richiesti, un commento di venti righe di lamentela non correlata all'argomento del post non è ammesso. Se qualcuno ha qualcosa da comunicarti può sempre usare i canali privati della posta elettronica, Facebook o Twitter (a cui risponderai più che cortesemente) senza bisogno di fare una piazzata in pubblico (ci possono essere delle incomprensioni, è normale, ma lo spazio commenti del blog non è Forum!);
  7. Se un lettore ti fa notare un errore nel post, ringrazia sentitamente e modifica il post, non ha senso difendere a spada tratta una castroneria o sentirsi offesi: ti sta facendo un favore segnalandotelo;
  8. Per tutti quelli che vogliono far conoscere il proprio blog in giro lasciando commenti su altri spazi: un commento intelligente può portare visite, uno inutile (tipo "Bellissimo!") o spammoso no;
  9. Un commentatore che mette un link a una pagina (specialmente se non sua) dove si tratta dell'argomento in questione non è uno spammer, purché il link stesso sia corredato da un commento sensato (che può anche essere "Leggiti questo, spiega tutto sulla coltivazione delle patate"). Sarebbe buona norma mettere sempre link "morti" ma personalmente tollero anche quelli "vivi" [3];
  10. Non essere mai supponente. Può arrivare da un momento all'altro uno che ne sa più di te. Il tono di quello che scrivi, specialmente nei commenti, è importantissimo!


8) Gli anni novanta sono finiti

Qui parliamo dei layout. Anche se hai realizzato dei post interessantissimi, scritti benissimo, decorati a regola d'arte e hai una policy dei commenti impeccabile, può succedere che il tuo blog faccia fuggire gli utenti. Controlla che nel tuo template non ci sia un trionfo di gadget inutili e sberluccicosi (orologi, calendari, michiatine varie che non servono a nulla e rallentano solo il caricamento - il 98,5% di quelle funzioni ci sono direttamente nella barra del sistema operativo, per cui il lettore non ne ha proprio bisogno. Eventualmente uno è tollerabile ma dieci no!), gif animate dall'effetto epilettico (che sono fuori moda da almeno tredici anni) e, sopratutto, che non ci sia nulla di musicale. Bandisci lettorini mp3, video integrati che partono da soli e le insopportabili finte campane a vento. L'utente vuole un browser silenzioso. Muto! Vuole ascoltarsi la sua musica o non essere beccato a cazzeggiare quando non deve. Il tuo blog deve essere un ninja da questo punto di vista! C'è ma non si sente! Ricorda il mantra: gli anni novanta, gli anni del glitter, della gif e del midi a tutti i costi, sono finiti! Niente eccessi grafici, niente sfondi psichedelici e soprattutto niente rumori! 


9) La creatività è la giusta via

Dopo un po' di tempo che scrivi sul tuo amato blog c'è un concreto rischio di appiattimento su un modello ormai ben confezionato e conosciuto, che lo fa entrare in un loop di ripetizione e noia (ed è tanto peggio se il tuo blog è un blog satirico) e che rischia di farlo diventare persino autoreferenziale (il che è il male assoluto, un nuovo lettore ha il diritto di capire il tuo ultimo post senza doversi prima leggere settecento post di arretrato). La soluzione è la creatività: prova nuovi modelli, sperimenta, tenta ed evolvi, magari non tutte le "ciambelle" usciranno con il buco, ma sicuramente qualcosa di buono uscirà. Tra l'altro i blogger sono normalmente persone molto disponibili, per cui spesso basta solo chiedere e ti daranno consigli e informazioni su come realizzare quella nuova simpatica rubrica a cui stavi pensando da tempo! Non essere timido, scrivi una mail, comunica, condividi!


10) Scrivi quello che pensi veramente (Sii te stesso)!

Purtroppo è piena la rete di gente che non scrive le sue vere opinioni ma che ricicla quelle altrui. In questa categoria rientrano i seguenti soggettoni (esemplificati con degli scenari dal retrogusto fantasy, tratti dal mondo della recensione di prodotti televisivi, cinematografici o fumettistici):
  1. Il guru: Dopo anni di presenza sul web si è costruito un'aura di sacralità e una folta schiera di plaudenti accoliti stroncando ferocemente tutta la "robetta commerciale" e consigliando solo titoli "d'autore". Ora non può proprio mandare tutto all'aria ammettendo di amare segretamente One Piece;
  2. Il fedele della setta: One Piece è una cagata spaziale. Lo dice il grande guru, quindi deve essere così! Non importa cosa pensa chi sta scrivendo il post (che magari segue il titolo con passione da più di un decennio),  importa solo cosa pensa il grande guru e tutti i suoi preziosi accoliti. Lode al guru;
  3. Quello sempre sulla cresta dell'onda: Tutti i suoi amici su Facebook (che non sa bene neanche lui chi siano perché li ha aggiunti quel periodo in cui giocava a Farmville, ma sono tanti) dicono che Spartacus vs Godzilla è un gran film, quindi, anche se non l'ha ancora visto, lo asserisce anche lui a gran voce;
  4. Il Bastian Cuntrari [4]: A tutti i suoi conoscenti è piaciuto La Sirenetta 7 - Sbarco sulla Luna? Bene, lui scriverà una stroncatura infuocata dove lo fa a pezzi, anche se, in fondo, non gli è affatto dispiaciuto, ma non può proprio privarsi della gioia di contraddirli tutti;
  5. Certa gente vuole solo vedere il mondo bruciare (altresì detti troll): È un fan di Naruto, lo segue da sempre ed è informatissimo, ma sul suo blog ne parla malissimo. Poi linka i post nei suoi forum preferiti dedicati alla serie e, con un altro nick, guida la carica dei fan pronti a fare l'eretico a stelle e strisce;
  6. Il timido puccettino: Ha paura dei troll, ha paura dei fan, ha paura che i suoi stessi follower non siano d'accordo con lui, ha paura dell'Uomo Nero. Quindi scriverà solo post neutri dove non si capirà nemmeno per sbaglio cosa ne pensa dell'oggetto che sta commentando!
Se fai parte (anche solo parzialmente) di una di queste categorie fai un bel respiro, chiudi Animeclick, il bog del tuo guru o il tuo forum o portale del cuore, prendi in mano l'opera e rileggetela o riguardatela (o se parli d'altro riprendi da zero). Dopo cerca di trasferire sul blog le sensazioni che ti ha passato. Quello che cerca qualcuno che ti legge è principalmente la tua opinione. Sii sincero, altrimenti avrai un sacco di visite inutili e vivrai nel terrore di tradire il "tuo personaggio".


E a te? Cosa ti ha lasciato la tua esperienza nella blogfera come autore o come lettore? Quali sono gli accorgimenti che secondo te rendono buono un blog? Condividi le mie dieci o ne hai altre?


