mercoledì 3 dicembre 2014

21

Webcomics 15 - I De Complottis

Ritorna dopo i soliti mesi di assenza la rubrica Webcomics, quella rubrica che non sapevate neppure più che c'era ma che ogni tanto salta fuori! Questa volta parliamo di una striscia nuova di pacca (sono una quarantina di puntate, bazzecole rispetto ad altri titoli proposti in precedenza), fresca, simpatica e che tratta di una delle piaghe che affliggono Internet nel nuovo millennio: i complottari! L'opera ha il nome di I De Complottis, è realizzata da Vincenzo Zerov Salvo e narra le avventure di una sfortunata famiglia dotata di un padre che crede a tutto quello che legge sulla Grande Rete.
Qui trovate la pagina di Facebook con tutte le strisce e qui una parte delle stesse su Verticalismi!

Quella stronza della Scienza (lol)

Dicevamo che la famiglia De Complottis è una comune famiglia italiana, una famiglia tradizionale composta da babbo, mamma e dal piccolo Alfredino. Peccato solo che il babbo non sia proprio poi così normale (come apparirebbe se non aprisse bocca) e abbia l'infausta e irrefrenabile tendenza a credere a qualunque boiata senza fondamento legga per caso sui social network (e sui siti complottari) e senta in certi programmi televisivi spazzatura che si spacciano di fare informazione e invece travasano nella testa dello spettatore vagonate fuffa! E così si preparerà per i cataclismi, cercherà di comunicare con gli alieni, si allenerà per i giorni di buio cosmico, controllerà le scie kimike, protesterà per i "poveri animalini indifesi" per poi correre a mangiarne diversi per il pranzo domenicale, cercherà di non vaccinare Alfredino, farà riti assurdi al sorgere del sole e tenterà (invano) di dimostrare che il suo gatto è posseduto! In pratica, il signor De Complottis è l'emblema del boccalone DOC, di quello che non si premunisce mai di verificare le fonti di ciò che legge ma che si fida di ogni singola stronzata che passa sulla sua bacheca di Facebook come se fosse oro colato e che aderisce ad ogni assurda campagna "di moda" senza neppure accendere il cervello! Accanto a lui ci sono una moglie che cerca di ignorarlo per non strangolarlo e un figlio che preferisce girare con un sacchetto in testa, piuttosto di farsi associare al suo ben poco saggio padre.

Geniale la definizione di decomposizione

Inquadrata la famiglia protagonista delle vicende, si può osservare che la striscia si articola poi normalmente di tre vignette, tutte in bianco e nero (tranne rari casi), in cui il signor De Complottis ha il tempo di esporre la sua tesi complottara (o qualcuno la spiega per lui) e di finire a fare una immancabile figura da cioccolataro impenitente. Il disegno è nitido e molto chiaro e i personaggi si stagliano su uno sfondo bianco o caratterizzato in modo minimale (magari ci sono uno o più elementi di arredo funzionali all'azione ma non compare quasi mai un vero background completo).

Sempre più complotti!

In conclusione consiglio a tutti quanti di dare un'occhiata a questa nuova striscia (suvvia, meno di cinquanta episodi si leggono in frettissima) e di riflettere su quanto del signor De Complottis c'è all'interno del proprio io. Quante volte vi è capitato di pensare alle "malvagie multinazionali generiche", a BigPharma che vuole solo sterminare l'uomo, al fatto che le Torri gemelle siano state abbattute da un'astronave guidata da un redivivo Elvis Presley, alle scie chimiche (il cui segreto è coperto senza falle pur coinvolgendo migliaia di persone tra tecnici, piloti e chimici, quando non si è riusciti ad evitare che tutto il mondo sapesse che un Presidente del Consiglio ha dato della culona ad un Capo di Stato straniero)? Quante volte la trappola del complottismo si è affacciata sulla bacheca del vostro social network preferito? Quante volte avete condiviso qualcosa senza verificare le fonti? Ecco trovo che questo discorso ben si ricolleghi a quello iniziato analizzando Prophecy (vedi nota 2 della recensione del manga) e tratti in modo ironico e simpatico un altro grandissimo limite della Rete 2.0: tutti scrivono, tutti commentano ma pochissimi si premuniscono di sapere se è vero quello che stanno contribuendo a diffondere! E poi la gente boccalona ci crede! E magari ci fonda sopra anche una nuova religione!


Puntate precedenti della rubrica
(Ricordo che chi conosce dei webcomic e vuole vederli recensiti basta che me li comunichi in un commento e provvederò a inserirli in lista)


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





21 commenti :

  1. I I De Complottis mi piacciono: sono molto intelligenti e sagaci. Mi ricordano molto le famiglie disfunzionali classiche del fumetto, con quel tocco "dei temi moderni".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! La particolarità è che sono molto "sul pezzo" su un'argomento come la diffusione di cavolate :D

      Elimina
  2. Fantastica questa webcomic, non la conoscevo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che la segnalazione sia stata utile :D

      Elimina
  3. L'ho provata ma non mi fa impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Purtroppo" gli argomenti trattati sono un po' di nicchia, quindi probabile che tu non capisca le battute o comunque si allontana dal tipo di comicitá che più ti piace. Però mi piacerebbe che approfondissi il tuo feedback negativo.

      Elimina
    2. Anche io non vado matta per questo genere.. e le battute le ho comprese.
      E' una questione di gusti e non di livello di comprensione.

      Elimina
    3. @Piperita e Nyu: Succede, non a tutti piace tutto :D

      Elimina
  4. Stupende!!
    Se non bastava già Kadmon a perculare la gente (secondo me lui si diverte da pazzi), queste strip sono MAGNIFICHE.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono molto :D
      Mistero non lo guardo, quindi non saprei dire su Kadmon XD

      Elimina
  5. Carino! mi faccio un giro di sicuro.
    Ma soprattutto grazie che ci fai questa rubrica, perché non so davvero dove altro troverei queste net-strip :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati! Anzi, sono davvero contenta se riesco a far conoscere qualche opera un po' più particolare e meno conosciuta :D

      Elimina
  6. Molto originale sia il tratto grafico che l'idea. Ottima segnalazione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      Anche io sono stata conquistata al primo sguardo!

      Elimina
  7. Mi pare molto carino!
    Bazzico un po' l'argomento, quindi è una striscia che fa per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo :D
      Io la trovo decisamente attuale :D

      Elimina
  8. Molto attuali, è già questo è un buon punto a suo favore.
    Mi tocca recuperare tutte le vignette. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono neanche troppe, per cui sono assolutamente da recuperare :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.