lunedì 3 agosto 2015

18

30 giorni di ... Revolution - Giorno 11 - La saga che ti ha appassionato per più tempo


Nella mia carriera di lettrice ho letto diverse saghe lunghe. Alcune mi hanno appassionato per un sacco di tempo (tipo quella dei I Tre Moschettieri) ma solo quando ho cominciato ad amare serie work in progess ho provato per la prima volta le gioie e i dolori dell'attesa. Io sono una lettrice bulimica, potendo leggerei tutto subito, tutto di fila, ma, quando "il prossimo" non è ancora stato scritto, per forza di cose sono costretta a fermarmi. Da una parte lo trovo frustrante, dall'altra, invece, trovo che mi permetta di assaporare maggiormente la saga.

Dopo il salto vediamo le mie saghe lunghe!


La cover del primo volume
La prima mega-saga a cui mi sono appassionata è stata, molto originalmente, quella di Harry Potter. Correva l'anno domini 1999 e un compagno di mia sorella le regalò, per una delle solite feste di compleanno di cui ormai sto parlando un post sì e uno no (giuro che poi la smetto), un libro [1]. Questo libro non parlava di bambine dai capelli rossi ma aveva una copertina gialla, con disegnato sopra un buffo ragazzino con un cappello a forma di topo in testa, e si chiamava Harry Potter e la Pietra Filosofale. Ovviamente l'ho letto, l'ho trovato caruccio ma nulla di strepitoso e, essendo ancora Internet agli albori (molto agli albori, per cui non mi venne neppure in mente di cercare informazioni in merito) l'ho messo da parte pensandolo un volume unico.

Il quarto faamigerato (per me) volume
Qualche mese dopo venne a trovarci con tutta la sua famiglia Fiona, un'amica inglese di mia madre. Una sera, mentre stava passando in salotto, vede spuntare dalla nostra fornita libreria la costina di Harry Potter e rimane letteralmente sconvolta. Ma come, solo primo? E non avevamo letto il seguito? Il giorno dopo esige di essere portata in una libreria di fretta e furia e compra, senza pensarci un secondo, Harry Potter e La Camera dei Segreti e Harry Potter e Il Prigioniero di Azkaban e ce li regala "per il bene della nostra cultura generale" [2]. Personalmente rimasi un attimo basita dalla sua reazione (a mio parare molto esagerata) ma, come si suol dire "a caval donato non si guarda in bocca" e mi misi subito a leggerli. Bhe, che dire, con il terzo volume fu amore. Personalmente rimango dell'idea che Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban sia il volume migliore della saga. A quel punto avrei voluto leggere il seguito ma, ovviamente, non era ancora disponibile e, per la prima volta in vita mia, mi trovai a dover aspettare una pubblicazione.

Harry vestito con un piumino con gufo
L'estate successiva Fiona mi ospitò a casa sua per due settimane e, proprio in quel periodo, stava uscendo nei negozi inglesi Harry Potter e il Calice di Fuoco. Non sto qui a sottolineare dettagliatamente l'amore che gli inglesi tributarono a quella pubblicazione, ma vi assicuro che si parlava sempre e solo si Harry Potter, compreso in luoghi inadatti (tipo le lezioni scolastiche [3]). Tornata a casa riuscendo miracolosamente a non spoilerarmi nulla, dovetti attendere ancora alcuni mesi per la traduzione e ben sei anni per leggere la fine della saga. Per me, che ero abituata a leggere tutto insieme fu una lunga attesa!
  

One Piece!
Nel frattempo, nel 2003, ho cominciato a leggere manga e due dei primi titoli che ho cominciato subitissimo sono le due saghe che seguo da più tempo: One Piece e Detective Conan. Ora, pare che Detective Conan stia veleggiando verso il finale ma per One Piece ne siamo ancora lontani anni luce!
Aggiungo anche, tra le mie "recenti" scoperte, Il Trono di Spade (A song of ice and fire), di cui sto leggendo i romanzi. Lo seguo relativamente da poco (quattro anni) ma, dati i tempi biblici di pubblicazione di Martin potrebbe comodamente battere per durata la saga di Harry Potter!

Ricapitolando abbiamo:

Per ora i manga sono in testa ma in futuro chi lo sa!
 
 
NOTE:

[1] Rinnovo l'invito a regalare dei libri ai bambini e ai ragazzi. Libri o anche fumetti!

[2] Gli inglesi vanno pazzi per Harry Potter in un modo che quasi ha del folle! Per loro è stato un fenomeno mediatico, culturale, relazionale, importantissimo. Non aver letto Harry Potter è uno smacco assurdo. Nota: Fiona è una professoressa d'inglese in una High School di Cambridge, non l'ultima delle ignorantone.

[3] Fiona mi inserì nella sua scuola per quelle due settimane e frequentai alcuni corsi con gli studenti locali. Oltre il fatto che la matematica che fanno gli inglesi è di livello infimo (seguivo il corso avanzato e la classe era due anni più grande di me - per loro l'ultimo anno - e facevano con gran fatica lo scarto quadratico medio che io avevo fatto l'anno prima), nella classe di lingua inglese aprirono un lungo dibattito a tema Harry Potter. Poi notai i poster del maghetto alle pareti della classe e mi arresi all'evidenza che ne erano proprio malati!


