lunedì 10 novembre 2014

67

La storia della principessa splendente - Una ragazza nata da un bambù!

La locandina del film
La storia della principessa splendente (かぐや姫の物語 Kaguya-hime no monogatari, letteralmente "Il racconto della principessa splendente") è un film d'animazione del 2013, realizzato dallo Studio Ghibli per la regia di Isao Takahata (Una tomba per le lucciole, Omohide Poro Poro e Pom Poko). Ispirato al racconto tradizionale giapponese chiamato Taketori Monogatari (letteralmente "Il racconto di un tagliabambù"), in Italia è arrivato solo nel 2014, in concomitanza con il Lucca Comics & Games 2014 (lì proiettato in anteprima e poi per tre giorni nei cinema). La produzione dell'opera è durata ben otto anni ed è costata 5 miliardi di yen e ha vinto il Manichi Film Award come miglior film d'animazione e il premio del pubblico al Fanstastic Fest Award.

Okina vede il bambù illuminato
Un giorno di primavera Okina, un anziano tagliatore di bambù, mentre è nel bosco a raccogliere il bambù, nota uno strano tronco luminescente. Avvicinandosi incuriosito ad esso si accorge che sta avvenendo un miracolo. Infatti, dal terreno, vede sorgere e sbocciare rapidamente un bellissimo fiore, all'intero dei cui petali è custodita una piccola principessa in miniatura.
La piccola nel fiore
L'uomo prende la principessa e la porta a casa come un dono del Cielo e, proprio mentre la sta mostrando alla propria moglie, essa si trasforma in una neonata. L'anziana coppia decide allora di allevarla come se fosse figlia loro ma ben presto si renderà conto che la piccola non è una bambina normale, visto che cresce a ritmi serrati, diventando nell'arco di poco tempo una 
La piccola cresce felice
ragazzina vitale e scalmanata. Sempre nel bosco di bambù Okina trova anche dell'oro e delle pregiate stoffe da kimono, per cui decide che la vita in montagna non è quello che il Cielo desidera per la piccola Principessa, e decide di edificare un palazzo nella capitale in cui trasferirsi con tutta la famiglia. Da quel momento la vita di Principessa diventa ricca e sfarzosa ma le dure regole della vita artificiosa in cui è ora costretta la faranno sentire sempre più fuori posto.

La vita di corte
I personaggi messi in scena sono diversi. Alcuni appena accennati (ma comunque magnificamente dipinti), mentre i principali vengono adorabilmente approfonditi. In primis vi è Principessa, una ragazza troppo giovane per non essere trasportata dagli eventi, troppo diretta e concreta per amare la vita di corte e, soprattutto,
Principessa osserva un uccello in gabbia
troppo intelligente per poter apprezzare una vita falsa e fatta integralmente di apparenze e rituali. Principessa ama esprimersi e divertirsi, ama le piccole cose (come uno stufato di funghi e fagiano) e detesta di essere trattata come un bell'oggetto da esporre in una vetrina. La ragazza, però, è anche una persona gentile e
I cinque principi
premurosa verso i suoi genitori, per cui si adatta piano piano a quella nuova vita, facendosi rinchiudere sempre di più nella gabbia dorata del suo nuovo status sociale. Accanto a lei ci sono i suoi genitori. Okina (letteralmente "anziano uomo") è un buon padre, che desidera solo il meglio per la sua bambina e pensa che facendola diventare una damigella della snobbissima nobiltà della capitale [1] la renderà indubbiamente felice.
Ōna con la piccola Principessa
Però è anche un uomo semplice e poco empatico che non riesce mai a capire come la nuova situazione stia rendendo infelice Principessa. Ōna (letteralmente "anziana donna"), la moglie di Okina, invece, è una anziana dolce e molto attenta alla sua bambina. Lei capisce quello che sta succedendo e come tutte quelle le imposizioni stiano rendendo infelice la piccola ma non osa mai opporsi al volere del marito (forse anche per non rendere infelice lui).
Un'immagine stupenda
Quello che riesce a fare, però, è creare una piccola isola felice, un angolo in cui Principessa possa essere se stessa quando si allontana dalla sua istitutrice (la rigidissima Lady Sagami) e dai suoi doveri. A completare il quadro ci sono ancora il fratellone Sutemaru (un amico di Principessa, un ragazzino intelligente e perspicace che conosce sulle montagne e che rimane indubbiamente nel suo cuore), i suoi nobili pretendenti (cinque principi snob, stupidi - tutti in modi diversi - e incapaci di provare dei veri sentimenti) e, infine, addirittura il Mikado, il viziato e incapace di capire quando le sue attenzioni non sono affatto gradite.

Un esempio dell'animazione
Dal punto di vista tecnico bisogna dire che questo film è davvero un gioiello! I personaggi, sintetizzati e stilizzati ma espressivi come non mai, sembrano dipinti con un pennello da calligrafia e si muovono, leggeri e quasi impalpabili, su bellissimi sfondi acquarellati. I colori utilizzati sono tonalità principalmente pastello (con l'eccezione delle scene di disperazione di Principessa, in cui la tavolozza verte allo scuro e si macchia del rosso dell'akama che la fanciulla indossa mentre corre - tra l'altro la scena della corsa è stupenda dal punto di vista grafico!) e rendono ancora più affascinante e fiabesco l'intera opera.
Una parte della scena della corsa 
L'animazione è fluida e perfetta e riesce a ricreare anche con pochi movimenti ogni tipo di azione (in particolar modo ho molto apprezzato le scene in cui Pincipessa infante e ragazzina si muove e corre per la montagna, che con pochi fotogrammi riescono a far trasparire tutta la sua energia e la sua voglia di vivere). A completare il tutto vi è un ottimo comparto audio. La colonna sonora è stata scritta da un ispiratissimo Joe Hisashi, che riesce a riempire di dolci note l'intera opera e il doppiaggio italiano l'ho trovato decisamente all'altezza. Come sempre ultimamente (vedi La principessa Monoke, La città incantata e Si alza il vento, per fare alcuni esempi) l'adattamento è un dal gusto un bel po' arcaico ma devo dire che questa volta l'ho trovato perfettamente pertinente e assolutamente non legnoso.

La famigliola
In definitiva devo dire che La principessa splendente è un autentico capolavoro, che riesce a collimare una bella storia e dei personaggi approfonditi e magnificamente realizzati, con uno stile unico e indubbiamente affascinante. Tra l'altro è anche molto ammirevole il messaggio generale dell'opera (ovvero che i soldi non fanno la felicità e che non è
Nella povera casa dei due anziani
possibile amare qualcuno solo per sentito dire, screditando di fatto il concetto assurdo matrimoni combinati e l'oggettificazione della donna in base alla sua bellezza [2]) e quel suo piccolo monito finale (ossia di fare attenzione a quello che si desidera, perché lo si potrebbe anche ottenere). Però, e mi dispiace dirlo, non credo che sia un titolo adatto a tutti quanti.
Con i ciliegi in fiore
La principessa splendente è un film lento, pieno di dettagli (il dipinto che fa dei costumi della nobiltà di Kyoto è incredibile) e molto psicologico, e potrebbe risultare indigesto agli amanti di un cinema più immediato e fracassone (tipo la mia Dolce Metà, grande fan degli action movie americani, che credevo morisse di noia in sala). A tutti gli altri, invece, lo consiglio caldamente, visto che è davvero un film meraviglioso!
 
[1] Qui non si parla dei samurai (la nobiltà guerriera) ma l'antica nobiltà di Kyoto, quella che passava la vita tra rituali fissi, cerimonie e rigidi modi di fare, avvolta in abiti assurdamente complicati. In pratica era la corte del Mikado (l'imperatore).

