lunedì 15 settembre 2014

54

The Lion King - Musical a Broadway

La locandina dello spettacolo
The Lion King è uno spettacolo di Broadway, realizzato su libretto di Roger Allers e Irene Mecchi e diretto da Julie Taymor. Ispirato e basato fortemente sull'omonimo film animato Disney, è stato prodotto dalla Walt Disney Theatrical e contiene brani musicali scritti da Sir Elton John e Sir Tim Rice, alcune parti strumentali di Hans Zimmer e i cori di Lebo M. L'opera ha debuttato all'Orpheum Theatre di Minneapolis nel 1997, per poi spostarsi a Broadway, prima al New Amsterdam Theatre (fino al 2006) e, infine, al Minskoff Theatre (dove l'ho visto io). Vincitore di una marea di premi, The Lion King è un musical che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e che vanta di essere  uno degli spettacoli con la maggior longevità dell'intera Broadway (orami sono diciassette anni di repliche! Ai primi di settembre hanno bucato il tetto delle 7000 performance. Soglia superata, per ora, solo da The Phantom of the Opera, Cats e Chicago). Vista la sua popolarità, è stato anche messo in scena nel Regno Unito (1999), al Lyceum Theatre di Londra, e in diversi altri stati sparsi nel mondo (compresa Francia, Germania, Australia, Messico, Taiwan, Spagna, Corea del Sud, ecc). Dato che quest'estate sono andata a fare un viaggio a New York, ne ho approfittato per andare a vederlo a teatro!
Ma com'è lo spettacolo? Ne parliamo dopo il salto!

NOTA: Le foto in scena non sono mie (è vietato, ovviamente, scattare foto durante la performance). Le ho prese dal sito ufficiale.


Post con colonna sonora! Prima di continuare a leggere clicca Play!




La scena della presentazione di Simba
La storia de Il Re Leone credo che sia abbastanza universalmente conosciuta e narra la storia del piccolo Simba,  figlio di Mufasa, il Re della savana. Mufasa è un re saggio, forte e gentile e amato da tutti gli animali tranne che dal suo geloso fratello Scar. Scar ha sempre desiderato essere il re ma la nascita del piccolo Simba pone ineluttabilmente fine alle sue pretese legittime, spingendolo ad allearsi con le malvage iene per ottenere il regno con le cattive.

Scar e Mufasa si ringhiano
I personaggi messi in scena sono talmente ben riusciti da essere ormai iconici. Se da una parte c'è il buon e fighissimo Mufasa (che, personalmente ritengo uno dei personaggi più belli dell'intera creazione Disney), dall'altra ci sono il piccolo Simba, giovane, irruente, inesperto e anche un po' cretino, e l'infido e manipolatore Scar. Scar ha sangue reale, vorrebbe davvero tanto essere Re ma non è proprio portato. Nessuno lo ama, nessuno lo capisce e le decisioni che prende portano matematicamente a risultati catastrofici.
Il piccolo Simba va ad infastidire
zio Scar
Scar ottiene il trono con l'inganno ma non ha davvero la stoffa del reale e lo dimostra non facendo ciò che un vero cattivo fino in fondo avrebbe fatto [1]. A questi tre vanno poi aggiunti i comprimari, come le già citate stupide e violente iene, gli stupendi Timon e Pumba, i mattatori della storia, il rigido e involontariamente comico Zazu (mi fa tanta pena nella scena del I Just Can't Wait to Be King), il geniale Rafiki, la scimmia saggia, e le favolose leonesse. Nala e Sarabi sono personaggi forti, regali e eleganti ma anche guerriere e determinate e donne di polso. Obbediscono al re ma hanno una loro forza e una loro indipendenza!

La caccia delle leonesse
Fin qui è tutto esattamente come visto nel celebre film animato Disney ma, nella messa in scena teatrale dal vivo cosa cambia effettivamente? Dal punto di vista della storia alcune scene [2] e, ovviamente, tutto dal punto di vista tecnico. Fermo restando che le canzoni principali sono le stesse identiche del film, bisogna sottolineare che si tratta di un musical quindi vi sono alcune canzoni in più (come Chow Down, interpretata dalle iene nella scena del cimitero degli elefanti - nel cartone era una parte tutta parlata - e la bellissima Lioness Hunt, dove viene messa in scena una coreografica e stupenda caccia delle leonesse) e, soprattutto, che gli artisti che le interpretano sono dei ballerini, per cui ogni parte musicale (ossia praticamente l'intero spettacolo) è danzata!