Altri post a tema (o quasi):
Sette frasi che mi mandano in ira funesta
Come si scrive una buona recensione?


[1] Dovrebbe essere una nota superflua ma "Documentarsi" non vuol dire "Copiare da altri blog, che tanto non se ne accorge nessuno"!

[2] Mio cugino è davvero mio cugino e non mio cuggino (con due g), il cugino immaginario degli aneddoti. È una vera e propria miniera di curiosità, episodi, aneddoti e quant'altro!

[3] Un link "morto" è questo:
http://www.prevalentementeanimemanga.net/2013/09/death-sweeper-agenzia-di-pulizie.html, per cui il lettore deve copiarselo manualmente nella barra degli indirizzi per arrivare alla pagina e non offre un collegamento diretto tra i due siti. Il link "vivo" alla stessa pagina è questo: Death Sweeper. La differenza fondamentale è che quello "morto" non viene indicizzato da Google come collegamento, per cui, se la pagina di destinazione sparisse, l'autore del blog non si troverebbe con un link rotto (che Google detesta) che non può modificare a meno di rimuovere il commento.

[4] Di solito evito le espressioni dialettali ma questa volta suona meglio in piemontese: vuol dire Bastian Contrario, ovvero uno che fa sempre il contrario di quello che dicono gli altri, solo per il gusto di dar noia.


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





52 commenti :

  1. I punti dal 2 al 4 compreso....;( Devo proprio migliorare ;)
    Come sempre un altro post molto utile ;) <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premesso che c'è sempre margine di miglioramento (per me compresa, visto che il blog perfetto non esiste e il mio è ben lungi dall'esserlo), l'importante è capire quali sono i punti deboli del proprio blog e lavorare per migliorarli ^^
      Poi sai che il tuo blog mi piace un sacco anche così <3

      Elimina
  2. AC non lo si dovrebbe aprire proprio eh eh eh eh eh.

    RispondiElimina
  3. nulla da aggiungere, se non che è stato interessante leggere la tua lista. non mi sono mai soffermata a fare analisi sul mio modo di fare blog, ma vedo che i miei criteri sono gli stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      Ogni tanto mi capita di leggere qualche articolo o vademecum interessante su come tenere un blog e ho pensato di fare una mia personale lista ^^

      Elimina
  4. -1. Scrivo sempre quello che mi va.. accozzaglie di roba!
    -2. Mi documento abbastanza per non scrivere falsità.
    -3. Io e la grammatica non siamo molto amici.. inoltre sono la donna dei puntini di sospensione.. ne metto un paio ma li metto continuamente..
    -4. All'estetica non penso tantissimo.. ops!
    -5. Io porto a termine tutto quello che posso. Non è nella mia indole lasciare le cose a metà, ci volesse pure un secolo!!!
    -6. Come il 5, non abbandono nulla a meno che ci sia qualcosa che seriamente me lo impedisce.
    -7. Rispondo quasi sempre meglio che posso! ^^
    -8. Tu non immagini quanti blog (di altri) ho abbandonato a causa delle musichette.. mi danno ai nervi, non mi fanno leggere bene perchè mi deconcentrano e inoltre uso spesso il pc del lavoro.. sai che bello aprire una pagina e sentire le più strambe musiche che partono a volume incredibilmente più alto del normale.. -_-
    -9. Sono sempre alla ricerca di qualche novità creativa e divertente! xD
    -10. Scrivo sempre quello che penso.. non vomito di tutto ma quello che scrivo è sincero!

    Che voto ho avuto??? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo punto a punto:
      1) Fai benissimo, se quello è quello che ti va allora hai il diritto pienissimo di scriverlo :D
      2) Ti assicuro che si nota!
      3) Ognuno ha il suo tallone d'Achille. Poi i tuoi post sono sempre scorrevoli, si fanno sempre leggere senza far venire sincopi ^^
      4) In realtà, la quantità foto/testo è abbastanza ben bilanciata, per cui non ci sono né monoblocchi illeggibili né muri di foto.
      5, 6 e 7) Questi, secondo me, sono tra i punti più sensibili, perché denotano il rispetto verso il lettore (va bene che il blog è un prodotto "tutto gratis e amore" ma, secondo me, va dato un occhio di riguardo al lettore) ^^
      8) Non credo di essere mai riuscita a seguire un blog con della musica o dei suoni. Con tutta la buona volontà, dopo pochi secondi dall'apertura della pagina non ce la faccio più e la chiudo! Fino all'anno scorso usavo il computer molto anche in facoltà, quindi sai che bello quando ti si apre una pagina "musicale" mentre sei a lezione XD
      9) E su questo sei sempre di grande ispirazione :D
      1) Di nuovo, si vede! E fai benissimo ^^

      Per me sei promossa a pieni voti!

      Elimina
    2. Grazie... uhuhuh!
      Siccome ti ammiro tanto, per me è un grandissimo onore.. xD

      Elimina
    3. Prego :D
      Ti dirò, il tuo blog mi piace molto, lo seguo ormai da anni ed è sempre piacevolissimo leggerlo ^^

      Elimina
  5. E' sempre un piacere leggere i tuoi post,davvero :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei sempre gentilissima ^^

      Elimina
  6. Un altro ottimo e prezioso post, utilissimo per riflettere e magari per mettere un po' d'ordine nel proprio blog^^

    Anch'io voglio fare come Nyu e fare coming out punto per punto! ^__^

    1) Parla sempre e solo di quello di cui hai voglia.
    Sì, assolutamente sì, mille volte sì! Su questo niente e nessuno può impormi alcunché o condizionarmi. Anzi, il mio problema è semmai l'opposto: il dover cioè selezionare troppo ciò di cui ho voglia di parlare, per una "mera" questione di tempo.

    2) Prima di partire a scrivere, ricorda di documentarti Lo so, sono noiosa su questa cosa.
    No che non sei noiosa, anzi, non è mai troppa fatica il ricordar(se)lo! Non è necessario fare un saggio di trenta pagine, nessun* lo pretende!, ma un minimo di documentazione, autentica!, è indispensabile, altrimenti non sappiamo di cosa stiamo parlando.

    3) Ricontrolla sempre la grammatica, la sintassi e l'ortografia.
    Anche questo è indispensabile e lo faccio sempre. Poi, è umano, il refuso o la distrazione càpita a tutti/e. L'importante è correggere una volta che ce ne si è accorti/e.