La locandina giapponese
[2 - NOTA SPOILER] In generale, tutto il film è una critica alla dominazione dell'uomo nei confronti della donna. Se ben si osserva si ha innanzitutto la figura di Okina, che fallisce come padre, decidendo cosa sia meglio per la figlia senza mai domandarsi che cosa desideri veramente lei (e soprattutto senza mai ascoltare i consigli di chi lo circonda, specialmente sua moglie, che quando si osa fargli notare che ha sbagliato nell'interpretare i sentimenti di Principessa viene trattata come una povera idiota che non capisce nulla), seguito poi dai cinque principi, che non trattano la povera Principessa nemmeno come una persona ma desiderano solo possederla, come se fosse un bell'oggetto da esporre nelle loro sontuose case (e per ottenerla sono disposti ad usare il loro potere economico e ad abbandonare eventuali altre donne a cui erano legati, come se fossero spazzatura), e, infine, vi è anche l'imperatore, che addirittura non riesce a capacitarsi del fatto che la sua aggressione fisica alla giovane sia risultata sgradita. Ognuno di questi uomini pensa di sapere cosa sia giusto per la povera Principessa e la tratta come se fosse una specie di entità senza una propria forza di volontà, ma che, anzi, abbisogni di cure e di qualcuno che le dica chiaramente cosa fare e come comportarsi.
Dietro la tendina
A loro vanno poi aggiunti Sutemaru, che, pur essendo apparentemente un personaggi positivo, non è altro che l'ennesimo uomo che non avrebbe esitato un secondo ad abbandonare la proprio moglie e il proprio bambino, pur di avere Principessa (e non esita un secondo a riprenderseli - trattando di nuovo la moglie come un oggetto -, dopo aver capito che il suo ultimo incontro con la ragazza era stato solo un sogno), e gli uomini che si recano al banchetto. Questi ultimi sono la faccia più terrificante della prevaricazione. Quella che non rispetta assolutamente la donna ma ritiene di avere tutti i diritti a disporne come più gli piace e pare. Quella che chiude la povera fanciulla in una gabbia da cui non può fare nulla, neppure essere vista, e che parla di lei come se fosse troppo stupida per capire cosa le succede intorno!

La disperazione di Principessa e la Luna
Il risultato di queste dominazioni e prevaricazione è la catastrofe. Più figure maschili entrano nella vita di Principessa e più lei si chiude nel suo guscio, non riuscendo più a fuggire da una società che le impone il ruolo di ornamento e non di persona, cercando disperatamente di proteggersi senza peraltro ferire il padre (padre che riesce a dirle "Perché? È crudele" quando lei gli confessa di voler scappare dal palazzo perché non ce la fa più). 



author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





67 commenti :

  1. Aspetterò il DVD di questo gioiellino!
    Da noi non l'hanno dato al cinema....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace!
      Mi scordo sempre che non ovunque danno questi film (ed è un vero peccato!)

      Elimina
  2. Mi sono accorta che lo davano ad un cinema non troppo lontano solo all'ultimo momento per cui non l'ho visto, ma data l'ottima recensione lo metterò sicuramente nella lista dei film da vedere. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, che peccato!
      Comunque una visione la merita al 100% *__*

      PS: Non hai FB, vero? Sulla pagina di Prevalentemente Anime e Manga avviso qualche giorno prima delle uscite di questi film (di solito) :D

      Elimina
    2. Niente FB. :)

      Elimina
  3. Io me lo sono perso, ma voglio assolutamente vederlo, anche perché all'università avevo dovuto tradurre un adattamento della storia e mi ci ero affezionata (che fatica però!). La parte visiva mi ispira tantissimo e sono già pronta a commuovermi per la storia (che qui sembra molto più femminista che nell'originale).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Takahata ha apportato diverse modifiche alla storia originale, dando un'ottica molto più femminista e legata ai sentimenti individuali di Principessa. Se lo vedi spero che poi tu scriva un bel post di confronto tra l'originale e l'adattamento :D

      Elimina
  4. Voglio vederlo, ecco ;__;
    mi preoccupa un po' la lentezza, ma penso che questa venga compensata dalla bellezza delle immagini. Ogni fotogramma sembra un piccolo quadretto tradizionale *-*
    spero di poterlo recuperare in qualche modo >__<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bellissimo *__*
      Diciamo che è quel lento che condividono molti film asiatici, per cui, se ti piace il genere vai tranquilla che è un capolavoro :D

      Elimina
  5. Anche io devo aspettare il dvd o bluray... non sai quanta voglia ho di vederloooo! @_@
    Cmq la recensione e riflessioni che hai fatto sono splendide! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che esca presto, perché è davvero stupendo :D
      Grazie mille <3

      Elimina
  6. La grafica è molto particolare, sembra quasi un film degli anni '80!!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra addirittura un dipinto tradizionale in movimento, è splendido :D

      Elimina
  7. Purtroppo non l'ho potuto seguire...Dovro' aspettare l'uscita in DVD. Certo che in giro ne ho soltanto sentito parlare BENE, quindi l'attesa sarà abbastanza snervante ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne hai sentito parlare bene a ragione. Io l'ho adorato!
      Spero che esca presto il DVD :D

      Elimina
  8. Purtroppo nella mia regione non è disponibile nei cinema :( che disdetta... non ero a conoscenza di questo bellissimo film di animazione quindi l'ho scoperto grazie a te :) spero di poterlo vedere appena risulterà disponibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, mi dispiace che non lo diano nella tua regione (ma so è stato proiettato a macchia di leopardo, purtroppo)!
      Spero che ti piacerà perché è davvero un gioiellino (e sono davvero felice di avertelo fatto scoprire) :D

      Elimina
  9. Conosco bene la storia della principessa bambù, e se c'è un film dello studio ghibli che la racconta con la sua poetica animazione, beh, non me lo posso perdere! Devo trovare il sistema per vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è veramente stupendo e se già ti piace la storia originale non te lo puoi proprio perdere :D

      Elimina
  10. L'ho perso ed è per questo che ho saltato alcune parti della tua recensione. Spero di recuperarlo presto, adoro sia l'animazione che la storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene a saltare, purtroppo qualche spoiler nelle recensioni c'è sempre (e non è messo per cattiveria ma altrimenti non si riesce a parlare dell'opera ;-P) ^^
      Il film, in ogni caso, è bellissimo *__*

      Elimina
    2. Ovvio, appena lo vedo tornerò a leggere tutto per bene. Faccio sempre così :)

      Elimina
  11. A me rimane solo la tristezza di non averlo potuto vedere. Spero che il DVD esca presto, così recupero!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace ç__ç
      Ho visto che in molti hanno avuto difficoltà a vederlo, speriamo che prossimamente i cinema migliorino le proiezioni!

      Elimina
  12. Purtroppo dalle mie parti non è arrivato, spero di poterlo vedere presto in streaming. Comunque il trailer mi ha da subito colpita per la particolare scelta grafica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato merita davvero molto!
      La scelta grafica è molto particolare, all'inizio fa un po' strano ma poi coinvolge al 100% :D

      Elimina
  13. Ciao, è da un po' che non mi faccio sentire su questo blog ^_^
    Ottima recensione, complimenti, concordo praticamente su tutto, o quasi. L'unica cosa su cui non la penso (del tutto) come te è la tematica femminista. Per carità, è un tema davvero importante del film, ed è trattato in maniera magistrale, ma non è questo il cambiamento principale di Takahata. Infatti, anche l'opera originale aveva molto di questo spirito (come molte delle opere femminili intorno all'anno 1000), e Takahata l'ha solamente approfondito. Ne sono stato felice: temevo in una vera revisione femminista dell'opera! Non ho nulla contro il femminismo, ma penso che il fascino di una storia stia anche nella mentalità diversa che ci propone! Se fatta male, la questione del femminismo nel film l'avrebbe potuto rendere una bruttura come 'Maleficent', ma così non è stato, per fortuna. In ogni caso, Kaguya è un personaggio da sempre noto come trasgressivo e 'moderno' in Giappone: la volontà di non essere 'oggettificata' (termine che ovviamente aggiunto nel film, dato che è abbastanza moderno) c'è anche nell'opera originale, l'unica nota femminista che effettivamente non c'era in origine è la sottotrama dell'imperatore.
    Il più grande cambiamento del film, a mio parere, è
    [SPOILER]
    quella sorta di 'sotto-morale' del film, che nell'opera originale è di ispirazione buddhista (ossia il viaggio verso la Luna è fonte di gioia), mentre qui è stato mutato in un messaggio piuttosto shintoista (amore verso le passioni della vita e verso le meraviglie della natura).
    Bellissimo film, comunque. Mi hanno fatto arrabbiare le interferenze dei bambini in sala, ma in fondo, poveretti, non era nemmeno un film per loro! Il massimo è stato un bambino alla mia destra che, a metà del film, ha urlato: "MA UN FILM CON DISEGNI MIGLIORI NO, EH?".

