martedì 1 settembre 2015

34

Coraline e la porta magica - Non tutte le porticine portano al Paese delle Meraviglie

La locandina del film
Coraline e la porta magica è un film d'animazione in stop-motion distribuito nel 2009 dalla Universal Picture e girato da Henry Selick sulla base del racconto Coraline, scritto da Neil Gaiman e illustrato da Dave McKean (il racconto è stato pubblicato in Italia dalla Mondadori Editore nel 2002, per chi fosse interessato). Il film è stato nominato all'Oscar nella categoria Miglior Film d'Animazione e ha vinto tre Annie Awards (Miglior colonna sonora, Miglior Character Design e miglior Product Design). Una curiosità: in origine la protagonista avrebbe dovuto chiamarsi Caroline ma un errore tipografico la trasformò in Coraline. All'autore del racconto piacque e rimase così.

Continua dopo il salto

Una bambina piuttosto infelice
Coraline è una ragazzina di undici anni che si trasferisce, con la sua famiglia, nel bel mezzo del nulla di una piovosa campagna. I suoi genitori, pur lavorando in casa (sono scrittori di libri di giardinaggio) non hanno alcun tempo da dedicarle, per cui la sua vita scorre noiosa, priva di stimoli e afflitta dalla terribile cucina di suo padre. Un giorno, però, nella vecchia casa rosa in cui abita, scopre una piccola porticina.
La porticina murata
La porticina non sembra portare a nulla (è murata) ma, durante la notte, si apre un passaggio magico che le permette di entrare in un Altro Mondo. In questo mondo, copia speculare ma non identica di quello reale, incontra la sua Altra Madre e il suo Altro Padre, due copie esatte dei suoi genitori che, a differenza degli originali, sono dispostissimi a cucinare deliziosi pranzetti per lei, a darle le attenzioni
L'Altra Madre
che tanto brama e a mostrarle splendide meraviglie. Tutto nell'Altro Mondo è più bello, più splendente e più divertente. I suoi inquietanti vicini sono strepitosi, il cibo buonissimo e tutti non sembrano avere occhi che per Coraline. Coraline è stupefatta e ammaliata ma sarà tutto oro quello che luccica? Come mai il suo Altro Padre, la sua Altra Madre e tutti i vicini hanno dei bottoni neri cuciti sugli occhi? Cosa nasconderà veramente l'Altro Mondo?
 
Il babbo e la mamma non hanno tempo
per lei
Coraline è una classica bambina trascurata dai genitori. Lei è giovane, curiosa, piena di vita e si sente dire in continuo di stare buona e di lasciare in pace gli adulti, che devono fare qualcosa di più importante (ossia lavorare) che dare retta ad una "bambina". Questo, unito alla pessima cucina del padre (da non trascurare), la rende oltremodo frustrata e desiderosa di attenzioni, affetto e anche un po' di sano divertimento, per cui, quando lo scopre, l'Altro Mondo diventa subito un'attrazione irrinunciabile.
Bleargh!
Da notare è anche che i suoi veri genitori non sono persone malvagie, ma si fanno assorbire troppo da una scadenza e si dimenticano che hanno anche una bambina a cui badare. Sono negligenti? Sì lo sono, e capisco anche razionalmente che ci possano essere dei momenti delle propria vita in cui si è completamente assorbiti dal lavoro, può capitare.
Coraline con gli Altri Genitori
A non capirlo (giustamente) è la ragazzina (e forse anche io non capirei se fossi nei suoi panni. È facile parlare da terza persona). Attorno a loro c'è tutta una pletora di personaggi eccentrici e originali, tra cui l'ex-circense russo Mr. Bobinski, ossessionato dal creare uno spettacolo con i topi, Miss Spink e Miss Forcible, due anziane attrici in pensione, che litigano sempre e hanno una collezione di cani impagliati, e Wybie, uno strano ragazzino che ronza sempre intorno a Coraline ed è caratterizzato da una parlantina sciolta e pungente. E poi ovviamente c'è l'Altro Mondo, con tutti gli Altri personaggi copie non identiche ma più sgargiante dei loro originali.
 
