giovedì 21 novembre 2013

65

Shaman King - Spiriti, battaglie e giovani sciamani!

La cover antinebbia del primo volume
Shaman King (シャーマンキング Shāman Kingu) è un manga shōnen composto da trentadue volumi (ventisette nella versione kanzenban, per cui l’autore ha rivisto diverse tavole e ha disegnato ben sedici capitoli aggiuntivi che completano il finale) disegnato e sceneggiato da Hiroyuki Takei per Shūeisha (chi ha detto Shōnen Jump? Sì, è un manga di Shōnen Jump!). La prima edizione è stata stampata in madrepatria tra il 1998 e il 2004, mentre la kanzenban tra il 2008 e il 2009. L’opera è edita in Italia dalla Star Comics che l’ha proposto in due edizioni. Quella nera, formato tankobon e senza pagine a colori o sovraccoperte (3.90€, composta dai trentadue volumi e due speciali), è fedele alla prima edizione nipponica, mentre la Perfect Edition, di formato e qualità maggiori, (5.90€) ripropone la kanzenban. Dal manga è anche stato tratto un anime, composto da sessantaquattro episodi (che semplifica e banalizza la storia) e che è andato in onda anche su Italia 1, Jetix e Italia 2.

Passeggi nel cimitero e trovi più vita
del previsto
 Manta Oyamada, uno studente delle scuole superiori, sta correndo per prendere l’ultimo treno (adesso che mi servo delle ferrovie per andare al lavoro lo capisco pienamente) e, resosi conto di essere inesorabilmente in ritardo, decide di prendere una scorciatoia che passa attraverso un cimitero per fare prima. Quella singola e apparentemente banale decisione cambierà per sempre la sua tranquilla vita di studente secchione, tutto libri e doposcuola per ragazzi dotati. Qui, infatti, incontrerà lo sciamano Yoh Asakura, uno stranissimo ragazzo in grado di parlare e interagire con gli spiriti dei defunti che non sono stati in grado di raggiungere il Nirvana, che lo salva, grazie alla fusione con lo spirito di Amidamaru, un autentico samurai, da una banda di teppisti che volevano malmenarlo. Fino a quel momento Manta non aveva nemmeno mai pensato al fatto che potessero esistere degli spettri (pur avendo la capacità latente di vederli, che non è una cosa da tutti) e men che meno aveva mai pensato di poter incontrare un vero Sciamano.
Yoh, Manta e Amidamaru
Ben presto, però, si troverà coinvolto in una gigantesca spirale di eventi che non sarà che il preludio del torneo sciamanico mondiale chiamato Shaman Fight, un evento importantissimo che si tiene una volta ogni cinquecento anni e al termine del quale viene incoronato lo Shaman King, un essere talmente potente da poter plasmare l’intero mondo secondo le sue idee (casi noti di precedenti Shaman King sono Gesù e Budda, tanto per fare due nomi facili facili). Ovviamente Yoh è uno dei candidati al titolo (selezionati tramite rigorose prove) e, supportato da Amidamaru, da Anna Kyoyama, la sua spaventosa fidanzata (ma anche l’unico personaggio dell’intero manga capace di motivarlo a dovere), e da alcuni amici che si farà strada facendo, dovrà affrontare delle battaglie durissime che lo vedranno contrapposto a diverse altre fazioni, tra cui quella guidata dal malvagio Hao, reincarnazione di un suo antenato che non era stato in grado di vincere lo Shaman Fight di mille anni prima.