    P.S.
    Farai mai una recensione de 'I guardiani della galassia'? Ci spererei tantissimo, è un film davvero bello. Il procione cazzuto (sai cosa ne penso degli animali nei film, e il procione è il mio animale preferito) è bastato a convincermi ad andare a vederlo, ma il film è ottimo in ogni caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e bentornato!
      Devo confessare non aver letto la storia originale (se non il riassunto su Wikipedia - dovrei rimediare, lo so!), quindi mi sono astenuta attentamente dal fare confronti.
      Takahata, secondo me, riesce a rendere meravigliosamente la frustrazione di Principessa, chiusa in una gabbia dorata che diventa sempre più stretta e costrittiva man mano che diventa una donna.
      Per come è la trama della storia suppongo che già l'originale avesse un messaggio molto femminista di denuncia ^^

      Maleficent, secondo me non è un film femminista. È un film brutto. In ogni caso il motore di tutto è sempre un uomo e la vita della donna (ossia Malefica) rimane sempre legata indissolubilmente a quella dell'uomo (Stefano) che le usato violenza. L'unica cosa che fa quel film è di riciclare l'idea (che in altro contesto era stato vincente) dell'amore inteso non come "amore romantico" ma come "amore di madre/sorella" già visto in Ribelle e Frozen ^^

      [SPOILER] Effettivamente non ci avevo fatto caso ma credo tu abbia ragione sul discorso della sotto-morale religiosa ^^ [FINE SPOILER]

      Per fortuna l'ho visto di sera e in sala c'erano solo adulti e nessun bambino. Portare un bambino a vedere un film di questo genere è una cattiveria per lui e un sintomo di ignoranza becera per il genitore (continuo a dire che questo non sia un film per tutti, specialmente per i più piccoli!).

      PS: Non credo che la farò. Il film non mi è dispiaciuto ma ci sono alcune cose che non mi hanno esaltata (per dire, in alcune parti è talmente artefatto che non è riuscito a coinvolgermi e poi - e lo so che è una fissa - trovo che la caratterizzazione dei personaggi sia stata un po' povera) ^^

      Elimina
    2. Guarda, la cosa principale che Takahata ha aggiunto è la voce di Kaguya che parla dei suoi sentimenti in prima persona, mentre nel racconto originale (come consueto, nelle opere precedenti al 'Genji Monogatari') il punto di vista è abbastanza impersonale, dall'alto. Che poi si tratta di una fiaba, cose del genere non sono rare nemmeno nelle nostre tradizioni. Vedi come, per esempio, 'Cenerentola' della Disney (sono molto curioso per il prossimo live action!) approfondisce la psicologia della protagonista (ma non quella dello stoccafis... ehm, principe!). Nella fiaba originale immagino si narrasse solo la storia.
      No, neanche per me 'Maleficent' è un film femminista vero e proprio. Qui, con 'femminista' intendevo (in maniera dispregiativa) quelle storie che sono modificate solo per non offendere il pubblico femminile. Con 'Frozen' ci sono riusciti, con 'Maleficent' è tutto 'E INVECE NO! SONO STATE LE DONNE A TESSERE TUTTA LA TRAMA!!!!! GLI UOMINI SONO INUTILI!!!!'. Da notare che, sia in 'Frozen' che ne 'La storia della principessa splendente' il tutto è fatto in maniera più magistrale.

      [SPOILER] Alla fine del film io stavo quasi per piangere, fa' un po' tu! Non l'ho fatto perché non mi piace farlo al cinema :) [FINE SPOILER]

      [INIZIO SPOILER SU 'I GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      Mi dispiace moltissimo che non ti sia piaciuto (molto) 'I guardiani della galassia'! Io l'ho trovato un film molto carino. Penso che si sia rivelato inaspettatamente profondo proprio perché non aveva nessuna pretesa di esserlo, e c'era sempre quel pizzico di autoironia che in un film Marvel o comunque supereroistico non dovrebbe mai mancare (altrimenti si rischia di far sembrare i film davvero ridicoli, cosa che è successa). Certo, ci sono dei momenti stupidi, tipo il classico discorso del cattivone prima di dare l'attacco finale con il martello... ehm, cosa stai ad aspettare? ma il film in generale mi è piaciuto molto, soprattutto quando Star Lord ascolta la seconda cassetta che gli ha regalato sua madre. E vogliamo parlare di quando Rocket piange perché Groot è morto? Adoro i tipi duri e cazzuti, che alle occasioni sanno tirare fuori un cuore d'oro, è uno dei miei archetipi preferiti! La caratterizzazione dei personaggi mi è piaciuta, forse la parte più carente è lo sviluppo psicologico, per alcuni solo abbozzato... Voglio assolutamente leggere i fumetti!

      Elimina
    3. Capisco cosa intendi sul narrare la storia e in effetti è vero.
      Per quanto riguarda la Disney: in generale le psicologie dei primi principi sono lasciate un po' incompiute (salverei forse solo il principe Filippo) ma anche il principe di Biancaneve non scherza XD Anche io aspetto quel film :D

      Io personalmente odio quelle storie create "per non offendere". Ora, se la tua protagonista è una stronza, bene, il mondo è pieno di stronze con l'offesa facile, lasciala essere se stesse! Già in Frozen personalmente ho patito l'assenza di controparti maschili all'altezza di Anna e Elsa (anche se il film mi è piaciuto parecchio, specialmente per il carisma delle due protagoniste) ma in Maleficent i personaggi maschili sono talmente inutili da essere improbabili e macchiettistici!

      [SPOILER] Io non ho nessun problema a piangere al cinema ;-P Per me è inutile provare a resistere XD[FINE SPOIER]

      [SPOILER SU I GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      Premessa che l'ho trovato carino e molto migliore di tutti i cine-comics usciti ultimamente (e per ultimamente comprendo anche Il ritorno del Cavaliere Oscuro) ma trovo comunque che manchi ancora qualcosa per renderlo un "gran bel film".
      Il fatto che si sia giocato la carta dell'autoironia e della nessuna pretesa gli fa indubbiamente onore (a differenza di certi film pesissimi solo perché si prendono esageratamente sul serio) ma i personaggi li ho trovati davvero fragili. Ci sono delle scene costruite ad arte (tipo quella di Rocket che citi, ma anche quella alla "Il tempo delle mele" tra Gamora e StarLord) per accattivare il pubblico ma una caratterizzazione solida è un'altra cosa. Prendiamo Groot, per esempio se dovessi descriverlo senza descrivere il suo aspetto o il suo ruolo nel gruppo direi che è "forte" e "poco furbo" e fondamentalmente basta (che poi è anche la stessa caratterizzazione di Drax). Poi io sono impallinata con la caratterizzazione dei personaggi ma trovo che potevano fare un pelino di più ^^
      [FINE SPOILER SUI GUARDIANI]


      La morte/non morte di Groot è un "finto finale triste"! (vedi post sui finali che ho pubblicato il mese scorso - prima di vedere il film) Secondo me era abbastanza chiaro che se la sarebbe cavata il buon alberone :D

      PS: Ho comprato i volumi di Kimba il leone bianco e volevo preparare uno speciale su Il Re Leone e Kimba (visto anche che quest'estate ho visto lo spettacolo a Broadway) :D

      Elimina
    4. Dai, salvami il povero principe di Biancaneve! Ok, è inutile, ma più per limiti tecnici: eran troppo difficili da animare ulteriori scene con lui come protagonista, ma, perlomeno, prima conosce (per dieci secondi xD) Biancaneve. Lo so, oggi è una cosa idiota, ma all'epoca non era male... tieni conto che nelle fiabe (stesso discorso di Kaguya :P) i personaggi NON hanno psicologia, di solito: fanno solo azioni!