Rafiki! L'attrice è stata fenomenale!
Ad essere veramente stupendi e curatissimi, poi, sono i costumi. Personalizzati per ogni personaggio messo in scena, coadiuvati da un ottimo e dettagliatissimo trucco, sono veramente particolari e riuscitissimi. Oltre a permettere allo spettatore di capire immediatamente di che animale si stia parlando, hanno la caratteristica di mostrare contemporaneamente sia l'attore sia il personaggio. In uno spettacolo del genere, in cui tutti i protagonisti sono animali, il rischio più grande era di trovarsi con decine di poveri ballerini piazzati in ridicoli fursuit pigiamosi che sgambettavano per il palco rendendosi ridicoli.
Timon e Pumba! Hakuna Matata!
E invece sono riusciti a creare dei costumi che riescono a richiamare immediatamente uno stile africano, indossati da ballerini liberi di danzare e muoversi sul palco (e, soprattutto di mostrare i loro volti), e che mostrano allo spettatore il personaggio che l'attore interpreta grazie a tutti i trucchi possibili, comprese tecniche prese in prestito dalle marionette asiatiche. Un esempio per tutti è Mufasa. Il volto di Alton Fitzerald White (l'attore che ha interpretato Mufasa nello spettacolo che io ho visto - da più di dieci anni è suo questo ruolo!) è sempre visibile ma sopra di esso vi è la maschera del leone.
La marionetta di Zazu e l'attore che la muove
Quando si mette in certe posizioni, la maschera scende a coprirgli il viso, dando davvero l'idea del grande felino adirato! Alcuni personaggi, come Pumba, le giraffe o le iene hanno dei costumi a grandezza naturale da cui emerge poco dell'attore (per Pumba la testa, per gli altri quasi nulla) e che sfruttano espedienti come trampoli per realizzare la struttura fisica dell'animale in questione. Zazu e Timon, invece, sono integralmente marionette che si muovono adorabilmente nelle mani del loro attore (mascherato in modo da confondersi e non confondersi con lo sfondo - ovvero c'è, si vede bene ma non è per nulla fastidiosa la sua presenza!), mentre, al contrario, Rafiki agisce a volto scoperto e sta alla bravura di Nteliseng Nkhela e al trucco elaborato rendere le movenze e l'aspetto del babbuino.
Le gazzelle e il giaguaro. L'attore che fa il
giaguaro è stato sublime
nel ricrearne le movenze!
A tutto questo vanno poi aggiunti i congegni usati per ricreare i gruppi di animali in movimento (il branco di gazzelle è stupendo e molto ingegnoso!) e gli effetti che ricreano l'ambiente della savana e della jungla. La rupe dei Re, il cimitero degli elefanti, il sole che sorge, l'acqua che scompare e la carica degli gnu non sono solo da immaginare ma compaiono fisicamente sul palco, lasciando lo spettatore a bocca aperta!

Nala e Simba adulti
In definitiva devo dire che vedere questo spettacolo in teatro costa effettivamente caro ma merita davvero tantissimo! La musica dal vivo, gli sfondi curatissimi, i costumi meravigliosi, le danze perfette e scenografiche e la storia commovente dalla crescita del piccolo Simba riusciranno a far restare a bocca aperta anche lo spettatore più esigente! Tra le mie scene preferite c'è indubbiamente la prima (Circle of life), estremamente coreografica e ricca di espedienti per permettere a tutti gli animali di essere sul palco, la villain song di Scar (Be Prepared), danzata da uno squadrone di iene che nei pochi metri a disposizione riescono a riprodurre e ampliare la coreografia
Mufasa nella savana
delle loro controparti animate, la carica degli gnu (The Stampeade), realizzata in modo molto realistico verso gli spettatori (ossia gli gnu, Simba e Mufasa corrono verso la platea (evitando l'orrendo effetto "porte di Scooby-doo"), e la superba reprise di He lives in you, in cui riescono a riprodurre e  far parlare il volto di Mufasa nelle stelle grazie ai corpi dei ballerini appositamente sistemati e illumitati [2]! In conclusione, se capitate dalle parti di New York (o in una delle altre città dove viene messo in scena), consiglio caldamente di vedere The Lion King in teatro, perché è un'esperienza bellissima e molto emozionante! Per un attimo sono tornata la bambina di otto anni che vedeva per la prima volta Il Re Leone al cinema!