Momento di cazzeggio: Yoh e Amidamaru fanno i siparietti

 
Ren e Bason, il suo spirito
I personaggi di questa serie sono a dir poco un esercito, tutti molto ben caratterizzati, sia esteticamente sia psicologicamente, e si può osservare in ognuno di loro una crescita introspettiva dovuta agli eventi che subiscono o compiono nella trama. Il più rilevante, ovviamente, è Yoh, un ragazzo rilassato, tranquillo, desideroso di fare un cippa dalla mattina alla sera (tutto il contrario dei classici protagonisti da shōnen, che invece sono di norma ipercinetici e muoiono dalla voglia di menare le mani) e che necessita di essere spronato per fare anche delle piccole cose. Yoh, però, è un ragazzo fondamentalmente buono, capace di capire nel profondo il cuore delle persone e degli spettri che lo circondano, di ascoltarli e di porgere loro una mano per aiutarli, anche se questo può comportargli dei problemi o dei veri e propri danni fisici (personalmente adoro il fatto che indaghi e si documenti per saperne di più sullo spirito che sta per affrontare, in modo da poterlo capire meglio). Accanto a lui c’è Amidamaru, il suo spirito principale, nonché suo protettore e arma vincente, che, con tutto il codice morale dei veri samurai e una storia tristissima alle spalle, riesce ad essere un ottimo amico e il fantasma più simpatico del circondario, senza dimenticare  la sua straordinaria forza in combattimento.
Tremate, Anna è arrivata!
Per dare al protagonista la giusta carica che gli manca per natura, arriva Anna, una donna d’acciaio, promessa sposa del giovane e sciamana anch’essa (Itako, la variante che permette di parlare anche con gli spiriti dei defunti che hanno raggiunto il Nirvana). Anna è una donna spaventosa, capace di imporre il suo volere su chiunque e implacabile finché non raggiunge il suo scopo (ovvero diventare la First Lady del mondo sciamanico sposando lo Shaman King . Per questo sottopone il povero Yoh ad allenamenti infernali), una donna da non contraddire mai e, soprattutto da non far innervosire per nessun motivo.
In questo scenario viene inserito a forza il povero Manta, un ragazzino nanerottolo (chissà se qui jeans li compra al reparto bimbi), debole (cioè normale, ma in mondo di sciamani è l'ultimo degli scartini), emotivo e timido, ma molto intelligente, che riuscirà comunque ad aiutare il suo nuovo amico nella sua terribile battaglia.
Silva, della tribù dei Pache
Oltre ai protagonisti principali ci sono, ovviamente, tutti gli altri partecipanti allo Shaman Fight, come Ren Tao, il piccolo cinese viziato e violento, Ryunosuke Umemiya, il teppista impenitente, Horo Horo, l’Ainu casinista, Lyserg Diethel, il piccolo detective con l’aria da lord, Chocolove, lo sciamano afro con uno scadente senso dell’umorismo che vorrebbe fare il comico, Iron Maiden Jeanne, la ragazza divina che vive perennemente in una vergine di ferro, e Faust VIII, il medico impazzito che porta sempre con se i resti della sua sfortunata storia d’amore (posso dirlo? Amo Faust, è il mio personaggio preferito della serie insieme ad Amidamaru). A loro vanno ancora aggiunti i membri della tribù Pache, gli officianti dello Sciaman Fight e i seguaci del terribile Hao.

Yoh versione "Non ho voglia di fare nulla"

Esagerazione voluta e un toccodi
macabro per una pagina di grande effetto
Il disegno di Hiroyuki Takei è molto particolare, caratterizzato da esagerazioni e tratti volutamente rimarcati, che fanno uscire i suoi personaggi dal classico solco delle rappresentazioni shōnen e li inseriscono in uno stile a dir poco inconfondibile. Fermo restando che il disegno di ottima qualità, estremamente scenografico, realizzato ad opera d’arte e ricchissimo di dettagli, l’autore si diverte a enfatizzare, aggiungere, complicare l’immagine, rendendo al limite dell’assurdo (pur mantenendo un ordine uniforme nello stile) dettagli come, ad esempio, le capigliature dei personaggi, che diventano ancora più folli del solito (spaziando tra vere opere scolpite nel gel e chiome naturalmente improponibili), le facce deformed che sono ancora più deformed (cioè, Manta è superdeformed anche quando è normale!) e i giganteschi piedi che hanno praticamente tutti i personaggi! A tutto questo aggiunge una spruzzatina di esotico (i Pache sono una tribù di pellerossa e, ovviamente, non si esime dal tratteggiarli in abbigliamento e ninnoli tradizionali) e una bella manciata di macabro e grottesco (i suoi fantasmi e i suoi sciamani non si fanno mancare niente!).
 
Faust, uno dei personaggi che fa più
cagare in mano il protagonista
In definitiva Shaman King è stato veramente una sorpresa di manga. Ammetto di averlo preso solo perché il mio fumettarolo mi ha messo davanti una completa ad un ottimo prezzo (e alle offerte ho davvero difficoltà a dire di no, specie se sono molto buone) ma è uno di quegli shōnen che meritano davvero di avere un posto nella collezione di un appassionato del genere. Scontri mozzafiato, trovate geniali, grandi poteri gestiti molto bene (persino la morte dei personaggi diventa uno sbocco narrativo. Alla lunga diventa prevedibile, ma le prime morti della serie sono davvero stupende e piene di pathos), un obiettivo lontano che si avvicina pian piano e ottimi personaggi! Personalmente lo suggerisco[1] davvero a chiunque possa essere interessato ad un manga di combattimenti: è uno dei migliori titoli basato sul modello degli scontri a torneo che ho letto negli ultimi anni! L’unica nota finale è di fare attenzione alla vecchia edizione (come la mia) che è incompleta (finisce con il famoso mandarino, visto che l’autore è stato forzato a terminare la serie - il mandarino è un rebus che significa Mikan, ovvero "Obbedisco ma non approvo") mentre la Perfect Edition contiene anche il vero finale!
 
