lunedì 9 marzo 2015

20

Letter Bee - Il cuore in una lettera

La cover del primo volume
Letter Bee Letter Bee (テガミバチ Tegami bachi, "Ape delle lettere") è un manga shōnen composto da diciotto volumi, attualmente in prosecuzione in Giappone. Disegnato e sceneggiato da Hiroyuki Asada dal settembre del 2003, è stato inizialmente pubblicato dalla Shueisha sulla rivista Monthly Shōnen Jump e, in seguito alla chiusura di questa, per un capitolo sulla celebre Weekly Shōnen Jump, per poi approdare infine sul mensile Jump Square. Dal manga, nel 2007 e nel 2010, è stata tratta una serie anime composta da due stagioni (Tegami bachi e Tegami bachi REVERSE), realizzata dallo studio Pierrot e andata in onda su TV Tokyo. In Italia il manga è edito dalla Planet Manga in una edizione da edicola (senza sovraccoperta e senza pagine a colori) al prezzo di 5,50 €.

Goos Suede spiega cosa sono i Letter Bee
In un remoto pianeta, lontano da qualunque stella, la notte avvolge ogni cosa. Su questo sfortunato pianeta esiste una terra chiamata Amberground, sulla cui capitale Akatsuki sorge un piccolo Sole artificiale. La luce di questo Sole, però, non riesce a rischiarare le terre più lontane e solo prodi inviati statali (i Letter Bee) hanno le capacità e il coraggio di affrontare il difficile viaggio che porta alle città più buie e distanti. Nelle sterminate lande desertiche che circondano i centri abitati, infatti, vivono e prolificano gli spietati gaichu, dei mostri giganti di forma insettoide che reagiscono alla presenza del cuore delle persone e che non esitano a farne strage. I Bee, armati solo di una pistola sparacuore dotata di una speciale ambra spirituale (che canalizza l'energia del cuore) e aiutati dai loro dingo (animali addestrati a distrarre e combattere i gaichu), hanno il difficile compito di tenere vive le comunicazioni tra i vari centri abitati, consegnando la preziosa posta (e con essa il "cuore" delle persone che l'hanno scritta).
Un gaichu attacca Lag Seeing
Goos Suede è un Letter Bee e, proprio all'inizio di questa storia, si trova a dover consegnare una lettera piuttosto speciale: un bambino. Il bambino, regolarmente affrancato come tutta la posta, si chiama Lag Seeing e ha appena visto sua madre venir portata via dal governo. Consegnato sano e salvo alla rurale città di Campbell, Lag cresce con il mito del Letter Bee e decide, una volta diventato grande, di diventare a sua volta un postino, provando ad affrontare il difficile esame statale! Riuscirà Lag a diventare un Letter Bee? Scoprirà cos'è successo a sua madre? E Goos, il suo eroe, riuscirà a incontrarlo ancora? Ma soprattutto, siamo sicuri che il governo non nasconda qualcosa tra le invalicabili mura della capitale Akatsuki?

Di ogni cosa al mondo, il "cuore" è la più indispensabile. Ogni cosa al mondo è governata dal "cuore" e creata dal "cuore". 
Bibbia di Amberground, estratto del primo salmo
Un altro gigantesco gaichu 

Il personaggio principale di questa storia è Lag Seeing. Lag è un bambino vivace, coraggioso e motivato, molto onesto e sincero, ma è anche il classico ragazzino speciale da shōnen manga.
Lag Seeing incontra Niche
Infatti, oltre ad essere di razza Albis (ossia ha i capelli argentati e gli occhi seppia), nella sua orbita sinistra, al posto di un comune occhio, ha incastonata una misteriosa ambra spirituale di colore rosso che gli permette di diventare a sua volta una pistola sparacuore. Ora, normalmente, io non apprezzo il fatto che il protagonista della storia sia un super raccomandato (come i vari Ichigo di Bleach, Naruto, Sailor Moon e via discorrendo) ma bisogna dire che Lag è talmente piccolo, carino e tenero da riuscire a non risultare mai antipatico. Lag è uno emotivo e piagnucolone ma anche uno che si impegna tantissimo, che si fida delle persone, che lavora sodo per i suoi obiettivi e che cerca di aiutare chiunque gli capiti a tiro. Non c'è nulla da fare, quel ragazzino è adorabile!
Goos attacca un gaichu
Accanto a lui ci sono diversi altri Bee (alcuni simpatici, altri meno), la sua dingo Niche (una rarissima e fortissima creatura Maka, talmente tontolina e diretta da risultare più buffa che overpowered - forma un'ottima squadra con Lag, che è sensibile e tenero) e Silvet la tostissima sorella paraplegica di Goos. Tra i nemici si annoverano una misteriosa organizzazione che vuole rovesciare il governo e, ovviamente, i mostruosi gaichu (insettoni giganti corazzati di origine misteriosa).