      Ecco, sui film creati per non offendere la penso come te, e penso anche che, negli ultimi (10-15) anni, ci sia la brutta tendenza (per dare più spazio alle ragazze e donne, cosa giusta) di dare loro spalle maschili idiote. Mi piacciono invece i film con una buona parità, parità che, purtroppo, concordo che manchi in 'Frozen'. In ogni caso, se la sono cavata per il rotto della cuffia con il buon personaggio di Kristoff, che, se ci pensi bene, è il miglior personaggio del film: non ha nulla da apprendere o da maturare, ed è fondamentale per la crescita di Anna.

      [SPOILER GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      Guarda, io forse sono un po' poco obiettivo sui Guardiani, perché ero tutto gasato dal procione cazzuto, ma condivido le tue osservazioni. Penso che Groot e Drax siano i meno approfonditi, come dici tu, ma le loro parti comiche li salvano. Penso che Drax sia un po' l'anima di noi linguisti, che chiede sempre il significato di tutte le espressioni xD Se si metteva anche a ragionare sulle etimologie ero proprio io (con l'aggiunta di uno o due muscoli :P). Per quanto riguarda la 'morte' di Groot, sono d'accordo che era ovvio che sarebbe rinato, ma... mi piacciono troppo le scene dove il duro di turno si scioglie e mostra il suo lato tenero. Tra l'altro, Rocket ha anche delle motivazioni per essere un duro, dopo tutte le sofferenze che ha patito. Non direi che il tutto costituisce una caratterizzazione solida, ma considera che si sono lasciati la pista aperta per un nuovo film, e soprattutto confronta con troppi altri eroi Marvel xD

      Hai già letto Kimba? Io l'ho fatto, e non mi è piaciuto molto! Non concordo su quelli che parlano di plagio del 'Re Leone', le due trame son troppo diverse!

      Elimina
    5. Sul principe di Biancaneve bisogna anche dire che poi va di persona a svegliare la sua bella, mentre quel cefalo che si becca la povera Cenerentola non muove un dito (è suo padre che manda il Granduca a cercarla, una tristezza senza fine XD).

      Purtroppo, invece di sforzarsi di creare dei bei personaggi femminili è molto più facile mettere in scena un bello stereotipone con vicino dei personaggi ancora più brutti per far contrasto >__<
      In Frozen Kristoff è un buon personaggio ma l'ho trovato più un mezzo per far procedere la trama (Anna non sarebbe mai arrivata da Elsa da sola) che non un "maestro". Anzi, se proprio devo dire ho trovato che sia uno dei personaggi che ha molto da apprendere. Anche lui è una persona con grossi problemi di socializzazione (come Elsa ma per motivi versi - e, giuro, per un attimo ho pensato che sarebbe stato il cavaliere della regina) e una come Anna, spontanea e estrosa, lo aiuta moltissimo :D

      [SPOILER GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      Le parti comiche fanno miracoli (vedi in Thor II, che mi ha fatto schifissimo, la parte con Loki non l'ho trovata malvagia) ma probabilmente al gruppo manca un pelo di carisma. Ecco forse il problema è che non c'è un personaggio che "buca lo schermo" come il Loki di Tom Hiddleston (nota: non sono una fangirl di Hiddleston ma devo dire che il suo personaggio è il migliore dell'universo Marvel fin ora visto) ^^
      Drax adesso me lo immagino come portabandiera dei linguisti XD

      Rocket secondo me è il personaggio più interessante del gruppo (come detto Drax e Groot sono un po' poveri di caratterizzazione) e Star Lord e Gamora sono i classici belloni un po' stereotipati e mi è dispiaciuto che non gli abbiano dedicato almeno un piccolo flashback. Ecco così sarebbe stato un personaggio molto più completo (e poi adoro i flashback in cui i duri sono piccoli e coccolosi) ^^
      [FINE SPOILER]

      Ho letto il primo volume e devo concordare pienamente sul fatto che la storia non c'entra una cippa con quella de Il Re Leone (per adesso) ^^

      Elimina
    6. Ho purtroppo scoperto che anche il principe-sagoma di cartone di Cenerentola aveva più spessore, ma han tagliato troppe scene per questione di tempo... peccato!

      Sono d'accordo sulla tua interpretazione di Kristoff, a sua discolpa io direi che le sue mancanze non sono colpa sua, ma solamente degli orribili genitori da cui è stato cresciuto. E che hanno fatto uno dei peggiori numeri musicali in assoluto. E comunque le sue falle alla fine non sono nemmeno affrontate nel film! In ogni caso mi spiace molto che sia stato sfruttato più che altro come personaggio comico, oltre che come manichino da trama.

      [DI NUOVO SPOILER GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      'Thor II' della serie Marvel mi manca ma lo vedrò a breve (sto tappando i buchi della serie :D). Concordo che Rocket sia il personaggio migliore, ma a me nessuno è dispiaciuto, in fondo. Star Lord e Gamora saranno anche un po' (non del tuttissimo) stereotipati, ma l'ironia del film, per me, valorizza un pochino proprio questi stereotipacci!
      Se ti interessa un flashback/prequel ufficiale Marvel:
      http://www.amazon.com/Rocket-Raccoon-Guardians-Galaxy-Marvel/dp/B00L6H1XIE/ref=sr_1_3?s=books&ie=UTF8&qid=1416253224&sr=1-3&keywords=rocket+raccoon

      P.S. Ti dico che da 'fanatico di procioni' non mi piace molto come l'han disegnato. Non ha tanti di quei piccoli elementi che rendono questo animale un'opera d'arte della Natura, come quel corpo enorme con le zampe tozze, e nemmeno il musetto ci assomiglia... Ma recupererò comunque la serie, e ti farò sapere se merita.

      Ah, sì. Drax è il paladino dei linguisti. E' grazie a lui che abbiamo la maggior parte della documentazione delle lingue non Terrestri.

      [FINE SPOILER]

      Ma cosa ne pensi di Kimba? Io non l'ho mai troppo amato, perché (tranquilla, niente spoiler!) per me si concentra su troppe trame, è molto ingenuo in certi passaggi della trama, e il modo con cui gli africani sono rappresentati... beh, ok che erano gli anni '50, ma questo era troppo anche per allora >:(

      Elimina
    7. Un peccato davvero, perché quel principe è il peggiore che abbiano mai messo in scena (povera Cenerentola, sbattersi così per un manichino da esposizione) XD

      Il numero dei troll è stato davvero orrendo e inutile, nell'economia del film (preferivo un flashback su Hans, piuttosto - si vede che ho il pallino dei flashback, no?). Quando ero piccola, con le dovute eccezioni, non ero una fan delle parte musicali, ma adesso mi piacciono parecchio. Ma la canzone dei troll no, quella è terribile >__<

      [SPOILER GUARDIANI DELLA GALASSIA]
      Star Lord un po' di approfondimento ce l'ha (il suo passato, la mamma morta, i genitori "adottivi" - anche se ci sarebbe stato un minimo di riferimento in più alla sua vita sulla nave spaziale e al suo rapporto con il capitano) ma Gamora è davvero povera, da questo punto di vista. Non si vede nulla del suo passato (a cui lei appena accenna) e del suo rapporto con il padre e la sorella adottiva (dice di odiare il primo ma non si sa bene perché e come l'abbia trattata), non si sa per nulla dove e come è cresciuta, non si capisce da dove tiri fuori tutta la fiducia nei suoi nuovi compagni di avventure e, soprattutto, non è ben chiaro da dove nasca il suo desiderio di tradire il padre.