 
[1] Fermo restando che vale sempre la regola dei “cinque volumi” degli shōnen, ovvero che la parte succosa della storia inizia non prima del quinto volume, visto che i primi quattro tankobon servono, normalmente, per introdurre la storia e alcuni dei personaggi.


 
La sigla italiana dell'anime (che, per chi l'avesse visto, ricordo essere di molto inferiore al manga)


La prima sigla nipponica (più figa di quella italiana)

author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





65 commenti :

  1. Io ricordo che guardai distrattamente l'anime ma poi mi piacque molto.. peccato che non sia mai riuscita a vederne il finale! -_-
    Ricordo anche il mio sconcerto quando sentii la sigla cantata da Masini.. ahahahah! Pensai "ma è impazzito?!".
    Poi non so perchè, curiosa di tutto ciò, comprai il singolo di Masini che conteneva non ricordo che canzone più la sigla di Shaman King! xD

    Il manga non l'ho preso.. mi piaceva guardarlo semplicemente come anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo con l'anime praticamente di perdi tutto =P

      Elimina
    2. @Nyu: Il finale nell'anime non c'è, o meglio ce n'è uno farlocco ma manca tutta una parte e sono assenti anche gran parte dei personaggi.
      Oddio la sigla la canta Masini? Non lo sapevo, pensavo che fosse uno dei soliti che vivono facendo sigle dei cartoni dagli anni novanta! Adesso vado a risentirla XD

      Se ti è piaciuto l'anime, il manga è meglio :D

      @Maya: Concordo ^^

      Elimina
    3. Il problema è che nell'anime il finale è "aperto". Nell'ultimo episodio si vede la oracle Bell squillare lasciando intendere che lo SF sarebbe ricominciato D:

      Elimina
    4. Se mi capita qualche occasione magari lo prendo.

      Sì sì, la sigla è cantata da Masini.. il perchè non lo so e non me lo spiegherò mai, ma appena sentii le prima parole del testo, lo riconobbi immediatamente perchè ho sempre apprezzato la sua voce.. questo resterà uno dei grandi misteri dell'universo!

      Elimina
    5. @Maya: Che poi il finale aperto è una delle peggiori prese in giro, almeno si fossero sforzati di tirar fuori qualcosa di più o meno sensato XD

      @Nyu: Se ti capita è davvero un'ottima serie :D
      La musica italiana non la ascolto quasi per nulla e quando ho montato il post (momento il cui l'ho sentita per la prima volta) non mi sarebbe mai e poi mai venuto in mente che fosse lui. Magari voleva sperimentare qualcosa di diverso XD

      Elimina
    6. Dimenticavo per Masini: stava crepando di fame e accettò di cantare la sigla XD Mi è stato fierito che era un periodaccio per lui e Shaman King lo ha rilanciato sul mercato >_>

      Elimina
    7. Ah ah ah, poverino. Ma alla fine gli è andata bene e cantare la sigla dell'anime gli ha portato bene ^^

      Elimina
  2. Questo non mi convince molto: i character mi sembrano adatti ad un pubblico di ragazzini e come sai non vado pazza per le storie di combattimento :-D
    Oggi tu parli di sciamani e io di voodoo, che caso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stile dell'autore cambia radicalmente andando avanti (perché migliora) e la storia è più introspettiva di quanto si creda =)

      Elimina
    2. @Clyo: Pensa che è stato pubblicato su Shōnen Jump la rivista per ragazzi più rivista per ragazzi del Giappone intero. Pensa che sulle sue pagine passano e sono passati titoli come One Piece, Naruto, Bleach, Gintama, Dragon Ball e Eyesehield 21, quindi sì, il target è decisamente quello. Però lo stile è molto particolare e il macabro e il grottesco è davvero particolare :D
      È il karma ;-P

      @Maya: Sì, certo (anche se lo stile rimane sempre quello), ma lei parlava solo del character design (in particolare quello delle immagini che ho messo in allegato - che, tra l'altro, sono tutte dei primissimi volumi) ^^

      Elimina
    3. Sì XD lo stile era molto... come dire.. SQUADRATO! XD Sì l'impressione che dava era quella sbagliata TwT

      Elimina
    4. Scusate, rileggendo il commento sembra che "ragazzini" sia un termine negativo o dispregiativo: intendevo proprio un target a metà fra bambini e ragazzi, diciamo adolescenti, ma non voleva avere una valenza negativa. Che poi a me non piacciano quel tipo di storie è un altro discorso. Vedendo il character mi è sembrato che l'immedesimazione più immediata potessero averla delle persone più giovani di me. Era una constatazione, non una critica: ognuno ha i propri gusti ;-)