[1] Ovvero tradire le iene e farle mandar via a calci dalle leonesse appena avuto la Rupe dei Re. Forse un cattivo più stronzo e accorto si sarebbe reso conto che non era possibile mantenere lo status quo se le leonesse avessero cacciato anche per le iene e che la savana si sarebbe inesorabilmente impoverita di prede, portando tutti gli animali ad odiarlo. Il punto debole di Scar è di essere poco saggio e leale alla parola data!

[2] In realtà ci sono delle scene in più. Una dedicata a Timon, un dialogo tra Mufasa e Zazu, la caccia delle leonesse (con una coreografia di grande impatto e difficilissima da danzare, anche per i pesanti copricapi con le teste delle leonesse che le ballerine indossano) e una in cui Scar tenta di sedurre Nala. In più vi sono anche quattro brani cantati extra. E poi Rafiki diventa una donna. Nel cast originale c'erano pochi personaggi femminili e hanno pensato di rimediare così.

[3] Ma anche tutte le altre scene sono davvero impressionanti! È bellissima persino lo sketch di Scar che prende il topolino, realizzato con le ombre cinesi!


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





54 commenti :

  1. Mi è capitato di vedere lo show in dvd, era davvero qualcosa di eccezionale e possente. Immagino come sia stato vederlo da vivo!

    Hai visto la parodia di Grattachecca e Fighetto? :D Purtroppo su Youtube c'è solo il tema musicale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal vivo è veramente spettacolare! Poi gli attori sono davvero bravissimi, sia quelli più esperti, sia quelli giovani (come i ragazzini che fanno Simba e Nala da piccolI)!

      No, non l'ho vista, provo a cercarla :D

      Elimina
  2. Deve essere stata un'esperienza bellissima, di quelle che quasi tolgono il fiato! *__*
    E poi "Il Re Leone" resta una delle piu' belle, c'è poco da fare! Grazie per aver corredato con foto, cosi' mi è sembrato quasi di vedere gli attori ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì! E lo consiglio a chiunque capiti in una città in cui lo fanno :D
      Era da un sacco che sognavo di vederlo dal vivo :D
      (fare i post senza foto proprio non mi piace, trovo che l'occhio voglia sempre la sua parte!)

      Elimina
  3. La maschera di mufasa è semplicemente EPICA!!!!!
    adoro gli spettacoli dal vivo di queste dimensioni tanto che potrei persino spendere i 120 $ per l'ingresso!

    p.s.: ma il povero Alton Fitzerald White fà veramente lo stesso ruolo da 10 anni? io già se devo suonare lo stesso repertorio (anche di pezzi che amo) per un anno devo cambiare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I costumi e le maschere, in generale sono tutti molto belli e curati. Davvero non immaginavo che sarebbero riusciti a ricreare così bene le movenze e gli aspetti fisici degli animali e a realizzare, al contempo, degli oggetti così belli ^^

      PS: C'era scritto così sul libretto che ti danno allo spettacolo. Comunque, che io sappia, nel frattempo ha recitato anche in altri spettacoli (pensa che ad agosto ha festeggiato il 4000 spettacolo in cui fa Mufasa) ^^

      Elimina
  4. A Londra, dove sono stato di recente, c'erano ovunque le pubblicità di questo spettacolo, ma per una questione di tempo, oltre al fatto che raramente apprezzo i musical, non ho pensato ad andare a vederlo. Peccato, perché da quel che dici sembra bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E, P.S. Il Re Leone è il mio preferito della Disney assieme a Hercules e Tarzan!

      Elimina
    2. Lo spettacolo è bello. Prima di quest'estate non sapevo che ci fosse anche a Londra (pensavo fosse solo a Broadway) se no ci avrei fatto un pensierino prima ;-P
      Anche io non sono una mega fan dei musical ma questo è davvero spettacolare!

