venerdì 28 marzo 2014

36

Rat-Man Gigante - Il supereroe in giallo riparte dall'inizio!

La cover del primo volume
Rat-Man Gigante è la seconda riedizione dell'opera Rat-Man, disegnata e sceneggiata da Leo Ortolani. Attualmente è uscito il primo volumone per la Panini Comics a soli 2,50€ (il che è un miracolo, vedendo i prezzi medi dei manga di questa casa) in edicola e fumetteria. Si tratta di un albo fuori formato che misura 20x27,5 centimetri, per uno spessore di 64 pagine, spillato, con copertina colorata (realizzata per l'occasione) e pagine in bianco e nero (la carta è di buona qualità). Oltre a contenere una ovvia riedizione del materiale originale, ha tra le sue pagine diverso materiale inedito, che comprende scene e gag tagliate, versioni e character design di personaggi alternative e una ricca parte di redazionale, curata da Leo Ortolani.

Lui se la ride ...
Il mio rapporto con Rat-Man comincia diversi anni fa, quando ancora frequentavo il liceo. In quel periodo c'era un compagno di classe che probabilmente ci provava. Prima cercò di farmi ascoltare inutilmente dei cd di gruppi metal (che all'epoca schifai senza passare dal via, ma che adesso troverei leggerini, visto cosa ascolto), poi tentò la conquista passando dalla via del fumetto (pessima mossa, visto che all'epoca leggevo al massimo qualche shōjo d'amore del calibro di Marmalade Boy, Strofe d'amore o Cortili del Cuore, tutti titoli che sono rimasti nel mio cuore saldamente etichettati nella categoria "ma e drogarsi no, eh?"). Un giorno mi ragguagliò su qualcosa come vent'anni di avventure dell'Uomo Ragno, un altro mi mise un numero di Rat-Man in mano. Nel primo caso ascoltai diligentemente (anche se ho smesso di seguire intorno alla saga del clone) nel secondo gli dissi "no, guarda, grazie ma non è il mio genere" [1], che quel topo giallo in copertina non è che mi dicesse un gran che e chiusi lì la questione. Nei successivi dieci anni abbondanti ho approfondito il mondo del fumetto e ho sentito parlare di questo Rat-Man in diverse occasioni ma ormai sia la prima edizione sia la ristampa erano belle che avviate e l'idea di recuperare anche solo una delle due mi faceva venire un po' male, per cui rinunciai senza pormi troppe remore, tanto potevo vivere benissimo senza.

Rat-Man chi?

Qualche mese fa ho scoperto che Leo Ortolani ha anche aperto un blog e ho cominciato a seguirlo quasi per caso. Ecco, leggendo le sue recensioni mi sono detta per la prima volta: "Devo recuperare questo benedetto Rat-Man! Questo autore è geniale!". Quindi immaginate la mia gioia quando la Panini Comics ha annunciato una seconda ristampa dell'opera completa! Tra l'altro non una ristampa a caso, ma una in formato gigante (che per chi ha vissuto il periodo della Corno è un tuffo nei ricordi, per il suo formato assurdo, ma che è un casino da piazzare in libreria per chi, come me, ha praticamente solo manga in casa!) e arricchita da editoriali scritti da Ortolani in persona (non so se l'ho detto ma adoro come scrive, per cui me li sono letti tutti, dalla prima all'ultima parola!).

In un vicolo buio ...
Il primo volume della collana contiene tre storie (Rat-man, Rat-man contro il ragno e Legami di sangue), le tre storie che hanno sancito le tre nascite editoriali del personaggio. La prima valse al suo autore il premio di un concorso (che comprendeva anche la pubblicazione), la seconda fu la prima pietra della serie autoprodotta (all'epoca 3000£, in edicola. Adesso un lingotto d'oro, al mercato nero), mentre la terza fu pubblicata sul primo numero della Collection, edita dalla Panini Comics. Ma chi è questo Rat-Man di cui si è tanto parlato senza dirne nulla? Rat-Man è un giovane industriale che di notte indossa un costume colorato per combattere il crimine (e fin qui nulla di originale, se non per la faccenda del colore, che quell'altro ha una fissa per il nero e il grigio, al massimo accetta il blu).
L'origine di un mito
Peccato solo che sia anche l'eroe più sfigato dell'intero fumettoverso, un eroe impacciato a cui non gliene va bene una a morire, un eroe che non è che brilli proprio di astuzia, un eroe spesso molto ingenuo ma anche capace di crederci e di combattere per i suoi ideali. Oltre ad fatto che, ovviamente, fa crepare dal ridere. In una storia di Rat-Man anche la situazione più classica e lineare viene ribaltata in un turbinio di eventi imprevedibili, che si tramutano in un vortice di battute, gag, vignette pungenti, azioni surreali e tempi comici azzeccati al 100%! Rat-Man riesce a fare il suo sporco lavoro da giustiziere e a strappare, al contempo, più di un sorriso ai suoi lettori, senza dimenticare un briciolo di satira sociale qua e là (tipo quella che fa sulle variant dei fumetti, approvo e sottoscrivo!). Rat-Man non sarà il più epico degli eroi, ma sicuramente è il più simpatico!