      Elimina
    5. Nah, nessuno ha disprezzato il tuo commento XD Anzi, mi credi se ti dico che questo era proprio uno dei motivi per cui Shaman King fu bloccato all'8 volume per mancanza di lettori? O.O Poi non so cosa sia successo e fu chiesto di continuare anche se la casa editrice mise 32 volumi come LIMITE e il poveraccio fu costretto a togliere il finale ;_;

      Elimina
    6. @Maya: In realtà a me lo stile squadrato non dispiace, trovo che sia originale e che si discosti un po' dalle altre opere :D

      @Clyo: In realtà non so se farei leggere questa serie ad un ragazzino preadolescente ma proprio più ad un ragazzo, visto che tocca dei temi abbastanza delicati e il suo stile è molto macabro e grottesco per certi aspetti (per dire, questo è uno dei pochi shōnen in cui i protagonisti hanno gli organi interni). Poi, come dicevo, è stato pubblicato su una rivista per ragazzi e, come dice giustamente Maya, ha avuto una vita editoriale travagliata proprio per questi suoi aspetti magari non adattissimi a tutti i tipo di pubblico ^^

      @Maya: Se hanno permesso all'autore di continuare un pubblico c'era (Jump non pubblica nessuno per il gusto di farlo, lo fanno solo se qualcuno legge le storie). Probabilmente erano gli editor che non apprezzavano la serie (forse perché un pelo più violenta e macabra del solito?) ^^

      Elimina
    7. E poi boh, Google non mi pubblica il commento.
      Avevo scritto cosa è accaduto, mi è stato spiegato da un'amica (Direi più Shaman Kingomane di me XD): Takei è sempre stato su Shonen Jump, e penso tu sappia che ci sono dei sondaggi ogni settimana. Shaman King ebbe una votazione bassissima e dunque fu tolto dalla pubblicazione.
      proprio come per la perfect edition, è accaduto che i lettori reclamassero di nuovo la pubblicazione della serie e così fu di nuovo pubblicata. Credo che qualche lettore avesse recuperato la serie e che si fosse trascinato tanti altri lettori per richiederne la pubblicazione. Sai, quando qualcuno riscopre una serie XD Davanti a tanta richiesta Shonen Jump ha accettato di ripubblicarlo.
      Per la PErfect Edition è accaduta una cosa simile. perché, dopo TANTI anni, è stato deciso di ristampare tutta la serie? Annunciò cosa bolliva in pentola durante un tour parigino, mentre sul suo blog il fetentone aveva detto poco e nulla lasciando solo vagamente capire che aveva intenzione di fare qualcosa xD

      Elimina
    8. A volte succede, sui commenti molto lunghi è meglio fare un Control + C di sicurezza prima di pubblicare. È raro ma non impossibile XD
      Sì, la cosa dei sondaggi settimanali la so (e trovo anche che sia un bel modo per far procedere le serie in modo meritocratico :D). Per fortuna a Shaman King è andata bene e alla fine Takei è riuscito a scrivere tutta la storia che aveva in mente, perché merita proprio ^^

      Le Perfect Edition (o kanzenban) sono veramente stupende e permettono agli autori di risistemare con l'occhio di chi ormai la serie l'ha finita dei pezzi che magari erano stati realizzati non al massimo :D

      Elimina
    9. PS: Grazie per le informazioni :D

      Elimina
    10. Beh sì, i giappi sono molto democratici su questo XD

      Ma Takei aveva già finito tutto nonostante sia stato obbligato a fermarsi al vol 32 (limite impostogli). Infatti nella perfect edition abbiamo lo scontro integrale tra Marco e Luchist, che Takei fu costretto a togliere per motivi di spazio (cattivi!).
      Ah e ringrazio che siano stati tolti quei capitoli speciali inutili, come il giochino delle trottole e non ricordo che altro XD Erano deprimenti >_>

      Prego comunque u,u

      Elimina
    11. Devo assolutamente recuperare quei due volumi, appena possibile li prendo, anche perché il finale mi incuriosisce molto (poi ero rimasta malissimo per quello scontro mancante, si vedeva proprio che era intenzione dell'autore realizzarlo) ^^

      Elimina
  3. ODDIO finalmente lo hai recensito *__* *saltella ovunque*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà avevo in programma Full Metal Alchemist ma abbiamo parlato di Shaman King di recente e mi è venuta voglia di recensirlo :D

      Elimina
    2. *___* fatto bene u,u ti sei tolta un sassolino dalla scarpa direi XD Comunque ti consiglio di recuperare almeno gli ultimi due volumi =P Anche se del manga non solo sono state rivedute alcune tavole (ridisegnate) ma ne è stata corretta anche la traduzione.