    4) Cura l'estetica dei post.
    Ehm... su questo sono un cane morto e il mio blog è ancora lontanuccio dall'essere esteticamente accettabile. Solo ultimamente, grazie ai consigli di una certa blogger^^, sto pian piano cercando di dare un minimo di coerenza grafica agli scritti, ma ci vorrà ancora molto lavoro...
    (segue...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho solo tirato un po' le somme sulla mia esperienza di blogger e sono davvero contenta se riesco ad essere utile ^^

      1) Si vede moltissimo che ti attieni a questo punto, specialmente dalla evidente passione che traspare dai tuoi post. Il problema del tempo è sempre annoso, anche a me piacerebbe scrivere molto di più ^^

      2) Verissimo. Non c'è nulla da fare, nessuno nasce tuttologo e, per forza di cose, è cosa buona e giusta documentarsi sempre per bene ^^

      3) Nessuno qui scrive per lavoro il blog, nessuno ha un editor pagato per correggere le bozze, per cui qualche errore è fisiologico che scappi. Come dici giustamente tu, l'importante è che si tratti di un refuso e che venga corretto appena visto ^^

      4) Sull'estetica dei post, se hai bisogno di una mano, sono sempre disponibile :D

      Elimina
  7. 5) Se inizi un progetto, portalo a termine.
    Proprio per questo non ne ho mai iniziato uno. La costanza e io siamo lontanissimi parenti. Ma proprio lontanissimi, eh!

    6) Non dimenticarti le tue rubriche.
    Che non ho, sempre per il discorso del punto 5... Mi piacerebbe molto crearne qualcuna, ma non oso per timore di non avere poi la costanza di portarle avanti.

    7) Rispondi sempre. (ai commenti)
    Sì, lo faccio. Per me è una cosa nuova avere dei commenti sul blog, quindi sono ancora abbastanza timoroso, e forse un po' troppo smieloso^^, ma rispondo sempre. Una sola volta una persona mi ha fatto una critica un po' brusca e nella risposta sono stato brusco anch'io... Risultato: quella persona non è mai più tornata a commentare e io ho i sensi di colpa ancora adesso per essere stato maleducato... :-(

    8) Gli anni novanta sono finiti.
    GRAZIE AL CIELO!!! Il grunge l'ho sempre detestato!!! :-D

    9) La creatività è la giusta via.
    Ecco, questo è il punto che mi ha mandato in crisi.
    Ritengo di essere poco creativo sul mio blog e mi pare di scrivere un po' sempre le stesse cose... E' vero che visitando regolarmente i vostri blog le idee vengono stimolate, ma è anche vero che copiare da altre/i non è né bello né giusto. Quindi... diciamo che su questo punto ci devo riflettere attentamente e prendere un po' il toro per le corna.

    10) Scrivi quello che pensi veramente (Sii te stesso/a)!
    Qui sarebbe facile affermare che "così è e sempre sarà".
    Allora, divido la risposta in due parti.
    La prima: sì, ogni volta che parlo di un fumetto, qualsiasi esso sia, scrivo veramente e soltanto ciò che penso. Mi fa sentire bene con me stesso. Anche nei commenti agli altri blog che seguo scrivo veramente ciò che penso e sono felice di farlo.
    MA...
    In realtà non c'è nessun "ma", è che non sapevo come introdurre la seconda parte della risposta.
    Che è questa: è vero, parlo di ciò che voglio e come voglio, e in modo sincero. Ma da quando c'è questa piacevolissima novità, ossia persone che commentano sul mio blog, ammetto (mi vergogno un po', ma lo dico ugualmente) di avere il "timore di deludere". Pare facile dire: "Ma no! MA che ti frega! Devi scrivere solo ciò che vuoi!", certo, tutto giusto... ma non è comprensibile questo timore, cioè che le persone si allontanino dal blog perché "non vai incontro" ai loro gusti?
    Lo pongo qui come tema di riflessione, sempre che a qualcuno/a interessi. La risposta a ciò non è così scontata...
    Sono il primo a sostenere che bisogna innanzitutto scrivere per se stessi/e, ma... dopo aver provato il piacere di avere persone che apprezzano quel che scrivo, sono così sicuro di rischiare a cuor leggero di "deluderle"?...
    ciao
    Orlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5) Ti direi di provare con un progettino piccino (due o tre puntate, al massimo), per rompere il ghiaccio con i progetti, poi il resto tende a venire da sé! Pensa che adesso io sono preoccupata su cosa pubblicare quando finirò (a breve) il progetto su Batman XD

      6) Per le rubriche, la cosa migliore è sceglierne una a cadenza regolare un minimo dilazionata (il mio format preferito è "mensile"), così si ha tempo per pensarci e non finisce dimenticata perché c'è la scadenza da rispettare (io, personalmente, mi trovo gli ultimi giorni del mese e farla, ma almeno esce) ^^

      7) L'area commenti del blog è l'angolo della discussione che il blogger ha messo in tavola, quindi è normale che saltino fuori persone che non sono d'accordo con i tuoi scritti. Prima o poi ne hanno avuti tutti e spesso succede che spariscano dopo aver lasciato un commento solo. Non mi cruccerei troppo, la rete è piena di altre persone che magari hanno più voglia di dialogare (in ogni caso, è importante far tesoro di ogni esperienza) :D

      8) Io avevo dei grossi problemi con i midi nelle pagine web XD

      9) Vorrei distinguere tra la bieca copia e l'ispirazione. Ora, non sono la prima e non credo che sarò l'ultima ad aver tirato fuori i suoi pupazzetti per farci sopra delle storielle. Non per questo mi sembra di star copiando dai tanti altri che ci sono in rete. Il mezzo è lo stesso ma il contenuto è differente. L'importante, secondo me, è rendere personalizzati i propri post (e quindi creativi), ispirandosi anche alle buone idee altrui, ma senza arrivare a copiare passo passo il contenuto!

      10) In realtà credo che questo timore di fondo ce l'abbiano un po' tutti i blogger. Non lo nego: anche io, specialmente all'inizio, quando avevo solo un paio di lettori, avevo il timore di perderli scrivendo su serie non di loro gusto. Sai cosa ho scoperto dopo? Che invece avviene il contrario, allargando il ventaglio di proposte (senza, ovviamente dimenticarsi il proprio pubblico iniziale e senza tradire la propria passione per scrivere post "popolari" al fine unico di attirare gente - ma, se devo dirlo non mi pare proprio il tuo caso), alla fine i lettori si conquistano, invece che perderli!
      Nessuno rimane deluso per un post su un argomento che magari gli interessa poco ma, anzi, potrebbe essere incuriosito su nuovi temi :D
      Un lettore, specie se affezionato, rimane deluso solo da una cosa: un calo di qualità nei post! Se la qualità (e la passione di chi scrive) rimane quella, secondo me, non può succedere nulla di male :D

      Elimina
    2. Hai letto tutto e hai risposto punto per punto...
      Ma GRAZIE!!! xD
      *cuiriciotti a profusione*

      Elimina
    3. Ma certo, mi hai lasciato due bei commentoni, è mio dovere (e piacere) rispondere punto per punto :D

      Elimina
  8. adesso lo stampo e me lo studio questo post! :D
    "Non dimenticarti le tue rubriche"... eh, sembra fatto apposta per me. xD
    Per quanto riguarda l'estetica dei post e il fatto di documentarsi mi trovi pienamente d'accordo, sono forse i punti basilari che sempre "dovrebbero" essere rispettati.
    Per il resto invece c'è solo da imparare... mi cogli impreparato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non dimenticarti le tue rubriche" è anche per me, è uno dei miei punti deboli! Se non mi organizzo per bene finisco sempre per scordarmene qualcuna XD
      In ogni caso queste sono le mie considerazioni, magari per qualcun'altro il decalogo è diverso ^^

      Elimina
  9. Bellissimo post e tutto correttissimo!