Il signor Bobinski
Il film è stato il primo prodotto cinematografico in stop-motion ad essere completamente girato in stereoscopia con una doppia fotocamera digitale, in modo da poter essere proiettato in 3D [1]. Ogni oggetto presente in scena è stato meticolosamente ricreato appositamente per l'opera con una stampante 3D. I personaggi hanno un
Le due vecchiette con cani
impagliati sullo sfondo
character design molto particolare, che ricorda vagamente quello del blasonato Nightmare Before Christmas e di James e la pesca gigante (entrambi film di Selick), ma che offre un carattere personale grazie all'intervento dell'illustratore giapponese Tadahiro Uesughi, assunto come concept artist, che si è occupato dei personaggi e delle ambientazioni. Il risultato è un character design è molto particolare, realizzato attraverso linee plastiche, teste grosse e nasi appuntiti e dettagli dal gusto horror (come la mano fatta di aghi che cuce la bambola nei titoli di testa) e delle splendide ambientazioni gotiche\fiabesche.
Inquietante ...
Per questo il film piuttosto cupo, pieno di ombre e di stranezze, e, alla fine, esplode mostrando creature mostruosamente deformi e horrorifiche ma, durante lo svolgimento della trama, riesce anche far sua una girandola di colori e dettagli incredibilmente ampia. A completare il tutto c'è la colonna sonora di Bruno Coulais (con la partecipazione dei They Might Be Giants per la canzone Other Father Song), che riesce ad essere inquietante al punto giusto.
 
La locandina con le due mamme
In definitiva posso dire che Coraline e la porta magica è un ottimo film d'animazione, con una trama solida e abbastanza particolare (un paio di plot twist sono davvero interessanti),con una protagonista simpatica e intelligente e con un'atmosfera dark e dal gusto horror. Questa è una fiaba, ma non è una fiaba allegra con principi e principesse, è una fiaba con una bambina infelice che si mette nei guai e deve combattere contro qualcosa di più grande, più forte e più antico di lei, una fiaba che metterà alla prova la sua protagonista e le farà affrontare i suoi dubbi, le sue paure e i suoi problemi. Personalmente ho adorato lo stile di questo film, così scuro, così inquietante e così particolare e devo ammettere di amare spassionatamente il tocco horror degli occhi cuciti con dei grossi bottoni neri che rendono le espressioni dei personaggi a tratti bambolesche e spaventose. Un plauso, infine, va al personaggio del gatto, di cui non ho fin ora parlato (volutamente), ma che è davvero splendido!
Mi sento di consigliarlo un po' a tutti. Certamente è un horror ma non è per nulla splatter, è quell'horror sottile, fatto di dettagli e di atmosfera e non di sangue e sbudellamento!


Il trailer del film. 
Mi spiace ma di qualità decente l'ho trovato solo in inglese.


Questo post partecipa a:


14 luglio 2015 - Ore 21: Il conte Dracula - Ore 23: The Wincker Man
21 luglio 2015 - Ore 21: Cujo -Ore 23: La mosca
28 luglio 2015 - Ore 21: The Devil Rides Out - Ore 23: Candyman
4 agosto 2015 - Ore 21: Hellraiser - Ore 23: Brood, la covata malefica
11 agosto 2015 - Ore 21: Buio omega - Ore 23: Big Bad Wolves
18 agosto 2015 - Ore 21: Cimitero vivente - Ore 23: Suspiria
25 agosto 2015 - Ore 21: Nightmare - Ore 23: Giovani streghe
1 settembre 2015 - Ore 21: Coraline e la porta magica - Ore 23: Quella villa accanto al cimitero
8 settembre 2015 - Ore 21: Dead Snow - Ore 23: Trilogia del terrore


NOTE:
  
