mercoledì 3 giugno 2015

14

Il libro della vita - Ti va di scommettere?

La locandina nel film
Il libro della vita (The Book of Life) è un film americano del 2014, realizzato con la tecnica del 3D dalla Reel FX Creative Studios e distribuito dalla 20th Century Fox. Co-scritto e diretto da Jorge Gutierrez, è stato prodotto da Aaeon Berger, Brad Booker, Guillermo del Toro e Carina Schulze ed è stato nominato per il Golden Globe nella categoria Best Animated Feature Film. Il film è stato distribuito nei cinema americani a partire dal 17 ottobre 2014 e in Italia è sbarcato solo il 28 maggio 2015 (e se c'è qualcuno ancora interessato a vederlo è meglio che si sbrighi perché lo stanno già togliendo da tutte le sale - e non ne hanno fatto un briciolo di pubblicità, una tristezza). Ora, dato che la campagna di marketing nostrana è stata appunto inesistente non sapevo neppure dell'esistenza di quest'opera, ma a Torino Comics c'era una bellissima cosplayer (che mi dolgo di non essere riuscita a fotografare) che impersonava il personaggio de La Muerte e che mi ha fatto incuriosire sul titolo. Dopo il salto vediamo di cosa parla!

La Muerte e Xibalba
La Muerte è la divinità benevola che regna sulla vivace Terra dei Ricordati, il luogo che ospita le anime dei defunti che vengono ancora ricordate dai vivi, mentre il suo imbroglione marito Xibalba regna sulla triste Terra dei Dimenticati, dove trascorrono il loro tempo le anime delle persone che ormai nessun vivente ricorda più.
I tre ragazzini scelti per la scommessa
Un giorno La Muerte e Xilalba fanno una scommessa su tre piccoli e ignari amici. Se la piccola Maria sposerà il dolce Manolo, allora Xibalba smetterà di dar fastidio agli umani, ma se Maria sposerà l'intraprendente Joaquin, i due coniugi divini faranno scambio di Regno, con La Muerte che si troverebbe intrappolato nella infelice Terra dei Dimenticati e Xilalba libero di governare la Terra dei Ricordati, tra feste e canti.
Maria da grande
Poco dopo Maria, ancora ragazzina, viene spedita da suo padre in Spagna per migliorare la propria educazione e torna nel natio Messico sono diversi anni dopo, quando ormai è diventata una bellissima donna. Nel frattempo Joaquin è diventato un coraggioso soldato e Manolo un aspirante torero (tradizione di famiglia, tutti i Sanchez sono toreri da generazioni e generazioni, anche se il giovane in cuor suo preferirebbe fare il musicista), ma nessuno dei due ha dimenticato l'amata Maria. Chi riuscirà a conquistare il cuore e la mano della giovane fanciulla? L'eroe della città o il torero dal cuore di panna? Chi vincerà la scommessa? Xibalba o La Muerte?

Manolo con le sue spade da torero e
la chitarra
Manolo è un personaggio piuttosto particolare. Coraggioso, indomito, tecnicamente preparato per la carriera di torero ma anche assolutamente incapace di calarsi nei panni del vero matador. A Manolo piace suonare e cantare (al punto che il suo sogno è fare il musicista) e preferisce imbucarsi in un trio di sfigati fratelli mariachi che affrontare i tori nell'Arena, anche se la sua famiglia, un clan di toreri da generazioni e generazioni, cerca in tutti i modi di farlo diventare uno di loro al 100%. In pratica è un torero animalista (il che lo porta a vivere un discreto conflitto interiore).
Joaquin si dichiara alla sua bella
Joaquin, invece, è un orfano. Suo padre è morto anni prima affrontando un terribile bandito Chakal e questo gli è valso il titolo di eroe, per cui il ragazzo passa la sua giovinezza ad allenarsi per diventare a sua volta un eroe, puntando tutto su gesta eroiche e maschia forza. Accanto a loro c'è Maria, una fanciulla tutta pepe (al punto che un personaggio secondario, un maschilista patentato, la definisce "una bisbetica indomabile"), forte, determinata, coraggiosa, erudita e disposta a sposare solo l'uomo che ama veramente. Per i due non sarà affatto facile avvicinarsi al suo cuore!
Il malvagio Chakal
A completare il quadro dei personaggi ci sono poi tutti gli scoppiettanti parenti di Manolo, il buffo e stupido padre di Maria, i malvagi banditi di Chakal e, ovviamente, le divinità che hanno partecipato alla scommessa. Il primo, Xibalba, è un tizio viscido e poco affidabile, mentre la seconda, La Muerte, è una splendida donna, elegantissima ma forse un pelo irosa, e indubbiamente corretta e sincera.
La Muerte fa la scommessa con il marito
A loro va infine aggiunto Candelaio, anch'egli appartenente al pantheon divino, un signore bonaccione, che si occupa "solo" di regolare la vita e la morte delle persone e che si prenderà a cuore un determinato personaggio. Le divinità, in questa storia, sono dei veri e propri personaggi attivi, che non si limitano a guardare i loro protetti da lontano ma interagiscono e con loro e intervengono nel momento del bisogno.

