mercoledì 4 marzo 2015

26

Cross-talk - Villa Wayne (parte prima)

E tutti questi mobilini?
Visto che mi è stato chiesto come ho creato la casa che si vede in Cross-talk ho deciso di fare un piccolo speciale dedicato agli ambienti in cui faccio muovere le mie action figure. Prima di iniziare, però, devo svelare un segreto. Io non sono capace a costruire alcunché e quindi tutto quello che si vede in scena o è stato acquistato già così o è stato realizzato dalla mia Dolce Metà.
Continua dopo il salto

Per prima cosa va osservato che non ho una vera casa delle bambole ma utilizzo degli schermi appositamente preparati per fare da sfondo. Gli schermi sono composti da un’anima in cartoncino, da una copertura e da eventuali accessori (porte, finestre, ecc).


La copertura l’ho realizzata in tre modi diversi:

I miei attuali unici due schermi (funzionano fronte-retro)
  1. Carta apposita per casa delle bambole: Costa parecchio ma è anche un sacco figa, con i mattoncini e le piastrelle in rilievo. Sono realizzate così le pareti esterne della villa e la parete piastrellata del bagno (che nessuno ha ancora visto ma. fidatevi, è così).
  2. Carta adesiva comprata dai cinesi: Costa poco, il risultato è garantito, non c’è nemmeno bisogno del nastro biadesivo e della colla, ma non è detto che si trovi sempre in pattern desiderato. Ho realizzato con questi rotoli la pavimentazione esterna di Villa Wayne. Da parte ho del finto-vero-marmo che potrebbe sempre venirmi utile.
  3. Carta da parati: Sono andata in un negozio di tappezzeria e ho chiesto i cataloghi dello scorso anno dicendo che dovevo far fare dei lavoretti ai bambini di una scuola materna. Lo so, ho mentito e sono una brutta persona, ma era lunga spiegare a cosa mi servivano veramente (e comunque se nessuno li chiedeva li avrebbero buttati via). Me ne hanno dati cinque e dentro c’è davvero di tutto!



I mobili e gli accessori, invece me li sono procurati nei seguenti modi:

Una parte dei miei accessori, tenuti in una scatola
per ami da pesca (ottima perché ha gli scompartini che non
fanno mischiare le miniature)
  1. Mobili della casa delle bambole (dimensione 1:12): Immaginate la mia gioia quando ho scoperto che il formato standard 1:12 è perfetto per le mie action figure! Immaginate poi la mia doppia gioia nello scoprire che qui a Torino c’è un negozio ultra-fornito sulla casa delle bambole! (A questo punto immaginate la non-gioia della mia banca nel constatare come sia riuscita a trovare nuovi e simpatici modi per dilapidare lo stipendio).
  2. Re-Ment: è una ditta giapponese che produce miniature (principalmente cibarie) di dimensioni 1:12. Le mie prime miniature sono state proprio di questa ditta
  3. Playmobil: i mobili Playmobil sono piccoli per i miei personaggi ma i loro accessori sono praticamente perfetti. Il kit di pulizia dei Robin, Ace e tutti i suoi accessori sono Playmobil.
  4. Sylvanian families: di nuovo una linea di giocattoli i cui mobili sono troppo piccoli per me ma i cui accessori sono perfetti. Diversi oggetti nella cucina sono di questa linea.
  5. MiWorld: è una linea di giocattoli che sarebbe perfetta al 100%, visto che è in scala 1:12 ma in Europa non è in vendita. Negli USA ho comprato la macchinetta distributrice di merendine e mi è dispiaciuto non aver trovato il fast food perché ci avrei fatto su un bel pensierino.

 

1) Cucina
Una vista della cucina senza personaggi

La cucina è stata una delle parti più facili da fare ma anche una delle più laboriose da ultimare. Come sfondo uso una cucina bianca per casa delle bambole dimensione 1:12, comprensiva di isola centrale, sgabelli e modulo frigorifero. Questa cucina mi piace molto perché è tutta in legno e tutte le ante e i cassetti sono apribili e permettono una buona personalizzazione della scena. Il pavimento è la superficie della mia scrivania. Per rendere la scena più viva ho comprato un po’ di accessori e miniature vari, che mi permettono di fare diversi allestimenti.