    Riguardo l'ispirazione hai proprio ragione: ti rendi conto da solo quando una cosa la stai facendo perchè in quel momento ti va di parlarne o quando invece la fai perchè te l'eri prestabilito, poichè non ti viene fluido e di getto come sempre!
    Io nel blog salto sempre di palo in frasca e tocco ogni tipo di argomento, dalla musica, agli anime, agli stati emotivi e devo dire che sono soddisfatta anche se non ho un target fisso, perchè cerco di metterci sempre qualcosa di mio. Magari non sarò mai "il guru" di qualcosa, perchè parlo di tutto ma sono esperta di niente, ma almeno spero di riuscire a far passare quello che veramente sento o penso di una cosa a chiunque legga il post.
    Alla fine il motivo principale per cui si apre un blog, di solito, è quello di condividere i propri pensieri e i propri interessi, per cui se non ci si mette un po' in gioco non si arriva a niente.

    Per quanto riguarda grammatica, maiuscole e testi non troppo uniformi sono daccordo con te. Soprattutto sull'ultimo punto, infatti sono una delle prime che se vede solo una serie infinita di righe, tutte uguali, non è molto motivata a leggere (anche se l'argomento può sembrare interessante). E' che leggere un post deve essere una cosa rilassante e piacevole, non una faticaccia per i sensi (disse quella che scriveva in bianco e microscopico su fondo scuro! XD).

    E' certo che dovrò ancora pedalare prima di arrivare ai tuoi livelli! ;)

    Ps: Penso che eccedere con le faccine sia controproducente e un po' da mocciosi, ma una ogni tanto, giusto per rendere meno freddo il contesto, ci sta! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D

      A me viene proprio il blocco dello scrittore, quando cerco di parlare di qualcosa di cui non ho proprio voglia. Pensa che ho riletto intere serie (anche lunghe come Hanayori Dango),ma non avendo l'ispirazione del momento, alla fine, non ho scritto il post XD
      In ogni caso trovo che la cosa fondamentale che deve trasparire dal blog è la passione, se c'è quella si può parlare di qualunque cosa (e poi non serve essere super esperti o guru)!

      Alla fine il motivo principale per cui si apre un blog, di solito, è quello di condividere i propri pensieri e i propri interessi, per cui se non ci si mette un po' in gioco non si arriva a niente. --> Sacrosantissima verità! :D

      Purtroppo non c'è molto da fare, se su carta il monoblocco è accettabile (tutti i libri sono così), su monitor le cose cambiano molto e il testo diventa praticamente illeggibile! Credo che il testo tutto uguale sia una delle cose che faccia più fuggire dai blog XD

      Ma figurati, anche io sto ancora imparando, il mio blog è tutto tranne che perfetto ;-P

      PS: Nei post non le metto ma nei commenti (dove si usa un registro colloquiale) ne faccio grande uso ^^

      Elimina
  10. Mmm...premesso che non considero il mio come un blog degno di tale nome...vediamo quanti erroracci faccio >.<

    1) Parla sempre e solo di quello di cui hai voglia
    Beh, penso che almeno questo lo rispetto XD Anzi, a volte non ho nemmeno il tempo di scrivere post su quello che mi piace, figuriamoci su cose che non mi interessano...

    2) Ricorda di documentarti
    Mmm in genere lo faccio anche se non mi soffermo molto sui dati tecnici (do giuste giuste 2 informazioni messe in croce, tipo numero di episodi/volumi, autore e se ci sono spin off o serie collegate).
    Se non so parlare di un dato argomento non ne scrivo sul lj, perchè farei una ben magra figura °v°

    3) Ricontrollare grammatica, sintassi e ortografia
    A volte qualche errore mi sarà scappato. Ma penso di rimanere nella decenza xD solo che spesso non rileggo con troppa attenzione, il che è un male!
    Come si sarà notato, il mio difetto più grave (penso e spero!) sono le faccine! Anzi da un po' di tempo a questa parte cerco di limitarmi ad usarle e le evito se sto parlando seriamente. Solo che temo sempre di esprimermi male e di essere fraintesa, con il rischio di incomprensioni fastidiose. Quindi ho l'emoticon-coperta di Linus per auto-convincermi che non sembro aggressiva XD (<-- ecco...appunto...-.-)

    4) Cura l'estetica dei post
    Io adoro i post decorati da immagini, per cui ci provo ** Anche se, non essendo una cima, spesso sbaglio e qualche immagine scompare in corso d'opera...ma adesso ho imparato a non farlo succedere più! **

    5) Se inizi un progetto, portalo a termine
    I meme, anche se con lunghe interruzioni per impegni vari, li ho terminati. Progetti creati da me non ce ne sono in pratica XD

    6) Non dimenticarti le tue rubriche.
    Recentemente stavo pensando di crearne una, ma siccome mi conosco e so che ogni volta che faccio progetti o tabelle di marcia poi le mando a farsi friggere, preferisco evitare ò.ò

    7) Rispondi sempre
    Su questa sono d'accordissimo! Mi sento idiota quando commento da qualche parte e non ho risposta ç_ç
    A leggere il mio lj siete in poche, quindi rispondere a tutte è facile (e poi mi diverto! **)

    8) Gli anni '90 sono finiti
    Oddio...questo punto mi riporta alla mente il mio vecchio blog di msn. Penso che se lo rivedessi adesso mi accecherei!

    9) Creatività
    Non sono un mostro di creatività, ma nemmeno di organizzazione. Per cui non penso di aver scritto molti post con una struttura troppo simile. Ma su questo non saprei proprio giudicare...

    10) Sii te stesso!
    Cerco sempre di esprimere la mia opinione, anche se spesso può non sembrare. Ma odio quando si creano equivoci e flame inutili, quindi cerco allo stesso tempo di essere moderata. Non penso che non si capisca quello che penso, ma certe volte mi rendo conto che dovrei essere più...diretta...forse.

    Questo post è stato davvero utile! E' un'ottima guida! Mi sa che tornerò a leggerla qualche altra volta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rimango dell'idea che un blog e sempre un bog e poi il tuo è carinissimo :D

      1) Ottimo, questo è lo spirito giusto!