      PS: Credo che l'abbiano antropomorfizzato/gattizzato per renderlo più simpatico al grande pubblico ^^

      [FINE SPOILER]

      Lo sto leggendo ma, effettivamente, lo trovo anche io ingenuotto su certi passaggi (sono ancora al volume uno) ^^

      Elimina
    8. Hai visto il trailer del nuovo film di 'Cenerentola'? Pare molto bello... si vede che sono riusciti a dare un po' di indipendenza a Cenerentola, senza però stravolgere quella che era la condizione delle donne in quel periodo (cosa che 'Maleficent' ha ASSOLUTAMENTE fatto altrettanto bene). In più lei e il principe si incontrano prima del ballo, che non guasta affatto (anche se Richard Madden mi inquieta non poco...), e, a quanto, all'inizio non dice di essere principe. Helena Bonham Carter come la fata ci scommetto che sarà grandiosa, anche se non si vede molto nel trailer. Insomma, ho ottime aspettative!

      Ti capisco sul numero dei troll, è anche pieno di battutine da bambini di cinque anni che stonano tantissimo con il tono che il film stava prendendo (ehm... Anna non sta morendo assiderata?). Quando sono andato a vedere 'Frozen' col karaoke, mi sono rifiutato di cantare quell'obbrobrio!

      [SPOILER GUARDIANI]
      Sì, sono d'accordo su Gamora, anche se devo dire che sia interessante come sia lei che sua sorella Nebula abbiamo lo stesso obiettivo, ma lo cerchino di raggiungere in modo diverso. Poi non è che come cosa sia poi così approfondita, ma spero nel seguito!

      P.S.: Riguardandolo, ho un po' rivalutato il 'Rocket' della miniserie, anche se resta comunque qualcosa di completamente diverso da un procione :)

      [FINE SPOILER]

      Per quanto riguarda Kimba, una delle cose che mi ha dato più fastidio (penso proprio tu ci sia arrivata, in ogni caso non è uno spoiler), una volta in Africa, non si comporti per niente come animale, ma anzi, insegni a tutti gli animali a comportarsi come umani. Boh, il mondo del Re Leone era molto più interessante, su questo versante, con gli animali che non erano quasi per nulla antropomorfizzati.

      Elimina
    9. No, non l'ho acora visto ma, normalmente, cerco di evitare i trailer perché li trovo tremendamente lunghi e spoilersi XD
      Helena Bonam Carter come fata mi fa salire l'hype tantissimo *__*

      Secondo me nel film c'erano due canzoni di troppo: quella dei troll e quella di Olaf che non c'azzecca nulla con quello che sta succedendo ed è anche abbastanza triste XD
      Cinema con il karaoke? E dove lo fanno? *__*

      [SPOILER GUARDIANI]
      Spero anche io in un bell'approfondimento nel seguito. Hanno tutto il tempo e i mezzi per fare un bel lavoro ^^

      PS: Credo che sia un po' un problema di quasi tutti gli animali antropomorfi usati in comics, cartoni e film. Pensa alle tartarughe ninja, ormai non assomigliano nemmeno più a delle vere tartarughe XD
      [FINE SPOILER]

      [SPOILER KIMBA]
      Sì, a quella parte ci sono arrivata. In realtà sto trovando proprio fastidioso il personaggio di Kimba, a cui gli animali chiedono aiuto disperati (anche se non ho ancora capito che faccia di male il cattivissimo) e lui fa i capricci e continua a dire che la foresta gli fa schifo e che vuole vivere in città! XD

      Elimina
    10. Ehm, allora spero che quello che ti ho detto di 'Cinderella' (ho scoperto che terranno il titolo inglese, come con 'Maleficent'! Ma che senso ha!?) non conti come 'spoiler', perché è tutto quello che dicono nel trailer. Quindi, se vuoi vederlo fai pure, a meno che tu non ti voglia vedere le immagini solo al cinema. E' breve, meno di tre minuti, comunque. C'è persino Lucifero (so che ami i gatti... pure io!) <3
      Helena Bonham Carter è bravissima perché è una delle attrici più versatili del mondo, quindi può fare qualunque parte in maniera impeccabile. Speriamo in lei!!!

      La canzone di Olaf a me piace molto, e penso che il fatto che sia fuori luogo faccia parte del fascino della canzone, così come lo stile di animazione molto strano (sembrano pastelli...) e gli anacronismi! E' un po' triste, sì...
      Non era il cinema, con il karaoke (magari!) era una distribuzione speciale di 'Frozen' di Marzo, in cui con le canzoni apparivano anche i testi! Peccato che nella sala solo io e i miei due amici cantavamo xD Brescia, comunque :)

      [SPOILER GUARDIANI]
      Spero anche in un po' di approfondimento per Nebula, e soprattutto per Drax. Il protagonista penso che, seppur non sia caratterizzato a tutto tondo, comunque lo sia in una maniera decente, per un film del genere.
      P.S. Come ti ho detto, gli animali 'parlanti' mi piacciono di più se sono realistici. Per fortuna che, nella serie animata de 'I guardiani della galassia' dell'anno prossimo Rocket sarà sempre un procione realistico, come nel film (del resto, lì non poteva essere antropomorfizzato!) e nelle 26 uscite originali del fumetto (che mi procurerò quanto prima, le stanno raccogliendo il 2-3 volumi...).

      [FINE SPOILER; INIZIO SPOILER KIMBA]
      Sì, appunto, Kimba è molto irritante perché prima fa una lagna infinita perché vuole tornare nella giungla (tra l'altro... giungla nella savana... !?), poi, una volta arrivato, non fa altro che lamentarsi della mancanza delle comodità della città. Lo so, è perché lui era nato in cattività e quindi non aveva idea di bla-bla-bla, ma è comunque irritante a livelli esagerati.
      Posso chiederti se sei arrivata a quando (di nuovo, nessuno spoiler particolare) Kimba organizza una certa cosa per risolvere il problema del cibo? E' una delle parti meno sensate del fumetto!

      Elimina
    11. Meglio i titoli in inglese che certi accrocchi italianizzati che ogni tanto ci rifilano XD
      Helena Bonham Carter sento che sarà una grande fata (anche se poi il film potrebbe soffrire del fenomeno "le scene di Loki sono le più belle di tutto Thor II che per il resto fa dormire") XD

      [SPOILER FROZEN]
      Su Olaf: io ero con Kristoff, gli avrei detto la verità ;-P
      Tra l'altro, sempre su Olaf, ma se lui si fosse fuso davanti al caminetto per tener compagnia e scaldare Anna semicongelata, non era anche quello un gesto d'amore? Non sarebbe bastato a rompere l'incantesimo?

      Ah, ok ^^ Dalle mie parti non le fanno queste cose ^^
      [FINE SPOILER FROZEN]

      Serie animata dei Guardiani? *__* Sento che la vedrò! Di solito le versioni animate mi convincono di più delle controparti realizzate con attori in carne ed ossa. Non per riattaccare il discorso su Batman ma i suoi film con attori veri non mi convincono mai troppo (anzi, spesso sono delle vere brutture) mentre le controparti animate (serie animate e film) mi danno molta più soddisfazione (bhe, quasi tutte, anche lì c'è l'eccezione >__<) ^^

      [SPOILER KIMBA]
      Se intendi la storia dell'agricoltura sì, sono proprio lì e lo sto leggendo con gli occhi sbarrati! Non esprimo un giudizio finché non ho finito ma devo dire che mi aspettavo qualcosa di più l'ambientazione è curata poco e, come dicevi tu, certi stereotipi sono anche abbastanza razzisti (poi c'è da vedere il periodo in cui è stato scritto e tutto quanto ma succo non cambia).