      Elimina
    3. Certo, li ho già ordinati, spero solo che il mio fumettarolo me li procuri veramente, senza farmi aspettare un'epoca (è un bravo ragazzo ma ogni tanto non ordina la roba) ^^
      Lo so, la Perfect è molto più figa ma ormai ho quella nera e me la tengo XD

      Elimina
    4. Io ho sia la vecchia edizione che la nuova XD Se vedi le foto su FB, ho postato tutta la collezione completa con quel disegno figo che si crea mettendo i manga in ordine XDDD Il disegno di Yoh e Amidamaru *__*

      Elimina
    5. Stasera vado a vedere le foto (adesso non ho accesso ai social), adoro le cover componibili :D

      Elimina
    6. Sì e la tengo in prima fila XD E' troppo bella >w<

      Elimina
  4. Ottima recensione come sempre! La sigla dell'anime cantata da Masini la ricordo ancora adesso perchè quando l'ho sentita non volevo crederci! >_> Il manga comunque mi ha sempre incuriosita perchè per quanto di norma non ami gli shonen troppo canonici di questo avevo sentito parlare bene, in particolare riguardo al fatto che dovrebbe trattare la tematiche riguardanti le diverse religioni in maniera per niente banale. Anni fa mi era stata prestata la vecchia edizione ma poi non l'ho mai letta.. magari se trovo un giro un buon prezzo (e sottolineo buon!) per la Perfect Edition ci faccio un pensierino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che affronta quelle tematiche con normalità, in modo NON pesante e anche con una certa cultura a riguardo.
      Più che altro affronta i miti di tali religioni più che la religione in sé =)

      Elimina
    2. @Kaila: Grazie mille :D Anche io, quando l'ho saputo, non volevo crederci! Non seguo la musica italiana e non l'avrei riconosciuto ma è stata una notizia abbastanza shockante XD
      Se ti capita un'occasione sulla Perfect Edition non fartela scappare, come manga è davvero buono ed è un vero peccato che sia conosciuto poco :D

      @Maya: Giusto, e soprattutto offre un sacco di spunti interessanti nell'inserire le abilità dei vari sciamani in contesti religiosi differenti (basti pensare alle differenze tra Iron Maiden Jeanne e Yoh) ^^

      Elimina
    3. Ho dato un occhiata su ebay e i prezzi per la perfect edition si aggirano sempre attorno ai 140 euro e non meno, e non posso davvero spenderceli attualmente @__@ .. credo che tu sia particolarmente fortunata riguardo le offerte! Io serie nuove sotto una certa cifra non le ho mai beccate T__T

      @Maya : Infatti era proprio per quello che avrebbe potuto interessarmi, le tematiche legate ai miti o alle culture delle varie religioni mi ha sempre affascinata!

      Elimina
    4. Questo non è un buon momento per cercare le serie su nuove su e-bay perché Natale si avvicina e i negozianti cercano di guadagnarci qualcosa in più. In ogni caso. Poi è anche appena finita, probabilmente tra qualche mese ci sarà più possibilità di scelta :D

      Elimina
    5. Dovresti scrivere una guida alla ricerca dell'acquisto perfetto.. >_> detto così sembra banale, ma non lo è per niente! E da quello che ho letto ormai sei in esperta in questo campo.

      Elimina
    6. Lo faccio molto volentieri appena finisco il progettone (quello del countdown, ma ormai ci siamo quasi). Mi sembra giusto condividere l'esperienza di acquisto :D

      Elimina
  5. Già in passato mi è stata consigliata questa serie, ma come mi è accaduto più volte di fronte a queste Perfect Edition, mi blocco perchè mi si para immediatamente di fronte agli occhi la cifra finale da spendere per l'intera serie.
    Mi spiego meglio: sono serie complete che già sappiamo essere medio-lunghe (20/30 volumi), il che si traduce in un investimento medio di circa 150 euro, e, anche se può sembrare assurdo, è questa consapevolezza a bloccarmi. Ripeto, può sembrare assurdo, ma magari mi trovo più facilmente ad iniziare una serie di cui non conosco la durata, e che magari solo apparentemente è un impegno economico meno gravoso: in pratica, passa più in sordina nel conto complessivo della spesa mensile in manga, anche perchè magari è bimestrale o con cadenza più irregolare.
    Penso che alla fine Shaman King (Perfect Edition) sarà per me una di quelle serie da recuperare in blocco in qualche fiera a prezzo scontato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me succede spesso la stessa cosa (anche se temo le serie che non si sa quanto potrebbero durare, alla fine si accumulano e mi fanno schizzare la spesa mensile). Valuto la spesa, valuto l'ingombro in libreria (che ormai sta diventando un problema assolutamente non trascurabile) e mi spavento un'attimo. In realtà poi, spesso, le vedo complete su canali alternativi (tipo e-bay, il mio parco giochi!) a dei prezzi umanissimi. Per dire, ho preso la Perfect di Saint Seiya (che è un'edizione molto bella) a meno della metà del prezzo di copertina beccando un'offerta di una fumetteria che l'aveva messa nuova di pacca all'asta :D

      Elimina
    2. Ho dimenticato di scriverlo, ma in effetti anch'io penso a quanto spazio occuperà una serie nella mia libreria, e potrebbe essere un deterrente per l'acquisto XD!
      Di positivo queste Perfect Edition di recente pubblicazione hanno che sono piuttosto facili da trovare in blocco a prezzi ridotti.