      Elimina
  5. Questo lo vedrei con estremo piacere.
    Ma siamo in disaccordo su una cosa: io ODIO Mufasa. Anche se la scena della sua morte è davvero tosta, lui mi sta in culo XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spettacolo è davvero bellissimo *__*
      Ma no, povero Mufasa ç__ç
      È un personaggio splendido, figo, coraggioso ma anche sincero e per nulla macho! Mufasa è un mito :D

      Elimina
  6. Che meravigliaaaaaaaaaaaa!!! Non ho mai visto un musical dal vivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata qualche volta all'opera ma questo era il primo musical dal vivo anche per me! Splendido :D

      Elimina
  7. Mi piacerebbe tantissimo assistere ad uno spettacolo di questa portata *____* il prezzo lo vale tutto!
    Non amo i musical cinematografici, ma quelli a teatro sono tutta un'altra storia! Io mi gaso già con Notre Dame de Paris, figurati cosa potrei fare con questo ahah xD I costumi e il trucco così particolari e ingegnosi sono uno spettacolo di per sé!
    Di musical di Broadway ho visto solo su youtube qualche pezzo del Lestat musical (con musiche di Elton John molto belle) a qualità pessima ovviamente xD è moolto meno spettacolare però (teatro tradizionale più che altro) e preferisco di gran lunga la versione preparata dagli autori per il debutto a San Francisco. Okey...sto divagando XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! È proprio un'esperienza :D

      Dal vivo sono davvero tutta un'altra faccenda. Sono più gli eredi dell'opera che non parenti di quelli cinematografici, trovo ^^
      I costumi fanno tantissimo in questa messa in scena. Immaginati gli attori con dei pigiamoni pelosi come sarebbero stati ridicoli XD
      E poi ci sono gli effetti scenici. La Rupe dei Re che sale a spirale da una botola, il sole che sorge, la carica degli gnu, il cimitero degli elefanti che si gira e viene preparata la scena di Be Prepared! Per non parlare del modo ingegnoso di creare i branchi di gazzelle, delle marionette o delle ombre cinesi! Davvero hanno usato ogni trucco e anche di più :D
      Lestat musical non l'ho visto, provo a recuperare :D

      Elimina
    2. Gli addetti agli effetti speciali per questi spettacoli sono davvero geniali!

      Di Lestat trovi delle demo ufficiali cantate da Elton John oppure qualche video del cast originale (in pessima qualità). Molti sono stati "nascosti" scrivendo il nome al contrario (tatsel) XD

      Elimina
    3. Concordo! E poi io adoro le soluzioni ingegnose :D

      Ahh, vado subito a dare un'occhiata (geniale il trucco del nome riflesso ) ^^

      Elimina
  8. Come dice James Strife qui sopra, a Londra c'è sempre la pubblicità di questo spettacolo, all'inizio pensavo fosse per il periodo natalizio, ma ormai ho capito che non lo tolgono più. Peccato per i prezzi esorbitanti, se potessi ne avrei due o tre di spettacoli da vedere qui a teatro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso immaginare i prezzi lì a Londra, almeno negli USA c'è il cambio euro/dollaro che gioca a nostro favore! In ogni caso, se per caso vi avanza qualche soldino ve lo consiglio perché è davvero stupendo ;D

      Elimina
    2. Per il re leone non so proprio, per The Book of Mormon, che sta andando per la maggiore i prezzi partivano dai 50 pound, però è molto relativo, perché certe volte se vai la mattina stessa a comprare i biglietti mi hanno detto che costano molto meno, mentre il prezzo base è sui 90£ ( mi pare, ma dovrei controllare). Per ora preferisco aspettare.