      Elimina
    12. Mmm... sarà che sono purista (ma non fascista! Che peccato che queste due cose sono sempre associate!) ma sono del parere che, se un titolo ha un senso in originale, andrebbe reso anche in italiano. Ok, 'Frozen' non è la cosa più facile da tradurre, ma penso che un compromesso come 'Il regno congelato' non sarebbe male. Che ne pensi di questa mia umile proposta :)
      Spero anch'io nella Carter, spero non rubi la scena alla protagonista. Parlando di Loki... ho visto gli altri film con lui ('Thor - Dark World' devo ancora recuperarlo), ma non mi entusiasma, come personaggio. Voglio dire, l'interpretazione è buonissima, ma trovo che il personaggio sia un po' piatto. A meno che non si riscatti nel film che ancora non ho visto...

      [SPOILER FROZEN]
      Anch'io ero d'accordo con Kristoff! Non so perché Anna sia così decisa a tenere il segreto!
      Non so se il gesto d'amore di Olaf sarebbe servito, c'è chi si chiede se anche quello di Kristoff sarebbe servito a qualcosa! Povero Kristoff, almeno potevano lasciargli la scena in cui dava un bel rovescio a Hans (e invece l'han fatto fare ad Anna perché GIRL POWER!)...
      Guarda, il karaoke l'avrei apprezzato se non c'erano le voci cantate, messo così non era 'sto granché...
      [FINE SPOILER]

      Pur non essendo un grande esperto di supereroi, condivido la tua opinione sui film con attori veri. Penso che uno dei grandi pregi dei Guardiani sia proprio il non prendersi sul serio, a differenza di molti altri Marvel...
      Ci spero un sacchissimo, comunque. Se ti interessa c'è un'anteprima con Rocket!
      https://www.youtube.com/watch?v=mLAU6jF0qwY

      [SPOILER KIMBA]
      Non sono sicuro che sia l'agricoltura, ti dico solo una parola (che non costituisce in ogni caso un 'grande' spoiler):
      ristorante.
      Ecco, quello è ancora più assurdo dell'agricoltura! Vedrai, vedrai...
      Certo, erano altri tempi, ma alcuni stereotipi li vedo come molto cattivi anche per quell'epoca!
      [FINE SPOILER KIMBA]

      P.S.
      Spero di non andare troppo fuori argomento (ormai ci siamo andati ampiamente, ma se vuoi puoi togliere questa parte di commento xD). Mi è venuto in mente perché parlavamo, in merito a Rocket, di animali antropomorfi. Volevo chiederti se hai mai visto 'Fantastic mr Fox'. Se non l'hai fatto, beh, devi guardartelo (in inglese! Nemmeno con i sottotitoli in italiano, la traduzione è bruttina!); è davvero una piccola perla, e uno dei pochi lavori animati occidentali destinato agli adulti, anche se non c'è nulla di inappropriato per un bambino.

      Elimina
    13. Per me "Il regno ghiacciato" sarebbe andato più che bene (o anche solo "Ghiacciato") ma secondo me hanno tenuto il titolo originale per questione di marketing: così su giocattoli e varie non hanno dovuto cambiare il logo (Frozen è un titolo che ha ben due personaggi - Elsa e Anna - che sono entrati nella linea Disney Princess) ;-P

      Rispetto al personaggi di Thor (ma anche di Capitan America e compagnia), trovo che Loki sia già ben caratterizzato, anche se la parte di Thor II è interessante sulla sua figura già mi era piaciuto in Thor I :D

      [SPOILER FROZEN]
      Io sono favorevole allo sganassone di Anna. Alla fine era lei che era stata tradita e in tutto il film ha dimostrato di non essere una "Donzella in Difficoltà". Perché farsi proteggere a quel punto? Non avrebbe avuto senso :D
      Kristoff non aveva nulla a che fare con Hans ;-P
      [FINE SPOILER]

      Uhm, il character design è un po' troppo realistico per i miei gusti (specie Star Lord, io preferisco i personaggi un po' più "cartonosi"), ma vedremo, potrebbe essere molto interessante :D

      [SPOILER KIMBA]
      Ho finito di leggere il secondo volume e la parte del ristorante era davvero assurdissima >__<
      Trovo che la Disney abbia riciclato alcune scene ad effetto ma che di plagio proprio non si possa parlare >__<
      [FINE SPOILER KIMBA]

      PS: Non ti preoccupare ;-P
      No, non l'ho visto, lo metto in lista :D

      Elimina
    14. Sono d'accordo sul motivo per cui hanno lasciato il titolo in inglese; probabilmente era anche per non dover rifare (o farsi rifare dalla Disney) il titolo in CGI! Stesso motivo per cui 'Maleficent' non è stato tradotto (ma il nome della protagonista nel film sì!). Boh...

      [SPOILER FROZEN]

      Ok, lo ammetto che il pugno di Kristoff non aveva molto senso, ma ammetto che mi sarebbe piaciuto di più, giusto per dare un po' di utilità a quel personaggio davvero sprecato.

      [FINE SPOILER]

      Guarda, ho anch'io delle riserve sull'animazione e i disegni, entrambi mi paiono un tantino grezzi. Spero sia solo perché è un'anteprima...

      [SPOILER KIMBA]
      Ecco, per me il ristorante è stato uno dei punti bassi della serie, ed è proprio in questi casi che la Disney vince nettamente il confronto: dove la casa statunitense giustifica la convivenza tra carnivori ed erbivori come una cosa in equilibrio con il discorso dei corpi che diventano erba, Kimba cosa fa? Semplice: facciamo un ristorante e ognuno porta del cibo, a caso. Scusa, ma la carne che portano i carnivori, verrà da qualche animale, no? Boh, queste cose mi fanno cadere le braccia.
      La questione del plagio alla Disney è davvero ridicola, se non l'avessi saputo (e non ci fosse stato di mezzo il nome dei protagonisti, anche se si tratta di omaggio) non ci avrei mai pensato!
      Ah, e quanto è brutta la sottotrama in cui la tribù africana venera la tizia bianca (non ho ben capito di che nazionalità sia, se non sbaglio da qualche parte c'era scritto 'Arabia', ma immagino siano coloni) come una dea perché... la penna si è messa a perdere inchiostro!? Questo era troppo anche per gli anni '50, direi!
      [FINE SPOILER KIMBA]
      Ah, comunque Kimba in Swahili vuol dire 'cadavere' o 'ammasso di sterco'.
      Vuoi la conferma?
      http://kamusi.org/define?headword=kimba&to_language=371
      Mmm...

      P.S.
      Vedrai, il film merita davvero! Non ha fatto successo (e quindi non lo conosce nessuno) proprio perché molti si aspettavano un film per bambini, e invece si sono trovati davanti un lavoro surreale, introspettivo e complesso.
      Non dico che non possa piacere a dei bambini; del resto anche a me, da bambino, piacevano dei film per adulti (il che non implica che fossero volgari o violenti, ovvio!).

      Elimina
    15. [SPOILER KIMBA]
      Nel frattempo ho finito di leggerlo! Il ristorante è un punto basso ma non scherza anche la storia dei vaccini con la mega-siringona! La Disney prende degli animali e li fa comportare in modo credibile (ci sono un paio di incongruenze anche lì, secondo me, ma sono questioni minori - tipo Scar, che non avrebbe dovuto rimanere con il branco sotto il dominio di Mufasa, fratello o non fratello) mentre Tezuka si vede che non ha proprio idea di cosa sia effettivamente un grande felino.
      E poi ho trovato terribile il continuo ruolo salvifico dell'uomo bianco/giapponese! Ma non mi dilungo che se tutto va bene prestissimo arriva una recensione come si deve :D
      Sul plagio, sto preparando anche un post, che secondo me la Disney si è ispirata all'estetica di alcune scene ma da lì a gridare al plagio ce ne vuole!