La Terra dei Viventi
Dal punto di vista tecnico devo dire che lo stile del film è meraviglioso. I personaggi umani sono rappresentati come delle marionette di legno dai tratti e dalle decorazioni tipicamente messicane, pienissimi di dettagli (fin sovraccarichi direi, ma pienamente coerenti con lo stile rappresentato) e dotati di un character design a dir poco unico, leggermente squadrato ma molto simpatico.
La Terra dei Ricordati
Estremamente curate sono anche le divinità. La Muerte, anche lei con un abito e un trucco estremamente elaborati, sembra davvero fatta di zucchero, mentre Xibalba, tutto sui toni del nero e del verde, sembra una fusione tra l'Ade Disneyano e il Discord di My Little Pony (in effetti la somiglianza con Discord è piuttosto spinta, anche se devo dire che Xibalba è molto più particolareggiato).
La Terra dei Dimenticati
A tutto questo vanno poi aggiunti i suggestivi ambienti della Terra dei Vivi (il paesino messicano rappresentato è carinissimo), la coloratissima Terra dei Ricordati (davvero meravigliosa) e l'inquietante Terra dei Dimenticati. Al tutto va poi aggiunta una buona colonna sonora (anche se devo dire che Manolo canta davvero troppe canzoni! Alla fine uno ha l'ansia di vederlo con la chitarra in mano) e delle discrete voci italiane (anche se credo sia molto più suggestivo da vedere in spagnolo).

I tre protagonisti
In definitiva posso dire che Il libro della vita è stata un'ottima visione e, nonostante la storia narrata non sia delle più originali (specialmente nella prima parte, che è piuttosto prevedibile - anche se c'è un plot twist notevole), riesce regalare un'avventura incredibile, trascinando lo spettatore con la simpatia del suoi personaggi e affascinandolo con l'opulenza e la magnificenza del suo stile.
E questo? Wow!
Il libro della vita è una storia d'amore, una storia d'amore molto avventurosa e colorata che mostra come due giovani siano arrivati a sposarsi, affrontando tante difficoltà e le insidie messe in campo da un paio di divinità non sempre completamente benevole, non sapendo che sulle loro giovani spalle non grava solo il peso della propria vita ma quello intero dei regni dell'Aldilà. Il tutto condito poi da una discussione sul tema della famiglia e sull'importanza di seguire il proprio cuore (e un pizzico di animalismo) e una bella manciata di folklore messicano. Mi sento di consigliare questo film un po' a tutti perché La Muerte è un personaggio stupendo, perché Maria è una ragazza indomita e perché altrimenti non saprete mai quale dei due giovani riuscirà a conquistare il suo cuore!


Il trailer del film (occhio è spoileroso)


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





14 commenti :

  1. Wow non sapevo neanche io di questo film *_* Ti ringrazio per averne parlato (molto bene oltretutto)^^ cosi' vedro' di recuperarlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego :D
      Mi meraviglia che abbia avuto una campagna di marketing così povera ç__ç

      Elimina
  2. Veramente un bel film, peccato che in Italia non abbiano fatto quasi nessuna pubblicità. La Muerte è sicuramente uno dei personaggi più belli che abbia mai visto. La trama non sembra nulla di che, ma l'ambientazione è davvero particolare e colorata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è uno di quei film che punta tutto sui personaggi e sull'ambientazione. La trama (specie nella prima parte) è piuttosto scontata ma l'ho trovata comunque gradevole :D

      Elimina
  3. Non sai quanto sono arrabbiato...
    Da noi questo film l'hanno trasmesso solo per due giorni! Il 30 e il 31... E poi l'hanno tolto dalla programmazione.
    Quei giorni non sono potuto andare al cinema... che rabbia!

    Comunque l'ho conosciuto grazie alle Funko Pop. Stava sfogliando il catalogo online e ho trovato le Funko di questo film. Ho cercato immediatamente il trailer e lo vidi... Sono rimasto a bocca aperta...
    E peccato che non lo potrò vedere per adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da me la programmazione è stata ridicola e imbarazzante. Dopo due giorni ce l'avevano solo più un paio di multisala giganteschi ç__ç
      Una tristezza!

      Il film è molto carino, spero che sia presto disponibile in altro modo perché una visione la merita tutta ^^

      Elimina
  4. Davvero un bel film! Anche a me è piaciuto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho trovato molto particolare e folkloristico ^^

      Elimina
  5. OCCHIO SPOILER
    L'ho visto su Youtube in spagnolo latino (ergo, doppiato in Messico). Devo dire che nonostante le immagini fossero leggermente zoomate (io pure pirla ad essermene accorta oltre metà film), mi è piaciuto un sacco. Sia l'inizio al museo, che il resto...come la finta morte della ragazza, le varie serenate. Come film mi ha ricordato la Sposa Cadavere, dove il mondo dei morti è allegro. Anche se, nel Libro della Vita, il mondo dei vivi non è nè triste nè allegro, ma il mondo dei morti può essere sia felice che triste.
    Peccato che qui in Italia sia uscito a maggio (neanche un poster...perchè?), nel resto del mondo è uscito ad ottobre 2014...perchè un ritardo così grande? Comunque l'ho trovato molto carino, e spero di rivederlo meglio, dato che su Youtube per via del copyright era zoomato (e io scema ad accorgermene tardi!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi far parlare del marketing scadente che ha avuto e del fatto che sia stato tenuto in programmazione pochissimo. Pensa che se non avessi visto quella cosplayer che mi ha messo curiosità probabilmente me lo sarei brutalmente perso.

      [SPOILER] La parte dove muore la ragazza è la migliore, personalmente non me lo aspettato. O meglio, mi aspettavo che fosse morta davvero, a quel punto XD Il doppio colpo di scena è stato figo :D
      [FINE SPOILER]

      Elimina
  6. Io sto cercando di imparare lo spagnolo

    RispondiElimina
  7. Non sono riuscita a vederlo, peccato :(

    RispondiElimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.