lunedì 8 giugno 2015

22

I fratelli Dalton colpiscono ancora - E sto parlando dei miei gatti!

I fratelli Dalton

Ricordate tutti l'avventura di Milù la scorsa estate? Ecco, in quell'occasione (qui il racconto) rimase incinta e ha partorito una splendida cucciolata il 16 agosto (qui la storia dei piccoli). Ora, i cuccioli, nati da una fuga d'amore durata una settimana, sono i mici più buoni e paciosi dell'universo ma hanno nel sangue un gene del teppismo congenito e fanno in totale spontaneità delle cose che mai avevo visto fare a gatti di casa (e ne ho già avuti diversi prima di loro!). Ora, o Milù se l'è fatta tipo con Satana felino o (cosa anche probabile, visti i precedenti) è lei stessa la portatrice del gene del teppismo! Morale della favole, la sua fluffosa progenie ha l'istinto di fuga e la spericolatezza dei Dalton (il rende mamma gatta una specie di Ma Dalton formato morbido felino)! Ricapitoliamo ora i più vistosi exploit degli ultimi mesi dei miei gatti.

Sì, è fuggita attraverso i libri
Biancaneve Dalton inizia la sua carriera di pelosa fuggitiva già da piccola, quando, ad un mese d'età circa, riesce a forzare (prima nella cucciolata) il blocco che confinava i piccoli in una piccola parte della casa. In quell'occasione non solo si premunì di uscire, ma fece anche in modo di poter rientrare (e mi rimarrà sempre il dubbio che la fellona facesse avanti e indietro dal suo passaggio già da qualche giorno di nascosto, quando è stata beccata con le zampe nella marmellata). MicroMilù Dalton, poco dopo, riuscì a forzare anche il secondo blocco (molto più alto e impervio) ma non si procurò un piano di rientro e finì a chiamare aiuto a squarciagola (nota: chiamare aiuto si è rivelato un piano d'emergenza vincente, per i fanciulli). Simba Dalton, intanto, famoso per essere l'unico della cucciolata che aveva cercato di uscire dalla scatola in cui avevano trascorso le prime settimane di vita scavando sul pavimento (invece di arrampicarsi come tutti i suoi fratelli), faceva un sacco di pisolini e continuava a provare la via dello scavo.

Simba da piccolo, nella scatola da
cui cercava di fuggire scavando
Passano i mesi, i cuccioli crescono, MicroMilù, Poldino e Sophie vanno nelle loro nuove case e arriva l'inverno. A Torino, è usanza mettere delle tende di plastica trasparente sull'esterno del balcone lato cortile durante la stagione fredda, in modo da proteggerne l'interno dal freddo. Simba Dalton a un certo punto ha preso l'astuta abitudine di camminare sull'esterno della tenda, facendole fare una conca tra i fili da stendere (e sgridarlo non serviva a nulla, continuava imperterrito). Un giorno sento un rumore strano, tipo "gnignic, gnignic" e lo becco a zampettare sulla tenda, con un filo a sostenerlo e sotto il vuoto. Manco a dirlo dopo circa una settimana di "passeggiatine" la tenda non ha retto ed è finito in cortile, dove mio padre l'ha ripescato nascosto in un vaso di gerani.

Milù Ma Dalton sull'attenti
Passa ancora un mesetto, è una domenica mattina e una Milù particolarmente pestifera va a buttare i miei giù dal letto a calci. Mia madre si alza e decide che nutrila è l'unica maniera per farla stare buona ma, poco dopo, si accorge che all'appello felino manca una gatta: Biancaneve Dalton. Mentre la cerca, dal balcone lato cortile sente miagolare in lontananza e guarda d'istinto giù (quando senti miagolare in lontananza dal balcone o un gatto si è fatto chiudere in bagno o è cascato in cortile, di solito), non vedendola. Il miagolio continua ed è la voce della piccola. Allora alza la testa e se la vede sporgere dal balcone del secondo piano. La fanciulla, in pratica, ha pensato bene di scalare una rete di protezione anti-gatto (rete che serve ad evitare che i felini raggiungano un muro poco distante dal balcone) dall'esterno, usandola come scaletta, e arrivando a fare ciao con la zampina al vicino del piano di sopra. Immaginate un vostro vicino di casa che vi suona alle 8 di domenica mattina dicendo «Buongiorno, la mia gatta è sul tuo balcone, posso riprenderla prima che si butti di sotto per tornare dai suoi felini parenti?». Ah, quasi dimenticavo l'ha fatto quattro giorni dopo l'intervento di sterilizzazione, con ancora tutti i punti addosso e la ferita fresca!