      Oddio °__° Non immaginavo che Kimba avesse quel significato!

      [FINE SPOILER KIMBA]

      Elimina
    16. [SPOILER KIMBA]
      Nooo! La siringona! Non me la ricordavo xD Hai ragione, altro punto basso... che poi, se non mi sbaglio, si parlava di una malattia che colpiva solo gli animali e non l'uomo,.. cioè, TUTTI gli animali tranne l'uomo? Cos'ha l'uomo di così speciale!?
      Invece la Disney, come dici tu, ha studiato attentamente il comportamento dei vari animali, e si vede! Forse, più che il fatto che Scar rimanga col branco, mi suona più strano il rapporto tra Simba e Timon e Pumbaa. Cioè, prima i confini tra le varie specie, in termini di amicizia, non erano stati varcati, mentre ora 'sti due hanno un rapporto privilegiato col re e non rischieranno mai di essere divorati. Anche per Zazu vale lo stesso... Mi sarebbe piaciuta almeno una battuta carina, o un 'Lampshade Hanging' (lo conosci TvTropes?):
      http://tvtropes.org/pmwiki/pmwiki.php/Main/LampshadeHanging
      Sì, l'uomo bianco o giapponese che salva sempre tutto come un dio in terra non mi piace per nulla, ma ancora peggio sono le rappresentazioni del neri, davvero oscene!
      Infatti, per me le somiglianze tra le due opere sono solo estetiche, a livello di trama per nulla! C'è chi ha voluto forzare le cose, vedendo nel leone orbo una prima versione di Scar... ma se è solo un nemico minore! Tra l'altro, mi è venuto in mente che il suo scagnozzo era una pantera (mi sbaglio?). Sì, in Africa...

      Ecco, dal nome del protagonista vedi i due approcci diversi di realizzazione dell'opera: la Disney si documenta a fondo, e fa che le cose siano, più o meno, sensate e coerenti ('Simba' non solo significa 'leone', ma è anche un nome proprio dato spesso ad animali da guardia, come cani, per indicare che devono proteggere il padrone... tipo il nostro Fido); Tezuka prende un soggetto 'esotico' perché di moda e ci sbatte dentro chincaglierie da tatuaggio.

      [FINE SPOILER KIMBA]

      Elimina
    17. [SPOILER KIMB]
      Più che altro è impossibile che una malattia (un virus, un batterio, un protozoo? Che diamine era?) colpisca tutti gli animali. Mammiferi, rettili e uccelli, di razze molto diversi e con una fisiologia incompatibile non è proprio possibile che si ammalino in quel modo, lasciando, tra l'altro illeso l'uomo. Poi i vaccini non si fanno in quella maniera barbara >__<

      Capisco che la Disney abbia comunque dovuto prendersi qualche lincenza narrativa, altrimenti non ne usciva, con un leone come protagonista (per dire, qualcuno mi deve ancora spiegare che diamine mangino i pesci di Ariel. Sono tutti vegetariani?)

      Il leone orbo all'inizio non solo è un personaggio minore ma poi sparisce nel nulla senza che importi a chicchessia del suo destino, era davvero solo un piccolo pezzo della storia di Kimba!
      Sì, il suo scagnozzo era una pantera nera codarda (si fa spaventare da Kimba cucciolo XD)

      Ecco, il problema principale di Tezuka, secondo me, è che ha voluto scrivere una storia dal gusto molto esotico senza però documentarsi un minimo. Certo all'epoca non era facile come al giorno d'oggi, ma poteva certamente fare di meglio ^^

      Elimina
    18. [SPOILER KIMBA]
      Sì, infatti, non ha senso che una malattia colpisca TUTTI gli animali del mondo... e poi, perché l'uomo no!? Boh...

      Licenze narrative a parte, non mi sarebbe, come ho detto, dispiaciuto che ci fosse una sorta di riconoscimento ironico dell'assurdità di un suricato e un facocero che vivono insieme a un leone! I pesci della sirenetta... mmm... meglio non pensarci, che si spalanca un abisso di orrore unico!

      Come dici tu, è un'assurdità paragonare il leone orbo a Scar, non hanno praticamente nulla in comune! Per quanto riguarda l'occhio... beh, penso sia semplicemente una coincidenza: ai tempi di Tezuka era normale fare i personaggi cattivi orbi da un occhio (e anche certi buoni: vedi Braccio di Ferro), e non ci vedo questa grande somiglianza con la cicatrice di Scar.
      Parlando di lui, a proposito (mamma mia, continuo a cambiare argomento!), per me non ha senso che nella versione italiana abbiano lasciato quello che era palesemente un soprannome in inglese. Dovevano tradurlo! Anche qui, la traduzione semplice (Cicatrice) avrebbe fatto schifo, ma 'Sfregio' non mi sarebbe affatto dispiaciuto!

      [FINE SPOILER KIMBA]

      In ogni caso, non vedo l'ora che tu pubblichi quell'articolo (o quella coppia di articoli); sappi che ci lascerò qualche commento, anche abbastanza sostanzioso... in effetti, per rinfrescarmi la memoria, ho ricominciato a leggere il fumetto pure io! Ed è meglio (peggio) di quanto ricordassi!
      Ah, se ne avrò di roba da scrivere, quando uscirà il tuo articolo...

      P.S.
      Volevo anche chiederti se potevo scriverti una mail per chiederti consiglio (al limite alla tua Dolce Metà, che a quanto ne so è l'esperto del settore) su un acquisto della versione a fumetti dei Guardiani della Galassia. Non te lo scrivo tramite commenti perché si uscirebbe davvero troppo dall'argomento; sappi comunque che puoi prenderti tutto il tempo che vuoi, tanto non l'ho in programma tra le compere immediate :D

      Elimina
    19. [SPOILER KIMBA]
      Su Scar penso che alla Disney si siano ispirati esteticamente al personaggio del leone orbo, come si sono ispirati esteticamente ad alcuni altri particolari (di cui poi parlo in dettaglio) ma più che plagio credo che si possa parlare di omaggio ^^

      Su Scar: pare che originariamente si chiamasse Taka e che abbia preso il nome di Scar dopo l'incidente che gli ha lasciato la cicatrice sull'occhio (incidente in cui, se non ricordo male, era coinvolto Mufasa - non le ho lette ma dovrebbero esserci delle novel su Il Re Leone che raccontano questa parte). Tra l'altro il nuovo nome se l'è scelto lui perché molto teatrale. Sfregio ci sarebbe stato bene, ma, secondo me, hanno lasciato l'originale per una questione di marketing (un po' come la questione di Frozen) ^^

      [FINE SPOILER KIMBA]

      Se tutto va bene dovrei farcela per l'inizio dell'anno nuovo :D

      PS: Scusa per il ritardo nella risposta! In ogni caso scrivi pure liberamente, non c'è problema :D

      Elimina
    20. [SPOILER KIMBA]
      L'ispirazione del leone orbo per Scar è possibile, così come anche le altre cose; del resto, tra Disney e Tezuka c'è stato un mutuo rapporto di cooperazione ed omaggi, come adesso fra Pixar e Studio Ghibli, quindi per me neanche Tezuka si sarebbe indignato!