[1] E forse non era il titolo più furbo. Io lo vidi al cinema in 2D e non posso giudicare fino in fondo ma è un film dai toni piuttosto scuri, per cui ho idea che nel 3D (che scurisce l'immagine) non si vedesse poi molto! Ma magari sono di parte perché il 3D al cinema proprio non mi piace.


author

SCRITTO DA: Acalia Fenders

Sono una blogger di Torino che si occupa di fumetti e animazione dal 2010. I mei interessi spaziano dai classici fumetti (di cui ha una considerevole collezione) ai telefilm, dai film ai cartoni animati (anime e non!). Amo il Giappone e ho una sconsiderata e inarrestabile passione per Batman.





34 commenti :

  1. Io lo vidi al cinema e lo trovai carino.. i miei amici invece si annoiarono un sacco e ancora lo nominano quando parlano di noia.. -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace dirtelo ma i tuoi amici non capiscono niente di animazione ;-P

      Elimina
  2. E' piaciuto molto anche a me. Coraline ci ricorda che anche le fiabe possono avere il loro potenziale horror (anzi molte delle fiabe più conosciute nella loro versione originale hanno elementi dark, se non addirittura macabri...), e credo che, soprattutto per il giovane pubblico femminile, l'esempio di una protagonista che non sia la solita bella principessa sia sicuramente da apprezzare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente. Coraline è una ragazza curiosa, intelligente, attiva e che sa arrangiarsi, un ottimo esempio! E, devo dire, anche l'Altra Madre mi è piaciuta come cattiva :D

      Sul potenziale dark delle fiabe, ho idea che molte siano "tutte rose e fiori" nell'immaginario comune solo perché la reinterpretazione Disney è ormai entrata nell'immaginario comune ^^

      Elimina
  3. [ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER]

    Bello, bello, bello!
    Una trama davvero interessante, dei personaggi splendidi e pieni di carisma, soprattutto l'Altra Madre, uno dei cattivi più spaventosi che abbia mai visto. Non ho letto il libro, ma ho letto che sono state fatte delle modifiche, che, secondo me, l'hanno migliorato. Per esempio, l'Altro Mondo era oscuro fin dall'inizio, mentre secondo me mostrarlo dapprincipio come una sorta di parco divertimenti fa decisamente più effetto! Il gatto lo ricordo vagamente, mi stava simpatico ma non ricordo molto. Cos'è che te l'ha fatto apprezzare tanto?
    Forse dovrei rivedermi il film...
    Ho pensieri ambivalenti sulla prima scena, quella del cucito: da un lato la trovo una delle cose più disturbanti che abbia mai visto (mi dà un po' fastidio guardarla, lo ammetto, soprattutto quando smonta la bambolina, la gira e la riempie di segatura...), dall'altro mi piace molto data la mia passione del cucito - sto sempre lavorando a qualche pupazzetto :D

    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [SPOILER]

      Anche io non ho letto il libro ma ho letto delle modifiche e concordo. Sono state delle modifiche ponderate che probabilmente hanno dato qualcosa in più alla storia.

      Del gatto mi è piaciuto molto il suo comportamento sibillino, il fatto che sia il personaggio più affidabile del film (nonostante abbia l'aspetto del più sfigatello) e la sua uscita di scena finale [MEGA SPOILER] che conferma allo spettatore che anche lui è una creatura soprannaturale come l'Altra Madre [FINE MEGA SPOILER]. Il gatto è la certezza per Coraline, è lui che la aiuta in entrambi i mondi e le fa capire cosa è reale e cosa no.

      A me la prima scena è piaciuta molto. Certo un po' è disturbante (specie quando scuce la bocca, che fa cambiare l'espressione) ma è davvero ben fatta :D
      Davvero sai cucire? *__* Io sono negata, quest'estate ho dovuto rammendarmi in emergenza un paio di pantaloni è ho fatto uno schifo che se davo due punti con la spillatrice era quasi meglio XD

      [FINE SPOILER]

      Elimina
    2. [SPOILER (SIA NORMALE CHE MEGA)]

      Sinceramente non ricordo dell'uscita di scena del gatto, comunque anche a me è piaciuto che in quel mondo senza senso almeno qualcuno a cui appoggiarsi ci fosse!
      Quello che non ho ben capito del film (o forse non ricordo) è come mai la pietra con il buco in mezzo che era stata data a Coraline dalle vicine le permettesse di trovare i posti dove erano nascosti i bambini. Se sei più fresca di visione, magari mi puoi dare qualche delucidazione?