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





18 commenti :

  1. Concordo con Fiona, Harry Potter è un must!!
    Che bella l'occasione di studiare per due settimane in una classe inglese *-*

    Tornando al meme, dato che uno dei generi xhe preferisco è il fantasy e leggo diversi manga, ormai dalle saghe lunghe non riesco più a scappare. Anche volendo evitarle, ci casco in pieno! Al momento le saghe di Robin Hobb sono quelle a cui ho venduto l'anima XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il senno di poi Fiona aveva ragione da vendere, ma all'epoca ci rimasi un attimo stupita dal suo modo di fare perché in Italia il titolo era (strano a dirsi) praticamente sconosciuto :D

      Le mega-saghe una droga *__*

      Elimina
  2. One Piece in assoluto...
    Come libro dico "Lupo Solitario" dei libro game

    RispondiElimina
    Risposte
    1. One Piece sta diventando lentamente imbattibile :D

      Elimina
  3. Sta volta a quanto pare abbiamo una risposta in comune... fin troppo simile, azzarderei! XD

    RispondiElimina
  4. Io mi aspettavo che avresti dato la priorità a One Piece!
    Concordo con te su vantaggi e pericoli della bulimia da lettura e sul fatto che il terzo della saga di Harry Potter sia il migliore!
    Sigh, io ho scelto Martin, vedo che condividi il mio tormento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo una storia più articolata su Harry Potter, quindi ho deciso di dare a lui la priorità :D
      Il terzo libro della saga è quello che mi ha fregata, cavolo [SPOILER] ero convinta che Sirius fosse cattivo, e poi i viaggi nel tempo li adoro [FINE SPOILER] :D

      Martin secondo me si diverte a farci soffrire ç__ç

      Elimina
  5. Harry Potter uber alles. Poi Una serie di sfortunati eventi, Millenium e ancora prima (adesso vediamo chi se la ricorda) La storia Ancestrale! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Harry Potter ha segnato una generazione, le successive, quelle che si sono trovate la saga già scritta e finita non possono capire ;-P

      Elimina
  6. Io devo ancora finire di leggere i libri di Potter.. lo amo e non ho tempo di amarlo di più... UFFI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avrei resistito a non leggere come finisce. A costo di sacrificare le ore di sonno e zombificarmi il giorno successivo (parlo bene ma l'ho letto ai tempi, quando ancora studiavo XD) ^^

      Elimina
  7. Amo gli inglesi e il loro amore per HP, e sì, è stato decisamente un fenomeno culturale di portata devastante! L'esperienza nella scuola dev'essere stata interessantissima! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero molto interessante. Lo shock culturale è piuttosto grosso :D

      Elimina
  8. Harry Potter non mi ha mai attirata molto, ho visto qualche film (che molto probabilmente non sarà all'altezza dell'originale) ma non mi ha entusiasmata. Di One Piece guardavo l'anime, un tempo, poi non sono più riuscita a vederlo e quando ho avuto un PC e potevo quindi saperne di più e riguardarmelo non sono riuscita comunque perchè non mi ricordavo il titolo della serie (mi chiedo ancora come sia possibile...); Detective Conan pochi anni fa non mi interessava per nulla, in seguito l'ho riscoperto e adesso, qualche volta lo leggo con piacere (qualche perchè con questa serie ho un rapporto strano, non lo seguo per mesi e poi in una settimana recupero tutti gli arretrati che ho, sono incomprensibile XD)
    Come risposta avevo pronto Topolino, poi riguardando il titolo ho letto saga, pensandoci mi è venuto in mente e una serie di libri che mi è piaciuta e che prendo da molti anni è quella del Sorriso: Uno Cento Mille Sorrisi; Tutti i colori del Sorriso... Questi libri raccontano storie brevi, non tutte hanno una fine, alcune hanno il finale aperto; come argomenti molte storie parlano di malattie, altre di quotidianità, sono tratte da storie vere e hanno in comune il fatto che il protagonista di ogni racconto è un bambino. Questi libri ricordo mi erano piaciuti ma l'ultima volta che li ho letti è stato diversi anni fa; in questo periodo pensavo di rileggerli (l'idea mi è venuta in mente oggi, i meme oltre ad essere simpatici ed uno svago sono anche utili XD) ^^
    (In realtà sono ancora confusa nel dire che queste serie di libri vada bene, le store non sono collegate tra loro e i personaggi cambiano continuamente; mi sento ancora indecisa! ^^)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, credo che te lo sarai già sentita dire almeno duecento volte ma io ti consiglio di leggere i libri, sono tutta un'altra storia rispetto ai film. Il primo è un po' infantile, ma vedrai dopo :D

      Anche io faccio così con Conan *__*
      O meglio, prima non lo facevo, ma poi il fumettaro casinaro mi ha perso un numero e ho aspettato mesi che arrivasse, per cui ho accumulato XD

      Ho messo la parola "saga" nel titolo proprio per togliere quelle storie a lungo termine tipo i comics americani e i Topolini ;-P Poi uno è libero di fare quello che gli pare e piace, ma trovo che giocarsi L'Uomo Ragno o Batman (o Topolino) sia leggermente off-topic (non per altro, ma perché vantano un sacco di autori diversi) ;-P

      Quella serie di libri non la conosco, farò un'indagine :D

      Elimina
  9. HP fa parte ormai della storia del costume oltre che della letteratura! In fondo sono d'accordo con Fiona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà sono assolutamente d'accordo anche io :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.