      Elimina
    3. Una volta non ci facevo molto caso ma adesso la mia libreria è decisamente piena (o meglio, se cede e mi viene addosso di notte mi ammazza dal peso del suo contenuto XD)
      Vero! E poi sono delle belle edizioni, che non guasta mai :D

      Elimina
  6. Seguivo Shaman King, quand'ero più piccina, in tv, e mi piaceva parecchio... mi era venuta una gran voglia di vedere come fosse il manga (perchè uno ha sempre e comunque il sentore che la storia sarà più seria ed elaborata nella versione cartacea) e come sempre sei riuscita ad incuriosirmi ancora di più! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confermo che il manga ha molto di più dell'anime, è una di quelle serie che è stata molto edulcorata in fase di trasposizione, per cui, specialmente se ti è piaciuto l'anime, merita davvero di essere letto :D
      Pensa solo che nell'anime mancano diversi personaggi ^^

      Elimina
    2. Il problema di trasposizione è provocato dalla sospensione del manga all'8° volume XD Per chi ha letto il manga avrà notato alcuni "easter eggs" nella versione animata, come "Nyorai", una sciamana che barò al torneo fondando il team "Dairedou" e per come era vestita assomigliava vagamente a Sati, che come spirito aveva appunto "Nyorai" (ormai so a memoria manga e anime XD), una divinità buddista.
      Secondo me, se Shaman king non avesse avuto tutti questi problemi avrebbe avuto una bella serie animata. Ma i problemi ci sono stati e si notano proprio in coincidenza con l'8° volume.

      Elimina
    3. Diciamo che il brusco stop non ha aiutato, però bisogna dire che la serie animata, per quel poco che ho visto, nasce comunque come un prodotto edulcorato, rispetto all'originale.
      Probabilmente se non ci fossero stati tutti quei problemi di pubblicazione l'anime sarebbe stato migliore ma non credo che, comunque, sarebbe stato all'altezza del manga.

      Comunque immagino la disperazione dello studio di animazione quando ha scoperto che la serie di cui stavano realizzando l'anime era stata sospesa XD

      Elimina
    4. Infatti se noti le differenze partono da quando il volume è stato sospeso, nell'8 della prima edizione c'è lo scontro tra Yoh e Ren con il conseguente viaggio in Cina per liberare lo stesso Ren prima di partire per l'America. Io penso che i produttori abbiano ricevuto un abbozzo del programma e si son basati su quello. Abbozzo che forse Takei ha modificato nel periodo "di riposo forzato".
      Mistero!

      Elimina
    5. L'anime non l'ho visto tutto, ho guardato solo qualche spezzone qua e là, ma, quando ho appurato che il manga era meglio, l'ho lasciato decisamente perdere.
      Poi detesto cordialmente gli anime che vanno per i verdi pascoli, invece di seguire la storia del manga (anche se questa volta non è tutta colpa dello studio di animazione) XD

      Elimina
  7. Letto il manga, sia con il nuovo che con il vecchio finale, ma non ho mai visto andare avanti l'anime!
    All'inizio non lo consideravo un granchè, poi nel rileggerlo qualche anno dopo l'ho apprezzato tantissimo, in tutto e per tutto, e vorrei rileggerlo di nuovo, perchè secondo me è uno di quei manga che invecchiano benissimo, forse perchè è contestualizzato benissimo grazie ai mille riferimenti culturali sparsi per tutto il manga.
    Ricordo di aver letto il capitolo iniziale di un seguito incentrato sul figlio, per caso sai se è andato avanti/ l'hai letto?
    Anche Butsu zone mi pare che sia collegato a Shaman King, ma non ho mai avuto il piacere di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nuovo finale ancora mi manca (ma il mio fumettaro prima o poi si ricorderà di prendermeli, quei due volumi!). Personalmente l'ho scoperto relativamente da poco (e davvero invecchia bene) e l'ho trovato un'opera davvero valida, che unisce ai classici scontri da shōnen con un'ambientazione curata a puntino :D