      Ecco, quando scuce la bocca e la rivolta come un guanto è proprio inquietante, dopo in generale è 'meglio' (soprattutto quando crea la nuova bambola).
      Oddio, non è che sono così bravo a cucire, e sono sicuro che avrei fatto un lavoro peggiore del tuo nel rammendare i pantaloni xD Diciamo che mi piace, basta che il mio lavoro non contempli il ricamo, quello si che lo odio, anche solo fare un trattino mi manda in crisi xD

      [FINE SPOILER]

      Elimina
    3. [SPOILER]

      È proprio l'istante finale del film, prima dei titoli di coda :D

      La storia della pietra non è spiegata benissimo, l'anziana la fa scolpendo con i ferri da calza una ciotola di caramelle "antiche", ma non spiega bene come facesse a sapere come crearle o che a Coraline servisse proprio quella ^^
      In ogni caso, la pietra aveva il potere di mostrare "ciò che è stato perso" ^^

      Non credo si possa fare di peggio di me, nell'arte del cucito. Quando da piccola provavo a fare dei vestiti per le Barbie, più che ad un gran galà sembrava stessero andando a mendicare XD
      E non parliamo poi del ricamo, mi ci sono cimentata solo una volta e, invece di una colomba, mi è uscito una bestia vittima di radiazioni XD

      [FINE SPOILER]

      Elimina
    4. [SPOILER]

      Mi sa che devo rivedermi il film :/

      Allora la faccenda delle pietre è proprio come la ricordavo, mi spiace che una spiegazione sia stata solo accennata, magari nel libro c'è di più...

      Beh, però! (Provare a) Cucire abiti per le proprie Barbie, non si puà dire che ti mancasse la creatività!

      [FINE SPOILER]

      Elimina
    5. Più che cucire direi "tenere insieme con il nastro adesivo" ;-P

      Elimina
    6. Ah, beh, ma è per il REALISMO! Vuoi che la Barbie stracciona abbia i soldi per comprarsi un rocchetto di filo, quando i più scarsi superano i 2€? Io quei soldi li terrei da parte per comprarmi il pane!

      Elimina
    7. Ah ah ah XD
      Le mie Barbie erano proprio disperate XD

      Elimina
  4. E' stato un film molto gradevole, una piacevole novità.
    Dopo la visione sono riuscito a recuperare il libro in biblioteca...
    La Laika Entertainment sta crescendo bene, spero che continui così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono molto questi film d'animazione un po' cupi come ambientazioni :D

      Elimina
  5. L'ho visto parecchio tempo fa ma ricordo che mi è piaciuto tantissimo! Adoro queste atmosfere, e anche la storia è buona.
    Nello stesso periodo ho visto anche Mary & Max, per caso l'hai visto? Mi piacerebbe tantissimo leggere una tua recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary & Max non l'ho visto ma lo infilo subito in lista recupero :D
      Quando lo guarderò sicuramente ci scriverò sopra qualcosa :D

      Elimina
  6. lo amo anche io *_* e la storia mi piace tanto e trovo che sia abbastanza originale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre amato, fin da piccola, i cartoni animati un po' dark :D

      Elimina
  7. Per me una delle cose più belle mani viste, in grado di inquietarmi terribilmente. E tutto questo nonostante abbia letto l'opera di Gaiman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me il vero horror è questo, fatto di inquietudine e di sensazioni passate al lettore\spettatore più che il classico splatter :D (E lo dico da amante dei film di zombie)

      Elimina
  8. Io adoro Coraline! E devo dire che il film mi è piaciuto molto di più del libro, che ai tempi mi lasciò freddino. Mi unisco anch'io a Ciccola nel consigliarti Mary & Max: è un film che spiazza completamente! E anche Paranormar è caruccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary & Max l'ho già messo in lista, sembra un prodotto molto interessante :D

      Elimina
  9. Film che adoro... E' molto dolce e gotico!