      Elimina
    3. Capisco che la spesa non sia proprio leggerina ma prima o poi chissà che non vi capiti l'occasione :D

      Elimina
  9. Costumi e trucco sono una cosa spettacolare.. io sono rimasta a bocca aperta solo per quelli, figuriamoci quanto sia sbalorditivo vederli dal vivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal vivo è incredibile, le coreografie e la musica sono davvero meravigliose *__*
      Era da tanto che volevo vederlo e sono davvero felice di essere riuscita a prendere i biglietti :D

      Elimina
  10. che bello, io l'ho visto a Dublino (per pura fortuna) ed è davvero spettacolare, d'accordissimo con te su tutti i punti. Il mio personaggio preferito è sempre stato Sarabi, per quanto non faccia più o meno nulla, ho sempre amato quell'altezzosa regalità della scena in cui viene convocata da Scar, e a teatro le leonesse sono così belle, ma così belle...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande! Ad aver saputo che lo davano anche in Europa e che era davvero così bello ci avrei fatto un pensierino prima anche io :D
      Sarabi è sempre un bellissimo personaggio. Compare in poche scene ma è grandiosa. Il modo in cui hanno realizzato le leonesse nello spettacolo è favoloso (e poi è anche fantastico che i costumi siano tutti diversi e personalizzati, non ce n'è una uguale all'altra!). La scena della caccia è una delle mie preferite in assoluto e poi anche il trucco per farle piangere dopo la morte di Mufasa è meraviglioso *__*

      Elimina
  11. Bellissimo direi che sono stati soldi spesi bene. I costumi e il trucco sono meravigliosi, adoro i colori. Arriverà mai in Italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo! Ma ormai ho qualche dubbio, c'è stato un periodo (qualche anno fa) che lo davano in mezza Europa ma ormai in diversi posti non lo fanno più. Se ti capita di passare da Londra sarebbe da approfittarne ^^

      Elimina
  12. A occhio e croce mi sa un po' di trash, preferisco i musical più "classici". Ma immagino anche che, guardandolo dal vivo, mi rimangerei ogni parola! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me più che trash vedendo le immagini, mi ha sempre fatto un effetto "strano" vedere umani che interpretano animali come facoceri o suricate...sarebbe da vedere proprio dal vivo per farsi una vera opinione, anche se probabilmente credo che nel vederlo penserei soltanto al cartone animato. Ma sono mie supposizioni ;)

      Elimina
    2. Concordo con Petrailia, non lo definirei trash. I costumi sono creati in modo molto raffinato, ispirandosi all'arte africana (abbiamo visto delle maschere al National Museum che ricordavano quelle di alcuni animali), e evitano assolutamente l'orrendo effetto pupazzone :D

      @Petralia: vederli in movimento è stupendo perché riescono a ricreare magnificamente le movenze degli animali. È una cosa proprio visivamente di grande impatto :D

      Elimina
    3. mi hai fatto pensare agli attori di Cats, prima o poi mi riguardo la VHS del musical! ;)

      Elimina
    4. Merita un sacco, se poi hai la VHS non hai scuse ;-P

      Elimina
  13. io ho un DVD doppio disco bellissimo del Re Leone uscito nel 2004, con una doppia versione del film: quella originale del 1994, più quella del 2004 con una nuova sequenza animata musicale, intitolata "il rapporto del mattino"(the morning's report)...nonostante sia un po' una sorpresa sentire questa canzone inedita e spezza un po' il ritmo, ho sentito che quella canzone viene direttamente dal musical di Broadway...confermi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la canzone viene fuori dal musical! Secondo me era più bella The Madness of King Scar (tra quelle inedite del musical) perché approfondisce i problemi della Rupe dei Re sotto il dominio di Scar (che dà evidenti segni di squilibrio mentale) e dà una motivazione forte a Nala per partire per il suo viaggio di ricerca (sia per salvare la savana, sia per evitare molestie e avance esplicite da parte del Re), ma credo che animarla sarebbe stata un casino (anche perché nella rappresentazione teatrale l'attrice che interpreta Nala è costretta a fare un giro di valzer con l'attore che fa Scar). Se ti interessa ascoltarla vai nel file incorporato nel post al punto 34:12 :D

      Elimina
    2. beh, direi che Nala e Scar che da quadrupedi diventano bipedi sarebbe stata una cosa poco credibile da animare. Grazie, ora vado ad ascoltarla! ;)

      Elimina
    3. Sì infatti, bisognava trovare un diverso espediente ma ho trovato che nella trama arricchisca davvero il punto più debole del film (ossia il perché Nala sia partita) :D