A quella finestra ci vanno solo
sotto stretto controllo umano
Passano ancora un paio di mesi, che Biancaneve Dalton si è fatta quasi integralmente con il vestitino felino e\o il collare di Elisabetta a causa di una brutta dermatite, e arriviamo a sabato mattina. In questi giorni a Torino fa un caldo micidiale, per cui abbiamo cominciato ad aprire le finestre, tutte debitamente munite di protezioni anti-gatto. Sabato mia sorella aveva un esame importante per cui ha dormito poco per studiare. Alle sei e mezza era in camera sua con Simba Dalton. Alle sette viene da me e mi chiede: «Sister, i ragazzi sono da te?» (traduzione «Gentile sorella, i due giovani felini che rispondono al nome di Simba e Biancaneve e che abitano questa dimora sono per caso nelle tue stanze?»).
I due Gatti Dalton
dormono pucciosi
Ovviamente non c'erano. Nel giro di cinque minuti parte il protocollo di recupero gatti. La casa viene setacciata e troviamo solo Ma Dalton Milù, chiusa oltre la barriera di protezione del balcone lato strada (sì, perché con tre cretini equilibristi teppisti e memori dell'esperienza passata, i gatti non hanno più il permesso di andare sul balcone lato strada da soli - ma a quanto pare sono stati capaci di forzare la rete). Ancora cinque minuti e sono fuori a vedere se per caso sono in cortile (ma non ci sono) e poi passo all'esterno.
Nella loro cuccetta, con un po'
di giocattoli
Di fronte a casa mia c'è un giardinetto recintato con una colonia felina. Ma Dalton Milù si era rifugiata lì durante la sua fuga ma a quest'ora del mattino è chiuso e inaccessibile, per cui ci limitiamo a fare un giro sull'esterno (e a salutare Codina, una gatta della colonia che se la dorme nell'erba). Mentre stiamo facendo un piano d'azione sentiamo un "MAO" in lontananza. Inconfondibilmente Simba Dalton! I due fuggitivi per fortuna erano rimasti insieme.
Simba Dalton da piccolo, davanti alla
rete che hanno divelto per uscire
Li abbiamo trovati impolverati, terrorizzati e nascosti nella griglia delle cantine del mio palazzo, così ben mimetizzati che ci siamo passati davanti tutti e quattro senza vederli. In altri cinque minuti si fanno catturare e portare dentro (anzi, Biancaneve Dalton corre dentro con le sue zampine) e adesso stanno ronfando beati sul letto. Ci hanno tolto dieci anni di vita (in quel quarto d'ora ci è passato davanti un futuro probabile di appostamenti notturni e cacce nei prati) ma almeno li abbiamo ripresi in fretta (e senza usare gabbie trappole o altro) e hanno passato fuori, in tutto, non più di tre quarti d'ora. Ancora mi chiedo come sia stato possibile che due gatti su tre siano cascati dallo stesso balcone nello stesso momento! Secondo me uno ha fatto una cretinata (tipo provare a saltare sulla finestra del mio dirimpettaio ma mancando brutalmente il salto - anche perché è impossibile arrivarci -, oppure si è lanciato all'inseguimento di un insettino finendo sul vuoto) e l'altro si è sporto per vedere, finendo per cadere a sua volta.

Adesso stiamo migliorando ulteriormente le misure di sicurezza, blindando ogni uscita ma questi tre stanno dimostrando di avere una gran fantasia e di essere dei veri maestri della fuga (Davvero, come i Dalton!). E poi mi domando, com'è possibile che riescano a cascare così tanto dai balconi,!?Non è normale, va bene che abito al primo piano e che i gatti sono rinomatamente pirla inside ma è un bel pezzo da terra!


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





22 commenti :

  1. Ciao Acalia! :)

    Sono felice che abbiate ritrovato i gattini, tra loro e Milù non saprei chi sia peggio riguardo la fuga (tale madre tali figli; trovo il nome Dalton adattissimo per i micetti! XD)
    Comunque per quanto teppisti siano sono anche estremamente pucciosi!!!!*_*

    Hai notizie di Micromilù, Poldino e Sophie?