Quando i tetti sono sovraffolati

Lo stile di Leo Ortolani è davvero molto particolare: semplice, sintetico e assolutamente inconfondibile (dove lo si trova un altro fumettista che sostiene di disegnare sempre delle scimmie perché non in grado di rappresentare dei visi umani?). I suoi personaggi sono straordinariamente espressivi, i retini ben sfruttati per creare ombre ed effetti di profondità e le tavole sempre ben bilanciate. Infine, notevoli sono i disegni a pagina intera che regala ai suoi lettori nei momenti di massimo climax narrativo.

La cover del secondo volume
In conclusione Rat-Man Gigante è un'occasione per tutti quelli che, come me, si erano persi le prime due edizioni del supereroe giallo che non è né un ratto né un uomo (ma, rullo di tamburo, una scimmia! Ci sono rimasta di sasso quando l'ho scoperto! Anche se mi domandavo come mai Ortolani disegnasse tutti quei visi strani!), un'occasione d'oro per conoscere un personaggio ormai iconico senza donare un organo vitale al fumettarolo in cambio di uno scatolone di materiale (che poi leggere i fumetti dal polmone artificiale è un macello!). Personalmente ho trovato questo primo volume molto divertente, studiato a puntino e pieno di approfondimenti interessanti, per cui mi sento di consigliarlo a tutti quelli che hanno sempre guardato con curiosità a quello strano eroe con la calzamaglia gialla ma che non hanno mai letto veramente le sue storie. Non mi rivolgo neanche a chi Rat-Man già lo conosce bene (che se vogliono acquistare anche questa serie per la gioia del collezionismo non sarò sicuramente io a dissuaderli, visto il materiale inedito che contiene) ma vorrei dire a quelli che hanno pensato "Rat-Man chi?" leggendo il titolo del post, di andare a fare un salto sul blog di Leo Ortolani, dare un'occhiata alle sue spassosissime recensioni a fumetti e, eventualmente, di dargli una possibilità! Chissà quando faranno la prossima ristampa!
 

NOTE:

[1] Compagno M. mi spiace, eri in anticipo di cinque/sei anni, all'epoca non ero ancora pronta (e non avevo nemmeno capito bene che ci stessi provando, sono sempre stata una un po' stordita, da questo punto di vista).


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





36 commenti :

  1. Non l'ho preso perché ho già i primi episodi. Però ti giuro che ci ho fatto un pensierino, specie per l'apparato redazionale...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche io non prendo le ristampe di quello che ho già (anche se le nuove edizioni sono più belle) per tanti motivi (e lo spazio è uno dei più pressanti!) ^^

      Elimina
  2. In casa mia c'è qualche numero di Rat-man ma non so quali siano.. è roba che prese mio fratello ma non ho ancora avuto modo di dare un'occhiata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita sbirciali, è molto divertente come serie :D
      Io ne ero incuriosita da un sacco di tempo! (Anche perché conosco dei loschi figuri che continuavano a ripetermi quanto era bella quella serie XD)

      Elimina
  3. Leggo il Blog di Ortolani, ed è uno dei miei preferiti, però non ho mai avuto la voglia di leggere Rat Man.
    Eppure sul suo blog mi faccio le meglio risate.
    Semplicemente, i soldi da destinare alla lettura non sono molti e quindi preferisco spenderli in prodotti più profondi di una lettura comica e parodistica come quella di Rat - Man. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il problema. Anche io devo rinunciare a diversi titoli per questo motivo ma, in qualche modo, bisogna pur scegliere, tutto non si può leggere >__<
      In ogni caso, se in futuro avessi voglia di investire su una lettura divertente te lo consiglio spassionatamente :D

      Elimina
  4. Ero tentata di comprarlo per il materiale inedito, alla fin fine ho lasciato perdere perché sto già acquistando Tutto-Ratman. Finalmente sei entrata nel mondo di Rat-Man, vedrai che non te ne pentirai, ci sono gag (come quella del tetto) che potrei rileggerle mille volte e ridere sempre! Come si fa a non adorarlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono per il non-riacquisto di opere che già possiedo, alla fine preferisco investire in qualcosa che non ho letto :D
      Sono felice anche io di aver cominciato a colmare questa lacuna, ci voleva :D

      Elimina
  5. Ortolani è Dio, non ci piove.
    All'epoca del liceo avevo comprato diversi numeri del Ratto, ricordo ancora le matte risate. Poi avevo dovuto rinunciare all'impresa di seguirlo ogni mese per mancanza di pecunia ma ancora oggi, quando escono albi speciali o simili, li compro senza pensarci troppo :P
    Quest'ennesima ristampa è l'ideale per chi, effettivamente, si è perso i vecchi numeri anche perché recuperarli è pura utopia, vanno esauriti in un attimo! o__O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al liceo mi sono avvicinata ad un numero ma alla fine non lo lessi (e forse fu un bene, non avrei capito molti dei riferimenti che fa e probabilmente l'avrei etichettato come boiatissima) e adesso che finalmente esce la ristampa sono davvero contenta di mettermi in pari!