      Elimina
  14. Io ho sempre desiderato vedere questo spettacolo, ma il massimo che sono riuscita a fare è stato recuperare degli spezzoni da youtube (e già solo così mi è piaciuto tantissimo. Mi immagino dal vivo!). Spero tanto un che un giorno riuscirò a vedere il musical dal vero :D

    Per curiosità, quale canzone "inedita" ti è piaciuta di più? Io sono indecisa tra shadowland e endless night, forse perchè mi stupì che riuscirono a cavar fuori due canzoni belle e sensate da dei brani a cui di solito erano affidate le scene più commuoventi. Di certo la primissima performance, con tutti quegli animali ricostruiti in così poco spazio, rimane la più bella.

    A proposito, lo sapevi che quella scena di Scar che seduce Nala era in realtà pensata nella sceneggiatura originale del cartone? La canzone stessa esisteva già ed avevano già lo storyboard per animarla, ma poi decisero di non metterla più (forse perchè sembrava pedofilica, chissà). Purtroppo non so dirti come ritrovarla su youtube visto che la trovai per caso (hai presente quando cominci sempre a cliccare i video consigliati? Ahahahah). In ogni caso meglio così, che mi è sembrata una trovata inutile e anche un po' clichettosa.

    Comunque questo è il mio primo commento, ti ho scoperta ieri sera e mi sto leggendo tutti i post tutta d'un fiato. I miei più sentiti complimenti! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incrocio le dita per te, perché è uno spettacolo che merita davvero i soldi che costa (e poi lo danno anche a Londra, che è molto più accessibile di New York) :D

      Tra le canzone inedite la mia preferita forse è Shadowland, anche se ho una passione per Madness of the King, che trovo dia spessore alla situazione (e poi è divertente!). Alla fine mi è piaciuta anche Chow Down (anche se all'inizio mi ha fatto stranissimo sentire la parte delle iene cantata), e ho amato tantissimo tantissimo pure Lioness Hunt e Grasslands Chant (ma qui hanno concorso anche le scenografie e le coreografie stupende)!

      In ogni caso non sapevo che The Madness of the King fosse stata animata, adesso mi metto a cercarla (adoro queste cose, sembra di avere accesso a una scena "segreta") :D
      Secondo me quella parte, invece, dà senso al fatto che la savana si fosse impoverita e alla partenza di Nala. Scar è un bel personaggio ma è anche un pessimo re ed è proprio in quella scena che diviene molto chiaro :D
      Poi, immagino, ci siano stati dei problemi con il fatto che cercasse di sedurre Nala (come poi ci sono stati nell'attribuirgli Kovu come figlio ne Il Re Leone II) ma, in realtà, nei leoni funziona proprio così ;-P

      Grazie mille :D
      Se trovi qualche post interessante (nel bene o nel male ;-P) sentiti pure libera di commentare, Blogspot mi segnala anche i commenti ai post vecchissimi :D

      Elimina
  15. Vero, la coreografia di Grassland Chant è fantastica!

    Le voilà, sono riuscita a ritrovarlo! https://www.youtube.com/watch?v=zl8gDjaHWWA Per cercare eventuali altre scene basta usare le chiavi di ricerca "the lion king storyboard" su youtube :)
    E' che sono un'amante degli sketch e storyboard che precedono un'animazione perchè, come dici tu, sembra di accedere a qualcosa di segreto :D Ad esempio, lo sapevi che Elsa scappa da Arendelle perchè secondo una leggenda locale sarebbe nata una regina con poteri magici che avrebbe messo in pericolo la città? Addirittura erano già pronte le canzoni, con tutti gli spiegoni, ma alla fine hanno deciso di omettere questo particolare (e hanno fatto male, secondo me, perchè dava più senso alla fuga).

    Uhm, forse hai ragione, in effetti hanno dovuto spiegare come mai Nala si allontana e trova Simba.

    " in realtà, nei leoni funziona proprio così" Senza contare il fatto che Mufasa è l'unico leone ad avere figli, in quel branco; quindi Nala e Simba sono fratellastri. Menomale che da piccoli non ci si pensa, ahah!
    Perchè, nel sequel ci sono state obiezioni sul fatto che Scar avesse almeno un figlio?