      C'è un volume unico che si chiama Shaman King Zero (edito dalla Star Comics in prossimità di Lucca Comics, non so se è già uscito in edicola, visto che l'ho preso lì - ma non ho ancora avuto modo di leggerlo) che è una specie di Prequel ed è da poco iniziato Shaman King Flowers che, invece, è il sequel e dovrebbe essere intorno al quarto volume ^^
      Butsu Zone manca anche a me ma mi piacerebbe recuperarlo perché viene presentato il personaggio di Anna ^^

      Elimina
    2. Se parli di Shaman king Flower, quello con Hana, sappi che da Aprile del 2014 la Star Comics inizierà a pubblicarlo. Anche se, avendone letto le scans, avrei preferito che non fosse continuato. Mi sembrano quasi tutte copie delle controparti adulte -.-"

      Elimina
    3. Esatto, proprio quello! Avevo letto qualcosa al riguardo di una pubblicazione ma non mi ero segnata la data :D
      Credo che lo prenderò comunque, un po'mi incuriosisce ^^

      Elimina
    4. Io lo prenderò solo per sostenere Takei, poi magari potrebbe anche piacermi XD

      Elimina
    5. Io lo prenderò per curiosità, sperando che sia buono ^^

      Elimina
  8. "...un essere talmente potente da poter plasmare l’intero mondo secondo le sue idee (casi noti di precedenti Shaman King sono Gesù e Budda, tanto per fare due nomi facili facili)..."

    ...evidentemente ai Due non è andata benissimo però, deduco guardandomi intorno... ^____^

    Ottimissima recensione MA, una volta tanto, che bello leggere una tua recensione che NON mi farà spendere dei soldi!!! :-DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro due sono stati (almeno secondo il manga) gli Shaman King di 2500 e 2000 anni fa. Nel frattempo ci sono stati altri quattro Shaman King, magari erano tutti cattivi XD

      Ogni tanto capitano anche le recensioni degli shōnen a base di botte da orbi ;-P

      Elimina
  9. Fantastico, è l'unico shonen in cui mi identificavo nel protagonista XD
    al di là di quello vale la pena per l'enorme varietà dei personaggi. trovo che avrebbe potuto essere riconosciuto un pò di più per l'originalità se non fosse stato per HunterXHunter che uscì nello stesso periodo (se non sbaglio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yoh è un po' atipico come protagonista. Poi è bellissimo questo suo anelare al cazzeggio ^^
      Sì, esatto, sono coetanei come manga e HunterXHunter ha fatto molto più successo (nonostante l'autore sia svogliatissimo). Peccato, personalmente Shaman King l'ho adorato ^^

      Elimina
  10. Ricordo quando avevano iniziato a trasmettere la serie su Italia 1 e avevo cominciato a seguirla. Devo dire che mi piaceva abbastanza e Yoh e Amidamaru erano troppo simpatici! **
    Poi non so perchè ma l'ho persa di vista...non è nemmeno molto lungo come shonen! E le storie con gli spiriti del passato e cose del genere mi piacciono. Mi sa che sarà il prossimo shonen che recupererò! (Non contanto Eyeshield e Hokuto no Ken che ho già letto, anche se devo recuperare i volumi ancora ç__ç).
    Non sapevo della regola del mandarino °__°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yoh e Amidamaru sono meravigliosi, seri quando serve e super rilassati quando sono "fuori servizio", personalmente li ho adorati *__*

      A me non è mai capitato di vederlo in televisione ma non è esattamente una novità con tutto l'amore che i miei parenti nutrono per gli anime ;-P

      Se pensi di recuperarlo, ti suggerisco al 100% la Perfect Edition che, oltre ad essere rivista e corretta dall'autore, contiene pagine a colori, nuove traduzioni e, soprattutto, il vero finale della storia :D

      Elimina
    2. I personaggi alla "arrivo io e spacco tutto" non sempre mi piacciono, a volte qualcuno più "sciallato" ci sta :P

      Oh >__< peccato...da quel che ricordo la versione italiana non era male...

      Penso che seguirò il tuo consiglio, anche perchè rispetto agli ultimi prezzi, non è nemmeno particolarmente costoso ^^

      Elimina
    3. Va bhe, anche anche se non ho visto l'anime, almeno mi sono rifatta con il manga ;-P Almeno nessuno mi ha mai detto nulla su quello che leggo o mi compro ^^

      Infatti! Quando uscirono le prime sembravano dei prezzi alti ma ormai sono comodamente al di sotto della media delle buone edizioni XD

      Elimina
  11. Shaman King mi ha sempre affascinato.
    Ho letto entrambi le due versioni: l'originale e la corretta.
    Personalmente le apprezzo entrambe, solo che il finale del primo mi ricorda troppo l'orrorifico "Butsu Zone"!
    Ho ancora gli incubi per colpa di quel manga...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Butsu Zone non l'ho letto (ma mi interessa in un certo qual modo perché compare Anna) ma so che il finale è quello che è per motivi editoriali (Takei, comunque, è ben sfigato da questo punto di vista!).
      Di Shaman King ho letto solo la versione tagliata e lascia un po' con l'amaro in bocca. Ti molla lì, a due passi dalla fine ç__ç