      Ci sarà un motivo se va esaurito in un attimo ;-P

      Elimina
  6. Io ho conosciuto Rat-Man grazie a degli amici e ho preso dei volumi a saltellare :) Ho gli speciali 299+1 (il mio preferito!), Avarat (in 3D!), il Signore dei Ratti e RatMax e le arc sul crossover Ratman-Harry Potter- Twilight e quella nel mondo dei manga. Altre storie invece le ho lette a scrocco. Credo sia il primo fumetto italiano che ho letto con piacere. Ortolani è un geniaccio e fa spanciare dal ridere! *_* Anche se poi arrivano pure i pugni nello stomaco per certe cose (ma poi si ride di nuovo!). Ci vuole grande abilità per mandare avanti una serie che, a quanto dicono i fans più accaniti di me, non ha mai perso smalto^^
    Ti consiglio anche "le meraviglie del mondo" sempre di Ortolani (ma senza il Ratto) che è davvero di un cinismo unico ed esilarante XD purtroppo non si trova facilmente...diciamo che l'ho letta per vie traverse, ma vorrei tanto il cartaceo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Degli speciali non ne ho nessuno (anche se ho visto Venerdì 12 in fumetteria e ci stavo quasi facendo un pensierino sopra!).
      È anche il mio primo fumetto italiano che seguo con piacere (nonché il primo ad essere entrato nella casella della fumetteria!). Ormai la mia regola di leggere solo manga sta andando un po' (tanto a farsi benedire) XD

      Grazie per il suggerimento, vedrò se riuscirò a trovarlo :D

      Elimina
    2. venerdi 12 è oro come ratman prendilo :D

      Elimina
    3. Sono passata l'altro giorno in fumetteria e l'ho preso :D

      Elimina
  7. Anche io adoro Rat-Man :D Io e mio fratello, quando prendiamo l'ultimo numero in edicola, discutiamo sempre per decidere chi dovrebbe leggerlo per primo, ehehe.

    Comunque, visto che ormai sei fan di Ortolani - evviva! - ti consiglio di recuperare anche l'omnibus della serie "Venerdì 12": è davvero esilarante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una vera novità ma ho davanti un sacco di anni in cui mi farà compagnia :D

      Sai che l'ho preso oggi? Sono passata dal fumettarolo e l'ho visto. Non ho resitito :D

      Elimina
    2. Ho appena visto (e commentato) il post dedicato! Sono proprio contenta che tu non abbia resistito e l'abbia preso :D

      Elimina
    3. In realtà mi sto prendendo bene, ho fatto anche altri acquisti XD

      Elimina
  8. ....quindi in casa ho dei lingotti d'oro... mmmmhhhh... buono a sapersi! :-D

    Bellissima recensione Acalia! Se non conoscessi già il Ratto - che ho cominciato a seguire proprio nella fase autoprodotta, quando alle fiere potevo permettermi di chiacchierare col Leo anche per mezz'ora (le battutacce sul mio nome... non ne hai idea! XD ) - mi avresti stimolato a provarlo.
    Ho già quelle storie, naturalmente, ma non ho resistito e ho preso anche questo primo numero dell'edizione gigante proprio perché sono un nostalgico dell'epoca Corno e tenere in mano quell'albo, con quella grafica, mi ha fatto battere forte il cuoricione :-)
    Ancora complimenti Acalia!

    E a Piekaf voglio solo consigliare di leggere (a scrocco, s'intende) il n. 100 di Rat-Man e poi magari ne riparliamo di semplice "comicità e parodia" ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! Più un fumetto è esaurito e più il suo prezzo è da furto con scasso >__<

      Grazie :D Tutte le volte che sento di questi aneddoti mi dispiace di essere entrata tardi nel mondo dei lettori di fumetti ma pazienza, per ogni cosa c'è il suo tempo :D

      Secondo me l'edizione stile Corno l'hanno scelta appositamente per convincere quelli della vecchia guardia come te e prendere anche la ristampa XD

      Io quel numero lo leggerò tra soli otto anni e tre mesi XD

      Elimina
  9. Io fra serie normale e prima ristampa li ho recuperati tutti, quindi passo (anche se con una lacrimuccia per il materiale inedito...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà un po' ti invidio, anche se mi consolo con il fatto che la nuova edizione è molto bella :D