    Ora come ora qualunque commento si ridurrebbe a un'infinita scritta composta da più "ahahah" di fila XD Anche laddove hai criticato le povere opere clampiche (ma caspita se hai ragione! Ahahahah!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la scena! Ma nel musical è resa un po' diversamente. Scar non fa minacciare le leonesse dalle iene (anche perché poi, anche con Scar morto, il problema delle iene sarebbe rimasto, altrimenti, non è che Simba poteva sconfiggerle tutte da solo) ma si limita a cercare di sedurre Nala. Poi lei prende atto che, visto che le cose vanno male nella savana e che Scar non intende fare nulla (e cerca invece di saltarle addosso), prende la sua decisione (in Shadowland, con la coreografia delle leonesse dietro) e parte spontaneamente (non viene esiliata) in cerca di aiuto.

      Effettivamente chi fosse il padre di Nala non viene mai specificato ma altri non può essere che Mufasa. Il problema, ne Il Re Leone 2, è che se Kovu fosse stato il figlio di Scar, allora sarebbe stato il cugino di primo grado di Kiara, la figlia di Simba (e sua futura sposa), per cui hanno fatto in modo che i due non fossero imparentati. Zira (la mamma di Kovu) avrà conosciuto lo Spirito Santo, visto che altri leoni maschi non ce n'erano XD

      Su Elsa, invece, no, non sapevo che ci fosse una scena di quel tipo tolta. E in effetti in quel modo ha molto più senso anche il comportamento dei genitori, che la cercano di nascondere ad ogni costo ^^

      Con le CLAMP ho un rapporto di amore-odio. Un po' le adoro, e un po' le tirerei sotto con una betoniera, potendo ;-P

      Elimina
  16. Non sono una grande fan dei musical, ma Il Re Leone è il mio film Disney preferito in assoluto e forse potrei fare un'eccezione. Dalla tua descrizione poi sembra uno spettacolo davvero epico, curato e che vale il costo del biglietto. Chissà che non mi capiti l'occasione un giorno o l'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente trovo che i musical in teatro e al cinema siano proprio due parrocchie diverse. Al cinema nemmeno a me fanno impazzire a ma a teatro è tutta un'altra storia :D
      Se ti capita, dagli una possibilità :D

      Elimina
  17. Che meraviglia! Dev'essere stato davvero uno spettacolo stupendo :D
    Anche io, quando sono stata a New York, ho sfruttato l'occasione per vedere uno spettacolo a Broadway: nel mio caso, "Sister Act". Che dire, una produzione incredibile. Ma anche vedere "Il re leone" non mi sarebbe dispiaciuto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato davvero meraviglioso *__*
      Anche Sister Act deve essere stato un grande spettacolo. Io sognavo Il Re Leone da un sacco ma c'erano anche una marea di altri bellissimi titoli :D

      Elimina
    2. Ti dico solo che l'introduzione, quella in cui dicono che sta per cominciare lo spettacolo, di spegnere i telefoni ecc. ecc., invece di essere un normale annuncio è stata quasi un'anteprima che si è conclusa con un "Datemi un Amen, fratelli!" :D

      Elimina
    3. Geniale *__*
      L'introduzione de Il Re Leone ti dico solo che l'ha fatta l'attrice che ha poi interpretato Rafiki ;-P

      Elimina
  18. Ma WOW! Io pensavo che indossassero dei costumi ridicoli e non li ho mai calcolati di striscio ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no! I costumi sono una meraviglia :D

      Elimina
  19. Rieccomi:
    https://www.youtube.com/watch?v=1kGEz1zDGgY
    che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello :D È proprio lo spezzone che sarebbe stato così bene nel film ;D

      Elimina
    2. già! Non si sente proprio che è amatoriale, è convincente al 100%
      ;)

      Elimina
  20. per gentilezza vorrei sapere se qualcuno e in possesso o dove posso aquistare il dvd del The Lion King - Musical a Broadway
    vi sarei veramente grato
    saluti

    RispondiElimina
  21. per gentilezza vorrei sapere se qualcuno e in possesso o dove posso aquistare il dvd del The Lion King - Musical a Broadway
    vi sarei veramente grato
    saluti

    RispondiElimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.