Dinner work in progress
Gara di bevute: Nami 1 - Vinnie 0
La colazione dei campioni
Il bat-spuntino di mezzanotte


2) Salotto
Vista d'insieme dell'ambiente

Il salotto è il secondo ambiente che ho cominciato a creare ed è stato uno dei più lunghi da ultimare. Volevo un salotto living piuttosto grande, con la possibilità di ambientare più scene in un’unica soluzione, per cui ho optato per un angolo divano con caminetto (la televisione non si vede ma c’è. È sulla parete di fronte alla finestra) a cui ho aggiunto una bella libreria con un tavolo e quattro sedie. Il pavimento è sempre il pianale della mia scrivania (che simula un palchetto), mentre il panorama che si vede fuori dalla finestra è un’immagine.
Il salotto è uno degli ambienti più utilizzati dai personaggi della serie e si presta bene anche ad essere personalizzato in base alla stagione.

Tim fa i compiti

Se vuoi te lo prendo io quel libro a cui non arrivi!
I libri sono tutti veri e hanno anche le pagine sfogliabili

Che film si guarda, stasera?

Ora di fare le pulizie

 

3) Giardino
L'esterno

Il terzo ambiente che ho deciso di creare è l’esterno della villa, in modo da poter ambientare qualche scena en-plein-air. Avevo il cartone del salotto con la finestra incastonata e così ho deciso di sfruttarlo per ricreare l’esterno  della stanza (con una singola finestra ho così ottenuto due ambienti!), usando poi un generico schermo azzurro per non mostrare cosa c’è dentro (dovrei mettere delle tende in quel salotto ma non ho ancora trovato nulla di mio completo gradimento). Il pavimento è fatto con il retro del cartoncino che serve a ricreare l'angolo del salotto foderato con una carta piastrellata comprata dai cinesi. A completare il set ci sono poi un tavolo da giardino di metallo verde con quattro sedie coordinate, due vasi di fiori e la cuccia di Ace. Questo è un posticino tranquillo in cui prendere il tè delle cinque durante la bella stagione.

Bravo cagnolino

Chi non griglia in compagnia ...

Chi sarà stato invitato per un tè dal signor Wayne?

 
Extra) La fogna
Letherhead, il coccodrillo delle fogne!

Per le recenti avventure dei Biker Mice ho dovuto ricreare un ambiente fognario. Non avendo a mia disposizione molti accessori per farlo ho optato per un ambiente cupo e grigio. Per dare l’idea dell’angolo ho usato le scatole delle scarpe di mia sorella.


Per ora sono questi tre gli ambienti a mia disposizione (con la fogna ho finito, si spera). Spero di avere al più presto anche i prossimi in programma (il frontale della villa, l’ingresso, il bagno, la camera dei Robin, ecc), in modo da poter far muovere i miei personaggi in modo più ampio.

Per ora è tutto! La prossima puntata la pubblicherò quando avrò altri tre ambienti disponibili! (Alcuni sono già work in progress!)


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





26 commenti :

  1. Noi lo diamo per scontato, ma hai fatto davvero un bel lavoro. trovare tutta la scenografia non è di certo facile.
    Poi ti faccio anche i complimenti per le foto, escono tutte sempre molto pulite e in buona qualità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      La scenografia l'ho raccolta un poco alla volta (non ti dico che fatica trovare il camino bianco, solo in mogano o color legno ne trovavo XD) e alcune cose hanno ancora dei margini di miglioramento ma devo dire che mi ritengo soddisfatta da questi ambienti :D
      Grazie di nuovo! :D

      Elimina
  2. Che meravigliaaaa.. sembra tutto terribilmente reale!!! xD


    ..e la camera delle principesse????
    Non dimenticarti di loro! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D

      Non me ne sono dimenticata! Anzi, ho già tutti i mobili, mi mancano solo le principesse e lo schermo di sfondo :D

      Elimina
  3. Deve essere grandioso avere uno spazio a disposizione dove esporre tutto per le foto delle varie scene, nessuno che ti rompe le scatole e che ti aggredisce verbalmente e vivere in una grande città dove si trova la maggior parte delle cose che ti servono senza ricorrere sempre all'acquisto online e aspettare mesi il pacco delle cose che hai comprato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che i miei parenti ormai sono rassegnati (mia sorella non mi guarda neppure più con lo sguardo di disapprovazione del "ma alla tua età!?", sa che ne sono immune). Pensa che ormai faccio vedere i miei acquisti anche a mia nonna XD

      Effettivamente vivere qui a Torino mi aiuta parecchio, tra negozi di giocattoli e negozi specializzati si trova praticamente tutto (anche se alcune cose me le faccio comunque spedire, che costano meno ;D).