      Elimina
  10. Bene, sono felice che ci sia una ristampa alla portata di mano.
    Ho sempre amato Ratman, ricordo che quando ero piccini molte tv locali romane facevano programmi che parlavano di fumetti e serie tv.
    Spendevano sempre ottime parole per Ratman, da li nacque la curiosità verso il personaggio.
    Poi Ortolani mi piace anche come uomo, ho letto molti articoli della sua vita privata. Dire che lo stimo non è errato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti ispira anche solo un po' ti consiglio di dare una possibilità al primo volume, alla fine non costa neanche tanto ed è un ottimo prodotto, estremamente curato (anche dal punto di vista della confezione) :D
      Pensa che Leo Ortolani è il primo autore italiano di cui ho fatto mettere un titolo nella mia casella in fumetteria :D

      Elimina
  11. Che tenerello il compagno di classe nerd che ci provava raccontandoti la storia di Spider Man! ^^
    Rat-man l'ho sentito tanto nominare, ma ne so poco e nulla. Questa ristampa a prezzo accessibile potrebbe essere l'occasione buona per dargli una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sì! E dire che ad oggi potrebbe quasi essere una buona tecnica, con me, ma all'epoca fu un fallimento XD
      Se Rat-Man ti ispira anche sono un pochino dagli una possibilità! Il prezzo è più che accessibile :D

      Elimina
  12. Lo adoro *_* E la mia stima per te ha raggiunto le stelle sapendo che lo conosci anche tu X°D
    Io l'ho conosciuto tramite "Il signore dei ratti", opera eccelsa LOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono davvero contenta di essere riuscita ad iniziare a colmare questa mia lacuna :D
      Per ora di speciale ho preso solo Venerdì 12 ma il mio fumettaro tentatore ha un ripiano con un sacco di roba XD

      Elimina
    2. Ah ma dimmi, Rat-Man gigante si trova anche in edicola? Giù nella mia non è arrivato proprio! Ora dovrò recuperarlo al Comicon... oddio... un topo marziano che legge Rat-Man X°D

      Elimina
    3. Io l'ho preso in fumetteria ma ho letto che esce anche in edicola. Magari se provi a ordinarlo l'edicolante lo fa arrivare (il mio è molto gentile e mi procura sempre tutto quello che gli chiedo di farmi arrivare - e detto così è anche fraintendibile, ma parlo di prodotti da edicola XD).

      In effetti sarebbe una foto da fare di fisso ;-P

      Elimina
    4. proverò vah XD Forse è finito, me lo farò mettere da parte ù.ù

      Beh, andrò in fiera in cosplay da topo marziano... che si legge Rat-man X°D vedi te che roba!

      Elimina
    5. Ti mancherebbe una maglietta di Jerry XD

      Elimina
  13. mi hai convinta, mannaggia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con questo titolo era un giocare facile :D

      Elimina
  14. Ottimo articolo come al solito! Io ho letto abbastanza storie di Ratman, più che altro seguendo le testate Tutto Ratman e Ratman a colori. Vediamo un po' quello che mi ricordo di aver letto:il primo Tutto Ratman con l'episodio pilota, la storia di Ratman all'orfanotrofio e di quando incontra Leo in treno, una storia dove Brakko sta per diventare padre ma continua a lanciare sassi insieme a Ratman, la storia dove Ratman diventa un classico del fumetto e Cinzia vuole mostrargli la rosa. Mi ricordo anche di aver letto (però di non aver comprato) la storia dove Ratman incontra una protagonista di uno shojo. Ho letto anche 300 (solo la seconda parte, almeno credo, me lo avevano imprestato) e altre storie varie del 2008-2009.

    Per quanto riguarda il Ratman Gigante, non so se prenderlo subito dato che nella fumetteria in cui vado spesso ci sono anche i primi numeri di Tutto Ratman (oltretutto ho il 5 da parte e devo ancora leggerlo perchè mi manca l'inizio di una storia), ma se la testata va avanti bene e non ho qualche storia, potrei darci un'occhiata.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      Per ora io sono ai primi due volumi di Rat-Man Gigante e qualche speciale (Venerdì 12, Il signore dei Ratti e 299+1) e devo dire che li ho amati tutti tantissimo :D
      (un po' ha sofferto il mio portafoglio, però)

      Se hai molti volumi che ti mancano ti suggerirei Rat-Man gigante, anche perché è ricca di editoriali scritti da Leo Ortolani e di aggiunte interessantissime. Personalmente la trovo un'edizione davvero ricca :D (però capisco che se uno ha già parecchi volumi dell'altro formato, magari vuole tenere un po' di coerenza nell'edizione) ^^

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.