      2) Non importa la quantità di informazioni (a nessuno è richiesto un saggio di trenta pagine in un post XD), l'importante è che quelle che ci sono siano corrette e che il post sia un minimo approfondito :D

      3) All'inizio anche a me veniva voglia di mettere le emoticon anche nel testo. Avevo grosse difficoltà a trascrivere su computer le sensazioni che il prodotto che stavo analizzando mi aveva lasciato e la faccina era una "scorciatoia". Però mi sono autoimposta di non farlo, per allenarmi ad esprimere con le parole e non con i simboli quello che cercavo di dire (ovviamente il discorso cambia per i commenti che sono colloquiali :D) ^^

      4) Ottimo :D Le immagini che metti nei post sono sempre bellissime ^^

      5) Ho visto, si fa così ^^

      6) A me aiuta la cadenza fissa, se no sono un disastro, finisco sempre a programmare la rubrica per "la prossima settimana" XD

      7) Ogni tanto mi succede di non commentare più sui blog i cui autori non rispondono, non mi piace sentirmi ignorata. Lo spazio commenti serve per creare discussioni (secondo me) ^^

      8) Non farmi rimembrare i blog su msn, per fortuna quella piattaforma è scomparsa portandosi via tutti gli orrori XD

      9) Usare una struttura per i post è normale (vedi ben che io ho una procedura fissa per le recensioni). La creatività si manifesta in tante piccole cose (tipo il meme sull'angolo della depressione che hai lanciato qualche tempo fa) :D

      10) Credo che questo sia un po' un annoso problema per tutti, trovare la via di mezzo tra esprimersi senza freni ed evitare liti XD

      Grazie mille! Sono felice di essere stata utile :D

      Elimina
    2. Grazie mille! *//*

      3) In genere su carta riesco a esprimermi abbastanza bene, solo che sulle piattaforme elettroniche mi inceppo >.< direi che devo lavorare su questo punto :)

      4) Sono contenta che ti piacciano, anche perchè spesso impiego un sacco di tempo a sceglierle >//<

      6) Per me invece tutto il contrario. Se progetto qualcosa lo rimando o vengo distratta da altro. Infatti se mai iniziassi una rubrica le darei una cadenza irregolare...

      7) Pienamente d'accordo! Poi posso capire in quei siti in cui la gente lascia centinaia di commenti, tipo quello di Ortolani o Zerocalcare, ma quando sono una decina di persone rispondere ai commenti dovrebbe essere la parte più divertente! Se scocciano quelli, tanto vale che le opinioni le tieni per te e amen.

      8) Glitter...glitter everywhere @_@

      9) Come si suol dire (?), la creatività sta nei dettagli. Forse era il diavolo che stava nei dettagli...ma preferisco essere più positiva!
      Oh *//* non pensavo che sarebbe piaciuta così tanto la mia idea!

      10) C'è sempre il rischio di cadere nello stereotipo del "timido puccettino" o del Bastian Cuntrario/troll. Anche se questi ultimi hanno proprio il diploma >_>
      Almeno il timido non è molesto XD

      Grazie a te ;)

      Elimina
    3. 3) Io ho il problema contrario, davanti al foglio bianco (cartaceo) mi blocco. Probabilmente saranno reminiscenze del mio cattivo rapporto con l'italiano scritto al liceo XD

      4) Anche io ci metto una vita a sceglierle XD

      7) Ortolani e Zerocalcare credo che siano dei casi un po' limite (e onestamente è impensabile che rispondano a tutti, anche se Ortolani spesso risponde). Tutti gli altri non hanno scuse ;-P

      10) Il timido non è molesto ma a me fa venire un po' di rabbia leggerlo, nel senso che spesso non riesco a capire se vale la pena leggere o vedere quello di cui sta parlando XD

      Elimina
  11. Altro ottimo post, prometto di dedicarti più attenzione tutte le volte che potrò, per ora l'ho fatto troppo poco, maledetto tempo. Vediamo, mumble, mumble.

    1) Beh, se non hai voglia di parlare di qualcosa che ne parli a fare? Concordo in pieno con questo primo punto. Nonostante questo mi rendo conto che comunque qualche post un po' più loffio ci scappa lo stesso ogni tanto.

    2) Cerco di farlo sempre, a volte non serve essere maniacali ma bisogna farlo. Non di meno anche in questo caso qualche svista può verificarsi, l'esperienza in questo caso insegna. Il punto due influisce negativamente sul punto 6.

    3) D'accordo su tutto, però i puntini di sospensione a me non dispiacciono.

    4) Qui concordo solo in parte. L'occhio vuole la sua parte però attenzione a non esagerare. Personalmente sono per i grassetti e i corsivi dove servono, cerco di evitare il resto (colori, sottolineature). Forse è il mio ex-retaggio da impaginatore che viene fuori. Ok per le foto.

    5) Concordo. Per inesperienza commisi l'errore di far partire un progetto un po' raffazzonato nei primi tempi di gestione del blog e dovetti decretarne ufficialmente la morte poco tempo dopo. Anche qui l'esperienza insegna.

    6) Tasto un pelino dolente. Personalmente cerco di portare avanti gli appuntamenti (semi)fissi. Proprio l'esigenza di forte documentazione richiesta da alcuni di essi unita alla cronica carenza di tempo fà sì che tutto si allunghi e che i post si diradino. Qui ammetto di avere delle pecche.

    7) Ho la coscienza a posto, almeno al 99%

    8) Come sopra

    9) Concordo ma non sempre riesco a mettere in pratica. Dura, sempre per lo stesso motivo, stramaledettissimo tempo dimmerda!

    10) Dormo sonni tranquilli, come un bimbo con il ciuccio in bocca :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D Il tempo è un gran problema per tutti, purtroppo. Chissà se la petizione per rallentare di qualche ora la rotazione terrestre è ancora valida XD

      1) I post loffi ci stanno, è fisiologico che ne escano di più ispirati e di meno brillanti, non c'è nulla da fare ^^

      2) A volte basta pochissimo (tipo un salto su Wikipedia), altre volte è più impegnativo. Verissimo che l'esperienza aiuta un sacco :D

      3) Io ho usato per tanto tempo msn, per cui adesso li aborrisco. Ma è una questione di gusti personali, grammaticalmente sono permessi XD

      4) Personalmente ritengo che un prodotto su carta differisca molto da uno su videoterminale. Purtroppo seguire la lettura sul monitor può diventare complesso e qualche "aiuto" può essere molto utile a chi legge. Diciamo che, rispetto alla carta stampata (che normalmente ha il testo monocromo), internet consente maggior liberà, ma, ovviamente, non bisogna mai esagerare ^^

      5) Il mio primo progetto (quello del Test di Figaggine™, una cosa abbastanza vergognosa) lo finii, ma alla fine non lo lesse quasi nessuno XD

      6) Capire dov'è il proprio margine di miglioramento è già un'analisi importante, per il proprio lavoro. ^^

      7, 8 e 10) Ottimo, sono punti importanti per un blog :D

      9) Il tempo è sempre quello che è, purtroppo non c'è molto da fare.