Il cielo notturno stellato
Dal punto di vista del disegno devo dire di amare molto lo stile di Hiroyuki Asada, che offre delle tavole pulite e piene, molto comprensibili e ricche di dettagli, e personaggi con un character design semplice ma ben distinguibile. La cosa che più apprezzo dello stile dell'opera è l'uso che viene fatto della luce. Infatti, dato che la storia è ambientata in un mondo avvolto da una notte eterna, tutti i personaggi e tutti i luoghi sono avvolti da ombre solide e nette e il cielo è perennemente stellato. Questo aspetto grafico dona alla serie un aspetto molto particolare che oscilla costantemente tra uno stile tra il fantasy, "Le mille e una notte" e il post-apocalittico. Il risultato è un'atmosfera magica e unica, quasi sospesa nel buio eterno che avvolge il mondo si Amberground! Oltre questo vanno poi notati gli animali strani che vengono messi in scena (piuttosto particolari, danno un ulteriore spunto fantasy) e le scene di combattimento, concitate, dinamiche e chiare.

Lag Seeing e Niche entrano in azione
In definitiva posso dire che Letter Bee è un manga shōnen che, pur mostrando una struttura apparentemente piuttosto classica (c'è il tipico protagonista che ha qualche potere speciale extra e che diventa sempre più forte), riesce a regalare al lettore una trama diversa dal solito e un personaggio principale davvero carino e simpatico. Tra l'altro, man mano che i volumi passano, la storia si fa sempre più interessante [1] e, oltre alle storie delle consegne che Lag fa (quasi tutte tremendamente commoventi), comincia a mostrarsi anche una trama più ampia e intricata, una trama che si ricollega al governo, a quel gruppo di ribelli antigovernativi e proprio a quel Goos Suede che è l'eroe di Lag. In più va osservato che, nel mondo della super comunicazione istantanea ma spesso vuota a cui siamo ormai tutti abituati, trovo davvero molto interessante il discorso che viene fatto sulle lettere e sull'importanza di trasmettere il proprio "cuore" attraverso un messaggio! In definitiva mi sento di consigliare Letter Bee a tutti quelli che amano le storie shōen di avventura e che desiderino leggere qualcosa di originale e particolare che non abbia la ormai trita struttura narrativa a torneo (i cattivi più aggressivi e presenti sono i mostruosi gaichu sin dall'inizio e poi la storia si concentra più sul mistero che non sulle botte) e che riesca a distinguersi per le sue atmosfere uniche.
 

Prima opening della serie REVERSE

Questo post partecipa al progetto Mostroni: Kaiju e Dintorni:


Altri post dell'iniziativa (lista aggiornata man mano che escono):


NOTE:

[1] L'ho già detto da qualche parte ma lo ripeto perché è un concetto che mi sta a cuore: non ha senso giudicare un manga shōnen dal primo volume! Per capire com'è veramente la storia bisogna leggerne sempre almeno quattro o cinque, visto che di solito tutte le idee migliori e il grosso della storia nei primi due o tre volumi non vengono neanche tirati fuori. Per ora, l'unica eccezione che ho trovato a questa regola è One Piece, il cui protagonista già dal primo volume va in giro a parlare di diventare il Re dei Pirati e di Rotta Maggiore. Credo che gli autori cerchino di salvaguardare le idee migliori, facendo in modo che, nella sfortunata ipotesi che la serie non tiri e venga costretta a chiudere anzitempo, possano riutilizzarle in seguito.