      'Scar' non mi piace molto perché il film è ambientato in un mondo molto 'africano' e anche anticheggiante, direi, e un nome inglese dà una specie di suono tecnologico che non ci sta molto bene. Tipo un personaggio di nome Richard in un'opera ambientata nell'Antica Roma xD Senza contare che è un nome con un significato, come Biancaneve e altri. Immagino, come dici tu, che sia questione di $oldi...
      Ah, comunque, sapevo dei libri sul 'Re Leone', ma mi pare di aver letto che non sarebbero canonici, in quanto creati dopo l'originale da gente che non faceva direttamente parte del progetto del film. 'Taka' vuol dire o 'volere' (parola molto adatta a Scar), o... 'spazzatura'. Che mi fa pensare che tutta la cattiveria dello zietto di Simba sia dovuta a un trauma infantile xD
      [FINE SPOILER KIMBA]

      P.S.: Molto bene, allora presto ti mando una mail con tutte le mie incertezze :D

      Elimina
    21. [SPOILER KIMBA]
      I soldi muovono il mondo, e specialmente su certi personaggi è tanto comodo mantenere lo stesso nome ;-P

      Credo anche io che i libri non siano canonici ma siano stati pubblicati dopo per fare ancora un po' di soldi! (Tanto per cambiare!).
      Se il nome di Scar era "spazzatura", capisco che il poveretto avesse dei motivi di acredine nei confronti di Mufasa e della sua intera famiglia XD Ma come si fa a chiamare così un cucciolo XD

      Elimina
    22. Mi pare di aver letto che i libri sono bellini da leggere, ma è solo per sentito dire, non ci ho mai messo le mani sopra.
      Non diciamo nulla alla Disney sulla questione del trauma di Scar, che poi finisce che ci sbattono un film sulla 'vera' storia del Re Leone, che parte da una storia yaoi con il fratello malvagio per terminare con Scar che salva il nipote (e sopravvive) dai malvagi facocero e suricato... Sarebbe sempre migliore (e più sensato) di Maleficent :P

      PS
      Se riesco domani ti mando la mail di cui ti dicevo...

      Elimina
    23. Oddio! Meglio di no, non potrei sopportare di vedere il mio amato Mufasa ridotto come quel poveraccio di Re Stefano di Maleficent!

      PS: Ho visto la mail, appena ho un secondo libero ti rispondo :D

      Elimina
  14. I disegni sono delicati e meravigliosi! Devo assolutamente vedere questo film ;)

    RispondiElimina
  15. Devo ancora vederlo, me lo sono perso U_U . Certo che una programmazione così è davvero complicata da sfruttare.. Metterlo magari nel fine settimana sarebbe stato meglio ( ma posso capire che in un periodo "intasato"come questo per il cinema, magari la cosa non era materialmente possibili). Appena in home video me lo vedo ^_^ . Certo dal tuo commento e da altri letti in rete, riguardo il fatto che non sia un film per tutti, si rafforza la mia idea che ghibli abbia fatto un autentico atto suicida a farlo scontrare con frozen ( principale motivo del crack ghibli e seguente crisi: costato una follia di tempo e soldi per incassi scarsi). La cultura è bella, ma se c'è in giro una favola macina incassi, più facile da capire e che può portare in sala anche i più piccini è chiaro chi è che vince alla fine. La città incantata aveva sì dominato i botteghini giapponesi, ma era una storia forse più abbordabile per il grande pubblico . Talk0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non me parlare. Per fortuna nella mia città diversi cinema aderiscono alle iniziative ma con così pochi giorni è sempre un casino organizzarsi (e con tre date va ancora bene, quando ce n'è una sola è anche peggio ç__ç)!
      Credo che l'unico modo per avere titoli di questo genere al cinema per periodi più lunghi e/o più favorevoli sia riempire le sale quando li proiettano ^^
      Senza nulla togliere a Frozen (film che ho amato molto) bisogna dire che La storia della Principessa Splendente è su un altro livello e necessita di una certa forma mentis per essere apprezzato pienamente.
      La città incantata, secondo me, è il film più commerciale dello Studio Ghibli (almeno di quelli che ho visto), quello più costruito per vincere l'Oscar ^^

      Elimina
  16. Ho amato moltissimo questo film, tanto da diventare uno dei miei film Ghibli preferiti in assoluto.
    Come dici tu purtroppo non essendo un film per tutti non ha avuto il successo che meritava, neppure in patria, e con quello che e` costato e` stato una bella batosta per la casa di produzione e forse anche una delle ragioni per cui lo studio probabilmente non produrra` piu` lungometraggi.

    Molte delle cose che allo spettatore moderno e occidentale risultano inaccettabili (su tutte la tentata violenza da parte dell'imperatore) sono legate alla cultura antica del Giappone, in cui quel genere di approccio era generalmente accettato, e anzi come capita nel Genji monogatari l'aggressione era il preludio all'inizio di una relazione amorosa.

    Takahata secondo me ha fatto un lavoro meraviglioso dal punto di vista grafico, anche i disegni non sono per tutti, ma l'espressivita` del tratto, il modo in cui le linee si spezzano e i colori si spandono sullo schermo nella scena della corsa disperata, fanno percepire allo spettatore i sentimenti di Kaguya quasi fisicamente, anche sotto questo aspetto il film mi ha lasciata a bocca aperta.

    Poi, ovviamente, ho pianto a singhiozzi senza ritegno. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho riletto e il commento e` pieno di ripetizioni e errori, ma sono a lavoro e ho scritto ogni frase tra un cliente e l'altro, perdono! XD

      Elimina
    2. Mi dispiace molto per questa decisione presa dallo studio di non produrre più lungometraggi ma aspettarsi di sbancare al botteghino con un titolo come La principessa splendente era davvero poco realistico. Specialmente in occidente, poi, dove certe cose sono ancora più ostiche e anche l'estetica del disegno (a mio parare bellissimo) ha incontrato ostilità.

      Credo che qui non sia proprio ben chiaro il ruolo e l'importanza dei principi e dell'imperatore ^^

      Concordo in pieno sull'analisi del disegno. Come dicevo prima l'ho trovato bellissimo e molto espressivo ma, purtroppo, ho sentito anche dei commenti negativi (anche dentro al cinema). Secondo me la soluzione estetica è stata ottima ma molti si aspettavano probabilmente qualcosa di più aderente al disegno a cui sono maggiormente abituati ^^

      PS: Non ti preoccupare :D

      Elimina
  17. Come mai non ho ancora commentato questo post? Comunque, vidi questo film al cinema appena tornato da Lucca, e lo trovai molto toccante. Più malinconico di quelli di Miyazaki, in pieno stile Takahata, ma veramente bello. Una di quelle cose che ti rimangono impresse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, il film è meraviglioso. L'unico vero peccato di questo film è che è meno diretto rispetto alle opere di Miyazaki, per cui molte persone fanno fatica ad apprezzarlo (ed è davvero un peccato, perché merita tantissimo) ^^

      Elimina
  18. Sempre molto piacevoli e interessanti le tue recensioni (me le sto leggendo tutte quante, un po alla volta :) ). Oltretutto mi permette di avere altri pareri e punti di vista. Concordo in pieno, film bellissimo. Esteticamente giapponese. Sul lato chiamiamolo, femminista invece non me n'ero accorta. Al contrario, avevo percepito tutto il film come un archetipo del modello tipicamente femminile giapponese. In questo ero rimasta un po delusa, perchè al contrario delle figure femminili forti di Miyazaki, quelle di Takahata tendono ad essere fondamentalmente sottomesse. La principessa in effetti, si rassegna paziente al suo destino (nonostante non le aggrada, si ribella ma lo fa solo nella sua fantasia). Diciamo che è molto giapponese come concetto femminile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      Sul discorso femminista. Ovviamente la Principessa non si può ribellare apertamente (comunque è una storia antica) ma in tutto il film si percepisce bene il suo sconforto e il suo fastidio nell'essere vincolata per il fatto di essere donna. Il messaggio che passa è che è sbagliato trattare le donne in questo modo, e questa è la componente femminista della storia (che avrebbe, invece, potuto tranquillamente veicolare il messaggio completamente opposto) ^^

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.