    Per il caldo anche qui in Lombardia si muore! (adesso mi trovo con un ventaglio in mano!D:)

    PS: Perdona la mia assenza negli ultimi 2 mesi; mi è mancato un sacco non commentare ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti dico l'infarto sabato quando sono spariti in coppia! Per fortuna non sono andati lontano!

      Sì, mi tengo aggiornata sugli altri tre e ogni tanto li vado anche a trovare. Poldino e MicoroMilù (ora Odino e Fern) abitano insieme e sono inseparabili. Lui è diventato un gattone enorme ed è stato messo a dieta dalla sua veterinaria. Sophie, invece, è diventata la regina della sua nuova casa e anche lei ha messo su un po' di ciccetta ma i suoi padroni non riescono a dirle di no quando fa gli occhietti dolci per avere cibo :D

      PS: Non ti preoccupare e, anzi, bentornata :D

      Elimina
  2. Che teppisti! Sono bellissimi, che musetti!
    Ormai il mio è un vecchietto e ha smesso di fare il funambolo, ma sono sicura che se ho qualche capello bianco è tutta colpa sua. Lui le tende verdi del balcone le usava come amaca, ci andava a dormire dalla parte esterna. Ogni tanto uscivo e vedevo un rigonfiamento che mi fermava il cuore. Mai più messe, ora solo quelle di plastica dura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro, sono troppo carini, fatto tutto quello che gli pare perché è difficili sgridarli, quando ti guardano con quei musetti pucciosi XD
      Poi, tre, giovani così, non riesci a sistemare l'ultimo disastro che già stanno combinando qualcosa di nuovo, sono dei teppisti senza senso XD

      Sandro faceva la stessa cosa di Simba! Lui ha smesso dopo il capitombolo in cortile (ma non ci siamo preoccupati troppo perché siamo al primo piano e non si fanno niente a cadere - non si fece nulla Lancillotto a 17 anni e malattissimo) ^^

      Elimina
  3. Mamma mia.. vivete con una costante tachicardia!
    Anche Totoro qualche volta tenta la fuga e quindi ogni finestra è provvista di zanzariere blindate e rinforzate!
    Inoltre viene sul terrazzo solo sotto stretta sorveglianza perchè tende a voler esplorare i tetti dei vicini da cui non è capace di tornare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro viviamo agli arresti domiciliari, ma per loro paiono non essere del tutto sufficienti XD

      Ma Totoro ormai ha una certa età, dovrebbe essersi calmato! Io spero che ai miei il tempo porti la saggezza, che altrimenti a casa mia moriamo tutti d'infarto XD

      Elimina
  4. Mamma mia, per fortuna che li avete ritrovati!
    Sono Satana travestito da pallette fuffose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già carinissimi ma terribilmente teppisti XD

      Elimina
  5. I gatti sono animali domestici "per modo di dire", mai visto un animale con un spirito così indipendente e avventuroso come un gatto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finché sono giovani, poi diventano una morbida estensione del divano ;-P

      Elimina
  6. Quei gattini sono l'ammmore <3
    Chissà se davvero tutti i figli di "randagi" (anche se i tuoi lo sono sono in parte)^^ sviluppano un carattere che tende al demoniaco XD XD

    Anche a me piacerebbe sapere se hai news costanti su Micromilu' & co. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non credo siano figli di un randagio ma di un gatto patronale che girava libero (nella mia zona ci sono diverse casette con un un fazzoletto di cortile e spesso ospitano dei gatti padronali che però sono liberi di cazzeggiare in giro). Quello che abbiamo visto fare il filo a Milù non era un randagio, troppo ben curato e troppo abituato a farsi pacioccare dagli umani :D
      Però i piccoli sono venuti demoniaci allo stesso, quando erano tutti e cinque non facevi in tempo a pulire un disastro che ce n'era uno fresco fresco XD