    RispondiElimina
  10. Mi sono venuti i brividi già leggendo la recensione!
    E' un titolo che mi ha sempre incuriosito, cercherò di recuperarlo il prima possibile! :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente consigliato! È davvero particolare :D

      Elimina
  11. Quando ero piccola, Coraline è stato una cosa come il mio primo libro, o quasi xD Lo amai tantissimo, e fu proprio Neil Gaiman ad avvicinarmi al mondo della lettura, che ora non abbandono più.
    Pochi anni dopo ricordo che uscii il film e andai a vederlo subito al cinema in 3D. Concordo in pieno con la tua recensione (a proposito, ti faccio i complimenti, fai sempre delle recensioni bellissime *-*), anche se presenta qualche piccola differenza rispetto al libro si tratta di trovate che ci stavano bene e che ho apprezzato.
    Il libro però credo fosse comunque qualche scalino più in su ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello avere un libro del genere come primo incontro con la lettura :D
      Ho letto che c'è qualche differenza tra il libro e il film e credo che le abbiano introdotte per allungare un po' la storia (Coraline fa dei viaggi in più tra i due mondi) e raggiungere il minutaggio previsto :D

      PS: Grazie :D

      Elimina
  12. Non sono una fan dell'horror o dello stop motion (tanto di cappello agli artisti del genere perchè deve essere una tecnica davvero difficile, ma non riesco a farmi prendere dal risultato finale), quindi questo film lo avevo un po' messo da parte, pur essendo incuriosita dai lavori di Gaiman. Pensavo quindi di recuperare il cartaceo prima del film. Tu hai poi recuperato anche quello?
    In effetti il 3D sui film più cupi è un po' sprecato...nello stesso Christmas Carol non è stato poi un granchè, ma anche io non amo il 3D a prescindere XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il cartaceo non l'ho letto, ho visto solo il film ^^
      Christmas Carol non solo aveva il problema del 3D ma aveva anche il problema dell'orrido iper-realismo che si è cercato di dare al personaggio di Scrooge con risultati terribili (e infatti, da lì in poi i personaggi animati in digitale sono stati sempre piuttosto pupazzosi e poco realistici) ^^
      Pensa che in 3D, all'epoca, (intav)vidi Tron Legacy. Un film già scurissimo di suo, praticamente si brancolava nell'oscurità. Ad un certo punto ho tolto gli occhialini per cercare di capire cosa stava succedendo XD

      Elimina
  13. Rivisto giusto ieri sera per ... boh ... la sesta, settima volta. Ogni volta scopro dei dettagli nuovi. Bellissimo film. Comunque considero tutti molto belli e particolari i film prodotti dalla "Laika".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Laika è da tenere d'occhio perché i suoi lavori che ho visto sono davvero buoni (ovvero Coraline e La Sposa Cadavere) :D

      Elimina
  14. Mi è piaciuto moltissimo, ma mi ha anche inquietato (lo so, ho una soglia dell'inquietudine molto bassa). Probabilmente è per questo che non ho ancora letto il libro nonostante adori Gaiman.
    Intanto però sto pensando di rivederlo ad Halloween.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è abbastanza inquietante, niente da dire, però è davvero un bel film :D
      Ad Halloween quest'anno, se tutto va bene, io sarò a Lucca :D

      Elimina

Un commento è sempre molto gradito!

Se non ha voglia di loggarti, ricordati che con l'opzione Nome/Url puoi mettere un semplice nick di fantasia (la Url non è obbligatoria), così nelle risposte non verrai confuso con altri Anonimi.