      Elimina
  4. Questo post è stupendo! Soprattutto il salotto ;) Io avrei paura a toccare la casetta, considerando che ho le mani di pastafrolla e sposterei qualcosa, sudando poi freddo per rimettere tutto a posto.
    Ma quanto è grande quella scatola in più compartimenti? Se ci stanno dentro i Rotoloni Regina (che sembrano minuscoli) deve essere parecchio grande ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      In realtà non è una casetta, tengo tutto smontato in una cassettiera e lo assemblo solo al momento delle foto (un po' per l'ingombro, un po' per la polvere - hai voglia spolverare tutti i mobili - e un po' per i gatti). Se per caso faccio cadere qualcosa lo rimetto su (e ti assicuro che mi capita spesso!) :D
      La scatola è 27x17 cm. Certe miniature sono davvero minuscole :D

      Elimina
    2. Ahaha, non parliamo di gatti...la mia Duchessa (ora non c'è più :( ) adorava distruggere l'albero di Natale grande e per ciò abbiamo deciso di usare solo alberi di Natale piccoli così i gatti non li distruggono (per fortuna è rimasta Arancina)
      che stress quando cadono le cose xD Parlando con te, mi sembri davvero una persona paziente e ordinata, il mio contrario, insomma ;P

      Elimina
    3. Quando monto i set per fare Cross-Talk mi trovo circondata da gatti (ne ho tre) che cercano di rubarmi le miniature per giocarci o mangiarsele XD
      Spesso finiscono sbattuti fuori dalla stanza XD

      Paziente sì, ordinata dipende ;-P

      Elimina
  5. Bellissimo, davvero.
    Io lo facevo coi Lego... mi piaceva creare dei set quasi cinematografici: solo angoli, con dietro e avanti il vuoto XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      C'è la mia Dolce Metà che è un appassionato di Lego e che si sta costruendo una vetrina abbastanza impressionante a tema super-eroi ^^

      Per i set l'angolo è l'ideale, riesci a fare le foto avendo sempre lo sfondo e illuminarli è piuttosto semplice :D

      Elimina
  6. Trovare tutto il materiale dev'essere un lavoraccio, però il risultato è davvero ben riuscito e molto piacevole da vedere, fa davvero effetto, sia con che senza personaggi! :D
    Complimenti per il lavoro che avete fatto: vedere il risultato credo sia una gran soddisfazione anche per voi, è davvero bellissimo!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro non bisogna avere fretta e comprare solo i mobili perfetti per il set che si ha in mente, senza cadere nella tentazione di prendere il primo pezzo che si trova, rischiando poi di avere un set tutto composto da mobili scompaginati ^^

      Grazie mille :D Del realismo di certe foto mi stupisco anche io!

      Elimina
    2. Devo dire però che quando ho letto della carta da parati con la scusa dei bambini della materna sono rimasta spiazzata! XD
      Ciononostante per me rimani un idolo e non smetterò mai di ringraziarti! ^^

      Elimina
    3. In pratica la cosa è andata così:

      Io: "Salve, avete dei vecchi cataloghi che buttereste via da darmi per un lavoretto di crafting?"
      Commessa: "Certo! Per un lavoro con la scuola materna?"
      Io: "Ehm ... Sì!"

      Se mi mettevo a spiegarle tutta la faccenda non ne uscivo più ;-P
      (L'ho fatto con altri negozianti ed è stata lunga XD)

      Elimina
  7. Che carini i mobilucci e le miniature del cibo *__* e quella minilibreria è un amore <3
    Io il robino per gli ami da pesca lo uso per la bigiotteria X°D anzi, se proprio vogliamo essere precisi, uso la cassettina dei ferramenta. Quella per chiodi, viti, etc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei miei pezzi preferiti è la scacchierina. Pensa che è magnetica e ci si può giocare davvero :D

      Io avevo poco spazio, per cui ho optato per la scatola piatta per gli ami da pesca ma anche quella per le viti sarebbe perfetta :D

      Elimina
  8. Tu non lo sai ma sono ancora tentata di riprodurre qualche oggetto in scala 1:12 e provare a venderlo a prezzi ...da collezionista XD
    A gennaio ho anche iniziato un libro "The miniaturist" che credevo parlasse di miniature dipinte su manoscritti, invece si tratta proprio di miniature di una casa di bambole ed è ambientato ad Amsterdam e se ti ricordi il tizio del negozio di bambole aveva detto che proprio in Olanda c'è una lunga tradizione di miniature

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi lanciarti, quello è un mercato ricco di possibilità ;-P

      Interessante il libro! Sì, mi ricordo, molte delle mie miniature vengono da quella ditta olandese :D

      Elimina
  9. Che spettacolo, hai tutta la mia ammirazione. Oltre tutto le foto sono davvero belle. Che dire, sei brava anche in questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      E che dire, grazie ancora, sei troppo gentile :D

      Elimina
  10. E' proprio tutto bellissimo! Ma che figata che i libri si sfogliano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D I libri sono davvero ben fatti *__*

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.