      Elimina
  12. La cover anti-nebbia mi ha fatto morire dal ridere xD

    Quando ero piccola ho visto qualche spezzone del cartone (credo - a volte non ho l'assoluta certezza dell'identità di alcuni dei cartoni in cui sono incappata durante l'infanzia) e devo dire che mi ha lasciata incuriosita. Questo tuo post ha ravvivato l'interesse, lo ammetto ;D
    Visto quel che hai scritto sull'anime, tenterò di recuperare il manga (con mooolta calma).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai quella in mano puoi attraversare l'autostrada con la nebbia e non ti investe nessuno, è meglio anche dei giubbotti catarifrangenti ;-P

      Il manga è un ottimo shōnen a tornei, uno dei migliori in circolazione e, per fortuna, è edito dalla Star Comics, per cui non c'è il pericolo che sparisca nel nulla ^^

      Elimina
  13. Ho visto l'anime ma non ho letto il manga, appena sentii la sigla con masini su italia 1 anni fà scoppiai a ridere.
    Sono arrivato al tuo blog tramite il diagramma di flusso nell'elenco recensione tramite gooogle immagini, è la quindicesima recensione che leggo oggi sul tuo blog, più altri post (notevole quelli sui filler) e ti ho aggiunto al volo ai miei feed, il tuo modo di scrivere mi piace, mi sono trovato d'accordo con te nel 99% delle cose che ho letto qui.

    Avrei delle domande da porti anche se fuori dalla recensione in oggetto:
    -Ho visto che parli della gigantesca differenza tra le versioni manga/anime di Trigun, Claymore, Shaman King, io ho visto solo gli anime, vale la pena prendermi i manga? se si dove precisamente abbandonano la retta via? così posso ricollegarmi e non confondermi troppo.
    -Hai notizie "fresche" del futuro del manga NANA? la mia ragazza sta sclerando da anni.
    -Detective Conan che tu sappia finirà mai? inizio a perdere interesse..

    grazie anticipatamente delle risposte da oggi hai guadagnato un lettore fisso, continua così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto!
      Masini davvero non me lo sarei aspettata in quella sigla XD

      Ti ringrazio molto e spero che troverai altri post interessanti da leggere :D

      Allora (non ti preoccupare per l'OT, non c'è nessun problema):

      - I manga di Trigun, Claymore e Shaman King sono effettivamente molto diversi dagli anime. Claymore ti consiglio al 100% il manga che, non solo è molto più lungo ma è anche estremamente coinvolgente e disegnato molto bene (escludendo i primissimi volume in cui l'autore stava ancora prendendo la mano, ma, secondo me, merita di essere letto tutto intero!). Diciamo che fino al volume 10 anime manga seguono lo stesso filone, per poi divergere.
      Di Shaman King, di nuovo, non posso che suggerirti di leggere il manga nella sua interezza, visto che l'anime semplifica e banalizza tantissime cose, per cui, pur avendo la stessa trama di fondo (fino ad un certo punto), comunque perde gran parte del suo fascino.
      Trigun, invece, è un caso un po' a parte perché il disegno di Yasuhiro Nightow è molto confusionario e difficile da seguire, per cui potrebbe far storcere un po' il naso. La storia di Vash è più ampia in diverse parti (non solo nel finale) e introduce un universo narrativo molto più espanso. Spiega molte più cose rispetto all'anime ma è anche parecchio più pesante (dimentica il Vash leggero e scanzonato della versione animata, quello del fumetto è parecchio più introspettivo e depresso) ^^

      - Nana è un tasto dolente. Purtroppo Ai Yazawa, la sua autrice, ha gravi problemi di salute dal 2010, che l'hanno tenuta lontana dal tavolo da disegno. Proprio qualche giorno fa, il 26 novembre,è uscito un numero della rivista Cookie con allegate due cartoline (di Buon Natale e di Buon Anno) realizzate dalla Yazawa a tema Nana. In questi ultimi mesi ha realizzato una storiella breve (Junko no Bushitsu, di cui uscirà a breve il seguito) e alcune illustrazioni, per cui si spera che, prima o poi, riprenda in mano anche Nana. Diciamo che il fatto che abbia ripreso a disegnare è un buon segno ma non si sa ancora nulla di certo ^^

      - Che io sappia Gosho Aoyama ha dichiarato che vuole concludere il suo Detective Conan ma in Giappone è ancora in prosecuzione

      Grazie ancora e spero di rivederti presto nei commenti :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.