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





20 commenti :

  1. Questo non l'ho preso.
    Anche se è carino credo che lascerò perdere.. con tutto quello che ho da leggere, non credo che ne sentirò la mancanza.. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che è uno dei migliori shonen in circolazione ma capisco la situazione della tua libreria ;-P
      (Da quando lavoro faccio una faticaccia a star dietro a tutto XD)

      Elimina
  2. E l'iniziativa continua! Gran bell'articolo, mi hai incuriosito parecchio su questo manga, anche se visti tutti gli shonen che ho in corso forse passerà un po' prima che lo legga...

    In ogni caso, direi che il tuo contributo a "Mostroni: Kaiju e Dintorni" l'hai dato egregiamente, più tardi ti aggiungo anche al mio elenco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :D
      Il manga merita molto, trovo che sia uno degli shonen più particolari e interessanti attualmente pubblicati :D

      Thanks :D

      Elimina
  3. Ne ho sentito parlare una volta, ma non m'informai mai.
    Non credevo fosse... COSI' *____* Devo trovarlo!

    Gran bell'articolo [pollicione in su]

    Sì, sono un amante di mostri giganti e affini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letter Bee è uno di quei manga particolari che rischiano di passare inosservati e che invece meritano molto :D

      Grazie :D

      Se sei un amante dei mostri giganti ti suggerisco (se già non li leggi) anche L'attacco dei giganti, Claymore e Hakaiju (trovi le recensioni sul blog) :D

      Elimina
  4. Questo è stato un manga della serie "lo vorrei leggere, ma per mancanza di tempo mollo", che poi è passato al "non si può leggere tutto nella vita".
    Mi hai informato su una cosa che non avrei mai più dato una possibilità.
    Insomma, darò una possibilità a Letter Bee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non si può leggere tutto nella vita" è una considerazione che faccio spesso. E poi matematicamente finisco a cercare di recuperare comunque tutto quello che posso permettermi. Diciamo che la mia regola è diventata "tutto quello che leggo facciamo in modo che sia interessante" ;-P

      Yea!

      Elimina
    2. Hai ragione.... Questo ragionamento lo faccio spesso pure io. Ultimamente mi sto facendo prestare molte cose dagli amici. E' un modo per poter leggere tutto... Ovviamente presto anch'io :)

      Elimina
    3. Il mio problema più grosso, ultimamente, è il tempo. Ho in libreria delle ottime serie che da tempo attendono di essere lette ç__ç
      Visto che il mio tempo è davvero poco cerco di ottimizzare le letture :D

      Elimina
  5. Tempo fa ricordo di aver iniziato l'anime, ma poi l'ho interrotto e...non ricordo il motivo o.O! Perché comunque mi aveva fatto una buona impressione, l'idea dei postini eroici mi incuriosiva e aveva una bella atmosfera. Tengo d'occhio il manga da un po', ma non l'ho preso perché ancora in corso ^^" penso che ormai se ne parlerà quando sarà concluso, visto tutto quello che ho da recuperare :V
    a quanto pare questa serie è la prova che se si è furbi, anche i personaggi raccomandati possono risultare amabili! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che questa sarà una serie piuttosto lunga, prima di arrivare ad un finale. L'opzione di comprarlo in blocco è sempre valida ma è edito dalla Planet Manga per cui, anche se non conosciutissimo, potrebbe anche esaurire ç__ç

      Concordo. Il problema non è il personaggio raccomandato in sé, ma quanto ci si impegna a caratterizzarlo :D

      Elimina
  6. Lo adoro, è uno dei manga che leggo più volentieri!

    RispondiElimina
  7. Lo stile di disegno mi piace molto, ma avevo paura che fosse il solito shonen. Lo prenderò in considerazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, anzi, è proprio particolare, sia come struttura (niente tornei e niente duelli 1 vs1 *__*), sia come personaggi :D

      Elimina
  8. Eccomi qui, scusa il ritardo ma oltre ad un'assenza mattutina in Abruzzo siam messi malino XD
    Bellissimo questo fumetto, e pensare che non ho mai voluto comperarlo!!
    La trama mi sembra proprio interessante!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per l'Abruzzo ç__ç
      L'idea di Letter Bee è molto particolare e trovo che l'autore la stia portando avanti ottimamente :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.