      Elimina
  12. Un mio commentatore piemontese mi ha insegnato una vostra tipica esclamazione. Ovvero:"Boia Fauss!"

    OT a parte, hai fatto un ottimo post che riassume tutto il giusto che c'è per essere un bravo blogger.
    Molte cose mi sono arrivate da sole... altre mi sono suggerite.

    Non so dire nei punti dove sono diligente, ma posso dire quelli in cui sono veramente pessimo. Come la punteggiatura.... nota dolente per un confusionario come me!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Grazie mille :D Anche io ci ho messo un bel po' ad elaborare questi dieci punti, molte cose le ho scoperte vedendo i blog degli altri ^^

      La punteggiatura è un tallone d'Achille per molti. Credo che ad influire negativamente siano state le chat, che hanno sdoganato certi modi "creativi" di usare i puntini di sospensione ;-P

      PS Quella frase è un grande classico di tutte le piole del piemontese ;-P

      Elimina
  13. Benissimo: io ne seguo sì e no un paio! :°D
    Secondo me il rischio di seguire tutte queste indicazioni è che il blog diventi un'attività meccanica e per chi come me non intende dargli una forma 'ufficiale', penso sia bene seguire solo la propria voglia di scrivere o di condividere questo o quell'argomento. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, il fatto di seguire la voglia di scrivere è il primo passo assoluto, altrimenti cessa il significato del blog in sé (a meno che non venga tenuto per scopi pubblicitari ma quello è un altro discorso). Il tuo blog è anche molto recente, molte cose si implementano con il passare del tempo :D

      Elimina
  14. Post illuminante! E devo dire che ono fortunata a NON aver mai segutio la pessima e squallida moda dei glitter!
    L'unico mio difetto mi sa sono i "..." ma purtroppo quando scrivo li uso proprio per far capire che ho dubbi xD Mi regolerò sui puntini mi sa!
    Sulle faccine uso le emoticons che sono troppofighe XD Quelle di msn per chiarirci anche se non ho ancora trovata il non plus ultra: la faccina azzurra che sorride maniacalmente!

    Comunque pensavo di farmi il blog proprio sull'acc google. Trasferirei lì tutti i miei post, o almeno quelli meno polemici XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Brava, è una delle piaghe di internet, quella del glitter e dello sberluccichio non richiesto XD
      I puntini di sospensione in eccesso sono un prodotto della chat (secondo me), in quel contesto servivano a prendere tempo e poi sono rimasti come abitudine!
      Le emoticons sono ottime per il discorso colloquiale, un po' meno perle parti più serie ^^

      Blogspot, secondo me, è un'ottima piattaforma, personalmente mi trovo molto bene, sia come struttura sia come community :D

      Elimina
    2. Eh sì! E' comodissimo anche per impostare i lay! Su Blogfree era un casino visto che comunque c'era la zona HTML e si doveva fare tutto lì -.-" Qua invece fa tutto e subito ehehehehe

      Elimina
    3. Sì, infatti, io arrivavo da Splinder (che mi faceva uscire matta) e Blogspot è stata una graditissima novità :D
      Ho provato anche Wordpress ma Blospot rimane la mia favorita, come piattaforma gratuita :D

      Elimina
  15. Come sempre scrivi post interessanti, utili e intelligenti.
    Io credo di avere qualche problema in alcuni punti ma ci sto lavorando.

    1) Parla sempre e solo di quello di cui hai voglia
    Non c'è pericolo!

    2) Prima di partire a scrivere, ricorda di documentarti
    Questa è la parte più lunga e impegnativa di ogni post, ma è anche quella a cui dedico tutta la mia attenzione.

    3) Ricontrolla sempre la grammatica, la sintassi e l'ortografia.
    Leggo e rileggo un sacco di volte (anche se a volte qualcosa sfugge)

    4) Cura l'estetica dei post.
    L'estetica spesso è soggettiva. Io la curo secondo i miei gusti, e non essendo un'esperta mi baso in genere su ciò che non mi piace (parole di tutti i colori ogni riga, effetti cromatici che mi danno fastidio) e cerco di fare del mio meglio.

    5) Se inizi un progetto, portalo a termine.
    Ad esempio il diario di viaggio più lungo di Beautiful? :)

    6) Non dimenticarti le tue rubriche.
    Ahia. Ne ho una sola e riesco a trascurarla (per la verità è già morta).

    7) Rispondi sempre. (ai commenti)
    Qui sto per aprire una parentesi lunghetta.
    Ci sono diversi tipi di commenti:
    - Quelli utili. In diverse occasioni i commenti mi hanno fornito notizie preziose per i miei post. In questi casi non solo ringrazio all'infinito l'autore del commento, ma inserisco la modifica nel post riconducendo la corretta info a chi me l'ha girata (con link al blog se esiste).
    - I commenti telegrafati.
    Es. "Bel post. xxx" oppure "Brava!"
    A questi mi viene difficile decidere che fare. Non rispondere è maleducazione, ma ripetere il solito "Grazie" mi fa tristezza.
    - Lo spam velato
    "Bel blog, ti seguo, ti va di ricambiare?"
    In questo caso mi verrebbe da rispondere "ma anche no" invece in genere scrivo "benvenuta".

    8) Gli anni novanta sono finiti.
    Bisognerebbe farci qualche bel cartellone pubblicitario per avvertire chi non se n'è accorto!

    9) La creatività è la giusta via.
    Sfogare la mia creatività è il motivo principale per cui ho un blog, anche se il tema sembra non prestarsi molto.

    10) Scrivi quello che pensi veramente (Sii te stesso/a)!
    Sul mio blog sono me stessa, ma diciamo che sono la parte migliore di me. Quindi a volte sembra anche a me che scrivo di avere una visione troppo "rosa" di alcuni posti, ma la sincerità è fondamentale e non mi faccio problemi a dire come la penso.
    Mi trattengo molto di più in versione commentatrice, specie nei blog in cui non sono "di casa". Anche perchè in giro è pieno di persone permalose e io non ho voglia di trovarmi in mezzo a discussioni.

    Come al solito, prima di salutarti ti devo chiedere una cosa (la solita ignorante). Nei commenti non sono capace a inserire link vivi, come si fa? Quando parli di link morti che non vanno usati, intendi anche all'interno del post?