      Sì, ho notizie costanti, fotine e qualche volta li vado anche a trovare :D

      Elimina
  7. Però poi con quei musini come si fa a non perdonarli? Certo, immagino l'ansia tutte le volte che ne manca uno all'appello.
    La mia micia è sempre stata molto pigra e casalinga e non si è mai avventurata da nessuna parte: prende il sole sul balcone, si spaparanza sul letto dei miei, e ogni tanto viene a domandare insistentemente le coccole. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhh, è impossibile non perdonarli, loro lo sanno e se ne approfittano, i maledetti pelosini :D
      Santa gatta! Era così il mio vecchio Lancillotto, dopo i primi anni in cui ha fatto anche lui qualche cretinata (ma nulla in confronto a quello che combinano i fratelli Dalton qui) era diventato molto più calmo. Un po' credo che sia anche perché sono in due (in realtà tre) e si danno man forte tra di loro XD

      Elimina
  8. Ragazzi che incubo sti splendidi gattoni!!!
    Beati voi però che potete adottare qualche contromisura, i miei se vanno vanno... non esiste modo di recintare un intero giardino con cancello che, ahimé, da sulla strada T___T
    (e comunque Ma Dalton assomiglia un sacco e mezzo alla mia Bedelia, che bella! :D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La strada è il mio incubo, non riuscirei a farli andare fuori e a vivere serena piuttosto li terrei fissi in casa ç__ç (poi in città è impossibile!)

      Miù è diventata proprio una signora gattina, la gravidanza e il parto le hanno fatto benissimo :D

      Elimina
  9. Oddio, vivrei con l'ansia continua.
    Quando era più piccolo, anche il mio gatto faceva di queste cose (saltava sulla finestra dll'altro appartamento, si è buttato su una tenda del negozio di sotto, ha saltato il balcone...
    Immagino che ansia sia con quincidimila esemplari così indisciplinati XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che sono praticamente blindati in casa, ma ne fanno davvero di tutti i colori!

      Il bello di avere tre gatti è che si intrattengono un sacco tra di loro. Il brutto è che poi fanno le cretinate in comitiva XD

      Elimina
  10. che adorabili piccole pesti pelose.. solo un altro bipede gatto-munito può comprendere quanto possano essere subdoli e scaltri i felini! Simba è stupendo ma temo sia affetto dalla tontosindrome come tutti i gatti rossi che ho conosciuto. sono sagnelloni inside, sarà genetico XD

    la mia belva tigrata (come i tuoi figlia di una randagia poi acciuffata e sterilizzata) invece più che aspirante fuggitiva è la reincarnazione di Jack lo Squartatore e Maria Callas. quando non ci delizia con gorgeggi spaccatimpani è impegnata nella sacra missione di estirpare qualsiasi forma di vita dal giardino a cui ha accesso. abbiamo perso il conto dei passerotti adulti, pulcini, lucertole e raganelle portati in dono, siano essi interi, variabilmente sezionati o semidigeriti.
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono dell'idea che i gatti stiano lentamente colonizzando le case di noi umani e prima o poi verrà fuori che sono loro la razza dominante :D Simba purtroppo ha proprio quella diagnosi. Sicuro al 100%! La piccola Biancaneve, invece, è una lenza pazzesca XD

      Da noi c'è Simba che interpreta Pavarotti alle 6 circa del mattino. Alle 6 e mezza mi alzo per andare a lavorare. Manco a dirlo ci rimane malissimo il week-end quando rimango a nanna (e a quel punto intervengono anche le due fanciulle che si lanciano dall'alto suoi miei genitori che dormono - storia vera, fanno delle cose assurde) XD
      Per ora niente doni, da noi, ma bisogna anche dire che in casa più che qualche mosca non possono prendere (per fortuna!) ;-P

      Elimina
  11. Ma infatti la mia paura coi gatti è che sono incontenibili! Saltano ovunque e passano in ogni spiraglio... Il cane almeno si limita alle basse altezze, anche se la mia una volta me la sono ritrovata seduta a tavola aspettando che qualcuno aprissi cartoni delle pizze, altre volte sale sulla sedia a rotelle da ufficio e schiaccia un pisolino oppure medita di saltare direttamente sul tavolo passando dallo schienale del divano! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gatti giovani sono birbanti, poi, diventando grandi, si calmano un sacco e diventano più un'estensione del divano che le piccole pesti che erano un tempo :D
      Il dramma con i cani è portarli a spasso, secondo me ^^

      PS: I miei gatti passeggiano regolarmente sui pensili della cucina, schiacciano pisolini sulle mensole alte dei fiori e cercano di calarsi dalla piccola finestra basculante alta dal bagno (che è stata chiusa onde evitare che Simbino ci si impiccasse) XD

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.