    Grassie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che per link morti intenda quelli "senza codice", insomma senza collegamento ipertestuale, incolli il link e basta, e ovviamente senza codice il link risulta un normale testo XD Se invece ne fai un collegamento è diverso. Almeno penso di non aver capito male.

      Elimina
    2. @Ciccola: Grazie mille, sei davvero gentile :D

      1) Fai benissimo e tra l'altro traspare tantissimo la passione per quello che scrivi, dai tuoi post :D

      2) Di nuovo si vede tantissimo tutto l'enorme lavoro di documentazione che fai prima di scrivere un post. Ed è uno dei motivi per cui adoro i tuoi post ^^

      3) Ottimo!

      4) Certamente, l'estetica è oggettiva e i blog troppo visivamente cacofonici sono difficili da leggere. In ogni caso il tuo blog a me piace molto, anche esteticamente parlando ^^

      5) Esatto, sai che brutto per noi lettori, se ci mollassi a metà strada? XD

      6) Devo ammettere che, ora come ora, non mi ricordo quale sia XD

      7) Tralasciando i commenti sensati (a cui ovviamente è ottima norma rispondere), ogni tanto capitano anche a me dei commenti telegrafati. Ecco a quelli rispondo con un tristissimo "grazie" o con una semplice faccina. Trovo che la faccina sia un buon metodo per far capire, senza essere scortesi, che ci si può impegnare di più nello scrivere il commento XD
      Gli spammer da me vengono falciati (se spammer di professione) oppure, se lo spam viene fatto in (quasi) buona fede da qualcuno che ha appena aperto il blog, questo si becca una risposta dove gli viene spiegato che sta facendo spam e che non è proprio il caso.

      8) Verissimo! Dovrebbe scriverlo Google nella sua home page XD

      9) Di nuovo si vede tantissimo la creatività che metti nel tuo blog :D

      10) Dopo quello che hai raccontato sui topi nell'ultimo post il roseo è relativo ;-P
      Sui commenti sugli altri blog: spesso è difficile capire che tipo è il padrone di casa, ma, una volta appurato che non si tratta di una persona permalosa (e purtroppo lo si appura solo vedendo a come reagisce a dei commenti negativi), si può procede ad una discussione senza grossi problemi. Anzi, personalmente trovo stimolanti certe discussioni con persone non d'accordo con quello che avevo scritto ^^

      I link morti (che sono quelli sempre accettabili nei commenti) sono quelli puramente testuali tipo:

      http://www.prevalentementeanimemanga.net/

      ovvero quelli che se ci clicchi sopra non succede nulla.

      Al contrario, quelli vivi sono quelli che, cliccandoci sopra, aprono direttamente il link. Per ottenere questi ultimi bisogna usare il tag [a href="nomepagina.html"] Testo del link [\a] (con le < e > al posto delle parentesi quadre - ma se le scrivevo me lo interpretava) che poi viene interpretato dal codice. Il risultato è questo: < href="http://www.prevalentementeanimemanga.net/">Testo del link <\a> (il link manda alla mia home page). Spero di essere stata chiara :D

      @Maya Patch: Esatto! Quelli morti sono quelli testuali e quelli vivi sono quelli che contengono il codice per il link :D

      Elimina
    3. Manca la a nella prima parentesi.. o l'hai fatto apposta? non ci capisco più nulla XD

      Elimina
    4. Adesso che lo guardo manca una a nell'esempio pratico che infatti non funziona e doveva essere: Testo del link .
      Nel copia e incolla me lo sono perso. In ogni caso è 'parentesi a punta aperta' a href ="indirizzolink" 'chiusa parentesi a punta' Testo del link 'aperta parentesi a punta' /a ' chiusa parentesi a punta (è un casino scrivere del codice senza che venga interpretato XD
      Così è più chiaro?

      Elimina
  16. Da lettore puro (non ho neanche lo sbatti di iscrivermi a blogger e commento e basta) che una delle ragioni principali per le quali smetto di leggere un blog ben scritto e simpatico, è la mancanza di varietà negli argomenti e nei gusti dei recensori. mi spiego meglio:

    Se un recensore di film commenta solo film alla Rambo e stronca tutti i film che non rispecchiano quel genere è ovvio che dopo un pò mi cadon le scatole, anche se è simpaticissimo e scrive da dio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa tua risposta è davvero interessante e non fa che confermare che varietà e creatività sono dei capisaldi che i blogger non dovrebbero mai dimenticare!
      Ti ringrazio davvero molto per la risposta, per un blogger è importantissimo sentirselo dire ogni tanto, se no c'è il rischio che si appiattisca sui suoi "cavalli di battaglia" :D

      Elimina
  17. Eccomi! Mi sono presa un po' di tempo per leggere tutti i commenti perché ritengo sia interessante capire come gli altri valutino il proprio blog e quello degli altri.
    Il tuo post, manco a dirlo, mi ha fatto morire dal ridere su alcuni punti ritrovati troppo spesso su alcuni blog (quando la realtà supera la fantasia) XD

    Non ti faccio un'analisi punto per punto del mio blog, perché ne abbiamo già parlato ampliamente, in generale scrivo di ciò che faccio e mi interessa, senza un tema specifico, ma seguendo le mie passioni cerco comunque di stare in certi termini e non divagare troppo (anche se è difficile, perché mi interesso a mille cose e mille altre vorrei provarne).
    Una regola personale che mi sono data però è di scrivere cose allegre o che (nella loro assurdità) mi strappino un sorriso: polemica sì, ma non voglio cadere nel deprimente (che poi quando rileggo un post dopo un po' di tempo voglio riderne, non rattristarmi pensando a momenti brutti).
    Ma questa appunto, è una regola personale. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai tranquilla, tanto, come sempre, non è una gara a tempo, quindi non c'è nessuna fretta :D
      Per scriverlo mi sono molto ispirata a modelli di blog che ho visto in giro, blog anche di gente che si sente super, e dagli errori che io stessa ho fatto sul mio blog ^^

      Arrivando al tuo blog, devo dire che è uno di quelli da cui si percepisce molto la passione, al punto che è estremamente mutevole, a secondo dei tuoi interessi del momento (e fai benissimo a tenerlo così, si percepisce il fatto che è genuino) ^^
      La regola dell'allegria è molto interessante. Perlomeno si evita di dare al proprio blog una patina di acredine e si lascia una ventata di divertimento ai propri lettori :D

      Elimina
  18. Per i tuoi post mi prendo un po' di tempo, perché sono davvero interessanti e ricchi di spunti e mi piace rispondere come si deve (se ho qualcosa da dire ! XD)
    Io sono una semplice lettrice, spesso seguo in silenzio per molto tempo commentando solo quando ho ben chiaro che tipo è il padrone di casa. Argomentare qualcosa, se mi è piaciuta o meno e perché, mi piace. Apprezzo molto le opinioni diverse dalla mia perché riesco a vedere le cose da una prospettiva che magari non avevo considerato, e questo è molto stimolante! ^^ Ma non sono molte le persone che riescono ad intavolare una discussione senza esagerare: se questo succede ci rimango malissimo e, o smetto di seguire il blog o torno a lurkare, di tanto in tanto...credo proprio di non essere adatta a tenerne uno! +_+

    Il tuo è molto piacevole da leggere e anche i post più lunghi scorrono velocemente! Le immagini offrono uno stacco visivo al momento giusto permettendo di riprendere fiato e, cosa importantissima, il colore dello sfondo e il carattere usato non affaticano la vista durante la lettura! Molti blogger sottovalutano quest' aspetto, secondo me! :)

    Se ti posso fare un appunto, forse dovrebbe essere più visibile il tasto "continua a leggere": pure il moroso non si era accorto della sua esistenza e non aveva finito di leggere il posto sul compleblog! °°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: a volte mi capita di rispondere nuovamente dal cell e, pur cercando di restare nel "rispondi" del mio commento (o in quello a cui vorrei rispondere) non riesco a farlo ed ecco che ne esce uno nuovo! -__-'''
      Mi scuso perché mi accorgo di creare confusione, ma non lo faccio apposta! ç_____ç

      Elimina
    2. Come sempre, prenditi pure tutto il tempo che vuoi, tanto Blogspot mi avvisa dei nuovi commenti, anche se sono su post vecchi :D

      Devo dire che le testimonianze dei lettori senza blog come te sono le più interessanti perché, per tanti motivi, siete più rari dei commentatori con il blog (e più difficili da delurkare, i blogger, si sa, sono logorroici e hanno il commento facile ;-P). Personalmente rimango dell'idea che le opinioni differenti siano fondamentali, banalmente perché non tutto quello che è piaciuto o non è piaciuto a chi scrive, ha per forza passato le stesse sensazioni a tutti gli altri che leggono (per dire, praticamente per ogni post viene fuori almeno un lettore che la pensa diversamente da me). Ognuno ha diritto di tenersi le sue opinioni e si può discutere amabilmente (come mi è capitato di fare ben più di una volta - e sono state tutte discussioni interessantissime), l'importante è rimanere civili. Nessuno ha la verità in tasca :D
      In ogni caso, se ti interessasse tenere un blog e temi reazioni eccessive, si può anche bloccare la funzione dei commenti, oppure moderarli (sono sicura che verrebbe fuori un blog interessante) ^^

      Ti ringrazio moltissimo, ho sempre il timore che i miei post diventino dei mattonazzi illeggibili (quando sono ancora in monoblocco in Word sono un po' spaventosi). Come colore di sfondo ho scelto una tinta estremamente tenue dopo che mi fu fatto notare che il primo background che avevo messo tendeva a bruciare un po' le retine dei lettori (per la cronaca era fuxia - sbagliando si impara - sai cosa succede, spesso? Il blogger alla fine si rilegge il suo post dall'editor della piattaforma - che è su fondo bianco - e magari si perde il piacere di giocarsi la vista cercando di leggerlo impaginato) ^^

      Certo, fammi pure tutti gli appunti che vuoi, anzi, sono graditissimi! Quel pulsante già lo avevo ingrandito visto che mio cugino (il solito) era caduto nello stesso errore (e infatti scrivo quasi sempre "continua dopo il salto" per rimarcare la sua esistenza). Cercherò di renderlo ancora più evidente ^^

      PS: Non ti preoccupare, capisco il problema con i cellulari. Se ti capitasse di cancellare un commento (perché magari conteneva errori, oppure perché era nel posto sbagliato) non ti preoccupare della eventuale confusione, visto che io posso poi farli sparire del tutto ^^

      Elimina
  19. ahahahah effettivamente noto che in moltissimi , tra i commentatori, hanno un blog! XD
    Per il tasto "continua a leggere" avevo ripensato pure io a tuo cugino! :D
    I primissimi tempi che seguivo il tuo blog senza essere iscritta anche io ero caduta nello stesso "tranello" , probabilmente ho notato l' esistenza del tastino magico dopo la tua correzione! A quanto pare però, c'è ancora gente cecata come il moroso! X°°°D

    Trovo che un blogger sia molto rispettoso dei suoi follower quando cerca di rispondere a tutti: che sia in maniera cumulativa o singolarmente ti fa capire che il tuo commento è stato letto ^^

    In ogni caso, trovo che questo sia un blog esaustivo (non mi piace andare a cercare altrove altre informazioni su quello che sto leggendo in quel determinato blog) e credo che siano segnalati bene anche gli spoiler: fino ad ora, leggendo recensioni di opere che non avevo ancora letto/visto e andandomele poi a RI-leggere dopo averlo fatto mi sono accorta di non essere incappata in antipatiche anticipazioni ma di aver comunque acquisito abbastanza informazioni utili :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti dicevo prima i blogger commentano moltissimo per via della loro logorrea ma anche per crearsi una rete di contatti validi. Fare il blogger da soli può essere noioso ma in compagnia è molto più divertente (oltre all'indiscusso fatto - e non mi nasconderò dietro ad un dito - che ogni commento intelligente lasciato in giro aumenta la probabilità di essere notati e commentati sul proprio blog) :D

      A scanso di equivoci, cercherò comunque di scrivere sempre "Continua dopo il salto", non mi costa niente ed è assolutamente non fraintendibile. Anzi, faccio che aggiungerlo anche al post delle frasi ^^

      Personalmente mi è capitato di mollare alcuni blog il cui autore non rispondeva (o meglio, li leggo ma è rarissimo che scriva qualcosa). Alla fine è scocciante, sembra di parlare al muro! Proprio per questo cerco di rispondere a tutti i commenti. Non nego che può essere un lavoro lungo (anche se divertente) ma se una persona ha investito del suo tempo per lasciare un messaggio è giusto (ed educato) che il padrone di casa risponda :D

      Grazie mille! Non sai quanto mi renda felice questa tua considerazione! Questo è esattamente quello che mi prefiggo di fare quando scrivo una recensione! Informare, interessare (magari intrigare) ma non spoilerare le parti salienti (se no poi non c'è gusto a leggere/vedere l'opera) :D
      Se devo spoilerare lo faccio in grande stile (vedi le stroncature) ma metto sempre dei begli avvisi. A me non costa nulla e il lettore si evita situazioni antipatiche ^^

      Elimina
  20. Mi sembrano tutti ottimi consigli, ma continuerò a non seguire quello sul non utilizzare faccine nei post :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liberissima di farlo, alla fine il proprio blog è la propria casetta virtuale, per cui lo si può tenere come più piace e pare :D
      Alla fine, queste, sono indicazioni di massima, non regole scolpite nel granito ;-P

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.